Calabria, Gino Strada: “Tandem con Gaudio per la Sanità non esiste”

Il governo non sembra centrarne una con la nomina del commissario alla Sanità. Strada: “Disagio se si parla di qualcosa ancora da definire”

Gino Strada con una lettera smentisce una sua entrata nella squadra del neo commissario alla sanità in Calabria Eugenio Gaudio. “Apprendo dai media che ci sarebbe un tandem a guidare la sanità in Calabria. Questo tandem semplicemente non esiste“.

Il fondatore di Emergency ribadisce “di aver dato al Presidente del Consiglio la mia disponibilità a dare una mano in Calabria, ma dobbiamo ancora definire per che cosa e in quali termini. Sono abituato a comunicare quando faccio le cose – a volte anche dopo averle fatte – quindi mi trovo a disagio in una situazione in cui si parla di qualcosa ancora da definire. Ringrazio il Governo per la fiducia e rinnovo la disponibilità a discutere di un possibile coinvolgimento mio e di Emergency su progetti concreti per l’emergenza sanitaria che siano di aiuto ai cittadini calabresi”.

Dopo la nomina dell’ex rettore della Sapienza a commissario ad acta alla sanità in Calabria fonti di Palazzo Chigi avevano confermato la disponibilità di Strada a far parte del team di Gaudio, “anche con una delega speciale”

Il premier oggi ha sentito Gino Strada e gli avrebbe chiesto di occuparsi della costruzione di ospedali da campo a Catanzaro e Reggio Calabria, dove l’emergenza Covid-19 pesa di più e dove gli ospedali sono in difficoltà.

La nomina di Gaudio tra l’altro è diventata subito oggetto di polemica: l’ex rettore è indagato a Catania nell’ambito dell’inchiesta sui concorsi truccati all’università, accusa per la quale i legali del neo commissario hanno chiesto l’archiviazione.

I Video di Blogo.it