La gaffe della Lorenzin sull’attacco in Congo

Beatrice Lorenzin presa di mira su Twitter: che gaffe per l’attacco all’ambasciatore italiano in Congo, il messaggio poi rimosso

Gaffe per l’ex ministra della Sanità, Beatrice Lorenzin. Nel giorno in cui sono morti in Congo l’ambasciatore italiano, un carabiniere che era con lui e l’autista della vettura su cui viaggiavano, in tanti hanno espresso cordoglio per l’accaduto dalle istituzioni. Pur non avendo attualmente un ruolo attivo nell’esecutivo, anche la Lorenzin ha deciso di esprimere vicinanza alle famiglie delle vittime e le cose però non sono andate propriamente alla grande. “Mi stringio attorno alle famiglie di Luca Attanasio e del giovane carabiniere (metti il nome) morti nell’agguato in Congo mentre svolgevano una missione Onu”, si legge nel primo tweet pubblicato e poi cancellato dalla deputata del Partito Democratico.

Attacco in Congo: la gaffe (cancellata) dalla Lorenzin

A parte il verbo “stringio”, fa specie quel “metti il nome” tra parentesi, quasi che il testo dovesse passare dalla revisione di qualcuno che avrebbe dovuto aggiungere il nome del carabiniere prima della pubblicazione. Dopo la cancellazione del tweet incriminato, ne è apparso uno nuovo senza riferimento al nome del carabiniere, Vittorio Iacovacci, ma ormai il danno era fatto. Il profilo della Lorenzin è stato inevitabilmente sommerso di critiche: “Quindi il nome del carabiniere non sei riuscita a trovarlo eh”, le scrive un utente sotto il tweet riveduto e corretto.

Non è ancora chiaro se si sia trattato di una gaffe della Lorenzin o di chi le gestisce l’account, ma quel che emerge di certo è che chi ha scritto il testo non è la stessa persona che lo ha condiviso, percHé lo ha fatto senza controllarne il contenuto.

lorenzin gaffe tweet carabiniere

I Video di Blogo

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →