Addio al coprifuoco in zona bianca dal 1 giugno. Il calendario completo delle riaperture

Quando potremo dire addio al coprifuoco? Ora c’è una data e c’è anche il calendario delle prossime riaperture. Ecco tutte le date.

La cabina di regia che si è riunita oggi pomeriggio ha raggiunto un accordo sui prossimi passaggi per la riapertura del Paese, fissando le date che ci accompagneranno verso un ritorno alla semi-normalità per le prossime settimane, a cominciare già da domani, martedì 18 maggio, quando il coprifuoco dovrebbe slittare alle 23.

Il condizionale è d’obbligo perchè le proposte arrivate dalla cabina di regia devono ora essere discusse in Consiglio dei Ministri ed inserite nel nuovo decreto il cui varo è atteso già in serata, domani in giornata al più tardi.

La tabella di marcia suggerita dalla cabina di regia parte già dal 18 maggio, giorno indicato per il primo slittamento del coprifuoco. Se il Consiglio dei Ministri deciderà di appoggiare in toto le proposte degli esperti, ecco come cambierà la nostra vita.

Addio al coprifuoco in zona bianca. Slittamento graduale per la zona gialla

Il coprifuoco dovrebbe slittare alle 23 dal 18 maggio, mentre dal 7 giugno slitterà ancora a partire da mezzanotte. Il giorno in cui ci si potrà lasciare alle spalle il coprifuoco, sempre se la curva del contagio lo permetterà, sarà il 21 giugno. Questo vale per le Regioni che resteranno classificate come zona gialla, mentre chi passerà in zona bianca dal 1° giugno prossimo potrà muoversi anche nelle ore serali senza alcun limite.

Stando ai dati più recenti della pandemia in Italia, a passare in zona bianca dal 1° giugno potrebbero essere il Friuli Venezia Giulia, il Molise e la Sardegna, mentre dal 7 giugno potrebbero aggiungersi Abruzzo, Veneto e Liguria.

Il calendario delle riaperture

Questo il calendario delle riaperture così come deciso dalla cabina di regia e pronto ad essere sposato anche dal governo Draghi.

22 maggio 2021

La cabina di regia ha indicato il 22 maggio come data in cui tutti i negozi che si trovano nei centri commerciali potranno tornare ad operare anche nei fine settimana. Allo stesso modo, sempre a partire dal prossimo fine settimana, potranno riaprire anche gli impianti da scii, a patto che vengano rispettate le linee guida che saranno pubblicate nelle prossime ore, già approvate dal Comitato Tecnico Scientifico.

24 maggio 2021

Via libera all’attività delle palestre.

1 giugno 2021

Dal 1° giugno, sempre secondo le indicazioni della cabina di regia, si potrà tornare a consumare al bancone dei bar dalle 5.00 alle 18.00, mentre nei ristoranti si potrà consumare la cena anche al chiuso.
A partire dalla stessa data si potrà tornare anche ad assistere agli eventi e alle competizioni sportive, a patto che queste si svolgano all’aperto e con capienza limitata al 25% di quella massima e comunque non superiore a 1000 persone.

15 giugno 2021

Via libera ai matrimoni all’aperto e al chiuso, a patto che i partecipanti siano dotati della certificazione verde che provi l’avvenuta vaccinazione, l’aver sconfitto il COVID-19 o la propria negatività tramite tampone eseguito entro le 48 ore precedenti.

A partire dalla stessa data potranno riprendere anche i congressi, sempre grazie alla certificazione verde o al certificato europeo, e si potrà tornare anche nei parchi tematici e di divertimento.

1 luglio 2021

Dal 1° luglio è prevista la riapertura di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò, così come delle piscine al chiuso e dei centri termali. Via libera anche ai corsi di formazione, i centri culturali, i centri sociali e i centri ricreativi.

Si potrà anche assistere agli eventi dal vivo e alle competizioni sportive anche al chiuso, ma con capienza non superiore al 25% di quella massima e comunque non superiore a 500 persone.

Niente da fare per le discoteche

Al momento le uniche attività senza una data per la riapertura restano le sale da ballo, le discoteche e i locali affini, sia all’aperto che al chiuso.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →