Roma, demolite case e ville con piscina del clan Casamonica

A 2 anni dalla demolizione delle ville del clan Casamonica al Quadraro, con l’allora ministro Salvini in prima fila per le foto, ruspe di nuovo in azione

Sono iniziate dalle prime luci del giorno di oggi le operazioni di demolizione di case, capannoni e ville del clan Casamonica a Roma. Otto costruzioni in tutto. A due anni di distanza dalla demolizione delle prime abitazioni abusive costruite dal clan (con l’allora ministro dell’Interno Salvini in prima fila per le foto), in spregio di qualsiasi norma urbanistica, le ruspe sono tornate in azione in via Fratelli Marchetti Longhi 10, quartiere Romanina, fortino del clan.

Alla demolizione degli immobili, riconducibili ai Casamonica secondo gli accertamenti, si è arrivati grazie al lavoro dell’Osservatorio territoriale della sicurezza del VII municipio di Roma, sotto il coordinamento di un dirigente della Prefettura capitolina, con la partecipazione del Campidoglio e delle forze dell’ordine locali. Circa 100 i poliziotti e i carabinieri impegnati sul posto.

In un complesso di miniappartamenti di proprietà del clan Casamonica, oggetto dell’operazione di stamattina, abitavano una quindicina di cittadini stranieri, forse affittuari in nero. Sulla loro posizione le indagini proseguono.

“Continua la nostra battaglia per riportare la legalità. Dopo le villette del Quadraro, stiamo abbattendo altri immobili abusivi del clan Casamonica da Roma. Grazie a Carabinieri, Polizia di Stato e Polizia Locale. Istituzioni unite vincono #ATestaAlta” ha twittato la sindaca di Roma Virginia Raggi.

Il precedente: la demolizione delle villette al Quadraro

Le operazioni di abbattimento delle ville del clan Casamonica di oggi si inseriscono nel quadro di ripristino della legalità nei territori della capitale in cui la famiglia spadroneggia, dopo gli sgomberi e le demolizioni del 20 novembre 2018, quando otto villette dei Casamonica vennero abbattute in via del Quadraro, tra le veementi proteste e le minacce dei residenti.

In basso, alcune foto dell’operazione di oggi pubblicate sui profili social della sindaca Raggi e della presidente del VII municipio Monica Lozzi che spiega:

Con le demolizioni che avverranno oggi a via Fratelli Marchetti Longhi, nella zona di Gregna Sant’Andrea, arriveremo a 18 immobili riconducibili alla famiglia Casamonica abbattuti. È la dimostrazione che quanto avvenuto due anni fa non è stato un intervento spot, ma l’inizio di un percorso costante nel tempo di recupero della legalità. Questa attività ha visto il Municipio protagonista dal punto di vista economico, tecnico ed amministrativo, ed avviene grazie al supporto della Prefettura, del Commissariato Romanina, della Compagnia Carabinieri di Castelgandolfo con la Tenenza di Ciampino, della Polizia Locale e dell’Ufficio Gabinetto del Sindaco.

I Video di Blogo