it_IT Tecnologia Blogo.it - Ultime notizie della sezione Tecnologia Wed, 08 Apr 2020 16:16:02 +0000 Wed, 08 Apr 2020 16:16:02 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) https://www.blogo.it/tecnologia 2004-2014 Blogo.it Occhiali e mascherina: come evitare di farli appannare Wed, 08 Apr 2020 08:24:05 +0000 https://www.melablog.it/post/225352/occhiali-mascherina-evitare-appannamento https://www.melablog.it/post/225352/occhiali-mascherina-evitare-appannamento Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

Mascherina e occhiali, come evitare che si appannino

Più di un lettore ci ha raccontato del fastidio che si prova quando le lenti degli occhiali si appannano a causa della mascherina. Nel bel mezzo dell'epidemia da Coronavirus, abbiamo pensato che fosse interessante spiegare a tutti come evitare questo seccante problema. Vi proponiamo le soluzioni ufficiali di chirurghi e polizia.

Metodo della Polizia di Tokyo


Il motivo per cui ci siamo spinti così lontano per capire come risolvere la cosa, dipende dal fatto che -per ragioni culturali- in Asia l'uso delle mascherine monouso è molto, molto più diffuso che qui da noi. La guida ufficiale della polizia di Tokyo consiglia di "piegare semplicemente la porzione superiore della maschera all'interno, oppure di inserire un fazzoletto di carta all'interno della maschera."

Quest'ultimo si occuperà di assorbire l'umidità in eccesso, ed eviterà che si diffonda verso l'alto.

Metodo dei Chirurghi

Un documento ufficiale pubblicato dal Royal College of Surgeons del Regno Unito e rivolto in modo esplicito ai chirurghi con occhiali da vista, consiglia invece il metodo dell'acqua e sapone:

"Immediatamente prima di indossare una mascherina, lavate gli occhiali con acqua saponata e scrollate l'eccesso. Poi, lasciate che le lenti si asciughino all'aria delicatamente, oppure asciugatele voi stessi con un panno morbido prima di indossarli nuovamente. Ora le lenti non dovrebbero più creare l'effetto nebbia quando indossate una mascherina."

Poi, però, ricordatevi di lavare gli occhiali non appena rientrate a casa. Tutti gli oggetti indossati all'aperto dovrebbero ricevere il medesimo trattamento. Poi fateci sapere com'è andata.

Acquista su Amazon:

PROSEGUI LA LETTURA

Occhiali e mascherina: come evitare di farli appannare é stato pubblicato su Melablog.it alle 08:24 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
iPhone 12, scanner LiDAR e Notch più piccola Wed, 08 Apr 2020 08:00:54 +0000 https://www.melablog.it/post/224900/iphone-12-pro-lidar https://www.melablog.it/post/224900/iphone-12-pro-lidar Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

iPhone 12 Pro con scanner LiDAR
Aggiornamento del 6 aprile 2020

È da tempo che se ne parla, e a quanto pare i rumors avevano ragione. Stando alle indiscrezioni che circolano in questi giorni, iPhone 12 avrà una Notch più piccola e uno scanner LiDAR con funzionalità avanzate di Realtà Aumentata Immersiva, ma non su tutti i modelli. Ecco tutto quel che sappiamo.

Fotocamera LiDAR: Come Funziona


La tecnologia che Apple ha deciso di impiegare si chiama VCSEL (vertical-cavity surface-emitting lasers), che poi è un'evoluzione di quella lanciata con iPhone X nel 2017 e implementata nella cosiddetta fotocamera TrueDepth e che rende possibili Face ID, Animoji, Modalità Ritratto e perfino le feature basate su sensore di prossimità di AirPods. È il tipo di scanner che si trova sui nuovi iPad Pro e che rende ancora più precisa e affidabile la Realtà Aumentata, grazie al trittico Grandangolo, Ultragrandangolo e Teleobiettivo + sensori VCSEL.

Funziona così: uno speciale componente emette degli invisibili raggi laser che rimbalzano sulle superfici e vengono captati da un altro componente; in base al ritardo con cui tornano indietro ("time of flight") è possibile costruire un'immagine molto precisa del volto degli utenti; con iPhone 12, invece, si potrà ricostruire anche la forma degli oggetti e dell'ambiente circostante.

È come una sorta di scanner 3D tascabile che consente di piazzare oggetti tridimensionali nell'ambiente con maggiore precisione, creare esperienze più immersive di Realtà Aumentata e infine scattare foto ancora migliori, con un effetto Bokeh più credibile. È, per farla breve, qualcosa di molto simile al Progetto Tango di Google, ma molto più efficiente.


Aggiornamento: Questa immagine proviene da una versione di iOS 14 trapelata nelle ultime ore, dunque è da ritenersi probabilmente veritiera. Mostra l'aspetto anteriore e posteriore del nuovo iPhone 12 Pro, e da quel che si vede la Notch è effettivamente più piccola come vociferato nei mesi scorsi!

LiDAR su iPhone: Modelli Supportati


Sfortunatamente, e come già accennato, lo scanner LidAR sarà un'esclusiva dei modelli di punta, vale a dire iPhone 12 Pro e Pro Max. Lo rivelano i riferimenti al codice "d5x" (col codice "d4x", Apple si riferisce alla serie iPhone 11; dunque, "d5x" punta di certo alla generazione successiva) scovati all'interno della versione preliminare di iOS 14 trapelato in questi giorni. Il design complessivo dovrebbe essere grossomodo quello che si vede nel video qui su e nell'immagine qui di seguito. Buona visione.

PROSEGUI LA LETTURA

iPhone 12, scanner LiDAR e Notch più piccola é stato pubblicato su Melablog.it alle 08:00 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Covid19: ecco le visiere mediche a marchio Apple Wed, 08 Apr 2020 07:57:20 +0000 https://www.melablog.it/post/225346/covid19-mascherine-apple https://www.melablog.it/post/225346/covid19-mascherine-apple Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

Non soltanto soldi sonanti e mascherine per medici, corpo infermieristico e protezione civile. Grazie al contributo dei partner asiatici, e attraverso la collaborazione dei team design, ingegnerizzazione, operazioni e packaging, Apple si è messa a sfornare visiere protettive mediche, al ritmo di un milione la settimana.

Ogni pacco ospita 100 maschere, smontate e compattate in modo tale da occupare pochissimo spazio. Per l'assemblaggio -che richiede pochi istanti- è stata pubblicata una pagina di supporto ufficiale con animazioni e spiegazioni molto dettagliate. Si scopre così che il prodotto è anallergico, e che può essere riutilizzato dopo una semplice procedura di sterilizzazione.

La distribuzione è prevista inizialmente per gli Stati Uniti, ma Apple ha promesso che appena possibile parte della produzione verrà dirottata anche all'estero. Il dispositivo medico è stato presentato da Tim Cook in persona, in un breve video su Twitter che potete vedere qui di seguito.

Acquista su Amazon:

PROSEGUI LA LETTURA

Covid19: ecco le visiere mediche a marchio Apple é stato pubblicato su Melablog.it alle 07:57 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
iOS e iPadOS 13.4.1: risolto il bug di FaceTime Wed, 08 Apr 2020 07:00:19 +0000 https://www.melablog.it/post/225249/ios-13-4-e-macos-10-15-4-niente-facetime https://www.melablog.it/post/225249/ios-13-4-e-macos-10-15-4-niente-facetime Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna


Aggiornamento dell'8 aprile 2020

Aggiornamento: Apple ha reso disponibile iOS e iPadOS 13.4.1, un aggiornamento minore che corregge il bug che rendeva impossibile utilizzare FaceTime coi dispositivi più vecchi. Problema risolto definitivamente.

Niente FaceTime con iOS 13.4


A quanto apre, i Mac aggiornati a macOS 10.15.4 e gli iPhone e iPad aggiornati a iOS 13.4 hanno difficoltà a chiamare via FaceTime i dispositivi più datati fermi a iOS 9.3.5 o iOS 9.3.6. Lo rivelano diverse segnalazioni comparse su Twitter, Reddit e sui forum del supporto Apple.

La soluzione ufficiale di Cupertino quando FaceTime non funziona consiste nell'aggiornare "il dispositivo alla versione più recente di iOS." Peccato che iOS 9.3.5 e iOS 9.3.6 siano le versioni più recenti installabili su alcuni tipi di dispositivi, inclusi iPad 2, iPad di terza generazione, iPhone 4S, iPad mini di prima generazione e iPod touch di quinta.

E poiché fino a iOS 13.3.1 e macOS 10.15.3 tutto funzionava a perfezione, ci si domanda cosa sia stato modificato nelle ultime build per creare questo problema. Problema che non poteva capitare in un momento peggiore, proprio nel bel mezzo dell'autoisolamento per milioni di persone in tutto il mondo a causa dell'epidemia di Coronavirus.

La fregatura è che, almeno per ora, non esiste una soluzione ufficiale e neppure ufficiosa; Apple è stata interpellata sulla faccenda, ma per il momento ancora tutto tace. Aggiorneremo il post non appena ci saranno novità. Intanto, a qualcuno è capito di non poter effettuare chiamate FaceTime con amici e parenti? Ditecelo nei commenti, su Twitter o sulla nostra pagina Facebook.

PROSEGUI LA LETTURA

iOS e iPadOS 13.4.1: risolto il bug di FaceTime é stato pubblicato su Melablog.it alle 07:00 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
MacBook Pro 14": lancio a maggio Tue, 07 Apr 2020 08:58:42 +0000 https://www.melablog.it/post/225334/macbook-pro-14-lancio-a-maggio https://www.melablog.it/post/225334/macbook-pro-14-lancio-a-maggio Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

Nonostante le difficoltà dettate dall'emergenza Coronavirus, Apple sta facendo tutto il possibile per mandare avanti le normali attività di ricerca e sviluppo, e l'ingegnerizzazione dei nuovi prodotti. E così, dopo iPhone 9 in questi giorni, a maggio sarà la volta dei nuovi MacBook Pro. E avranno una feature che nessuno si aspettava.

Nome in codice J223, il nuovo MacBook Pro in arrivo tra qualche settima costituirà un upgrade dell'attuale modello da 13". D'altro canto, dopo i MacBook Air del mese scorso e i MacBook Pro 16" di 5 mesi fa, il modello entry level era l'unico rimasto fuori dal giro degli aggiornamenti.

Ma al di là delle piccole migliorie a processore e scheda video (Intel di stirpe Ice Lake di 10ª generazione con architettura a 10 nanometri), la novità più interessante dei nuovi modelli sarà certamente lo schermo più ampio. A parità di dimensioni complessive, la macchina godrà infatti di un display da 14". Oltre ovviamente alla nuova-vecchia tastiera con meccanismo a forbice che ci eviterà la pena dei tasti incollati del fallimentare meccanismo a farfalla.

Non abbiamo una data di lancio definitiva, ma i rumors parlano di maggio; dunque, ragionevolmente, il MacBook Pro 14" arriverà tra almeno 3 o 4 settimane.

Acquista su Amazon:
Un consiglio, se siete interessati all'eccellente prezzo di queste macchine. Sebbene al momento questi modelli potrebbero risultare non disponibili, vi suggeriamo di acquistarli comunque. Entro poche ore o al massimo qualche giorno, le scorte saranno rimpinguate, e avrete la priorità rispetto agli altri acquirenti. E comunque, l'addebito avviene solo al momento della spedizione effettiva. In caso trovaste di meglio, siete sempre in tempo per annullare l'ordine.

PROSEGUI LA LETTURA

MacBook Pro 14": lancio a maggio é stato pubblicato su Melablog.it alle 08:58 di Tuesday 07 April 2020

]]>
0
iPhone 9, ora conosciamo anche il nome del nuovo modello Tue, 07 Apr 2020 08:20:27 +0000 https://www.melablog.it/post/225324/iphone-9-ora-conosciamo-anche-il-nome https://www.melablog.it/post/225324/iphone-9-ora-conosciamo-anche-il-nome Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

Se ci fossero ancora dubbi sul lancio di iPhone 9, il successore di iPhone SE, ecco un paio di novità che vi daranno il polso della situazione. Da una parte, il dispositivo è già in pre-vendita, e dall'altra invece è stato allegramente menzionato sul sito di un importante gestore telefonico statunitense.

È assodato che non ci sarà un evento speciale, ma questo non significa che la mela non si inventerà qualcosa per dare risonanza all'arrivo del nuovo iPhone 9. Forse ci sarà una diretta streaming, o forse un semplice comunicato stampa, va' a sapere. Di sicuro, manca pochissimo al lancio.

E oggi lo confermano nuovamente due piccole ma interessanti novità. Da una parte l'e-commerce cinese JD.com ha messo già in pre-vendita il nuovo modello, identificato dall'immagine tease di un telefono sotto un drappo rosso. Segno che presto sarà disponibile attraverso i canali retail del gruppo.

Nel mentre, negli USA, Verizon si è lasciata sfuggire il nome "iPhone 9" all'interno della nuova pagina della permuta. È il testo che trovate qui di seguito.

E questa è solo l'ennesima conferma di quel che i rumors anticipavano da mesi, e che ora appare imminente: Apple sta per lanciare un nuovo smartphone con display LCD da 4.7", pulsante Home fisico con Touch ID, processore A13 Bionic, 3GB of RAM, e tagli di memoria da 64GB a 256GB. Per i prezzi italiani, vi rimandiamo al nostro post di approfondimento.

Acquista su Amazon:

PROSEGUI LA LETTURA

iPhone 9, ora conosciamo anche il nome del nuovo modello é stato pubblicato su Melablog.it alle 08:20 di Tuesday 07 April 2020

]]>
0
macOS 10.15.4, un bug causa crash improvvisi Tue, 07 Apr 2020 08:01:34 +0000 https://www.melablog.it/post/225320/macos-10-15-4-un-bug-causa-crash-improvvisi https://www.melablog.it/post/225320/macos-10-15-4-un-bug-causa-crash-improvvisi Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

macOS 10.15.4 | Kernel Panic & Mac Bloccato

Dopo aver aggiornato a macOS Catalina 10.15.4, alcuni utenti hanno iniziato a riscontrare Kernel Panic e il blocco totale del computer. Soprattutto con determinate operazioni.

Il fenomeno è fastidioso e persistente, e sembra avere una predilezione particolare per i MacBook Pro. In pratica, il computer va in crash quando si tenta di copiare o spostare grossi file attraverso il Finder; sia su dischi formattati per Mac, che per altri sistemi operativi. In altri casi, invece, ciò accade subito dopo il rientro da uno sleep: i computer in questione mostrano il preoccupante messaggio di Kernel Panic, dopodiché si riavviano da sé.

Al momento purtroppo non abbiamo una soluzione ufficiale, né un palliativo temporaneo. Però possiamo assicurarvi che Cupertino è stata avvisata, e che presto verosimilmente verrà rilasciato un aggiornamento che risolverà definitivamente la cosa. E già che ci siamo, magari, si potrebbe pure mettere a posto quella questioncina del bug di FaceTime coi dispositivi più vecchi. Apple, se ci sei batti un colpo.

PROSEGUI LA LETTURA

macOS 10.15.4, un bug causa crash improvvisi é stato pubblicato su Melablog.it alle 08:01 di Tuesday 07 April 2020

]]>
0
iPad Pro LiDAR a tutta privacy: include il blocco microfono Mon, 06 Apr 2020 08:30:11 +0000 https://www.melablog.it/post/225308/ipad-pro-blocco-microfono https://www.melablog.it/post/225308/ipad-pro-blocco-microfono Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

Blocco Microfono iPad Pro

Tra le tante novità introdotte con il nuovo iPad Pro LiDAR, ce n'è una che non ci aspettavamo. Come sui portatili, ora è implementato un meccanismo fisico di disconnessione dei microfoni.

Si tratta di una feature di sicurezza introdotta l'anno scorso nei MacBook Pro e MacBook Air, quelli dotati di chip di sicurezza T2; tra le funzionalità garantite da quest'ultimo ce n'è una che disabilita i microfoni quando lo schermo è chiuso, e la stessa cosa è stata introdotta anche su iPad Pro.

Lo rivela Apple stessa in un recente documento di supporto, che traduciamo per vostra comodità:

A partire dal 2020, anche gli iPad dispongono di una feature che disconnette fisicamente l'hardware del microfono. Quando un case certificato MFI (incluso quelli venduti da Apple) viene attaccato ad iPad e chiuso, il microfono viene disconnesso via hardware, il che impedisce che l'audio del microfono venga reso disponibile a qualunque software, perfino con privilegi root o kernel in iPadOS, o nel caso il firmware venga compromesso.

In altre parole, anche se qualcuno riuscisse in qualche modo a ottenere il controllo del vostro dispositivo con le tecniche di manipolazione software più sofisticate attualmente disponibili, non potrebbe ascoltarvi di nascosto.

Ci viene in mente solo una possibile contropartita: in queste condizioni, ovviamente, Siri non potrà funzionare. Per attivare "Hey Siri" bisogna prima sfoderare il tablet.

Acquista su Amazon:

PROSEGUI LA LETTURA

iPad Pro LiDAR a tutta privacy: include il blocco microfono é stato pubblicato su Melablog.it alle 08:30 di Monday 06 April 2020

]]>
0
iOS 14: Widgets nella Home e wallpaper personalizzati Mon, 06 Apr 2020 08:05:55 +0000 https://www.melablog.it/post/225300/ios-14-widgets-home https://www.melablog.it/post/225300/ios-14-widgets-home Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

iOS 14 - Widgets nella Home

Tra le tante feature di iOS 14, ne è emersa una che non ci aspettavamo e che farà molto piacere a tantissimi lettori. Arrivano finalmente i Widget nella schermata Home.

Non soltanto sicurezza e stabilità e (forse) orientamento automatico dello schermo. Con la prossima versione di iOS e iPadOS, Apple sta lavorando ad un modo di implementare, gestire e organizzare i widget nella schermata Home: in pratica, da quel che si capisce, si potranno spostare come fossero icone, ma non è dato sapere più di così. Il progetto, nome in codice "Avocado", non è ancora stato finalizzato nella sua forma definitiva, e non è detto neppure che passi i rigidi canoni di ammissione di Cupertino: se la qualità della feature sarà al di sotto delle aspettative, infatti, verrà depennata dalla build finale.

L'immagine che vedete qui in alto, invece, mostra le funzioni di personalizzazione degli sfondi di iOS 14, nonché l'inedito menu "Raccolte" ("Collections") che gli utenti possono riempire con le proprie foto da usare come sfondi. La voce "Home Screen Appearance" ("Personalizza Home Screen") lascia infine desumere che sarà un certo grado di libertà nel rendere unico il proprio sfondo, a scelta tra: wallpaper scuro, offuscato, sfocato e normale.

PROSEGUI LA LETTURA

iOS 14: Widgets nella Home e wallpaper personalizzati é stato pubblicato su Melablog.it alle 08:05 di Monday 06 April 2020

]]>
0
iOS, orientamento automatico dello schermo grazie a Face ID Fri, 03 Apr 2020 09:02:46 +0000 https://www.melablog.it/post/225287/ios-orientamento-automatico-dello-schermo-grazie-a-face-id https://www.melablog.it/post/225287/ios-orientamento-automatico-dello-schermo-grazie-a-face-id Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

Prima o poi càpita a tutti. Basta sdraiarsi sul divano per ritrovarsi con iPhone e iPad che girano il contenuto dello schermo senza volerlo, costringendoci ad attivare il benedetto Blocco Rotazione. In futuro, però, non sarà più necessario: sarà il dispositivo stesso a orientare i contenuti del display in base ai dati del Face ID.

Un recente brevetto pubblicato da Apple rivela la volontà di rendere ancora più smart i futuri iPhone e iPad. Ad oggi, l'orientamento -verticale o orizzontale- dell'interfaccia di iOS viene regolato in base ai dati degli accelerometri e degli altri sensori; tuttavia questo sistema non è esente da difetti, e talvolta è poco o troppo reattivo, costringendo gli utenti a ricorrere al Blocco Rotazione dello Schermo. Una seccatura che in futuro ci potrebbe essere risparmiata da una nuova tecnologia.

In pratica, sfruttando il Face ID, i dispositivi saranno in grado di determinare la posizione del volto e di regolare di conseguenza l'orientamento del display. Una manna dal cielo quando si legge a letto o ci si sdraia sull'erba. E chissà che questa novità non approdi su iOS già con la seconda generazione di Face ID in arrivo con iPhone 12.

PROSEGUI LA LETTURA

iOS, orientamento automatico dello schermo grazie a Face ID é stato pubblicato su Melablog.it alle 09:02 di Friday 03 April 2020

]]>
0
AirTag, Apple si lascia sfuggire le prove Fri, 03 Apr 2020 08:00:49 +0000 https://www.melablog.it/post/224472/airtag-inizia-la-produzione-del-portachiavi-smart-di-apple https://www.melablog.it/post/224472/airtag-inizia-la-produzione-del-portachiavi-smart-di-apple Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna


Aggiornamento del 3 aprile 2020

Un portachiavi intelligente che permette di trovare oggetti, persone e animali ovunque nel mondo con una precisione impensabile e una rete di milioni di Sherlock Holmes a perenne disposizione. La rivoluzione di AirTag sta per arrivare.

AirTag: Cos'è

AirTag è un gingillo intelligente che sfrutterà Bluetooth e Ultra-Wideband (UWB) per consentirci di ritrovare le cose in tutto il mondo, grazie ai milioni di utenti iPhone che fanno da ponte temporaneo tra noi e il dispositivo in modo del tutto anonimo.

AirTag:Produzione Partita

Secondo l'affidabile Ming-Chi Kuo, la maggior parte degli AirTags sarà prodotta da Universal Scientific Industrial, con sede a Shanghai. Le prime consegne di alcune decine di milioni di unità avverranno nel secondo o terzo trimestre dell'anno, il che significa che possiamo ragionevolmente prevederne la disponibilità nei negozi verso ottobre-dicembre 2020 forse prima. Ciò tuttavia non significa che dovremo attendere tanto per un annuncio ufficiale.

Storicamente, infatti, la mela ha spesso seminato parecchi mesi di distanza tra la presentazione in pompa magna e il momento dei preordini; è accaduto un po' con tutte le prime generazioni:


  • iPhone: Presentazione a gennaio 2007 - lancio a giugno 2007

  • iPad: Presentazione a gennaio 2010 - lancio a aprile 2010

  • Apple Watch: Presentazione a settembre 2014 - lancio a aprile 2015

  • HomePod: Presentazione a giugno 2017 - lancio a febbraio 2018

AirTag: Le Prove di Apple



Aggiornamento: In un video ufficiale pubblicato recentemente sul canale YouTube del Supporto Apple è comparso per errore il riferimento ad AirTag.

Il video in questione -che ora ovviamente è stato rimosso- si intitola "Come cancellare il tuo iPhone" e gli AirTags erano menzionati in Impostazioni → Apple ID → Trova → Trova il mio iPhone nella sezione Consenti la Ricerca Offline, con una serie di scrittine esplicative in piccolo che recitavano:

"La ricerca offline consente a questo dispositivo e ad AirTag di essere trovati anche quando non sono connessi ad una rete WiFi o cellulare."

Dunque, nulla di nuovo all'orizzonte. Il vero problema semmai è un eventuale impatto delle misure di contenimento sanitario del Coronavirus sulle operazioni, ma per ora gli analisti non segnalano pericoli, almeno su questo fronte specifico. Se tutto va come speriamo, dunque, Apple potrebbe tirar fuori AirTag già in questi giorni, magari in occasione del lancio del nuovo iPhone SE, o al più tardi al WWDC 2020; in ogni caso, questione di poco.

Acquista su Amazon:

PROSEGUI LA LETTURA

AirTag, Apple si lascia sfuggire le prove é stato pubblicato su Melablog.it alle 08:00 di Friday 03 April 2020

]]>
0
iPhone SE 2020, Apple conferma il lancio senza volerlo Fri, 03 Apr 2020 07:51:26 +0000 https://www.melablog.it/post/225282/iphone-se-2020-apple-conferma-il-lancio-senza-volerlo https://www.melablog.it/post/225282/iphone-se-2020-apple-conferma-il-lancio-senza-volerlo Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

Nella descrizione di una protezione per schermo della Belkin sull'Apple Store online (questa, per la precisione) è comparso per errore un indizio che nessuno si aspettava. In teoria, questo prodotto sarebbe compatibile con iPhone 7 e iPhone 8, ma per qualche ora tra le voci si trovava pure "iPhone SE."

Un errore grossolano, se si pensa che il vecchio SE aveva un display da 4" mentre iPhone 7 e iPhone 8 ne possiedono uno da 4.7". E poiché parliamo di un dispositivo di 4 anni fa, è probabile che l'errore non riguardi il vecchio modello quanto il nuovo, il cui lancio dovrebbe avvenire in questi giorni.

I rumors erano indecisi tra questa settimana o la prossima, segno che probabilmente la medesima incertezza regna pure a Cupertino. Ed è notizia delle scorse ore che, forse, il lancio potrebbe avvenire oggi stesso in tarda serata.

Vedremo come evolverà la situazione, e aggiorneremo il post non appena ci saranno novità di rilievo. Per ora la certezza è che, al lancio, manchi veramente pochissimo. Forse è questione di ore.

PROSEGUI LA LETTURA

iPhone SE 2020, Apple conferma il lancio senza volerlo é stato pubblicato su Melablog.it alle 07:51 di Friday 03 April 2020

]]>
0
MacBook Air o iPad Pro LidAR: Quale scegliere? Thu, 02 Apr 2020 09:33:24 +0000 https://www.melablog.it/post/225268/macbook-air-o-ipad-pro-lidar https://www.melablog.it/post/225268/macbook-air-o-ipad-pro-lidar Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

MacBook Air o iPad Pro LidAR: Quale scegliere?

Il mese scorso, Apple ha lanciato due importanti novità: il nuovo MacBook Air e iPad Pro con scanner LidAR. Due macchine estremamente potenti e versatili: ma quale delle due conviene acquistare? Ecco un rapido confronto per aiutarvi a prendere una decisione consapevole.

A livello di dimensioni, sono grossomodo simili: 12.9" l'iPad Pro‌ e 13" il ‌MacBook Air‌ base. Il primo tuttavia è dotato di processore A12Z con 8-core per CPU e GPU, 6GB RAM, 128GB di spazio d'archiviazione, a 1.119€, ma non dispone di tastiera che è fondamentale per l'uso come sostituto del computer. Se ne trovano a diversi price-point, ma se uno desiderasse la Magic Magic Keyboard con trackpad di Apple dovrà mettere in conto altre 339€. Un prezzo che, se chiedete a noi, onestamente non sta né in cielo né in terra.

Il MacBook Air 13" invece dispone di un processore Core i3 a 1.1GHz dual-core, scheda grafica Iris Plus, 256GB di spazio d'archiviazione e 8GB RAM. È un po' più caro: 1.229€ e include già la tastiera; ma c'è da dire che, se il budget lo consente, noi consigliamo di passare almeno all'i5 con SSD da 256GB.

Potenza Hardware

A livello prestazionale, iPad Pro se la cava molto meglio dell'Intel i3; sui test a singolo core di Geekbench, l'Air si attesta sui 1.070 punti, che diventano 2.100 sui test a core multiplo. L'iPad Pro invece arriva a 1.100 sui singolo core, ma si spinge fino a 4.670 punti sui test multi-core. Una differenza abissale.

Software

D'altro canto, iOS ha molto più vincoli e limitazioni di macOS, soprattutto per quanto concerne multitasking e espandibilità con le periferiche esterne. Il MacBook Air‌ sfoggia due porte USB-C ports, laddove iPad Pro‌ ne possiede solo una; il Pro può gestire display 4K e 5K, mentre il MacBook Air‌ arriva fino a 6K; d'altro canto, iPad Pro supporta Apple Pencil.

Differenze Importanti


Entrambi sono ottime macchine per navigare sul Web, consultare i social, inviare mail, giocare e scrivere su word processor. Ma sul fronte della multimedialità, iPad Pro stravince: fotocamera 10 MegaPixel UltraWide, 12 Megapixel Wide Angle e Scanner LidAR per Realtà Aumentata ancora più immersiva. L'Air ha ancora la vetusta fotocamera FaceTime a 720p, per dire.

Verdetto

Da questo si evince che iPad Pro ha una vocazione per video, musica e fotografie, e il potere computazionale aggiuntivo lo rende perfetto per questo uso. Inoltre è leggero e silenzioso, e offre 10-11 ore di uso continuativo, WiFi 6 e connettività Cellulare opzionale.

D'altro canto il MacBook Air è un portatile classico, con tutti i pro e i contro di questa impostazione: nasce per essere usato in combinazione con tastiera e mouse, e anche se la cosa è fattibile pure su tablet grazie ad iPadOS 13.4, si tratta pur sempre di un sistema operativo nato per il tocco.

Chi ha sempre usato un Mac, forse propenderà per l'Air che ha dalla sua una gestione più semplice del multitasking. Detto in parole povere, se siete utenti che hanno bisogno di usare molte app contemporaneamente, e di passare dall'una all'altra, meglio l'Air. Se invece i vostri flussi di lavoro si concentrano prevalentemente su un'app alla volta e per lungo tempo -pensiamo ai grafici, ai videomaker, ai programmatori e così via- allora vi troverete molto bene anche con iPad Pro. E voi, cosa scegliereste? Ditecelo nei commenti, su Twitter o sulla nostra pagina Facebook.

Acquista su Amazon



Apple Magic Keyboard (per iPad Pro 11" - 2ª generazione) - Italiano a 339€
Apple Magic Keyboard (per iPad Pro 12,9" - 4ª generazione) - Italiano a 399€


Apple MacBook Air (13", Modello Precedente, 8GB RAM, Archiviazione 256GB, Intel Core i5 a 1,6GHz) - Oro a 1.088€

Nuovo Apple MacBook Air (13", Modello Precedente, Intel Core i5 dual-core a 1,6GHz, 8GB RAM, 128GB) - Argento a 1.029€


Nuovo Apple iPad Pro (11", Wi-Fi, 128GB) - Grigio siderale (2ª generazione) a 899€

Nuovo Apple iPad Pro (12,9", Wi-Fi, 1TB) - Argento (4ª generazione) a 1.669€

PROSEGUI LA LETTURA

MacBook Air o iPad Pro LidAR: Quale scegliere? é stato pubblicato su Melablog.it alle 09:33 di Thursday 02 April 2020

]]>
0