Castellammare di Stabia, l’invenzione della zona rossa rafforzata: stop ai giovani

Nella città campana il sindaco Gaetano Cimmino ha creato la zona rossa rafforzata: i ragazzi tra 14 e 24 anni non possono circolare tra le 18 e le 20

Fronteggiare l’emergenza Coronavirus con un’ulteriore restrizione del tutto illegittima. Una zona rossa rafforzata che contiene tra i principali provvedimenti il divieto di circolare sul territorio comunale per i giovani dai 14 ai 24 anni. Questa è l’ordinanza che ha firmato Gaetano Cimmino, sindaco di Castellammare di Stabia, in Campania valida già da oggi fino al 14 marzo. Il primo cittadino stabiese ha dato disposizioni sulle nuove regole a seguito di un approfondito confronto con i sindaci dei Comuni limitrofi, Gragnano e Santa Maria la Carità.

LE RESTRIZIONI

Il sindaco Gaetano Cimmino ha comunicato questa nuova restrizione attraverso una nota e sui suoi canali social. “Dalle ore 18 alle ore 20 di ogni giorno è fatto divieto ai giovani tra i 14 ed i 24 anni di circolare sul territorio. Per i minorenni che dovessero spostarsi per motivi di necessità o salute sarà obbligatorio avere con sé l’autocertificazione firmata dai genitori o dai tutori. Dalle ore 20 alle 5 del giorno successivo, per la totalità della popolazione, sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da lavoro, necessità e salute”.

Inoltre, sono stati chiusi i mercati rionali dei quartieri San Marco e Savorito mentre restano consentite le attività di vendita all’ingrosso del mercato ortofrutticolo di via Virgilio. Gli arenili e la villa comunale restano chiusi. L’asporto è possibile dalle 5 fino alle 18, mentre la ristorazione a domicilio è consentita dalle ore 18 fino alle ore 22. I provvedimenti riguardano anche le attività commerciali, che a Castellammare dovranno abbassare le saracinesche alle 18.

“Zona Rossa rafforzata” a Castellammare di Stabia, Gragnano e Santa Maria la Carità per fronteggiare l’emergenza Covid:…

Posted by Gaetano Cimmino on Friday, March 5, 2021

LE PROTESTE

Contro l’ordinanza si è scatenata l’ira di adulti e ragazzi. Diversi utenti hanno commentato il post su Facebook del sindaco Cimmino, chiedendo che il divieto dovrebbe essere esteso anche alle persone anziane. Le polemiche, inevitabilmente, difficilmente si placheranno. “Che senso ha vietare lo spostamento soltanto a noi ragazzi di questa fascia d’età“, ha commentato un diovane. E ancora: “Con quest’ordinanza, ha fatto tutto di un’erba un fascio, ragazzi come me che stanno per la maggior parte del tempo a casa, per non arrecare ulteriori danni, per via di altri irresponsabili, dovrà continuare a restare a casa. La politica stabiese sapevo fosse ridicola, ma arrivare fino a questo punto, significa veramente che non sappiate gestire le situazioni. Se si fosse fatto sentire ed avrebbe agito quando ancora non si era a questo punto, forse tutte ste cose le avremo potute evitare“.

CAMPANIA IN ZONA ROSSA DA LUNEDì

La Campania va in zona rossa Covid da lunedì 8 marzo 2021. La decisione sulla regione era data per certa da giorni, poi i numeri del monitoraggio settimanale condotto dall’Istituto superiore di Sanità col ministero della Salute hanno confermato quanto era nell’aria: la situazione epidemiologica in Campania è in progressivo aggravamento. Preoccupa il numero importante di positivi attivi – 80mila circa – e quello degli infetti che si aggiungono giorno dopo giorno ad un ritmo sempre sostenuto. Dunque, la Campania passa dal “rischio moderato con alta possibilità di progressione” a “rischio alto”.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →