CTS: “Controlli per shopping di Natale, altrimenti terza ondata”. OMS: “Governi si organizzino”

Il Comitato Tecnico Scientifico avverte sulla terza ondata e anche l’OMS fa lo stesso. Attenzione al periodo natalizio.

Agostino Miozzo, coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico, ha avvertito che, in vista di eventuali riaperture dei negozi in Italia per lo shopping natalizio è bene che vengano aumentati i controlli e che le sanzioni siano “rigorose” per evitare assembramenti, altrimenti, ha detto, “salta tutto”.

Miozzo, infatti, sostiene:

Per evitare l’assembramento da shopping ci vorrà un monitoraggio rigoroso e sanzioni rigorose. Se non sarà così salta tutto e a gennaio siamo con la terza ondata.

Ieri la sottosegretaria al ministero della Salute Sandra Zampa aveva parlato di possibili concessioni per quanto riguarda gli spostamenti tra regioni in vista del Natale, ma su questo argomento Miozzo dice:

Dobbiamo valutare l’andamento della curva epidemica nelle prossime due settimane. Solo in base a quella si potrà decidere. Sappiamo che lo spostamento interregionale è stato una causa di importante diffusione del virus, però è anche vero che in questa situazione ci sono esigenze di carattere sociale importanti. Saranno dunque fondamentali i dati ma, anche, i controlli e la possibilità di fare autonomamente dei tamponi rapidi. Se si potranno autorizzare gli spostamenti, ovviamente non potrà mancare il rispetto rigoroso delle regole.

OMS: “I governi si organizzino, altrimenti sarà terza ondata”

Anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità, come il CTS italiano, teme una terza ondata del virus a gennaio. Oggi, in una intervista pubblicata in Svizzera, l’inviato dell’OMS per il Covid-19 David Nabarro ha detto, a proposito dei governi europei:

Non hanno costruito le infrastrutture necessarie durante i mesi estivi dopo aver messo sotto controllo la prima ondata. Adesso abbiamo la seconda, se non costruiranno le infrastrutture necessarie avremo una terza ondata all’inizio dell’anno prossimo.

I Video di Blogo.it

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →