Mascherine all’aperto in Basilicata e Lazio. Conte: “Valuteremo se imporle a tutti”

Il Presidente della Basilicata Vito Bardi ha firmato un’ordinanza simile a quella di Nicola Zingaretti.

Nella giornata di oggi già due regioni hanno deciso di rendere obbligatorio l’uso della mascherina anche all’aperto: dopo il Lazio, anche la Basilicata ha imposto l’obbligo.

Il governatore Vito Bardi ha firmato un’ordinanza molto simile a quella di Nicola Zingaretti, perciò la mascherina si dovrà usare in tutti i luoghi chiusi accessibili al pubblico, compresi i mezzi di trasporto, e negli spazi di pertinenza dei luoghi e dei locali aperti al pubblico”, sono esclusi “i bambini al di sotto dei sei anni, le persone con forme di disabilità non compatibili con le mascherine e chi pratica attività motoria e sportiva”.

Conte: “Ci confronteremo con i presidenti delle Regioni”

Il Premier Giuseppe Conte oggi al termine del Consiglio Europeo a Bruxelles ha risposto ai giornalisti presenti a una domanda proprio sull’eventuale estensione dell’obbligo delle mascherine anche all’aperto in tutta Italia e lui ha risposto:

“L’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto è una decisione che il governo non ha preso. È stata appena adottata da qualche regione, che ha valutato la situazione come critica”

E ha aggiunto:

“Siamo in costante aggiornamento con il ministro della Salute e gli esperti torneremo ad aggiornarci in queste ore, ci confronteremo con i presidenti delle Regioni e valuteremo. Al momento non abbiamo deliberato nessuna misura in questa direzione”

Conte ha invece confermato che il governo chiederà la proroga dello stato di emergenza fino al 31 gennaio 2021 in modo da poter mantenere in piena efficienza la macchina della Protezione Civile e il ruolo di commissario straordinario di Domenico Arcuri. Ha poi ricordato che l’uso dell’app Immuni è un “imperativo morale” e presto partirà una campagna per convincere tutti a scaricarla.

I Video di Blogo.it