Bollettino Coronavirus 3 dicembre 2020: 993 morti e 23.225 nuovi contagi

Il bollettino coroanvirus 3 dicembre 2020 diffuso dalla Protezione Civile: i nuovi contagi, i ricoveri in terapia intensiva, i dati regionali.

Mentre l’Italia attende, alle ore 20:15, la conferenza stampa in cui il Premier Giuseppe Conte esporrà il nuovo DPCM con le misure previste per il periodo natalizio, è arrivato, come ogni giorno, il bollettino coronavirus 3 dicembre 2020. Vediamo subito quali sono i dati principali:

  • 23.225 nuovi casi
  • 993 morti
  • 23.474 dimessi/guariti
  • -1.248 attualmente positivi
  • -19 in terapia intensiva
  • +226.729 tamponi effettuati
  • 31.772 ricoverati con sintomi (-682 rispetto a ieri)
  • 217 nuovi ingressi ospedalieri

Per quanto riguarda i numeri complessivi, quello dei casi totali in Italia da inizio pandemia a oggi sono 1.664.829, il totale dei morti è di 58.038, mentre i guariti sono 846.809. Gli attualmente positivi sono 759.982. In terapia intensiva ci sono 3.597 persone.

Bollettino Coronavirus 3 dicembre 2020: i dati regionali

Riportiamo qui di seguito, per ciascuna regione, il numero di casi totali dall’inizio della pandemia, il numero di attualmente positivi nella prima parentesi e l’incremento di casi di positività delle ultime 24 ore nella seconda e ultima parentesi.

Lombardia: 419.015 (118.331) (3.751)
Piemonte: 172.931 (70.006) (2.230)
Campania: 160.569 (102.574) (2.295)
Veneto: 154.490 (70.603) (3.581)
Emilia-Romagna: 127.870 (70.237) (1.766)
Lazio: 125.009 (92.879) (1.769)
Toscana: 105.804 (35.430) (929)
Sicilia: 67.862 (39.780) (1.294)
Puglia: 59.249 (41.749) (1.602)
Liguria: 52.794 (11.458) (422)
Friuli Venezia Giulia: 32.970 (14.883) (772)
Marche: 31.040 (18.949) (476)
Abruzzo: 29.196 (17.828) (395)
P.A. Bolzano: 24.562 (11.215) (374)
Umbria: 24.516 (6.762) (286)
Sardegna: 22.878 (14.220) (538)
Calabria: 17.542 (10.591) (280)
P.A. Trento: 16.406 (2.532) (239)
Basilicata: 8.586 (6.405) (131)
Valle d’Aosta: 6.619 (1.118) (42)
Molise: 4.921 (2.432) (53)

COVID-19, casi in aumento in Veneto, Toscana, nelle Marche e a Bolzano

I primi dati sul contagio nelle ultime 24 ore già arrivati da alcune regioni italiane sembra anticipare un aumento dei casi rispetto a ieri. Il Veneto ha comunicato questa mattina 3.581 nuovi casi di COVID-19 rispetto ai 2.782 ufficializzati ieri e, purtroppo, anche un aumento importante dei decessi: 95 contro i 69 di ieri, mentre le terapie intensive sono scese di una unità, per un totale di 307 persone attualmente ricoverate in terapia intensiva nella Regione Veneto.

Anche la Toscana ha registrato oggi più positivi rispetto a ieri, anche se con numeri molto inferiori a quelli del Vento. 929 i nuovi positivi emersi da 14.469 contro i 776 di ieri emersi da un numero di tamponi poco inferiore, 13.549. Incremento nelle ultime 24 ore anche nelle Marche, dopo i nuovi positivi oggi sono stati 476 a fronte di un numero di tamponi più elevato rispetto a ieri.

In Umbria, invece, sono scesi i tamponi analizzati e sono aumentati i nuovi positivi, 286 emersi da 3.508 mentre ieri i nuovi positivi erano stati 278 a fronte di 4.015. 15 i morti accertati e 8 persone in meno ricoverate in terapia intensiva.

Salgono invece di 2 unità i posti occupati nelle terapie intensive di Bolzano (35 in totale, ieri erano 33) e aumentano anche i decessi (16 nelle ultime 24 ore, 7 quelli confermati ieri) così come i nuovi positivi, 374 nella sola provincia autonoma di Bolzano.

Bollettino epidemiologico della Regione Puglia

Oggi, giovedì 3 dicembre 2020, in Puglia, sono stati registrati 8.753 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.602 casi positivi: 721 in provincia di Bari, 147 in provincia di Brindisi, 177 nella provincia BAT, 250 in provincia di Foggia, 135 in provincia di Lecce,163 in provincia di Taranto, 14 residenti fuori regione, 5 casi di residenza non nota sono stati riclassificati ed attribuiti.

Sono stati registrati 42 decessi: 24 in provincia di Bari, 2 in provincia di Brindisi, 4 in provincia di Bat, 6 in provincia di Foggia, 3 in provincia di Lecce, 2 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 812.781 test.

15.912 sono i pazienti guariti.
41.749 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 59.249, così suddivisi:
23.015 nella Provincia di Bari;
6.745 nella Provincia di Bat;
4.149 nella Provincia di Brindisi;
13.614 nella Provincia di Foggia;
4.430 nella Provincia di Lecce;
6.904 nella Provincia di Taranto;
389 attribuiti a residenti fuori regione,
3 provincia di residenza non nota.

Bollettino epidemiologico della Regione Emilia Romagna

Sono 1.766 i nuovi contagi da Coronavirus in Emilia Romagna secondo il bollettino reso noto oggi. Da ieri sono stati registrati altri 85 morti. Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, nella Regione si sono registrati 127.870 casi di positività, 17.979 il totale dei tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 9,8%.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 320 nuovi casi; a seguire Modena (277), Reggio Emilia (240), Rimini (209), Piacenza (164), Parma (122), Ravenna (112), Ferrara (104). Poi il territorio di Imola (135), quindi Forlì (58) e infine Cesena (25). Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 17.979 tamponi, per un totale di 2.174.960. A questi si aggiungono anche 1.362 test sierologici. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 2.743 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 51.674.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 70.237 (-1.062 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 67.324 (-1.036), il 95,9% del totale dei casi attivi. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 245 (-2 rispetto a ieri), 2.668 quelli negli altri reparti Covid (-24).

Bollettino epidemiologico della Regione Toscana

Sono 929 i nuovi contagi da Coronavirus in Toscana secondo il bollettino reso noto oggi. Da ieri sono stati registrati altri 38 i morti. I nuovi casi sono lo 0,9% in più rispetto al totale del giorno precedente. L’età media dei 929 casi odierni è di 50 anni circa.

Sono 29.633 i casi complessivi ad oggi a Firenze (197 in più rispetto a ieri), 9.302 a Prato (78 in più), 9.285 a Pistoia (79 in più), 6.671 a Massa (86 in più), 10.640 a Lucca (92 in più), 14.671 a Pisa (179 in più), 7.403 a Livorno (71 in più), 9.638 ad Arezzo (69 in più), 4.291 a Siena (50 in più), 3.715 a Grosseto (28 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni. Sono 354, quindi, i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro (somma delle province di Firenze, Prato, Pistoia), 428 nella Nord Ovest (Massa Carrara, Lucca, Pisa, Livorno), 147 nella Sud est (Arezzo, Siena, Grosseto).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 1.739 (46 in meno rispetto a ieri, meno 2,6%), 272 in terapia intensiva (1 in più rispetto a ieri, più 0,4%).

Bollettino epidemiologico della Regione Veneto

Sono 3.581 i nuovi contagi da Coronavirus in Veneto, secondo il bollettino di oggi anticipato dal presidente Luca Zaia. Si registrano altri 95 morti. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati circa 51mila tamponi. Gli attualmente positivi sono 70.603, per un totale di 154.490 dall’inizio dell’emergenza.

I ricoverati con sintomi sono 3.068, mentre i pazienti in terapia intensiva scendono a 336 (-4 rispetto a ieri). I dimessi sono in tutto 7.528 (+36), il totale dei morti dall’inizio dell’emergenza nella regione è di 3.982.

195.695 nuovi casi e 100mila ricoveri negli Stati Uniti

COVID USA

Negli stessi giorni in cui gran parte dei Paesi europei, Italia inclusi, si sta lentamente uscendo della cosiddetta ondata della pandemia di COVID-19 e discussioni come gli spostamenti in vista del Natale e delle vacanze estive sono al centro dei dibattiti nazionali, gli Stati Uniti stanno registrando un picco mai raggiunto prima e ad oggi non ci sono segnali di un rallentamento in tempi brevi.

Gli Stati Uniti non sono mai davvero usciti dalla cosiddetta prima ondata. Vere e proprie misure anti-COVID a livello nazionale non sono mai state implementate e la curva dell’epidemia, seppur tra alti e bassi, ha sempre avuto un andamento in crescita. E nelle ultime 24 ore sono stati raggiunti nuovi record: 195.695 nuovi positivi e, per la prima volta dall’inizio dell’epidemia, il numero delle persone ricoverate con sintomi ha raggiunto le 100mila unità.

Numeri impressionanti che, secondo gli esperti, sono destinati a salire ulteriormente in occasione del Natale e a causa del recente Giorno del Ringraziamento, quando nonostante l’emergenza in corso milioni di cittadini si sono spostati per celebrare quella sentita occasione coi propri cari, muovendosi da una parte all’altra del Paese indipendentemente dall’incidenza dell’epidemia nell’area di residenza.

64.570.755 casi di COVID-19 nel Mondo

Dall’inizio della pandemia ad oggi sono stati ben 64.570.755 i casi di COVID-19 accertati in tutto il Mondo, mentre le persone che hanno perso la vita a causa dell’infezione hanno toccato quota 1.495.311 secondo i dati più recenti dell’Osservatorio della John Hopkins University.

I Paesi che hanno registrato il maggior numero di vittime sono gli Stati Uniti (273.847 in totale), Brasile (174.515), India (138.648) e Messico (107.565).

I Video di Blogo

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →