La Manovra lunedì alla Camera: Cig per autonomi ed ecoincentivi

Lunedì alla Camera dei Deputati arriverà il testo della Manovra finanziaria: nella notte approvati alcuni emendamenti

Approvati nella notte alcuni emendamenti alla Manovra finanziaria che arriverà alla Camera dei Deputati lunedì. Tra gli ultimi provvedimenti aggiunti, la Cig fino a 800 euro mensili per i lavoratori autonomi, ecoincentivi fino a 3.500 euro alle euro 6, aumento della tassazione sul tabacco riscaldato e l’assunzione di 15mila tra medici e infermieri per il piano vaccini.

In totale, il pacchetto delle nuove misure varrà qualcosa come 4,5 miliardi di euro. L’obiettivo è quello di dare un ulteriore aiuto a famiglie ed imprese piegate dalla pandemia, riattivando anche i consumi. Si spiega in questo senso, ad esempio, il calo dell’Iva al 10% per le consegne a domicilio di piatti pronti e per chi offre il take away. Negli emendamenti spunta anche il bonus acqua: 1000 euro a famiglia per cambiare rubinetti e docce in modo da risparmiare sull’acqua.

Dopo una lunga discussione, introdotti anche gli euro 6 tra gli incentivi per le auto green fino al giugno del 2021. Altro bonus ad hoc per i veicoli elettrici: fino al 40% di contributo per chi ha un Isee fino a 30mila euro, con tetto massimo di acquisto 30mila euro. Stop alla prima rata dell’Imu per operatori del turismo e dello spettacolo; inoltre, tour operator e agenzie di viaggi avranno un credito d’imposta del 60%.

Manovra: gli interventi a favore delle donne

Niente contributi previdenziali per un anno per le partite Iva che guadagnano meno di 50mila euro l’anno e hanno registrato una perdita di fatturato del 33%. E non è tutto, perché anche gli autonomi potranno chiedere la cassa integrazione: la Cig per gli autonomi varrà solo per sei mesi. Introdotti anche interventi per la parità salariale tra uomini e donne e per la genitorialità. Per le mamme single con figli disabili ci sarà un assegno da 500 euro mensili. Previsto anche il “reddito di libertà” per le donne vittime di violenza.

Su la tassazione sul tabacco riscaldato

Tra le altre misure figurano provvedimenti a sostegno di federazioni enti e società sportive professionistiche e dilettantistiche che godranno di due mesi di stop per i versamenti di di ritenute, Iva, tasse e contributi. Salgono a 550 euro le spese veterinarie detraibili in un anno, mentre la Commissione bilancio ha anche avviato la stretta sulla tassazione di sigarette elettroniche e tabacco riscaldato. Un aspetto che aveva messo in imbarazzo il governo per via della collaborazione tra la Casaleggio Associati e Philip Morris. Per l’accisa sul tabacco riscaldato, nello specifico, si prevede un aumento graduale fino al 40% da qui al 2023.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →