L’Italia verso un lockdown leggero. Cosa significa?

Entro pochi giorni il governo deciderà se imporre un lockdown leggero a tutta Italia, senza differenze tra Regioni. Ecco cosa potrebbe cambiare.

A pochi giorni dall’entrata in vigore del sistema a zona che limita la vita dei cittadini in base alla gravità dall’epidemia di COVID-19 nella Regione in cui sono residenti, il governo starebbe pensando di stringere ancora di più la morsa nel tentativo di mettere un freno più deciso alla diffusione dei contagi. Si parla con insistenza di un “lockdown leggero” che potrebbe essere deciso entro domenica prossima, il 15 novembre, quando sarà più chiara l’efficacia delle misure già in vigore.

Cosa significa esattamente “lockdown leggero“? Se ne parla ormai da giorni, ma solo in queste ore la definizione di lockdown leggero si va definendo con maggior precisione, anche se per avere la certezza di quello che sarà, come accaduto già in passato per tutte le misure entrate in vigore, bisognerà attendere annunci ufficiali da parte del governo.

Al momento le misure in vigore nelle Regioni area rossa – Calabria, Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta e Provincia autonoma di Bolzano – sono le più restrittive in assoluto, ma il lockdown leggero di cui si parla con insistenza non dovrebbe essere equiparato all’area rossa così come abbiamo imparato a conoscerla in questi giorni.

L’impostazione dovrebbe essere molto simile o l’obiettivo lo stesso: limitare la vita dei cittadini ed eliminare il più possibile le occasioni di assembramento mantenendo il Paese il più produttivo possibile. Come farlo? La parola chiave è “fine settimana“.

Durante la settimana, tra smart working e didattica a distanza, la circolazione è già piuttosto limitata nelle zone rosse. Diverso è il discorso per il fine settimana: il tempo a disposizione dei cittadini è maggiore e le poche attività aperte costituiscono un’attrattiva per chi, nonostante la gravità della situazione e gli appelli sempre più frequenti a rimanere in casa, non riesce proprio a limitare gli spostamenti.

Lockdown leggero. Cosa aspettarsi dalle nuove misure?

DPCM 3 novembre 2020 - Divisione aree e regole

Tutte le misure previste per l’area rossa dovrebbero essere estese all’interno Paese, con l’aggiunta però di ulteriori restrizioni:

  • blocco degli spostamenti non soltanto tra un comune e l’altro, ma anche tra le varie Regioni d’Italia;
  • ulteriore stretta per gli esercizi commerciali durante il fine settimana. Non soltanto la chiusura dei centri commerciali con le solite eccezioni – questo vale anche per la zona gialla e quella arancione – ma anche di altre tipologie di negozi che ad oggi possono restare aperti anche nell’area rossa. La chiusura dovrebbe essere limitata soltanto al fine settimana, così da limitare il più possibile le occasioni di spostamento il sabato e la domenica.

Le nuove misure, in definitiva, dovrebbero andare a migliorare quanto già disposto dall’ultimo DPCM, correggendo quelle “scappatoie” che i cittadini più irresponsabili stanno sfruttando in barba alla situazione drammatica in corso in tutto il Paese.

I Video di Blogo.it

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →