Rezza: “Indice Rt e nuovi positivi non scendono più”

L’indice di contagio Rt non scende più. A evidenziarlo con preoccupazione è Gianni Rezza, direttore della Prevenzione del ministero della Salute

L’indice di contagio Rt non scende più. A evidenziarlo con preoccupazione è stamattina Gianni Rezza, direttore della Prevenzione del ministero della Salute. “L’Rt e il numero di nuovi casi positivi tendono a non scendere più, a differenza di quello che abbiamo visto nelle scorse settimane” ha detto Rezza durante la 15esima edizione del Forum Risk Management in Sanità.

L’esperto precisa: “Il dato dei decessi è ancora molto alto e siamo sopra la soglia per quanto riguarda i posti letto in area medica e terapia intensiva. Inoltre non mi sembra che stiano più scendendo incidenza ed Rt. Ci sarà un incontro della Cabina di regia e dunque non mi sento ancora di anticipare i dati. Ma è chiaro che di fronte a questa situazione occorre estrema prudenza, poi le misure specifiche le decide la politica”.

Scuola riparte? “Vedere dinamica nei territori”

“È logico che nel periodo delle feste ci si voglia ricongiungere con i propri cari, ma è anche normale che in questo periodo pandemico si usino tutte le precauzioni per proteggere soprattutto i più anziani”, specie di fronte all’inversione del trend osservata. Capitolo scuola, che secondo il coordinatore del Cts Agostino Miozzo e la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina deve comunque riaprire dopo il 6 gennaio. Rezza è più prudente: “La riapertura delle scuole dipenderà dalla dinamica (dei contagi, ndr) nei territori”.

Per quanto riguarda la campagna vaccinale il direttore della prevenzione del Ministero dice che almeno in questa prima fase i bambini sono esclusi ma che “per raggiungere l’immunità di gregge occorrerà vaccinare il 60-70% della popolazione. Dunque questo sarà un obiettivo successivo” della campagna di vaccinazione “che inizierà simbolicamente il 27 dicembre” con “all’inizio poche dosi a disposizione”. Successivamente è previsto l’arrivo, scaglionato, di un numero di dosi via via maggiore.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →