Covid: riattivata task force alla Protezione Civile. Gualtieri: “Non ci saranno nuovi lockdown”

Il ministro dell’Economia: “Ma servono controlli più rigorosi. Proprio perché l’obiettivo è non dover tornare a nuovi lockdown”

Dopo l’impennata dei contagi da coronavirus degli ultimi giorni, il governo riattiva la task force Covid istituita presso la Protezione civile (il comitato operativo che ha gestito la prima fase dell’epidemia) e lima il nuovo Dpcm che dovrebbe vedere la luce domani e che prevederà tra le altre cose mascherine obbligatorie all’aperto, chiusure anticipate dei locali per contrastare la movida e feste private a numero chiuso.

Il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri a RaiNews24 ha escluso un nuovo lockdown nazionale, aggiungendo però che “servono controlli più rigorosi. Proprio perché l’obiettivo è non dover tornare a nuovi lockdown, dobbiamo mettere un surplus di attenzione e rigore nel contenimento del virus”.

Palazzo Chigi: “No alla chiusura dei locali o limiti di orari

Nel pomeriggio da Palazzo Chigi è arrivata una precisazione che punta a mettere un freno, in attesa dell’arrivo del nuovo DPCM, alle indiscrezioni delle ultime ore: “Non c’è nessuna intenzione da parte del governo di chiudere ristoranti, bar e locali come si legge su alcune testate, né di anticiparne l’orario di chiusura introducendo di fatto un coprifuoco“.

La riunione della task force Covid

L’obiettivo della task force Covid è quello di contenere i contagi e prevenire una seconda ondata di Sars-CoV-2 in Italia, guardando anche a cosa è stato fatto, e non fatto, nei paesi europei alle prese con una violenta recrudescenza dei contagi, Francia, Spagna e Gran Bretagna su tutti. Il governo esclude, per ora, un nuovo lockdown generale, ma è sollecitato da ambienti medici e report scientifici sull’andamento della curva epidemica a prendere nuove misure restrittive.

Stamattina durante la prima riunione della riconvocata task force Covid – presenti il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, il commissario all’emergenza Domenico Arcuri, tecnici e assessori regionali – ha passato in rassegna la situazione, a cominciare dal livello di pressione sugli ospedali e dall’approvvigionamento di materiali sanitari. Non sono state rilevate particolari criticità ma venerdì se ne tornerà a parlare.

Istituzioni bloccate dal virus

Intanto dopo la riscontrata positività della deputata dem Beatrice Lorenzin e del sottosegretario agli Esteri, senatore Riccardo Merlo, stamattina sono state sconvocate le commissioni Esteri e Bilancio. E il Covid non risparmia le istituzioni Ue: la presidente della Commissione Ursula von der Leyen è risultata positiva, insieme a 159 persone dello staff.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →