Milano, il COVID-19 rientra al Trivulzio: 71 positivi

Il COVID-19 rientra nel Pio Albergo Trivulzio di Milano. Oggi la struttura ha confermato la positività di 64 dipendenti e almeno 7 pazienti.

Dopo l’incubo della prima ondata, il coronavirus COVID-19 torna a colpire il Pio Albergo Trivulzio di Milano, la grande casa di cura del capoluogo lombardo duramente colpita nella prima fase della pandemia di coronavirus.

È il bollettino odierno diffuso dal Trivulzio, pubblicato oggi e relativo alla giornata di ieri, a confermare la positività al COVID-19 di 64 dipendenti della struttura su un totale di 551: 467 sono risultati negativi, mentre altri 20 sono ancora in attesa di ricevere la risposta del tampone.

Entro la giornata di domani, precisano dalla struttura, il personale risultato positivo e asintomatico sarà sottoposto nuovamente a tampone così da escludere con più precisione i possibili falsi positivi.

7 ospiti positivi al COVID-19 al Trivulzio

Il COVID-19, però, non si è fermato al personale sanitario del Trivulzio. Anche 7 tra i 727 ospiti della casa di cura sono risultati positivi al coronavirus. Un paziente positivo al COVID-19 si trova nell’area della RSA, mentre gli altri 6 sono nel percorso di riabilitazione e cure intermedie.

Vista la situazione e l’imminente lockdown per la Regione Lombardia, il Pio Albergo Trivulzio ha deciso di interrompere temporaneamente gli ingressi nella struttura per le cure intermedie.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →