it_IT Tecnologia Blogo.it - Ultime notizie della sezione Tecnologia Mon, 01 Jun 2020 02:59:43 +0000 Mon, 01 Jun 2020 02:59:43 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) https://www.blogo.it/tecnologia 2004-2014 Blogo.it Cambiare sfondo ad iPhone e iPad: tutto quello che dovete sapere Fri, 29 May 2020 08:58:39 +0000 https://www.melablog.it/post/226044/cambiare-sfondo-iphone-ipad https://www.melablog.it/post/226044/cambiare-sfondo-iphone-ipad Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

Da tempo immemorabile, è possibile cambiare sfondo sia alla Schermata Home che a quella di blocco, e non devono essere per forza identici. Di default, ogni versione di iOS include nuovi wallpaper creati da Apple, ma è possibile utilizzare scatti propri oppure scaricarne di bellissimi da Internet. L'importante, per evitare pixeloni e sfocature, è che le immagini scelte abbiano una risoluzione adeguata.

Sfondi iPhone & iPad: la Risoluzione Giusta

Qui di seguito trovate le risoluzioni, espresse in pixel, di tutti i dispositivi iOS:


  • iPhone X, iPhone XS, iPhone 11 Pro: 1125 x 2436

  • iPhone XS Max, iPhone 11 Pro Max: 1242 x 2688

  • iPhone XR, iPhone 11: 828 x 1792

  • iPhone 6, iPhone 6S, iPhone 7, iPhone 8: 750 x 1334

  • iPhone 6 Plus, iPhone 6S Plus, iPhone 7 Plus, iPhone 8 Plus: 1242 x 2208

  • iPad Pro (12.9 pollici): 2048 x 2732

  • iPad Pro (11 pollici): 1668 x 2388

  • iPad Pro, iPad Air (10.5 pollici): 1668 x 2224

  • iPad (10.2 pollici): 1620 x 2160

  • iPad (9.7 pollici): 1536 x 2048

  • iPad mini: 1536 x 2048

Una volta trovata l'immagine adatta, potete usarla come sfondo in Impostazioni → Sfondo → Scegli un nuovo sfondo. Basta selezionare un'immagine tra quelle disponibili, e infine decidere se lo volete sulla Schermata di Blocco, nella Schermata Home o su entrambi. Se utilizzate il Tema Scuro di iOS 13, vi conviene attivare l'interruttore alla voce "La modalità con colori scuri attenua l'intensità dello sfondo." Si tratta di una feature che attenua l'intensità dello schermo, risparmiando energia.

Trovare Sfondi

Per trovare un nuovo sfondo che vi piace, abbiamo due suggerimenti:


  • Siti Web: Come Unsplash e WallpapersHome sono ottime risorse, ma alla fine forse la migliore di tutte è Google Immagini, mettendo nel campo di ricerca le parole chiave dello sfondo che avevate in mente, seguite dalla parola "wallpaper."

  • App iOS: Su App Store è pieno di applicazioni che permettono di cercare e installare sfondi. Noi consigliamo Vellum Wallpapers, WLPPR, Walli e Unsplash, tutte gratuite.

PROSEGUI LA LETTURA

Cambiare sfondo ad iPhone e iPad: tutto quello che dovete sapere é stato pubblicato su Melablog.it alle 08:58 di Friday 29 May 2020

]]>
0
Pablo Escobar, il fratello fa causa ad Apple per 2.6 miliardi di dollari Fri, 29 May 2020 08:28:20 +0000 https://www.melablog.it/post/226048/pablo-escobar-il-fratello-fa-causa-ad-apple-per-2-6-miliardi-di-dollari https://www.melablog.it/post/226048/pablo-escobar-il-fratello-fa-causa-ad-apple-per-2-6-miliardi-di-dollari Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

Giornatina complicata per i legali di Cupertino, di quelle che probabilmente avrebbero preferito restare a letto a dormire. Il fratello di Pablo Escobar -proprio quel Pablo Escobar- ha deciso di fare causa ad Apple per una cifra spropositata. Il motivo del contendere sarebbe un fastidioso bug di FaceTime.

La Escobar Inc. ha denunciato la mela e ha aperto un contenzioso per un risarcimento record di ben 2.6 miliardi di dollari. La società afferma di aver comprato iPhone X in seguito alle rassicurazioni ricevute dal marketing e dal supporto tecnico Apple sul fronte della sicurezza: "è lo smartphone più sicuro sul mercato," gli avevano garantito.

Fino a quando non si è scoperta una grave vulnerabilità che forse ricorderete. Un bug di FaceTime, infatti, permetteva al chiamante di intercettare l'audio della persona chiamata prima che quest'ultima accettasse effettivamente la videochiamata. Dalla diffusione della notizia fino al momento dell'aggiornamento software risolutivo, Roberto Escobar afferma di essere stato oggetto di videochiamate FaceTime continue, culminate con una lettera del 2019 contente minacce di morte.

Pertanto, Escobar ha denunciato Apple per Violazione di Contratto (100 milioni di dollari), Negligenza e False Dichiarazioni (500 milioni di dollari) e Negligente Imposizione Volontaria di Stress Emotivo (2 miliardi di dollari). Totale, i 2.6 miliardi di cui sopra.

Il giudice ha già accettato il caso, e ora Apple ha 30 giorni per rispondere. Aggiorneremo il post non appena ci saranno novità; intanto, prepariamo i popcorn.

PROSEGUI LA LETTURA

Pablo Escobar, il fratello fa causa ad Apple per 2.6 miliardi di dollari é stato pubblicato su Melablog.it alle 08:28 di Friday 29 May 2020

]]>
0
Apple TV+: risolti i problemi iniziali e accuse di plagio respinte Fri, 29 May 2020 07:00:12 +0000 https://www.melablog.it/post/223999/apple-tv-chiuso-caso-plagio https://www.melablog.it/post/223999/apple-tv-chiuso-caso-plagio Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna


Aggiornamento del 29 maggio 2020

La buona notizia del 29 maggio: Le accuse di plagio mosse dagli autori del film 2014 The Truth About Emanuel sono state respinte, e il caso è stato chiuso dal giudice. "In breve," si legge nella sentenza, "le presunte similarità tra le due opere impallidiscono di fronte alle differenze di trama, di temi, di dialogo, di umore, di setting, di passo, di caratteri e di sequenza di evento, e la Corte conclude che le opere oggetto del contendere non siano sostanzialmente simili agli occhi della legge." Dunque, la seconda serie arriverà come programmato, ma ora il problema è un altro. Nel frattempo, infatti, Michelle Mendelovitz, la dirigente AppleTV+ a cui si deve bellissime serie tv come "For All Mankind," "Servant," e "Visible: Out on Television" lascerà Cupertino per approdare alla 20th Century Fox della Disney. Come dire: scemano drasticamente le speranze che le seconde serie siano all'altezza delle prima.

La buona notizia del 3 marzo: The Banker, il film con Samuel L. Jackson che era stato congelato in seguito alle accuse di molestie, ora ha avuto la sua première: lunedì 2 marzo al National Civil Rights Museum di Memphis, negli USA. "Abbiamo creato Apple TV Plus come un contenitore di storie importanti," spiegano da Cupertino. "E riteniamo che 'The Banker', ispirato alle coraggiosi azioni di Bernard Garrett Sr. e Joe Morris, due uomini d'affari afroamericani che hanno portato un cambiamento sociale positivo, sia una di quelle storie. Volevamo prenderci del tempo per comprendere la situazione, e dopo aver passato in rassegna le informazioni disponibili, inclusa la documentazione dei filmmaker, abbiamo deciso di rendere questo importante e illuminante lungometraggio disponibile per gli spettatori." E onestamente ne siamo ben contenti, perché a nostro giudizio il film merita: in cima al post trovate il trailer. Sarà distribuito nei cinema dal 6 marzo, e su AppleTV+ il 20 marzo.

Qui di seguito, l'articolo originale

Defezioni, Pause e Accuse



Apple TV+, il servizio di streaming video di Cupertino, vive di luci e ombre; dal punto di vista tecnico è un capolavoro di qualità, e pure da quello artistico non mancano cavalli di battaglia tipo See o For All Mankind o il premiatissimo The Morning Show; tuttavia, tra le luci, ci sono pure diverse ombre. Alcuni prodotti infatti sono state tagliati per polemiche e possibili scandali, altri abbandonati dalla stessa direzione artistica, altre ancora sono state accusate di plagio. Ecco le sfighe più grosse di Apple TV+.

The Banker


The Banker si basa sulla vera storia di Bernard Garrett (Mackie) e Joe Morris (Jackson), i quali mettono su un piano per aiutare la comunità afroamericana ad avere accesso al credito immobiliare e ai prestiti bancari negli anni '60, fingendo che la società sia gestita da un uomo bianco.

Peccato che, nel frattempo, sarebbero emerse accuse di abuso all'indirizzo di Bernard Garrett Jr., il figlio del personaggio principale del film, che incidentalmente è anche uno dei produttori. La premiere era prevista per il 6 dicembre, ma è stata cancellata; non è chiaro se e quando andrà in onda.

Il Documentario di Oprah


Si intitolava The Untitled Kirby Dick and Amy Ziering Documentary e doveva essere un documentario prodotto da Oprah Winfrey, la De Filippi statunitense, sugli abusi e le violenze contro le donne nel mondo dell'industria musicale.

Senonché la nota presentatrice ha annunciato all'ultimo di voler abbandonare la produzione della serie per "dissonanze nella visione creativa" col resto dei filmmaker.

Accuse di Plagio


Apple e M. Night Shyamalan, produttori della serie Servant, sono stati trascinati in tribunale con l'accusa di plagio dalle menti dietro The Truth About Emanuel. In entrambe le serie, una giovane babysitter si trova a dover accudire un bambino che si scopre poi essere una bambola che in realtà sostituisce un vero bambino che però era morto. Speriamo si sia capita.

Atmosfere stranianti, regia claustrofobica e personaggi idiosincratici: gli ingredienti di base sono gli stessi per entrambe le serie (anche se, a giudicare dal trailer, ci pare di scorgere temi e linee narrative completamente diverse. Va' a sapere). Ora si vedrà se il giudice giustificherà le accuse oppure no. Per quanto ci riguarda, che di Oprah ce ne frega poco, questa è la pessima notizia della giornata. La prima serie di Servant si era rivelata molto gradevole, e attendevamo con ansia la seconda; se e quando arriverà, però, è tutto da vedersi.

Acquista su Amazon:

PROSEGUI LA LETTURA

Apple TV+: risolti i problemi iniziali e accuse di plagio respinte é stato pubblicato su Melablog.it alle 07:00 di Friday 29 May 2020

]]>
0
Usare fotocamere Canon come Webcam per Mac Thu, 28 May 2020 08:35:22 +0000 https://www.melablog.it/post/226033/usare-fotocamere-canon-come-webcam-per-mac https://www.melablog.it/post/226033/usare-fotocamere-canon-come-webcam-per-mac Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

Usare fotocamere Canon come Webcam per Mac

Grazie ad un software in Beta è possibile configurare la vostra fotocamera Canon come una webcam per Mac da usare con tutti i principali software di videoconferenza; e la qualità, manco a dirlo, è semplicemente eccezionale.

L'idea è semplice e potente: trasformare alcune EOS Interchangeable Lens Cameras e PowerShot in webcam per Pc e Mac attraverso la connessione USB. Tutto quel che serve è di scaricare la versione di EOS Webcam Utility Beta Software adatta alla vostra configurazione, facendo clic sul modello che possedete su questa pagina Web.

Per il momento, supportano la feature i seguenti modelli Canon:


  • EOS-1D X Mark III

  • EOS-1D X Mark II

  • EOS 5DS R

  • EOS 5DS

  • EOS 5D Mark IV

  • EOS R

  • EOS 6D Mark II

  • EOS RP

  • EOS 7D Mark II

  • EOS 90D

  • EOS 80D

  • EOS 77D

  • EOS Rebel T7i

  • EOS Rebel T6i

  • EOS Rebel T7

  • EOS Rebel T6

  • EOS Rebel SL3

  • EOS Rebel SL2

  • EOS Rebel T100

  • EOS M6 Mark II

  • EOS M50

  • EOS M200

  • PowerShot G5X Mark II

  • PowerShot G7X Mark III

  • PowerShot SX70 HS


Acquista su Amazon:

Canon Italia EOS M50 + EF-M Fotocamera Mirrorless, Nero, Lunghezza Focale 15-45 mm a 584€

Canon EOS 80D Digital SLR 24,2 MP corpo fotocamera solo con sensore APS-C, 7 fps, Dual Pixel CMOS AF – nero a 799€

Canon Europa EOS 6D Mark II Body Fotocamera Digitale Reflex, Full Frame, 27,1 megapixel, Nero a 1.207€

PROSEGUI LA LETTURA

Usare fotocamere Canon come Webcam per Mac é stato pubblicato su Melablog.it alle 08:35 di Thursday 28 May 2020

]]>
0
iPhone 13, spuntano le immagini della fotocamera Thu, 28 May 2020 07:48:58 +0000 https://www.melablog.it/post/226026/iphone-13-spuntano-le-immagini-della-fotocamera https://www.melablog.it/post/226026/iphone-13-spuntano-le-immagini-della-fotocamera Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

iPhone 13, spuntano le immagini della fotocamera

La prossima generazione di iPhone verrà presentata dopo l'estate, ma i rumors di oggi sono addirittura per il modello successivo. Signore e signori, ecco che aspetto avrà iPhone 13 (o iPhone 12S?)

Si, lo sappiamo. Molti sulla nostra pagina Facebook storceranno il naso e diranno: "Ma come, iPhone 12 non è ancora neppure sul mercato, e già parliamo di iPhone 13?" E la risposta che diamo è questa: il flusso dei rumors non lo decidiamo noi; ci limitiamo a riportare le notizie, soprattutto quando provengono da una fonte affidabile come quella di oggi, vale a dire il canale Twitter di Fudge.

iPhone 13, spuntano le immagini della fotocamera
In pratica, sono emersi dettagli sul design dell'iPhone 2021 ma soprattutto le caratteristiche della fotocamera posteriore, che vi elenchiamo qui di seguito:


  • Lente grandangolare da 64 Megapixel con zoom ottico 1x e zoom digitale 6x

  • Lente tele-obiettivo da 40 Megapixel con zoom ottico 3x-5x e zoom digitale 15-20x

  • Lente anamorfica 64 Megapixel per la cattura video con rapporto 2.1:1

  • Lente ultra-grandangolare 40-megapixel .25x con zoom ottico invertito

  • LiDAR 4.0

Il design, da quel che si vede nella foto in alto, potrebbe risultare un filo "anti-Apple" agli occhi dei più, ma c'è da ricordare che iPhone 12 e le generazioni seguenti dovrebbero ispirarsi alle forme piatte e essenziali del glorioso fu-iPhone 4 e di iPad Pro. Quindi tutto può essere.

A mo' di paragone, iPhone 11 Pro possiede un trittico di fotocamere costituito da lente grandangolare da 12 Megapixel, lente ultra-grandangolare da 12 Megapixel e tele-obiettivo da 12 Megapixel. iPhone 12 invece dovrebbe avere lente grandangolare da 64 Megapixel con tele-obiettivo e zoom ottico 3x. La configurazione a tre lenti, tuttavia, riguarderà come al solito i modelli di punta Pro e Pro Max.

PROSEGUI LA LETTURA

iPhone 13, spuntano le immagini della fotocamera é stato pubblicato su Melablog.it alle 07:48 di Thursday 28 May 2020

]]>
0
iPhone 12 avrà Lightning, poi arriva l'iPhone tutto wireless Wed, 27 May 2020 08:05:25 +0000 https://www.melablog.it/post/224058/addio-lightning-dal-2021-e-tutto-wireless https://www.melablog.it/post/224058/addio-lightning-dal-2021-e-tutto-wireless Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna


Aggiornamento 27 maggio 2020

Mentre in UE si discute ancora della porta di connessione universale sui dispositivi elettronici, Apple si porta avanti col lavoro rendendo la questione completamente irrilevante e superata. Dall'anno prossimo, infatti, dovrebbe abbandonare del tutto Lightning per passare a connessioni esclusivamente wireless. E un assaggio di questa tecnologia l'abbiamo avuto con iOS 13.4.

È da tempo che si parla di un iPhone senza porta Lightning dotato di USB-C come iPad Pro (che ne ha una dal 2018); e da allora, in molti si sono sbottonati anticipando questa mossa pure sugli smartphone. Ma a quanto pare, a Cupertino hanno tutt'altri piani.

iPhone Tutto Wireless


Secondo Blayne Curtis, Baylie Harris e Thomas O’Malley di Barclays, almeno uno dei modelli di iPhone in arrivo nel 2021 sarà privo di porte fisiche di connessione; e sulla stessa lunghezza d'onda c'è pure Ming Chi Kuo, Jon Prosser e altri canarini ritenuti molto affidabili; il che vuol dire che la cosa è probabile al 99,9%. E d'altro canto, se ci pensate, ha pure senso.

È dal 2016 che iPhone ha abbandonato il jack cuffie per abbracciare il Bluetooth, ed è dal 2017 che è stata introdotta la ricarica wireless; senza contare che già da molti anni è possibile effettuare sincronizzazioni con iTunes/Finder direttamente via WiFi (quando funziona, e quando non dà problemi, ma questa è un'altra storia).

L'eliminazione della porta fisica, infine, renderebbe iPhone davvero capace di resistere all'acqua e ci salverebbe da un sacco di riparazioni e rogne indesiderate. Era il sogno proibito di Jonathan Ive, buonanima: una tavoletta senza pulsanti né soluzione di continuità. E quel sogno si avvicina sempre più, proprio ora che lui non c'è. Destino beffardo.

Le Prove in iOS 13.4


Se ricordate, all'interno della Beta di iOS 13.4 erano stati scovati i riferimenti ad una tecnologia di Ripristino Senza Fili (OTA Recovery) per iPhone e iPad. Grazie ad essa, è possibile effettuare un ripristino direttamente via WiFi, senza la necessità di connettere il dispositivo via cavo al computer come avviene oggi.

Il tutto funzionerà con una partizione nascosta sul dispositivo chiamata OS Recovery che, in modo analogo all'Internet Recovery di macOS, permetterà di scaricare l'ultima versione di iOS e installarla senza l'ausilio di un PC. In alternativa, sarà possibile collegare tra loro iPhone e iPad, e usare uno per ripristinare l'altro.

iPhone Senza Lightning: Quando Arriva?

Per il 2020, tuttavia, non aspettatevi nulla di così tranchant; iPhone 12 Pro) e iPhone 12 Pro Max introdurranno una nuova generazione di Face ID, fotocamere 3D, 6GB di RAM e un design piuttosto tradizionalista. La rivoluzione total-wireless invece arriva l'anno prossimo, almeno con l'iPhone più costoso, e sarà tutta un'altra musica.


Acquista iPhone 11 su Amazon:

Apple iPhone 11 (64GB) - Bianco a 729€

Apple iPhone 11 (64GB) - Rosso a 769€

Apple iPhone 11 (128GB) - Bianco a 779€

Apple iPhone 11 (256GB) - Nero a 981€

Apple iPhone 11 (256GB) - Bianco a 989€

PROSEGUI LA LETTURA

iPhone 12 avrà Lightning, poi arriva l'iPhone tutto wireless é stato pubblicato su Melablog.it alle 08:05 di Wednesday 27 May 2020

]]>
0
iPhone 11, lo smartphone più richiesto del 2020 (finora) Wed, 27 May 2020 07:55:50 +0000 https://www.melablog.it/post/226010/iphone-11-liphone-piu-venduto-del-2020-finora https://www.melablog.it/post/226010/iphone-11-liphone-piu-venduto-del-2020-finora Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

Nonostante il rallentamento dell'economica globale per le cause che tutti conosciamo, Apple è riuscita in un piccolo miracolo. Lo smartphone più popolare nel primo trimestre 2020 è stato iPhone 11.

Con quasi 20 milioni di iPhone 11 consegnati durante il trimestre gennaio-marzo 2020, Cupertino ha fatto del suo entry level un autentico successo. E il merito è della potenza e del prezzo più basso rispetto alle versioni Pro, ma soprattutto della strategia complessiva, fatta di pochi dispositivi:

"Per più di cinque anni, anche nel bel mezzo di condizioni complesse del mercato wireless e dell'economica mondiale, c'è sempre stata una costante nel settore degli smartphone: Apple si è sempre aggiudicata il primo o il secondo posto nella classifica mondiale Omdia delle consegne smartphone," ha affermato Jusy Hong, direttrice della ricerca smartphone presso Omdia. "Il successo di Apple è il risultato di una strategia imperniata su pochi modelli rivolti a un publico molto ampio, e che dunque vengono venduti in alti volumi."

A mo' di paragone, il Galaxy A51 di Samsung si è guadagnato il secondo posto con consegne pari a 6,8 milioni di unità, seguito da Xiaomi Redmi Note 8 e Note 8 Pro, rispettivamente con 6,6 e 6,1 milioni di unità consegnate. Per restare nel mondo Apple, iPhone 11 Pro Max e iPhone 11 Pro‌ hanno raggiunto invece 4,2 milioni e 3,8 milioni di unità consegnate: se fossero stati conteggiati assieme, avrebbero raggiunto la seconda posizione.

In ogni caso, si tratta di un trend che non sorprende, se consideriamo che lo smartphone del 2019 è stato iPhone XR; cioè l'omologo di iPhone 11 di un anno fa.


Acquista iPhone 11 su Amazon:

Apple iPhone 11 (64GB) - Bianco a 729€

Apple iPhone 11 (64GB) - Rosso a 769€

Apple iPhone 11 (128GB) - Bianco a 779€

Apple iPhone 11 (256GB) - Nero a 981€

Apple iPhone 11 (256GB) - Bianco a 989€

PROSEGUI LA LETTURA

iPhone 11, lo smartphone più richiesto del 2020 (finora) é stato pubblicato su Melablog.it alle 07:55 di Wednesday 27 May 2020

]]>
0
macOS 10.15.5: gestire la Salute Batteria Wed, 27 May 2020 07:00:45 +0000 https://www.melablog.it/post/225507/macos-10-15-5-salute-batteria https://www.melablog.it/post/225507/macos-10-15-5-salute-batteria Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

macOS 10.15.15 Gestione Batteria
Aggiornamento del 27 maggio 2020

Aggiornamento: Apple ha ufficialmente rilasciato la versione definitiva di macOS 10.15.5. E tra le altre cose, questa versione introduce una funzione specifica per verificare lo stato di salute della batteria del proprio MacBook, MacBook Air e MacBook Pro. Qui di seguito trovate l'elenco completo di tutte le novità:

macOS Catalina 10.15.5 introduce la gestione dello stato della batteria nelle impostazioni Risparmio Energia dei computer portatili, un'opzione per controllare il primo piano automatico delle finestre video nelle chiamate FaceTime di gruppo e controlli per regolare accuratamente la calibrazione integrata di Pro Display XDR. L'aggiornamento migliora inoltre la stabilità, l'affidabilità e la sicurezza del Mac.

Gestione dello stato della batteria


  • Gestione dello stato della batteria per aiutarti a estendere al massimo la durata della batteria dei Mac portatili.

  • Il pannello delle preferenze Risparmio Energia adesso mostra le condizioni della batteria e indica se è consigliabile richiedere assistenza.

  • Opzione per disabilitare la gestione dello stato della batteria.

Preferenza per il primo piano automatico in FaceTime

  • Opzione per controllare il primo piano automatico durante le chiamate FaceTime di gruppo e fare in modo che i riquadri video non cambino di dimensione quando un partecipante parla.

Regolazione accurata della calibrazione di Pro Display XDR


  • Controlli per regolare accuratamente la calibrazione integrata di Pro Display XDR impostando il punto di bianco e la luminanza per adattarli perfettamente alle tue esigenze.

L'aggiornamento include inoltre risoluzioni di problemi e altri miglioramenti


  • Risolto un problema che poteva impedire a Promemoria di inviare notifiche per i promemoria periodici.

  • Risolto un problema che poteva impedire l'inserimento della password nella schermata di login.

  • Risolto un problema per cui Preferenze di Sistema poteva continuare a mostrare un badge di notifica anche dopo aver installato un aggiornamento.

  • Risolto un problema che poteva impedire il rilevamento della videocamera integrata quando si tentava di utilizzarla dopo aver usato un'app per videoconferenze.

  • Risolto un problema dei Mac con chip di sicurezza Apple T2 per cui gli altoparlanti interni potevano non comparire come dispositivo audio di uscita nelle preferenze Suono.

  • Risolto un problema di stabilità con il caricamento e il download di file multimediali dalla libreria foto di iCloud mentre il Mac è in stato di stop.

  • Risolto un problema di stabilità durante il trasferimento di grandi quantità di dati su volumi RAID.

  • Risolto un problema per cui l'opzione “Riduci movimento” nelle preferenze Accessibilità non riduceva la velocità delle animazioni nelle chiamate FaceTime di gruppo.


Sin dalla prima Beta di macOS 10.15.5, Apple aveva introdotto una feature di gestione dello stato di salute della batteria che consentirà di allungarne la vita grazie all'intelligenza artificiale.

L'idea è di analizzare i cicli d'uso di un utente, e di ottimizzare automaticamente l'autonomia del computer limitando il raggiungimento della capacità piena ad ogni ricarica; ogni volta che si raggiunge la soglia del 100%, infatti, si contribuisce ad abbattere l'efficienza della batteria e ad aumentare i danni dell'invecchiamento chimico. Il sistema, in altre parole, lascerà il computer in un perenne stato di mezza carica (utile soprattutto se usate il Mac perennemente connesso all'alimentazione)

Si tratta di una funzionalità già presente da anni su iPhone, e che ora sarà portata anche su Mac; ma non su tutti i modelli: solo su quelli più moderni, dotati di porte Thunderbolt 3.

Disattivare Salute Batteria macOS 10.15.15

Se per qualche ragione la cosa non vi interessa, o vi si ritorce contro, potete sempre disabilitare Salute Batteria in Preferenze del Computer → Risparmio Energetico → Salute Batteria... ed eliminando la spunta da Gestione salute batteria.

PROSEGUI LA LETTURA

macOS 10.15.5: gestire la Salute Batteria é stato pubblicato su Melablog.it alle 07:00 di Wednesday 27 May 2020

]]>
0
Effettuare videochiamate FaceTime di gruppo Tue, 26 May 2020 10:17:49 +0000 https://www.melablog.it/post/225999/effettuare-videochiamate-facetime-di-gruppo https://www.melablog.it/post/225999/effettuare-videochiamate-facetime-di-gruppo Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna



Effettuare una videochiamata FaceTime è molto semplice. Ecco come si avviano, e come si disabilita l'effetto di Primo Piano automatico che fa muovere i partecipanti all'interno della chat.

Potete avviare un FaceTime di gruppo dall'app FaceTime o da una conversazione di gruppo nell'app Messaggi, e aggiungere fino a 32 persone contemporaneamente. Per seguire meglio la conversazione, l’immagine di chi sta parlando si ingrandisce all'istante, ma quest'ultima feature può essere disabilitata a partire da iOS 13.5.

Per avviare una videochiamata FaceTime di gruppo avete diverse possibilità:


  • Da Messaggi: se il gruppo con cui intendete vedervi in video è già presente in una conversazione di gruppo su Messaggi, apritela da lì, toccate le immagini delle persone in cima alla chat, e dal menu in basso scegliete FaceTime.

  • Aggiungere Partecipanti: Per aggiungere partecipanti a chiamata di gruppo già avviata, toccate in fondo al display per visualizzare il menu delle opzioni. Trascinate verso l'alto il menu, e toccate "+ Aggiungi Persona." Dopodiché basterà scriverne il nome, selezionare il contatto e infine toccare Aggiungi persona a FaceTime.

  • Su iPhone e iPad: Aprite FaceTime e tocca il pulsante Aggiungi nell'angolo in alto a destra, poi inserite il nome, il numero di telefono o l'email del contatto da chiamare e toccate Audio o Video per dare inizio alla conversazione.

Per disabilitare il Primo Piano automatico che fa muovere continuamente i partecipanti della chat, basta fare così:


  • Dopo aver aggiornato ad iOS 13.5, aprite Impostazioni→ FaceTime

  • Cercate la sezione "Primo piano Automatico"

  • Disabilitate la voce Persona che parla

PROSEGUI LA LETTURA

Effettuare videochiamate FaceTime di gruppo é stato pubblicato su Melablog.it alle 10:17 di Tuesday 26 May 2020

]]>
0
AirPods, tutte le novità in arrivo fino al 2021 Tue, 26 May 2020 07:00:28 +0000 https://www.melablog.it/post/225950/airpods-novita-2020-2021 https://www.melablog.it/post/225950/airpods-novita-2020-2021 Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna


Aggiornamento del 26 maggio 2020

Sul fronte degli auricolari, sappiamo che Apple ha in programma moltissime novità che verranno lanciate nei prossimi mesi. Si vocifera di nuovi modelli di AirPods equipaggiati con inediti sensori, e di aggiornamenti per quelli esistenti. Ecco cosa ci riserva il futuro high-tech da oggi fino al 2021.

Aggiornamento: Uno di questi modelli -probabilmente AirPods Pro 2- dovrebbe incastonare un sensore di luce ambientale che servirà per monitorare lo stato di salute dell'utente. A riguardo, DigiTimes spiega:

Si attende che Apple incorpori un sensore di luce ambientale (ALS) nella prossima generazione di dispositivi AirPods che arriveranno entro 1 o due anni, e ASE Technology di Taiwan potrebbe essere coinvolta nella produzione del nuovo componente, poiché ha iniziato ad acquistare più macchine da packaging.

L'uso di questo sensore, assiema agli altri previsti, permetterà ad AirPods di "monitorare il battito cardiaco, contare i passi, verificare le condizioni di salute e perfino effettuare traduzioni intelligenti e comprendere i movimenti della testa."

La scaletta completa prevede i seguenti potenziali rilasci di prodotto:


  • AirPods Studio (Estate 2020): Si tratta di cuffie con cancellazione del rumore; la produzione di massa dovrebbe iniziare in questi mesi, dunque il rilascio nei negozi dovrebbe avvenire entro il prossimo giugno o luglio. Il prezzo di commercializzazione si aggirerà attorno ai $349, cioè oltre 400€ qui da noi.

  • AirPods X (Autunno 2020): Si tratta di auricolari con design ispirato a BeatsX e pensate soprattutto per runner e sportivi. Dovrebbero arrivare in autunno.

  • AirPods (Primavera 2021): La terza generazione di AirPods entrerà in produzione di massa nella prima metà dell'anno prossimo, il che implica che dovrebbe essere pronta per la primavera/estate. Le modifiche riguarderanno soprattutto la componentistica sotto al cofano, ma non sappiamo se ci sarà pure un redesign della scocca.

  • AirPods Pro (Autunno 2021): La seconda generazione di AirPods Pro entrerà la produzione di massa tra fine 2021 e inizio 2022; tuttavia non sono noti ulteriori dettagli per un prodotto che ha fatto capolino sul mercato a ottobre 2019.

Curiosamente, sono spariti dai radar gli AirPods Pro Lite che in teoria sarebbero dovuti arrivare nelle scorse settimane assieme al MacBook Pro 14", pure lui rimandato a tempi migliori. E voi, quale di queste cuffie/auricolari attendete con più ansia? Ditecelo nei commenti, su Twitter o sulla nostra pagina Facebook.


Acquista AirPods su Amazon:

PROSEGUI LA LETTURA

AirPods, tutte le novità in arrivo fino al 2021 é stato pubblicato su Melablog.it alle 07:00 di Tuesday 26 May 2020

]]>
0
Nuovo Apple iPad Pro: 3 offerte a meno di 1500 € Mon, 25 May 2020 08:34:58 +0000 https://www.melablog.it/post/225981/nuovo-apple-ipad-pro-3-offerte-a-meno-di-1500-e https://www.melablog.it/post/225981/nuovo-apple-ipad-pro-3-offerte-a-meno-di-1500-e Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

Magari non sarà un sostituto del Mac per tutti come dice Apple, ma è innegabile che esistano fette d'utenza che possono mandare in pensione il vecchio portatile per sostituirlo in toto con un iPad Pro. E se questo è il programma, conviene approfittare delle super promozioni del momento su Amazon.

I nuovi iPad Pro sono mostri di potenza, e includono alcune funzionalità per innovative per la protezione della privacy e la Realtà Aumentata come la scanner LiDAR.

Ecco le specifiche complete:


  • Display Liquid Retina edge-to-edge da 11" con tecnologia ProMotion, True Tone e ampia gamma cromatica P3

  • Chip A12Z Bionic con Neural Engine

  • Grandangolo da 12MP, ultra-grandangolo da 10MP, scanner LiDAR

  • Fotocamera anteriore TrueDepth da 7MP

  • Face ID per l’autenticazione sicura e Apple Pay

  • Audio a quattro altoparlanti e cinque microfoni di qualità professionale

  • Wi-Fi 6 802.11ax

  • Fino a 10 ore di autonomia

  • Connettore USB-C per ricarica e accessori

  • Compatibilità con Magic Keyboard, Smart Keyboard Folio e Apple Pencil

Qui di seguito, invece, trovate le migliori offerte del momento su Amazon, e vi diamo un consiglio. Anche se un particolare modello non dovesse risultare disponibile, voi acquistatelo lo stesso. I prodotti Apple infatti vengono rimpinguati costantemente, e ciò significa che 1. l'attesa sarà probabilmente di poche ore o giorni. 2. l'addebito viene effettuato nel momento della spedizione, e dunque siete sempre in tempo per annullare l'ordine se trovate offerte miglior. Ma soprattutto 3. i prezzi sono mediamente più bassi quando il prodotto non è disponibile. Dunque, se non si ha fretta, è pure meglio così.

Acquista su Amazon:

PROSEGUI LA LETTURA

Nuovo Apple iPad Pro: 3 offerte a meno di 1500 € é stato pubblicato su Melablog.it alle 08:34 di Monday 25 May 2020

]]>
0
iOS 13.5, disponibile soluzione di Jailbreak con Unc0ver 5 Mon, 25 May 2020 07:45:59 +0000 https://www.melablog.it/post/225964/ios-13-5-jailbreak-in-arrivo-grazie-ad-unc0ver-5 https://www.melablog.it/post/225964/ios-13-5-jailbreak-in-arrivo-grazie-ad-unc0ver-5 Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

iOS 13.5, Jailbreak in arrivo grazie ad Unc0ver 5
Aggiornamento del 25 maggio 2020
Aggiornamento: Come promesso, Unc0ver 5 è ufficialmente disponibile per il download e consente di effettuare il Jailbreak di iPhone e iPad da iOS 11.0 a iOS 13.5. Potete scaricarlo dal sito ufficiale (e solo da lì, onde evitare di ritrovarsi con software contraffatti).

A brevissima distanza dal rilascio di iOS 13.5 avvenuto solo nelle scorse ore, sul Web è stata già annunciata una soluzione di Jailbreak in grado di funzionare da iOS 11.0 in poi. La domanda però è un'altra: chi usa ancora il Jailbreak?

L'Unc0ver Team l'ha fatto di nuovo. Con un annuncio sui social, hanno ufficialmente promesso l'arrivo di una nuova app di Jailbreak in grado di sbloccare tutte le versioni di iOS dalla 11.0 all'ultimissima 13.5 su tutti i dispositivi. Nel tweet, si legge infatti:

"Rilasceremo molto presto #unc0ver 5.0.0 col supporto ad ogni versione firmata di iOS su qualunque dispositivo utilizzando una vulnerabilità 0day del kernel fornita da @Pwn20wnd in partenariato con https://phonerebel.com. Aggiornate pure i vostri dispositivi ad iOS 13.5 [...]."

Sulla pagina ufficiale del progetto si legge infatti che siamo vicinissimi al rilascio; sono in corso gli ultimi "test di stabilità finali" ma oramai è questione letteralmente di poche ore.

All'inizio la community del Jailbreak era ampissima e dava parecchie ansie a Steve Jobs; poi, col tempo, è una pratica che ha lentamente perso accelerazione fino al punto da essere definitiva "morta" solo qualche anno fa. Un po' perché le tante limitazioni di iOS sono state infrante da Apple stessa nel corso del tempo, rendendo così il Jailbreak meno necessario; e un po' per ragioni di sicurezza. Chi può sapere infatti se quel software scaricato da Cydia non rubi password, credenziali, carte di credito e informazioni personali?

Quando sarà disponibile, potrete effettuare il download di Unc0ver 5 da questa pagina Web. Non scaricatela da nessun'altra parte.

PROSEGUI LA LETTURA

iOS 13.5, disponibile soluzione di Jailbreak con Unc0ver 5 é stato pubblicato su Melablog.it alle 07:45 di Monday 25 May 2020

]]>
0
"Questa applicazione non è più condivisa con te": la soluzione definitiva Mon, 25 May 2020 07:42:27 +0000 https://www.melablog.it/post/225972/questa-applicazione-non-e-piu-condivisa-con-te-la-soluzione-definitiva https://www.melablog.it/post/225972/questa-applicazione-non-e-piu-condivisa-con-te-la-soluzione-definitiva Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

Probabilmente sarà capitato anche a voi. In questi giorni a molti utenti risulta impossibile avviare alcune app perché, quando ci provano, ricevono un messaggio che recita "Questa applicazione non è più condivisa con te" anche se è stata scaricata dall'account principale. Ecco da cosa dipende, e come risolvere.

L'errore iPhone "Questa app non è più condivisa con te" si verifica a causa di un bug nel sistema di gestione delle licenze dell'App Store. I più intrepidi avranno infatti già notato, infatti, che basta eliminare e scaricare nuovamente l'app in questione per poter tornare ad utilizzarla (o in alternativa, potete usare il cosiddetto offloading, cioè la rimozione dell'app senza perdere i dati relativi. Funziona lo stesso)

La buona notizia è che Apple è a conoscenza del fenomeno; anzi, tecnicamente pare proprio che sia colpa sua tant'è che nottetempo ha rilasciato un aggiornamento lato server che dovrebbe rimettere le cose a posto per tutti.

E questa è la ragione per cui stamattina troverete probabilmente decine di applicazioni da aggiornare: semplicemente, permette ad iPhone ed iPad di applicare tutti gli update che richiedono. E il problema sparirà come per magia.

PROSEGUI LA LETTURA

"Questa applicazione non è più condivisa con te": la soluzione definitiva é stato pubblicato su Melablog.it alle 07:42 di Monday 25 May 2020

]]>
0