Germania, la candidata dei Verdi è Annalena Baerbock

Il partito ambientalista ha presentato il suo candidato alla Cancelleria per le elezioni del 26 settembre. 40 anni, siede in Parlamento dal 2013

Giornata storica per il partito tedesco dei Verdi che ha annunciato la prima volta nella loro storia quarantennale il candidato alla Cancelleria. Si tratta di Annalena Baerbock, 40 anni dal 2013 siede in parlamento. Questa è stata la scelta dei Verdi per subentrare ad Angela Merkel dopo le elezioni che si svolgeranno il 26 settembre. La signora Baerbock rischia di essere l’unica donna tra i candidati. Da qualche settimana si evince dai sondaggi che il partito guidato anche da Baerbock è in costante ascesa: i Verdi sono al 22% e hanno ottime possibilità di entrare nel prossimo governo.

CHI è ANNALENA BAERBOCK

L’annuncio della sua candidatura è arrivato dal leader della formazione ambientalista Robert Habeck: “È un giorno speciale nella storia dei verdi e della nostra storia”, ha dichiarato, dicendosi orgoglioso di avere “costruito un nuovo stile di conduzione del partito. Pensiamo che abbia fatto bene al partito. Ho sempre voluto che il potere fosse vissuto così. Entrambi volevamo farlo – ha detto rispetto alla candidatura alla Cancelleria – ma solo uno poteva”. Annalena Baerbock è nata nel 1980, lo stesso anno in cui è stato fondato il partito. I suoi genitori l’hanno portata in manifestazioni anti-nucleari, dunque è cresciuto in lei la passione per l’attivismo e la politica. Non a caso ha descritto la sua infanzia come un mix tra cannoni ad acqua durante le proteste e la torta appena arrivati a casa. Una linea che si sposa con la figura del partito dei Verdi che sta riscuotendo il consenso popolare in Germania.

Annalena Baerbock siede in Parlamento dal 2013 e prima di entrare in politica si è laureata in diritto internazionale alla London School of Economics (LSE). Dal 2018 è alla guida del partito insieme all’intellettuale Robert Habeck. Baerbock ha commentato la sua candidatura dicendo che intende “offrire a tutta la società la possibilità di guidare il nostro paese – ricco, forte ed eterogeneo – verso un buon futuro. “Oggi inizia un nuovo capitolo per il nostro partito e, se faremo le cose per bene, anche per il nostro paese“. Fino a qualche anno fa era sconosciuta nel panorama politico, ma col passare del tempo in molti hanno apprezzato il suo lavoro: “Sì, non sono stata cancelliera e neppure ministra. Io scendo in campo per il cambiamento. Per lo status quo si battono altri. Io credo che questo Paese abbia bisogno di un nuovo inizio”.

IL CAMMINO VERSO LE ELEZIONI

Tre anni fa il partito ha votato per Annalena Baerbock e Robert Habeck come leader congiunti del partito. Adesso i numeri dei sondaggi dei Verdi aumentano, l’opposizione a poco a poco scende. Ma il partito ambientalista ha spesso superato i sondaggi, poi ha ottenuto risultati nettamente inferiori. La marcia verso il potere non sarà facile, anche se da settembre si aprirà una nuova pagina politica per la Germania. Angela Merkel non si ricandiderà per la Cdu/Csu dopo 16 anni ininterrottamente alla guida del Paese. L’ultimo passaggio per i Verdi sarà quello di confermare formalmente entro giugno la candidatura di Annalena Baerbock.

I Video di Blogo