Vaccini, il sottosegretario Costa dice che “dal prossimo settembre toccherà a ragazzi e studenti”

Nel frattempo dall’Ema giunge la notizia che tutti quanti stavamo aspettando: via libera all’utilizzo di Pfizer per gli under 15. Bianchi “sono ottimista”

Secondo il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, già dal prossimo settembre sarà possibile “l’avvio delle vaccinazioni per ragazzi e studenti – dopo il via libera di tutte le autorità nazionali e internazionali – valutando eventualmente anche l’opportunità di effettuare le vaccinazioni nelle scuole stesse“.

La proposta del sottosegretario arriva dopo la notizia dell’imminente via libera dell’Ema, l’agenzia europea del farmaco, risptto all’utilizzo del vaccino Pfizer anche per i cittadini under 15.

Il tutto, proprio nei giorni in cui si stanno organizzando le vaccinazioni per i quasi 500.000 studenti che dal prossimo giugno sosterranno porteranno a termine l’esame di maturità.

Il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, si dice ottimista in merito alla possibile riapertura delle scuole già dal prossimo autunno, ma l’opportunità passa strettamente dalla campagna di vaccinazione dei più giovani. In particolare, Bianchi si dice confidente nella vaccinazione degli studenti proprio tra i 12 e 15 anni.

In un’intervista al Corriere.it, il titolare dell’Istruzione ha annunciato che il ritorno in classe si svolgerà “in piena sicurezza: stiamo lavorando molto con gli altri ministeri, le Regioni, le Province e i Comuni affinché questo avvenga”. In particolare, Bianchi dichiara di valutare positivamente l’iniziativa della Regione Lazio di vaccinare subito i maturandi, proprio in attesa dell’ufficialità – anticipata, ma attesa a breve – del responso dell’Ema sul vaccino nella faccia 12-16.

“Finora ci siamo preoccupati di vaccinare le fasce di persone più esposte al virus: operatori sanitari, anziani, fragili – ha detto qualche giorno fa il ministro della Salute, Roberto Speranza -. A giugno arriveranno altri 20 milioni di dosi di vaccini e l’immunizzazione potrà essere estesa ad altre categorie di cittadini, tra cui i più giovani“.

“La vaccinazione per i più giovani – ha sottolineato Speranza – è altamente strategica, la riteniamo essenziale soprattutto alla ripresa della scuola. Siamo al lavoro con il commissario Figliuolo per adeguare il piano dopo l’ok dell’Ema per costruire anche una comunicazione che renda consapevoli le persone, il vaccino è l’arma più rilevante di cui disponiamo per chiudere definitivamente questa stagione così difficile”.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →