Speciale

Mafia

Cos’è la mafia

La mafia o cosa nostra è la più nota forma di criminalità organizzata di tipo mafioso presente in Italia, volendo intendere con questo termine e in senso stretto la criminalità organizzata siciliana. La mafia controlla il territorio usando le armi della violenza e dell’intimidazione, presentandosi come contro potere rispetto a quello dello Stato.

Le origini della mafia o cosa nostra

Originaria della Sicilia, con radici che spesso vengono ricercate nei tempi del banditismo e del brigantaggio, la mafia o cosa nostra ha saputo estendere i suoi tentacoli in varie regioni italiane e anche all’estero, sempre più spesso riciclando il denaro sporco, cioè proveniente da attività tipicamente mafiose, in diversi settori dell’economia legale.

Tra le attività criminali più redditizie per la mafia – che come la conosciamo oggi si afferma negli anni ’60 e ’70 del secolo scorso – ci sono lo spaccio di droga, il racket delle estorsioni, l’usura.

Questione siciliana e mafia

La storia della mafia o cosa nostra si innesta con la cosiddetta “questione siciliana” che diventa dirompente a livello nazionale dopo la rivolta di Palermo del 1866, mostrando il mix di banditismo organizzato, renitenza alla leva, ostilità ai rappresentanti del governo e complicità di cui i banditi godevano anche in ambienti insospettabili.

La parola mafia venne per la prima volta usata in un rapporto ufficiale di un funzionario dello Stato nel 1865.