Zona bianca (o verde) dal 15 gennaio? Ecco l’ipotesi del governo per le aree con pochi contagi

Il governo sta pensando di istituire anche la zona bianca o verde per aree con meno di 50 casi di contagi ogni 100mila abitanti.

In queste ore il governo sta lavorando alacremente alle nuove misure da adottare dopo la scadenza del Decreto Natale e tra le varie ipotesi riportate dai principali quotidiani italiani ci sarebbe quella di istituire anche la zona bianca o verde, ossia un’area con misure molto meno restrittive rispetto a quelle che vigono in area gialla.

In pratica, dal 15 gennaio, potrebbero esserci delle zone con ristoranti, bar, cinema, teatri, palestre, piscine e musei aperti, molto probabilmente con orari “normali”, quindi senza il coprifuoco dalle 22 alle 5.

Per le palestre e le piscine verrebbero reintrodotte delle limitazioni con un protocollo stilato a cura degli operatori e dei ministeri della Salute e dello Sport, ovviamente al fine di salvaguardare la salute dei cittadini e lo stesso varrebbe anche per i luoghi di cultura. Si tratterebbe ovviamente di misure volte a garantire il distanziamento sociale.

Quali aree potrebbero diventare zona bianca o verde?

Le zone bianche o verdi sarebbero quelle in cui il contagio da coronavirus è molto contenuto, in particolare, quelle in cui si registrano non più di 50 casi di positività ogni 100mila abitanti. Possono essere intere Regioni, fasce o zone più ridotte in cui gli indicatori sono migliori.

Ovviamente resterebbe in ogni caso l’obbligo di continuare a usare la mascherina sia al chiuso sia all’aperto, di evitare gli assembramenti e di rispettare il distanziamento sociale in tutte le circostanze.

La partenza di questo nuovo provvedimento sarebbe dal 15 gennaio anche perché al momento sembra che il governo si stia indirizzando verso un weekend del 9 e 10 gennaio da zona rossa in tutta Italia, mentre i primi giorni della prossima settimana potrebbero servire per valutare meglio quali potrebbero essere le zone degne di essere dichiarate bianche o verdi.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →