Beppe Sala: “Ho deciso di ricandidarmi a sindaco di Milano”

Il sindaco di Milano Beppe Sala si ricandida per un secondo mandato. Lo ha annunciato su Instagram nel giorno di Sant’Ambrogio.

Proprio nel giorno di Sant’Ambrogio, Santo Patrono di Milano, il sindaco Beppe Sala ha annunciato la sua ricandidatura alla guida della città capoluogo della Lombardia. Lo ha detto in un video pubblicato sui suoi account social, spiegando anche la connessione con questa giornata speciale per i milanesi, perché l’insegnamento di Sant’Ambrogio gli è servito per prendere la decisione:

In più riprese ho sottolineato che volevo essere totalmente sicuro di avere in me le energie fisiche e mentali indispensabili per impegnarmi per un altro quinquennio, ora sento che posso farlo, anzi sento che voglio farlo ed è per questo che alla fine di questa lunga riflessione ho deciso di ricandidarmi alla carica di sindaco di Milano.

Sala ha detto di essere fiero di aver potuto guidare Milano in un periodo “così particolare: estremamente glorioso per i primi quattro anni e difficilissimo nell’ultimo”, poi ha aggiunto che dà per scontato che “non tutti saranno d’accordo”, ma lui resta “fiero di come l’ho fatto”.

Il sindaco ha anche detto:

Ci sono le opinioni e ci sono i fatti: un fatto è che Milano ha vissuto una fase di straordinaria crescita e si è imposta all’attenzione del mondo per la sua attrattività.

Di fatto con queste affermazioni Beppe Sala già dà il via alla sua campagna elettorale che molto probabilmente si concentrerà su quanto fatto di buono nel corso del suo mandato.

Ricordiamo che Beppe Sala, classe 1958, è stato il commissario unico di Expo 2015 dal 2013 al 2015, e, dal 2010 al 2016, amministratore delegato di Expo 2015 S.p.A., un bel biglietto da visita visto che, a parte qualche intoppo e anche il coinvolgimento in alcune indagini, l’Expo di Milano di cinque anni fa è stata considerata un successo a livello internazionale.

Beppe Sala, alle elezioni del 5 giugno 2016, presentandosi con il sostegno del centrosinistra, ha ottenuto il 41,69% delle preferenze (224.156 voti) ed è andato al ballottaggio contro Stefano Parisi (di centrodestra), vincendo il 19 giugno con il 51,70% dei consensi.

I Video di Blogo