De Micheli in difficoltà da Fazio: non sa spiegare i no a spostamenti tra comuni e visite a seconde case

Ospite di Fabio Fazio, la ministra Paola De Micheli no risponde alle domande sui “no” a spostamenti tra comuni a Natale.

La ministra per le Infrastrutture e i Trasporti Paola De Micheli è stata questa sera ospite di “Che tempo che fa” su Raitre, intervistata da Fabio Fazio. Alcune domande del conduttore sono state quelle che praticamente tutti gli italiani si pongono e Fazio ha spiegato che una risposta a quei quesiti è importante perché se una regola è incomprensibile, poi è più difficile che venga rispettata, se invece viene spiegata agli italiani è più probabile che venga osservata senza troppe proteste.

Fazio ha chiesto, in particolare, perché il 25, 26 dicembre e 1 gennaio sono vietati gli spostamenti tra comuni e De Micheli è sembrata assolutamente in difficoltà. Di fatto non ha fornito una vera e propria risposta, ha provato a svicolare, anche se Fazio ha insistito, ma a un certo punto si è dovuto arrendere per non mettere eccessivamente a disagio la sua ospite. La ministra ha risposto solo:

Noi abbiamo, già oggi nelle zone gialle, una raccomandazione molto forte che chiede di non ricevere persone non conviventi. Il divieto entra in campo quando sei arancione. Siccome nei periodi natalizi, se, come auspichiamo, saremo tutti gialli, ci sarà una spinta più forte a fare visita a privati. Noi abbiamo preso una decisione legata agli spostamenti per scongiurare questi incontri.

Fazio non ha però chiesto quello che poi è stato il punto principale della discussione in seno al governo stesso, ossia il fatto che si venga a creare una discriminazione tra i grandi comuni come Roma, Milano, Torino e così via e i piccolissimi comuni. Su questo tema, infatti, Italia Viva, ma anche alcuni parlamentari del PD, hanno particolarmente insistito senza venire però ascoltati.

Altra domanda di Fazio è stata quella sul perché non si può andare nella seconda casa, anche senza incontrare nessuno, e su questo la ministra ha risposto:

Perché noi dobbiamo dissuadere il più possibile. La motivazione è che se stiamo insieme a Natale, noi corriamo dei rischi.

Anche in questo caso, dunque, non una vera risposta. Poi Fazio ha fatto notare che l’8 dicembre, invece, giorno dell’Immacolata, ci si può muovere in zona gialla senza problemi, ma De Micheli ha detto:

Rimane il tema che per l’Immacolata è molto difficile che ci siano le tavolate per il Natale.

A De Micheli Fazio ha chiesto anche se ci saranno più controlli su strade e autostrade, ma la ministra ha detto che “i controlli sulle autostrade sono di competenza della polizia stradale” e su questo “la ministra Lamorgese ha già dato indicazioni: ci saranno oltre 70mila persone a controllare”, poi ha detto che ci saranno comunque più controlli nelle ferrovie e negli aeroporti. Inoltre De Micheli ha ribadito che si cercherà “di dissuadere qualsiasi spostamento immotivato” e ha aggiunto che “non c’è stato nessun assalto, nessuna corsa ai biglietti e nessun aumento dei prezzi, contrariamente a quanto è stato scritto”.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →