Salvini pronto a violare le regole di Natale: “Non potete chiudere in casa il cuore degli italiani”

Matteo Salvini pronto a violare le regole di Natale per fare volontariato al grido di “Non potete chiudere in casa il cuore degli italiani”.

Matteo Salvini continua a fare Matteo Salvini. Dopo aver sottovalutato pubblicamente per mesi la gravità della pandemia di COVID-19, ignorando platealmente le regole basilari per limitare la diffusione dei contagi salvo poi fare un passo indietro appena poche settimane fa di fronte alla spaventosa ripresa dei contagi, oggi mentre il governo di Giuseppe Conte decide di imporre un nuovo lockdown per Natale il leader della Lega torna a fare il bastian contrario solo per il gusto di farlo.

Stavolta Salvini non ha scomodato il “cuore immacolato di Maria“, ma ha usato il solito linguaggio melenso che punta allo stomaco degli italiani. Anzi, il cuore in questo caso. Sì, Salvini oggi ha deciso di mettersi la coccarda della “disobbedienza civile” – almeno dal suo punto di vista – e di annunciare l’intenzione di uscire di casa il giorno di Natale al grido di “non potete chiudere in casa il cuore degli italiani“.

Salvini pronto all’autodenuncia a Natale

Matteo Salvini è pronto ad autodenunciarsi e diventare il paladino della solidarietà a Natale. Sì, perchè quello che preme ora al leader della Lega non è spostarsi da una famiglia all’altra, ma fare volontariato. Oggi, a poche ore dall’annuncio delle nuove misure restrittive, Salvini ha annunciato che passerà il giorno di Natale coi più bisognosi:

Se la scelta del governo sarà che non si può uscire di casa, il 24, 25 e 26 neanche per portare un piatto caldo a chi dorme in strada, bene, io lo farò lo stesso come da anni sono abituato a fare. […] Porterò dei doni ai bimbi più sfortunati la vigilia di Natale, mentre il 25 pranzerò con i clochard e porterò un pasto caldo a chi dorme in strada. Lo farò in maniera rispettosa e ordinata, ma preannuncio che se il governo deciderà il ‘tutti chiusi in casa’, io uscirò e aiuterò gli altri.

E, ancora:

Non potete chiudere in casa il cuore degli italiani. Lo preannuncio, se ci sarà il tutti chiusi in casa io esco, io aiuto, io porto un pasto caldo, una coperta. Non potete congelare il cuore degli italiani. Dividere le famiglie non ha senso, non c’è decreto che esista che possa impedire agli italiani di aiutare altri italiani.

Il volontariato è possibile anche il lockdown. Salvini lo sa?

Il volontariato, di fatto, non è mai stato interrotto nelle Regioni che sono state classificate come zona rossa in queste ultime settimane né durante il lungo lockdown a cui siamo stati sottoposti a partire dal marzo scorso. Il governo su questo era stato molto chiaro:

Il divieto di spostarsi dal comune in cui ci si trova non riguarda coloro che svolgono attività di volontariato nell’ambito del Servizio nazionale di protezione civile o che siano comunque impegnati come volontari per fronteggiare l’emergenza sanitaria in corso (ad es., i volontari della Croce Rossa Italiana).

Salvini, però, si ostina a fare proclami senza prima raccogliere le dovute informazioni, contando sulla cieca fiducia che i suoi sostenitori più accaniti ripongono in ogni sua dichiarazione. Come ogni anno, e quest’anno ancora di più proprio a causa della pandemia, c’è un bisogno enorme di volontari in tutta Italia e chi è interessato a dedicare qualche ora del proprio tempo per aiutare i più bisognosi è incoraggiato a farlo al di là delle restrizioni in atto. Vale per tutti, anche per Matteo Salvini, che però stavolta ha sentito il bisogno di fare un grande annuncio, forse nella speranza che qualcuno gli dica che non potrà farlo?

I Video di Blogo

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →