Livorno, controlli anti Covid: carabinieri e municipale costretti alla fuga (VIDEO)

Agenti accerchiati da una cinquantina di giovani durante alcuni controlli anti Covid: auto di servizio danneggiate con pietre, bastoni, calci e pugni

Carabinieri e polizia municipale se la sono vista brutta martedì pomeriggio a Livorno, nella centrale piazza Attias, durante alcuni controlli volti a far rispettare le norme anti Covid-19. Un gruppo composto da circa 50 giovani ha aggredito gli agenti giunti sul posto con tre auto dei carabinieri e una della polizia municipale. Dopo essere stati accerchiati, essendo in numero nettamente inferiore, gli esponenti delle forze dell’ordine sono stati costretti alla ritirata.

Livorno: due agenti feriti, denunciato un 17enne

Secondo la ricostruzione più accreditata, la municipale e i carabinieri sono giunti nella piazza centrale dopo una segnalazione da parte di qualche cittadino. Pare che fosse stata improvvisata una partita di pallone con tanti ragazzi che non indossavano nemmeno la mascherina. Dopo aver identificato alcuni dei presenti, gli agenti sono stati accerchiati e aggrediti, con due di loro che hanno rimediato delle ferite che li hanno costretti a ricorrere alle cure del pronto soccorso. Ad uno dei due sono state riscontrate alcune costole fratturate con 20 giorni di prognosi, mentre l’altro agente è stato giudicato guaribile in 7 giorni.

I carabinieri, in seguito ai controlli effettuati, hanno provveduto a denunciare alla procura dei minori di Firenze un 17enne per resistenza e rifiuto di fornire le proprie generalità. Lo stesso è stato multato (400 euro) perché non indossava la mascherina. Le indagini proseguono: l’obiettivo è quello di identificare e sanzionare circa una cinquantina di ragazzi, responsabili a vario titolo di aggressione e danneggiamenti alle auto delle forze dell’ordine.

A Livorno Today, il comandante della Municipale Annalisa Maritan, ha raccontato così l’accaduto: “Eravamo andati in piazza Attias assieme ai carabinieri perché ci avevano segnalato persone che giocavano a pallone, con musica alta e assembramenti. Quando siamo arrivati – prosegue – in poco tempo siamo stati accerchiati dai ragazzini, che hanno iniziato a offenderci e ci hanno aggredito, danneggiando anche la nostra vettura. Un gesto che voglio condannare”.

Salvetti (sindaco Livorno): “Cosa succederà nel weekend?”

Ferma la condanna da parte del sindaco, Luca Salvetti, intervenuto ai microfoni di Telegranducato: “Quanto accaduto in piazza Attias è intollerabile, inqualificabile. Questa reazione contro le forze dell’ordine, che stavano solamente facendo il proprio lavoro, non è tollerabile e ci deve far riflettere su che atteggiamento tenere in vista del prossimo fine settimana. Un ragazzo senza mascherina è stato intercettato, e dopo che gli è stato intimato di indossarla, attorno a carabinieri e polizia municipale si è portato un gruppo nutrito di giovani che hanno cominciato a prendere di mira gli agenti. Due di loro sono stati refertati al pronto soccorso – conclude il primo cittadino – ma per fortuna stanno bene”.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Coronavirus

Tutto su Coronavirus →