Trump: “Non perdo il mio tempo con un dibattito virtuale, non sono contagioso”

Donald Trump contro la commissione per i dibattiti che ha deciso che il suo prossimo confronto con Joe Biden sarà da remoto.

Donald Trump ha un nuovo nemico: la commissione per i dibattiti presidenziali, che ha deciso che, vista la sua positività al coronavirus, è meglio che il prossimo confronto con il candidato democratico Joe Biden sia “virtuale” ossia avvenga con i due candidati collegati da remoto.

Apriti cielo, per Donald Trump è un vero oltraggio, un segno che la commissione è a favore di Biden. Collegati da remoto non avrebbe la possibilità di interrompere continuamente l’avversario e di fare le sue sceneggiate…

Infatti Trump, intervistato da Fox Business, ha reagito così alla decisione della commissione:

Non perderò il mio tempo con un dibattito virtuale. Non penso di essere assolutamente contagioso. Vorrei fare un comizio stasera, ne volevo fare uno ieri sera.

Poi ha detto di aver interrotto quasi tutte le cure e di prendere ora solo uno steroide che però non è pesante. In ogni caso conferma di essere un incosciente dicendo di non essere contagioso. Trump ha poi aggiunto:

Non andrò a un dibattito virtuale, non perderò il mio tempo con un dibattito virtuale che non c’entra niente con quello che è il dibattito. Tu stai seduto dietro a un computer e dibatti? Ridicolo. E poi ti tolgono la parola ogni volta che vogliono.

In una nota della campagna di Donald Trump viene sottolineato che prima del prossimo dibattito previsto per il 15 ottobre il Presidente “avrà postato multipli risultati negativi del test e quindi non c’era bisogno di questa dichiarazione unilaterale” e di questa decisione presa “da una creatura della palude di Washington per correre in modo patetico in aiuto di Joe Biden”.

Del perché Biden dovrebbe essere favorito da un confronto virtuale non è dato sapere… Intanto lo stesso Biden ha accettato la decisione perché “desidera parlare direttamente con il popolo americano e paragonare il suo piano per unire il Paese e ripartire in maniera ancora migliore con la mancata leadership di Donald Trump sul coronavirus che ha gettato la forte economia che ha ereditato nella peggiore recessione dai tempi della Grande Depressione”.

Intanto Trump ha insultato anche la candidata vicepresidente Kamala Harris, dicendo che è “una comunista” definendola per due volte “un mostro” e dicendo che “vuole aprire i confini per permettere a killer, assassini e violentatori di entrare nel Paese”.

I Video di Blogo.it