Di Battista contro i 5 Stelle: “Di nuovo con Renzi? Non ci sto”

L’ex parlamentare ha attaccato la scelta del suo partito di aprire nuovamente ad un’alleanza con Iv: “Se è così, arrivederci e grazie”

Alessandro Di Battista non ci sta, e ci tiene a farlo sapere subito. Nel corso delle consultazioni con il Presidente della Repubblica, infatti, il Movimento 5 Stelle si è detto pronto a ripartire dalla maggioranza che ha sostenuto il governo uscente (quindi con Italia Viva), nonostante proprio il partito di Renzi, insieme al centrodestra, sia stato il più critico nei confronti dell’esecutivo al termine dei colloqui con Sergio Mattarella.

Proprio questa nuova linea non va giù all’ex parlamentare, che ha postato su Facebook un post abbastanza eloquente:

“Prendo atto che oggi la linea è cambiata. Io non ho cambiato opinione. Tornare a sedersi con Renzi significa commettere un grande errore politico e direi storico. Significa rimettersi nelle mani di un “accoltellatore” professionista che, sentendosi addirittura più potente di prima, aumenterà il numero di coltellate”

Una presa di posizione netta e in forte contrasto con la linea adottata, negli ultimi giorni, dal Movimento 5 Stelle. Che, c’è da dire, è cambiata molto: i pentastellati, infatti, sono passati dalla chiusura totale nei confronti di Italia Viva, accusata di irresponsabilità per aver scatenato una crisi di governo in piena pandemia, all’apertura esplicitata da Crimi al termine delle consultazioni con il Capo dello Stato (“Al Presidente Mattarella abbiamo espresso la disponibilità ad un confronto che parta da questa maggioranza: vogliamo un governo politico, con un patto di legislatura, condotto da Giuseppe Conte“). Una circostanza che potrebbe spaccare in due il Movimento, visto che l’ammonimento finale di Di Battista è chiaro: “Se il Movimento dovesse tornare alla linea precedente io ci sono. Altrimenti arrivederci e grazie“.

Il 12 gennaio scorso condivisi la linea presa dai principali esponenti del Movimento 5 Stelle e scrissi queste parole:…

Posted by Alessandro Di Battista on Friday, January 29, 2021

Si spacca il Movimento?

La linea di Di Battista potrebbe ancora essere minoritaria, ma che a molti parlamentari 5 Stelle la riapertura nei confronti di Renzi non piaccia è un dato di fatto. La stessa Barbara Lezzi, grillina dell’area Di Battista, ha dichiarato che sul possibile nuovo coinvolgimento di Italia Viva nel governo devono “decidere gli iscritti“. Anche questo dovrà valutare il Presidente Mattarella nelle iniziative che prenderà per risolvere la crisi. La maggioranza, infatti, è troppo fragile senza i voti di Italia Viva e di certo difficilmente potrebbe reggere a una scissione all’interno del Movimento, gruppo principale in entrambe le Camere.

Non sarà quindi una scelta facile quella che spetta al Capo dello Stato. Come detto, infatti, se da un lato il Movimento ha riaperto a Italia Viva, i renziani non hanno mostrato troppo entusiasmo alla possibilità di un Conte-ter. Condizione indispensabile (almeno fino ad ora) per i 5 Stelle, che hanno individuato nel presidente del Consiglio “l’unica personalità in grado di portare avanti il Paese in un momento così difficile“. Roberto Fico, presidente della Camera, ha tempo fino a martedì per verificare l’esistenza di una maggioranza, anche considerando i possibili dissidenti grillini.

 

I Video di Blogo

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →