Covid, la Cina sospende gli arrivi dall’Italia

Stop a viaggi e voli dall’Italia a causa del livello di diffusione del coronavirus nel nostro paese

La Cina dice stop agli arrivi dall’Italia. Di fronte all’attuale diffusione del Covid-19 nel nostro paese, Pechino fa sapere che “è sospeso l’ingresso in Cina per i cittadini residenti in Italia in possesso di visti e di permessi di soggiorno cinesi per motivo di lavoro, affari privati e ricongiungimenti familiari”. Lo si legge sul sito dell’ambasciata cinese a Roma. Stop quindi a viaggi e voli dall’Italia.

La nota spiega anche che l’ambasciata così come i consolati generali della Cina in Italia non provvederanno più ai “servizi di vidimazione della dichiarazione dello stato di salute ai suddetti richiedenti”. Le uniche categorie non soggette alla sospensione di voli dall’Italia sono “i titolari dei visti diplomatici, di servizio, di cortesia, di tipologia ‘C’ e dei visti rilasciati dal 3 novembre 2020 in poi. I cittadini stranieri che devono recarsi in Cina per estrema necessità urgente possono richiedere i visti all’ambasciata e consolati generali della Cina in Italia”.

Il 28 ottobre la Cina ha comunicato il numero più alto di contagi nel paese da agosto, 42 casi. Secondo i dati delle autorità di Pechino il numero totale di contagi dall’inizio dell’epidemia è sotto le 86mila unità, 4.634 invece i decessi complessivi.

Secondo la Commissione Nazionale per la Sanità, su 42 infezioni 20 provenivano dall’estero. Le altre 22 riguardavano la città di Kashgar, nella regione autonoma dello Xinjiang, e si trattava di contagi asintomatici, per un focolaio scoppiato tra i dipendenti di una fabbrica di indumenti.

Le autorità locali a seguito della scoperta del focolaio hanno annunciato test su tutta la popolazione dell’area, 4,74 milioni di residenti. Una delle strategie, quella dei test di massa, adottate da Pechino con successo nella lotta al coronavirus.

I Video di Blogo.it

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →