La Polonia lancia la lotteria dei vaccinati: in palio soldi e auto ibride

La Polonia segue l’esempio di alcuni stati USA e lancia la lotteria dei vaccinati con premi in denaro per chi deciderà di vaccinarsi.

Anche la Polonia ha deciso di puntare sui soldi per convincere i propri cittadini a vaccinarsi contro il COVID-19. Seguendo l’esempio di alcuni stati USA, il governo polacco ha annunciato l’imminente avvio di una vera e propria lotteria dei vaccinati con una serie di premi in palio per chi deciderà di prenotare almeno una dose di vaccino contro il COVID-19.

Da un recente sondaggio è emerso che il 69% dei cittadini della Polonia ha intenzione di vaccinarsi, ma dalle teoria alla pratica il passo non è stato così breve, almeno fino a questo punto. Michal Dworczyk, il Ministro polacco incaricato della gestione della campagna vaccinale ha ammesso in conferenza stampa che sono stati fatti degli sforzi importanti:

Stiamo portando avanti un’altra campagna pubblicitaria. Abbiamo coinvolto sportivi, attori e influencer. Insieme a questo forme più tradizionali stiamo per aggiungere una proposta diversa dal solito.

Questo ulteriore incentivo è rappresentato da una lotteria di stato, gestita in collaborazione con Totalizator Sportowy, che metterà in palio soldi e premi di vario genere, inclusa un’auto ibrida.

Come funzionerà la lotteria dei vaccinati in Polonia

Una persona ogni duemila cittadini che prenderanno parte alla lotteria facendosi somministrare una dose di vaccino verrà estratto un vincitore che riceverà 500 zloty polacchi, pari a 111 euro circa, mentre tra tutti i partecipanti in tutto il Paese ci saranno due vincitori: uno si porterà a casa un’automobile ibrida, mentre l’altro vincerà 1 milione di zloty, pari a quasi 223mila euro.

Alla lotteria riservata ai cittadini sarà affiancato un incentivi per i vari comuni della Polonia. I primi 500 comuni che raggiungeranno un tasso di vaccinazione del 75% riceveranno 100.000 zloty dal governo polacco, pari a circa 23mila euro.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →