Elisabetta Casellati e le minacce di morte sui social, la denuncia

Una escalation di odio iniziata con delle lettere anonime e culminata con delle vere e proprie minacce di morte via social.

L’Ufficio stampa di Palazzo Madama ha comunicato che la Presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati ha “sporto denuncia per una escalation di odio iniziata nell’ultimo mese con una serie di lettere anonime, e culminata ieri in pesanti minacce di morte sui social network”.
All’interno del comunicato vengono inoltre riportati alcuni stralci di tweet in cui è possibile leggere messaggi come “ammazziamo la Casellati” o “voglio uccidere Casellati”.

“Ho sentito l’amica Elisabetta Alberti Casellati per esprimerle la mia affettuosa vicinanza, perché purtroppo conosco bene l’argomento”, ha commentato Liliana Segre, Presidente della Commissione Straordinaria per il contrasto ai fenomeni di intolleranza, antisemitismo, razzismo, istigazione all’odio e alla violenza.
“Tutto il mondo politico deve sentire la responsabilità di unirsi per difendere la civiltà dei rapporti, il rispetto verso le donne che in ruoli diversi si impegnano nella vita pubblica, il rispetto verso le istituzioni”.

I messaggi di solidarietà verso Casellati

Il mondo della politica, e non solo, non ha tardato nell’esprimere solidarietà: lo stesso Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, la avrebbe contattata telefonicamente.
Lo scorso marzo la Digos aveva dato il via ad una serie di perquisizioni in diverse città, nel corso di una inchiesta della Procura di Roma proprio a causa di una serie di minacce rivolte al Presidente Mattarella, in particolar modo via Twitter e via Facebook.

Ulteriori messaggi analoghi sono arrivati da esponenti di altri partiti, di qualunque allineamento.
“Il linguaggio d’odio in ogni sua forma va sempre condannato con forza da parte di politica e istituzioni”, ha commentato il Presidente della Camera Roberto Fico, a cui a propria volta ha fatto eco l’ex Presidente del Senato Renato Schifani.
“Le minacce ricevute dalla presidente Alberti Casellati sono l’allarmante sintomo di una escalation di odio e violenza politica che mina le nostre istituzioni democratiche e che va combattuta con forza e fermezza“.

I Video di Blogo