Vaccino anti-COVID, BioNTech: “La normalità non prima del prossimo inverno”

Il vaccino contro il COVID-19 è in dirittura d’arrivo, ma quando potremo lasciarci alle spalle la pandemia? Parla il co-fondatore di BioNTech.

Dopo quasi dieci mesi di pandemia di COVID-19, tra misure più o meno restrittive che si alternano e sacrifici e limitazioni per i cittadini di tutto il Mondo, una domanda continua a riproporsi con insistenza col passare dei mesi: quando si potrà tornare ad una cosiddetta normalità?

A fornire una prima e speranzosa risposta a questa domanda è stato in queste ore il professor Ugur Sahin, co-fondatore dell’azienda tedesca BioNTech che, insieme a Pfizer, ha messo a punto il vaccino al momento più promettente, con un’efficacia dichiarata del 90% stando all’attuale fase di test svolta su un campione di 43mila persone.

L’impatto del vaccino contro il COVID-19 avrà un impatto importante durante la prossima estate e la vita, secondo Ugur Sahin, dovrebbe iniziare a tornare alla normalità pre-COVID entro il prossimo inverno, sempre ammesso che la tabella di marcia del vaccino non subirà slittamenti o ritardi legati alla produzione e distribuzione.

Il vaccino, ha spiegato Ugur Sahin, dovrebbe aiutare sensibilmente a ridurre la trasmissione del virus tra persone e limitare la comparsa dei sintomi nelle persone colpite dal COVID-19:

Sono convinto che la trasmissione tra persone scenderà con un vaccino così efficace – magari non del 90%, ma forse del 50% – ma non dobbiamo dimenticarci che anche se fosse del 50% si tratterebbe di una drammatica riduzione della diffusione della pandemia rispetto ad oggi.

La timeline del vaccino anti-COVID di BioNTech/Pfizer

Salvo imprevisti, le prime dosi di vaccino saranno disponibili tra la fine dell’anno e l’inizio del 2021. L’obiettivo è quello di distribuire 300 milioni di dosi vaccino in tutto il Mondo entro aprile 2021 e questo inizierà ad avere un primo impatto.

L’arrivo della stagione estiva, con la diffusione del virus destinata a scendere come abbiamo visto anche la scorsa estate, sarà fondamentale per intensificare il più possibile le operazioni di vaccinazione prima del ritorno della stagione invernale e dell’influenza stagionale

Il vaccino di BioNTech/Pfizer verrà somministrato in due diverse dosi, con la seconda iniezione a tre settimane di distanza dalla prima. Sahin ha però precisato che al momento non è chiaro quando durerà l’immunità al COVID-19 dopo la somministrazione della seconda dose del vaccino: “Avremo un’idea più chiara nelle prossime tre settimane“.

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →