Brasile, sospesi i test sul vaccino cinese contro il COVID-19

Il Brasile mette in pausa la sperimentazione del vaccino cinese anti-COVID sviluppato da Sinovac dopo un incidente ancora in corso di studio.

La sperimentazione clinica del vaccino cinese anti-COVID in Brasile è stata sospesa dopo che le autorità locali hanno segnalato un grave incidente che avrebbe coinvolto almeno uno dei volontari lo scorso 29 ottobre.

Il Brasile, così come l’Indonesia e la Turchia, sta portando avanti da settimane la sperimentazione del vaccino cinese sviluppato da Sinovac e già somministrato in Cina per immunizzare migliaia di persone in quello che è a tutti gli effetti un programma di emergenza autorizzato dalle autorità cinesi.

E se la Cina si sta già muovendo in barba ai possibili effetti collaterali, l’Agenzia Nazionale di Vigilanza Sanitaria del Brasile (Anvisa), ha deciso di mettere in pausa la sperimentazione, come già accaduto anche per altri vaccini in altre parti del Mondo.

Anvisa non ha fornito altri dettagli sul motivo della sospensione dei test, limitandosi a parlare di un “grave incidente“, ma il capo di Butantan, l’istituto brasiliano che sta conducendo il test, ha precisato che lo stop è arrivato dopo il decesso di una persona, anche se quella morte non sarebbe collegata al vaccino.

Maggiori dettagli sull’accaduto saranno resi noti oggi durante una conferenza stampa indetta da Dimas Covas, il capo dell’Istituto Butantan di San Paolo. Lo stop, di fatto, potrebbe restare valido per una manciata di giorni, giusto il tempo di verificare i particolari dell’incidente registrato, così come successo qualche settimana fa col vaccino di AstraZeneca.

Le autorità sanitarie dell’Indonesia e della Turchia non hanno ufficializzato alcuno stop alla sperimentazione del vaccino di Sinovac.

I Video di Blogo.it

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →