Sardine in piazza a Bologna il 15 novembre, M5S: “Gesto da irresponsabili, ci ripensino”

Sardine in Piazza Maggiore per il compleanno? La consigliera regionale 5 Stelle Piccinini attacca: “Spasmodica ricerca della ribalta di tv e giornali”

Le Sardine vogliono scendere in  piazza, per festeggiare il loro compleanno a casa, a Bologna, il 15 novembre prossimo. Dopo settimane di assenza dalla scena politica e avvertendo il rischio di finire nel dimenticatoio, il movimento nato spontaneamente via social e nelle piazze, contro un certo modo di fare politica, vuole rilanciarsi tornando alle origini.

Il problema è che le Sardine non potevano scegliere momento peggiore per organizzare il raduno, proprio mentre si paventa un lockdown nazionale: nel caso in cui le ultime misure adottate da governo e regioni non freneranno la corsa del virus, ci sarà poco altro da fare, come ha fatto capire anche il premier Giuseppe Conte.

Sardine in piazza, l’attacco del M5S

Contro la manifestazione annunciata dalle Sardine si scaglia il Movimento 5 Stelle: “In un momento così delicato come quello che stiamo vivendo e davanti alla prospettiva concreta di nuove chiusure per cercare di limitare l’avanzata dei contagi, la festa di compleanno delle sardine in piazza Maggiore è da considerarsi assolutamente fuori luogo. Si tratta di un gesto da irresponsabili, non ci sono altre parole per definirla” attacca Silvia Piccinini, capogruppo Cinque Stelle in Regione Emilia-Romagna.

Il 14 novembre prossimo cade un anno dal flash mob che le Sardine organizzarono in Piazza Maggiore, contestualmente al comizio di Matteo Salvini al Pala Dozza che lanciò la candidatura di Lucia Borgonzoni a presidente dell’Emilia-Romagna, poi sconfitta dal riconfermato Stefano Bonaccini.

“Tutti abbiamo visto le fotografie le strade delle nostre città prese d’assalto nello scorso fine settimana da migliaia di persone, come se quelli che stiamo vivendo fossero dei normali giorni di shopping e passeggiate all’aria aperta. Immagini inaccettabili se accostate a quelle dei nostri ospedali sempre più in sofferenza per l’aumento vertiginoso dei contagi e che stanno spingendo sindaci e presidenti di Regione a mettere sul campo nuove limitazioni” fa notare ancora Piccinini.

“Trasferitevi sul web”

Secondo la consigliera regionale: “Davanti a un contesto del genere, con l’Emilia-Romagna che si appresta a cambiare anche gradazione di colore per il rischio sempre più grande di avanzata del virus, solo chi è alla spasmodica ricerca della ribalta di tv e giornali potrebbe pensare di organizzare una manifestazione di piazza, seppur in un ipotetico rispetto del distanziamento sociale. Se dovesse mai svolgersi, infatti, la manifestazione di sabato rischierebbe di attirare in piazza Maggiore oltre che i suoi organizzatori anche curiosi e passanti, diventando così un assembramento bello e buono in barba a qualsiasi divieto”.

La conclusione di Piccinini è un consiglio alle Sardine a ripensare la festa di compleanno: “Credo che sia arrivato il momento per le sardine di fare un passo indietro, rinunciando fin da subito alla loro festa di compleanno e trasferendola sul web dove forse ci saranno meno telecamere e flash dei fotografi a loro disposizione ma sicuramente più sicurezza per chi deciderà di parteciparvi”. Che poi ci sia anche meno visibilità per le Sardine al M5S non dispiace.

I Video di Blogo.it

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →