it_IT Home Blogo.it - Ultime notizie della sezione Home Wed, 08 Apr 2020 16:32:48 +0000 Wed, 08 Apr 2020 16:32:48 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) https://www.blogo.it/home 2004-2014 Blogo.it Conte, coronavirus: "UE ragioni di squadra, noi tempestivi e responsabili" Wed, 08 Apr 2020 14:17:38 +0000 https://www.polisblog.it/post/460064/conte-coronavirus-ue-ragioni-di-squadra-noi-tempestivi-e-responsabili https://www.polisblog.it/post/460064/conte-coronavirus-ue-ragioni-di-squadra-noi-tempestivi-e-responsabili redazione Blogo.it redazione Blogo.it

conte intervista vatican news osservatore romano

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha rilasciato una lunga intervista a Vatican News e Osservatore Romano. Il premier ha ribadito la sua posizione nei confronti delle istituzioni europee, che devono dare una risposta collettiva e coesa all’emergenza coronavirus e alle conseguenze finanziarie che ne stanno derivando. "L'Ue deve essere all'altezza del suo ruolo per affrontare la sfida che ha di fronte - esordisce Giuseppe Conte - e per farlo è chiamata a compiere un deciso cambio di passo dal punto di vista politico e sociale. Per chi ha veramente a cuore l'Ue, per chi crede in un'Europa unita, forte e solidale, all'altezza della sua storia, è il momento di compiere passi risoluti, promuovendo tutti i mezzi per la ricostruzione. Se vogliamo preservare la nostra casa comune, è il momento di ragionare come una squadra".

Conte: "Agito subito e con responsabilità"

Tra le critiche mosse al governo in questi giorni, c’è quella di non aver preso provvedimenti drastici e tempestivi. Il premier replica che non si sottrarrà alle proprie responsabilità una volta che ci sarà il ritorno alla normalità. Parlando dell’emergenza, sottolinea, "abbiamo agito da subito con senso di responsabilità, mettendo al primo posto la salute dei cittadini, che la Costituzione, all'articolo 32, qualifica come diritto fondamentale. Abbiamo preso decisioni difficili, seguendo criteri di proporzionalità e adeguatezza sulla base delle indicazioni del comitato tecnico-scientifico. Lo abbiamo fatto - insiste - fronteggiando un virus di cui si conosceva pochissimo. Persino la comunità scientifica è rimasta spiazzata. Ogni decisione è stata presa in scienza e coscienza". Ci sarà dunque il momento in cui la politica dovrà dare conto di quanto accaduto in questi mesi di pandemia, "ma ora è il tempo di agire insieme ed è necessaria la collaborazione di tutti, sindaci e presidenti di Regione inclusi".

Conte: "Albania esempio di solidarietà"



In un passaggio dell’intervista concessa a Vatican News e Osservatore Romano, Giuseppe Conte ha parlato anche del rapporto con le opposizioni: le tensioni del periodo pre-emergenza sono inevitabilmente sopite. "Tra il Governo e le opposizioni c'è un confronto costante - ribadisce - Abbiamo chiesto ai cittadini di essere uniti, è dovere della politica dare l'esempio. Dobbiamo imparare molto da questo periodo. A livello internazionale tantissimi Paesi hanno dimostrato il loro sostegno all'Italia, inviando personale sanitario, strumentazioni, aiuti". A proposito di mutuo soccorso internazionale, Conte cita l’Albania come esempio di comportamento: "Il primo ministro albanese Edi Rama, al momento dell'invio di medici e infermieri in Italia, ha osservato: 'Laggiù è casa nostra da quando i nostri fratelli italiani ci hanno salvati, ospitati e adottati in casa loro'. Questo spirito di solidarietà - conclude - la necessità di sostenerci l'uno con l'altro, ci fa riscoprire di essere - nonostante pur legittime differenze - una grande famiglia, senza steccati".

PROSEGUI LA LETTURA

Conte, coronavirus: "UE ragioni di squadra, noi tempestivi e responsabili" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 14:17 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Virus: "Boris Johnson resta sotto stretta osservazione" Wed, 08 Apr 2020 12:23:51 +0000 https://www.polisblog.it/post/460056/condizioni-boris-johnson-8-aprile-2020 https://www.polisblog.it/post/460056/condizioni-boris-johnson-8-aprile-2020 Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Dopo aver passato la seconda notte in terapia intensiva, il primo ministro britannico Boris Johnson resta sotto "stretta osservazione" e in "condizioni stabili" secondo quanto detto dal sottosegretario del ministero della Sanità britannico Edward Argar a SkyNews: "So che è in condizioni stabili, è a suo agio e di buon umore. In passato ha avuto bisogno dell'ossigeno, ma non è sottoposto a ventilazione".

Johnson, 55 anni, è ricoverato al St. Thomas Hospital di Londra da domenica sera per i persistenti sintomi da Covid-19 dopo essere risultato positivo al tampone, con notizia diffusa il 27 marzo. Intanto nel paese crescono i timori oltre che per la salute del premier anche per il vuoto di potere creatosi a Downing Street in un momento così delicato.

Di fatto a fare le veci del primo ministro è Dominic Raab, titolare degli Esteri, già ministro ai tempi di Theresa May, inviato ai tavoli Brexit a Bruxelles al posto del dimissionario David Davis.

PROSEGUI LA LETTURA

Virus: "Boris Johnson resta sotto stretta osservazione" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 12:23 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Eurogruppo, fumata nera sui coronabond Wed, 08 Apr 2020 09:53:49 +0000 https://www.polisblog.it/post/460034/eurogruppo-fumata-nera-sui-coronabond-gentiloni-serve-senso-di-responsabilita https://www.polisblog.it/post/460034/eurogruppo-fumata-nera-sui-coronabond-gentiloni-serve-senso-di-responsabilita re.mar. re.mar.

eurobond fumata nera eurogruppo

Fumata nera all'Eurogruppo sugli eurobond, cioè sull’emissione di titoli di debito pubblico europei per sostenere le economie dei singoli paesi membri di fronte alla pandemia di coronavirus.

La ferma opposizione dei paesi del Nord Europa - Germania, Olanda, Austria e Finlandia su tutti - blocca il raggiungimento di un accordo che vedrebbe per la prima volta l’Unione europea agire al di là degli interessi nazionali, facendo condividere a tutti i paesi membri il debito pubblico di nuova emissione e i rischi a esso legati.

Secondo fonti diplomatiche citate dall’Adnkronos, le trattative si sarebbero incagliate sulla condizionalità legata alle Eccl, ovvero le linee di credito a condizioni rafforzate del Mes (Meccanismo Europeo di Stabilità).

I falchi del Nord chiedono un meccanismo a due fasi: la prima "light" seguita da quella delle riforme per migliorare la competitività. I paesi del Sud Europa non vogliono invece nessuna condizionalità sull’uso delle risorse del Mes.

Il portoghese Mario Centeno, presidente dell’Eurogruppo, consesso che riunisce i ministri delle finanze dell’area euro, è stato costretto a sospendere e rinviare a domani la riunione che era iniziata nel pomeriggio di ieri.

"Dopo 16 ore di discussione ci siamo avvicinati a un'intesa ma ancora non ci siamo. Il mio obiettivo rimane quello di creare una forte rete di protezione contro le conseguenze del Covid-19" ha scritto Centeno su Twitter.

Ma la strada verso i coronabond, che per i paesi latini e del Sud Europa sono l’unico strumento possibile per sostenerli finanziariamente in modo adeguato, resta tutta in salita.

Gentiloni e Gualtieri: è il momento della solidarietà Ue

Il commissario Ue all’Economia Paolo Gentiloni ha fatto appello "al senso di responsabilità necessario in una crisi come questa. Domani è un altro giorno". Così ha scritto su Twitter l’ex premier italiano dopo l’ennesimo rinvio sulle decisioni da prendere.

Gli ha fatto eco il ministro dell'Economia italiano, Roberto Gualtieri, che parla di "momento della responsabilità comune, della solidarietà e delle scelte coraggiose e condivise". In merito ai danni provocati dell’epidemia, l’Istat parla di shock economico senza precedenti, Confindustria di colpo al cuore dell’Italia.

Borse in rosso e spread in salita

Dopo il rinvio all’Eurogruppo, le maggiori borse europee hanno aperto la seduta di oggi in rosso: Milano a -1,15%, Londra -1,44%, Parigi -1,28% e Francoforte a -0,75%. Lo spread Btp/Bund decennali sale a 214 punti base, per un rendimento del titolo italiano all'1,78%.

PROSEGUI LA LETTURA

Eurogruppo, fumata nera sui coronabond é stato pubblicato su Polisblog.it alle 09:53 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Coronavirus, Di Maio: "Se sbagliamo i tempi di fase 2, si ricomincia da capo" Tue, 07 Apr 2020 22:09:46 +0000 https://www.polisblog.it/post/460031/coronavirus-di-maio-se-sbagliamo-i-tempi-di-fase-2-si-ricomincia-da-capo https://www.polisblog.it/post/460031/coronavirus-di-maio-se-sbagliamo-i-tempi-di-fase-2-si-ricomincia-da-capo redazione Blogo.it redazione Blogo.it

di maio fase due coronavirus

Luigi Di Maio è stato ospite del salotto di Bruno Vespa. A Porta a Porta il ministro degli Esteri ha messo tutti in guardia: anche se gli ultimi dati sono incoraggianti, non bisogna abbassare la guardia e continuare con la politica dei sacrifici per superare il più presto possibile dall’emergenza coronavirus. "Dobbiamo stare molto attenti a questa fase 2 perché se sbagliamo i tempi torniamo in lockdown e dobbiamo ricominciare da capo", ha dichiarato Di Maio.

A tal proposito, il titolare della Farnesina porta l’esempio di altri Paesi che non hanno seguito la via del rigore e che ora si trovano più indietro rispetto all’Italia sulla via del ritorno alla normalità. "Non sto facendo l'uccello del malaugurio - continua Di Maio - Basta vedere alcuni Stati del mondo che sono dovuti tornare in quarantena totale perché hanno allentato troppo presto le misure di contenimento". Rispondendo indirettamente alle osservazioni dell’alleato di governo Matteo Renzi, l’esponente penta stellato ha anche aggiunto che "ciò che stiamo facendo in questa fase è metterci in condizione di poter ripartire come Paese quando però la comunità scientifica ci dirà che i nostri cittadini non rischiano la salute".

Insomma, la “riapertura dell’Italia” tanto agognata dall’ex premier e attuale leader di Italia Viva, avverrà se e solo se ci sarà l’ok degli esperti che stanno collaborando con il governo Conte: "Tutte le valutazioni che si dovranno fare sulle attività produttive saranno o fatte dal comitato tecnico-scientifico e dal governo". Poi, Di Maio evidenzia i risultati ottenuti dal suo dicastero negli ultimi giorni: "Siamo arrivati a reperire in poco più di due settimane 50 milioni di mascherine e abbiamo firmato un contratto importante da 180 milioni di mascherine". Ovviamente, si tratta di soluzioni tampone, perché l’obiettivo, conferma il ministro degli Esteri, è che "un giorno l'Italia possa arrivare a produrre un numero di mascherine e di ventilatori polmonari che ci possa garantire l'autosufficienza".

Di Maio: "Nessuno scontro nel governo"

Quanto alla presunta lite all’interno della maggioranza in vista del nuovo decreto, infine, Luigi Di Maio smentisce le ricostruzioni giornalistiche. "I retroscena sui giornali di questa mattina vanno smentiti e anche con forza. Prima di tutto non c'è stato uno scontro tra forze politiche. C'è stato un confronto tra me ed il ministro Gualtieri", ha ammesso, in merito al ruolo di Sace e Cassa Depositi e Prestiti. Spiegando poi i contenuti del Dl Liquidità, che insieme al decreto Cura Italia muoveranno in totale 750 miliardi di euro, Di Maio ha concluso: "Siamo di fronte a qualcosa di inedito, la pandemia, e la affrontiamo con strumenti e stanziamenti inediti".

PROSEGUI LA LETTURA

Coronavirus, Di Maio: "Se sbagliamo i tempi di fase 2, si ricomincia da capo" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 22:09 di Tuesday 07 April 2020

]]>
0
Napoli, sisma di magnitudo 2.9 nella zona flegrea Wed, 08 Apr 2020 09:08:26 +0000 https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/628718/napoli-sisma-di-magnitudo-2-9-scossa-ai-campi-flegrei-nella-notte https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/628718/napoli-sisma-di-magnitudo-2-9-scossa-ai-campi-flegrei-nella-notte Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

terremoto napoli 8 aprile 2020

Sisma di magnitudo 2.9 nella notte nel Napoletano. La scossa, registrata dalla Sala sismica dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) alle 2.50, è stata distintamente avvertita dalla popolazione nel comune di Pozzuoli, epicentro del terremoto, e nei vicini centri di Quarto e Bacoli, ma anche a Napoli, specie ai piani alti dei palazzi, nei quartieri di Bagnoli, Pianura, Soccavo, Agnano, Vomero, Posillipo e Fuorigrotta.

Il terremoto è avvenuto a soli due chilometri di profondità e ha interessato la zona vulcanica dei Campi Flegrei, più in dettaglio l’area della Solfatara a Pozzuoli. Diverse le segnalazioni pervenute al 118 da tutta la zona flegrea. Non risultano, almeno al momento, danni a persone o cose.

PROSEGUI LA LETTURA

Napoli, sisma di magnitudo 2.9 nella zona flegrea é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 09:08 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Coronavirus, il bollettino del 7 aprile: +3.039 contagi, +604 morti Tue, 07 Apr 2020 18:50:29 +0000 https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/628711/coronavirus-bollettino-7-aprile-2020 https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/628711/coronavirus-bollettino-7-aprile-2020 Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

borrelli bollettino coronavirus 7 aprile 2020

Coronavirus, il bollettino del 7 aprile 2020: calano ancora i contagi, con +3.039 rispetto al giorno precedente (contro i +3.599 di ieri). Lo annuncia il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, durante la consueta conferenza stampa delle ore 18. Giù anche i morti: rispetto a ieri ci sono 604 decessi in più (contro i 636 di ieri). Calano anche i ricoveri in terapia intensiva, oggi 106 in meno rispetto a lunedì per un totale di 3.792 in tutto, mentre i ricoverati con sintomi sono 258 in meno. In totale, i malati di COVID-19 presenti negli ospedali sono sono 28.718 persone.

I numeri, dunque, dicono che seppur lentamente l’Italia si sta avviando verso l’uscita dall’emergenza. La strada è però ancora lunga e assai tortuosa, come ribadisce in conferenza Gianni Rezza, direttore del Dipartimento di Malattie infettive dell'Istituto superiore di sanità: "Sembra che si inizi a vedere una discesa di nuovi casi. Dopo la fase di plateau sembra esserci una discesa dei nuovi casi, la curva sembra flettere in basso". "Rimaniamo cauti, però la situazione sembra migliorare", ha aggiunto Rezza.

bollettino coronavirus 7 aprile 2020

Coronavirus: il bollettino odierno della Lombardia

Cauto ottimismo generano anche i dati forniti dall’assessore regionale al Welfare della Lombardia, Giulio Gallera in conferenza stampa. Rispetto a ieri ci sono 791 contagiati in più, per un totale di 52.325 i positivi. Calano i ricoveri in terapia, -38 rispetto a lunedì per un totale di 1.305, mentre in terapia intensiva ci sono oggi 11.833, -81 rispetto al giorno precedente. Con 282 decessi, il numero dei morti totale sale a 9.484.

PROSEGUI LA LETTURA

Coronavirus, il bollettino del 7 aprile: +3.039 contagi, +604 morti é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 18:50 di Tuesday 07 April 2020

]]>
0
È nata Giulia, la figlia del paziente 1 di Codogno Wed, 08 Apr 2020 10:10:02 +0000 https://www.bebeblog.it/post/225503/e-nata-giulia-la-figlia-del-paziente-1-di-codogno https://www.bebeblog.it/post/225503/e-nata-giulia-la-figlia-del-paziente-1-di-codogno Valentina Rorato Valentina Rorato

La storia di Mattia, il paziente 1 di Codogno, il primo italiano trovato positivo al Sars-Cov-2, difficilmente sarà dimenticata. E alla sua guarigione si è aggiunta una bella notizia: è diventato papà. È nata la piccola Giulia.

Valentina, la moglie di Mattia, ha partorito all'ospedale Buzzi di Milano. La mamma, che era risultata anche lei positiva, era stata ricoverata in osservazione e poi dimessa dal Sacco. Nonostante i fortissimi stress, è riuscita a portare a termine la gravidanza.

Il papà, invece, ricoverato in condizioni disperate nella notte tra il 21 e il 22 febbraio al San Matteo di Pavia, è stato stubato il 9 marzo, quando finalmente ha ricominciato a respirare in modo autonomo di nuovo. Il 23 marzo, circa un mese dopo il suo ricovero, il 38enne è stato dimesso dall'ospedale ed è tornato a casa.

Mattia durante il suo lungo ricovero ha purtroppo perso il padre, sempre per Coronavirus. La nascita di Giulia non è solo una grande gioia per la sua famiglia, ma è un simbolo di speranza per un paese che sta lottando, sta cercando di rialzarsi e sconfiggere un virus. Insomma, è la figlia dell'Italia che resiste.

PROSEGUI LA LETTURA

È nata Giulia, la figlia del paziente 1 di Codogno é stato pubblicato su Bebeblog.it alle 10:10 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Adriana Volpe a Blogo: "Magalli vuole fare pace con me? Forse una pace mediatica... non mi ha fatto neanche le condoglianze" Wed, 08 Apr 2020 07:45:39 +0000 https://www.tvblog.it/post/1710253/adriana-volpe-magalli-pace-mediatica-grande-fratello-vip https://www.tvblog.it/post/1710253/adriana-volpe-magalli-pace-mediatica-grande-fratello-vip Massimo Galanto Massimo Galanto

Nel giorno della finalissima del Grande Fratello Vip 4 (stasera in diretta su Canale 5), di cui è stata indiscutibilmente protagonista, Adriana Volpe parla ai microfoni di Blogo non soltanto per fare il bilancio dell'esperienza nella Casa, abbandonata anzitempo a causa di un grave lutto, ma anche per rispondere alle recenti dichiarazioni di Giancarlo Magalli, per mettere a tacere le voci su una presunta crisi matrimoniale e per, infine, commentare le indiscrezioni sul suo futuro in tv (su Canale 5 con Michele Cucuzza, si dice).

Innanzitutto come stai e come sta la tua famiglia?

Sono stati giorni duri, dove mi sono sentita impotente di fronte ad un virus terribile ed impietoso che ha portato via mio suocero. Con fatica ho preso per mano la mia famiglia, cercando di infondere coraggio; faccio sentire il mio calore a Gisele (la figlia, Ndr) cercando giorno per giorno di mostrarle come, al di là del dolore, la vita riserverà ancora colori e felicità. Ogni sera le dico di guardare il cielo e che la stella più luminosa che vede è il nonno. L’amore resta.

In piena emergenza coronavirus, che Italia ti immaginavi all'interno della Casa e quale Italia hai trovato una volta uscita?

Sin dalle prime notizie che ci ha comunicato Alfonso (Signorini, Ndr) ho capito che, uscendo, avremmo trovato un mondo profondamente cambiato, ferito. Più passava il tempo e più immaginavo i negozi chiusi, le persone a casa, il lavoro fermo per tutti. Ma pensavo anche alla mia bella Italia: forte, con un sistema sanitario fatto di medici e operatori sempre in prima linea, vite che salvano vite. Sono figlia di un’infermiera che ha lavorato in rianimazione, sala operatoria e chirurgia d’urgenza dedicando la sua vita agli altri e conosco i sacrifici ed i turni massacranti quando si lavora in prima linea. A loro va tutta la mia stima. È stato impressionante uscire dalla Casa, che rappresenta una sorta di “bolla” ed immergermi in una realtà completamente diversa da quella che avevo lasciato.

Posso chiederti se, quando eri in Casa, ti sei mai preoccupata per la salute tua o dei tuoi coinquilini? Hai mai chiesto di poterti sottoporre a esami per sicurezza, mentre eri nel gioco?

Sono rimasta sempre molto serena per la mia salute e per i miei coinquilini mentre ero nella Casa, semplicemente perché la produzione del Grande Fratello è una grande famiglia, attenta ad ogni minimo dettaglio, soprattutto per la salute dei concorrenti.

La sensazione è che aver partecipato al Gf Vip abbia giovato 'televisivamente' ad Adriana Volpe in termini di affetto del pubblico e di ritorno di immagine...

Ti dico di più. Il Gf Vip ha giovato ad Adriana come persona, ancor prima che televisivamente perché, per la prima volta, mi sono sentita libera di essere totalmente me stessa innanzi alle telecamere, senza copione, esattamente come sono nella vita privata. Un vero e proprio brivido che ha cambiato per sempre il mio modo di fare televisione. E di questa straordinaria opportunità devo dire grazie anzitutto ad Alfonso, agli autori e ad una rete che mi ha accolto come una famiglia. In questo programma mi sono messa a nudo. Ho provato molte emozioni: ho pianto, riso, mi sono arrabbiata, mi sono commossa e per la prima volta si è creata un’empatia con il pubblico autentica che ha generato un’ondata impressionante di affetto, che solo uscendo dalla casa ho scoperto di avere. Dentro la casa, non vedendo lo studio e non sentendo gli applausi, non mi ero minimamente resa conto che molti hanno vissuto con me quelle stesse emozioni. La cosa mi commuove profondamente.

È anche vero che Adriana Volpe ha dato molto al reality. Di cosa sei più orgogliosa e cosa, invece, non rifaresti?

Sono orgogliosa di esserci stata, di essere stata coraggiosa, autentica e, come ho letto spesso definirmi, una “guerriera”. Rifarei tutto, vivendo ogni singolo istante. Perché questa avventura televisiva è in realtà diventata un percorso di vita, tre mesi che rappresentano per me una rinascita.

Quando hai deciso di partecipare al Gf Vip avevi messo in conto di poter essere coinvolta nei casi di gossip legati a Zequila e a Denver?

I gossip sono all’ordine del giorno per chi lavora nel mondo dello spettacolo… mi divertono e non mi spaventano, purché si sveli, infine, la verità. Quella la amo sopra ogni altra cosa e mi arrabbio molto se viene taciuta o manipolata.

Alfonso Signorini è stato garanzia di correttezza, per te?

Ho sempre stimato professionalmente Alfonso, ma mi ha colpito molto la sua generosità ed umanità. Come ho detto a lui, è stato un grande faro nei momenti difficili, l’ho sentito vicino e quando sono uscita ho visto le belle parole che ha speso per me. Sentire la sua voce rotta dall’emozione mentre parlava delle nostre storie durante le puntate , vederlo così partecipe ed empatico con ognuno dei concorrenti è un valore aggiunto che ha conquistato il mio cuore.

Ad un certo punto te la sei presa con gli autori. Cosa è successo davvero?

(ride, ndr) Scaramuccie da convivenza, nulla di che. Diciamo che mi sono divertita a “dimenticare” di indossare il microfono qualche volta, nulla più. In realtà, gli autori sono sempre stati presenti; si creano legami incredibili nel confessionale, difficili da raccontare all'esterno per quanto sono intensi.

La tua rivelazione sulla clausola nei contratti Rai in caso di gravidanza ha avuto ripercussioni?

Ad oggi, ancora non ho avuto modo di approfondire ciò che è stato detto in merito dopo le mie dichiarazioni, perché, sin dalla mia uscita dalla Casa, mi sono completamente dedicata alla famiglia. Per chiarezza voglio precisare che, all’epoca dei fatti, la mia segnalazione diede il via ad un’inchiesta dell’Espresso che portò, infine, a modificare la clausola. Tutto documentato.

Blogo ha riportato la voce di una versione weekend di Mattino Cinque condotta da te con Michele Cucuzza. Come stanno le cose?

Lavorare in coppia con Michele sarebbe bellissimo ed una collocazione come quella, nel palinsesto, non so perché, me la sentirei a pennello (sorride, Ndr).

Giancarlo Magalli, qualche settimana fa, ha detto di voler fare pace con te.

Giancarlo ha detto di voler far pace con me ai giornalisti. Non a me. Probabilmente è una “pace mediatica”, perché non mi ha mai cercata, chiamata, inviato un messaggio, neanche di condoglianze. Eppure il mio numero ce l’ha. Consentimi, invece, di ringraziare con il cuore in mano tutti i colleghi e gli amici, molti dei quali, in maniera del tutto inaspettata, hanno inviato messaggi di vicinanza e solidarietà a me ed alla mia famiglia.

In queste ore si legge che hai smesso di seguire su Instagram tuo marito e che il vostro rapporto sarebbe in crisi. Qual è la verità?

Sono rimasta sorpresa dell’attenzione mediatica che si è creata intorno a me, addirittura c’è chi controlla “chi segue chi”. Wow. Come ho avuto modo di chiarire sui miei profili social, non sono proprio la regina della tecnologia. Devo aver combinato qualcosa per cui non vedevo molti dei profili a me più vicini, ma ho risolto presto tutto. Ed ho colto l’occasione anche per togliermi, diciamo, un sassolino dalla scarpa, chiarendo una volta per tutte (si spera) che tra me e Denver non c’è nulla, se non una bella amicizia nata nella Casa, come con tanti altri. Andrea è un ragazzo garbato e sensibile. Ognuno di loro ha impreziosito questo viaggio e con molti credo continuerà una bella amicizia anche al di fuori del programma.

PROSEGUI LA LETTURA

Adriana Volpe a Blogo: "Magalli vuole fare pace con me? Forse una pace mediatica... non mi ha fatto neanche le condoglianze" é stato pubblicato su Tvblog.it alle 07:45 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Ascolti tv martedì 7 aprile 2020 Wed, 08 Apr 2020 09:44:27 +0000 https://www.tvblog.it/post/1709377/ascolti-tv-martedi-7-aprile-2020 https://www.tvblog.it/post/1709377/ascolti-tv-martedi-7-aprile-2020 Giorgia Iovane Giorgia Iovane



Prime Time



  • Su Rai 1 Il film Ricchi di fantasia ha registrato 3.511.000 telespettatori, share 11.95%.

  • Su Rai 2 Pechino Express - Le Stagioni dell'Oriente, nona puntata, ha registrato 2.535.000 telespettatori, share 9.4%.

  • Su Rai 3 #Cartabianca ha registrato 1.470.000 telespettatori, share 5.42%.

  • Su Canale 5 Il film Sole a catinelle ha registrato un  netto di 3.131.000 telespettatori, share 10.86%.

  • Su Italia 1 Il film Harry Potter e i doni della morte: Parte II ha registrato un netto di 4.748.000 telespettatori, share 16.67%.

  • Su Rete 4 Fuori dal coro ha registrato 1.247.000 telespettatori, share 5%.

  • Su La7 DiMartedì ha registrato 1.828.000 telespettatori, share 6.62%.

  • Su Tv8 Il film Inferno è stato visto da 584.000 telespettatori, share 2%.

  • Su Nove Il film G.I. Joe - La vendetta ha registrato 535.000 telespettatori, share 1.8%.




Access Prime Time



  • Su Rai 1 Soliti Ignoti - Il ritorno ha registrato  5.599.000 telespettatori, share 18.36%.

  • Su Rai 2 Tg2 Post ha registrato 1.590.000 telespettatori, share 5.2%.

  • Su Rai 3 Blob ha registrato 1.264.000 telespettatori, share 4.62%. Non ho l'età 1.109.000, 3.86%. Un Posto al Sole 1.034.000, 3.42%.

  • Su Canale 5 Striscia la notizia ha registrato 5.364.000 telespettatori, share 17.41%.

  • Su Italia 1 CSI ha registrato 1.671.000 telespettatori, share  5.58%.

  • Su Rete 4 Stasera Italia ha registrato 1.515.000 telespettatori, share 5.17% e 1.474.000, 4.82%.

  • Su La7 Otto e mezzo ha registrato 2.703.000 telespettatori, share del 8.95%.

  • Su Tv8 Guess my age ha registrato 798.000 telespettatori, share del 2.7%.

  • Su Nove SonoLeVenti 204.000, 0.8%. Deal with it - Stai al gioco ha registrato 403.000 telespettatori, share 1.3%.




Preserale



  • Su Rai 1 L'Eredità ha registrato ne La sfida dei 7 3.043.000 telespettatori, share 15.34% e nel programma un netto di 4.586.000, 19.3%.

  • Su Rai 2 The Rookie ha registrato un netto di 1.230.000 telespettatori, share 4.61%.


  • Su Canale 5 Avanti un altro! ha registrato nel segmento Avanti il primo! 2.800.000 telespettatori, share 14.45% e nel game un netto di 4.412.000, 19.1%.

  • Su Italia 1 CSI ha registrato 701.000 telespettatori, share 2.69%.

  • Su Rete 4 Tempesta d'amore ha registrato 965.000 telespettatori, share 3.66%.

  • Su La7 Drop Dead Diva ha registrato 170.000 telespettatori, share 0.74%.




Daytime (Mattina)



  • Su Rai 1 UnoMattina ha totalizzato un netto di 1.356.000 telespettatori, share 16.99%. Santa Messa di Papa Francesco 1.299.000, 24.56%. Storie Italiane 1.269.000, 14.04% e 1.324.000, 11.99%. Linea Verde 1.976.000, 10.63%.

  • Su Rai 2 I Fatti Vostri nella prima parte 444.000, 4.2% e nella seconda 988.000, 6.32%.

  • Su Rai 3 Agorà ha registrato nella presentazione 735.000, 9.82% e nel programma 792.000, 9.1%. Mi manda Rai 3 607.000, 6.75%. Tutta Salute 662.000, 6.32%. Dopo il TG Quante Storie 823.000, 4.3%. Passato e presente 710.000, 3.23%.

  • Su Canale 5 Mattino Cinque ha registrato nella prima parte 1.338.000, 15.19% e nella seconda 1.313.000, 14.63%. Forum ha registrato 1.727.000 telespettatori, share 13.22%.

  • Su Italia 1 La serie The Flash ha registrato 149.000 telespettatori, share 1.67%, 181.000, 1.94%, 260.000, 2.21%.

  • Su Rete 4 Ricette all'italiana ha ottenuto 236.000 telespettatori, share 2.19%. Dopo il Tg Ricette all'italiana 398.000, 2.33%. La signora in giallo 885.000, 4.13%.

  • Su La7 Omnibus ha registrato 241.000 telespettatori, share 3.28%, nel segmento News 132.000, 2.84% e nel Dibattito 262.000, 3.11%. Coffee Break 324.000, 2.61%. L'Aria che tira 624.000, 6.1%; L'Aria che tira - Oggi 740.000, 4.3%.




Daytime (Pomeriggio)



  • Su Rai 1 La Vita in Diretta 1.830.000, 9.66% e 2.127.000, 13.43%. Il Paradiso delle Signore Daily 2.513.000, 16.6%. La Vita in Diretta preentazione 1.817.000, 12.32% e programma 2.303.000, 14.28%.

  • Su Rai 2 L'isola di Katharina ha registrato 710.000 telespettatori, share 3.94%.

  • Su Rai 3 Punto di svolta 486.000, 3.13%. Aspettando Geo 663.000, 4.54%; Geo ha registrato 1.139.000 telespettatori, share 6.98%.

  • Su Canale 5 Beautiful 3.335.000, 15.24%. Una Vita ha registrato 2.896.000 telespettatori, share 14.64%. Inga Lindstrom - Le nozze di Greta un netto di 2.140.000, 13.18%. Grande Fratello Vip 2.290.000, 15.86%. Il Segreto 2.672.000, 18.13%. Pomeriggio Cinque nella prima parte 2.240.000, 14.88% e nella seconda 2.367.000, 13.65%.

  • Su Italia 1 I Simpson ha registrato 1.252.000 telespettatori, 6.12%, 1.364.000, 7.21%, 1.161.000, 6.66%. Il film Scooby-Doo un netto di 499.000, 3.38%.

  • Su Rete 4 Lo sportello di Forum ha registrato un netto di 940.000 telespettatori, 5.05% di share. Il film I dannati e gli eroi un netto di 583.000, 3.6%.

  • Su La7 Tagadà ha registrato nella presentazione 585.000, 3% e nel programma 675.000, 4.22%; nel segmento Tagadoc ha registrato 427.000 telespettatori, share 2.89%. Speciale TgLa7 488.000, 2,9%.




Seconda serata



  • Su Rai 1 Porta a Porta ha registrato nella presentazione 1.757.000 telespettatori, share 8.48%e nel programma 1.217.000, 10.51%.

  • Su Rai 2 Patriae ha registrato 262.000 telespettatori, share 2.79%.

  • Su Rai 3 Tg3 Linea Notte ha registrato un netto di 755.000 telespettatori, share 6.67%.


  • Su Italia 1 Legacies ha registrato un netto di 771.000 telespettatori, share 5.18% e 544.000, 5.83%.

  • Su Rete 4 Il film Studio illegale ha registrato un netto di 360.000 telespettatori, share 4.85%.

  • Su La7 DiMartedì Più ha registrato 769.000 telespettatori, share 6.19%.




TG



  • Tg1 ore 13:30 4.937.000, 22.32%; ore 20:00 6.635.000, 24.11%.

  • Tg2 ore 13:00 3.192.000, 15.37%; ore 20:30 2.550.000, 8.66%.

  • Tg3 ore 14:30 2.891.000, 15.16%; ore 19:00 3.032.000, 13.88%.

  • Tg5 ore 13:00 4.660.000, 22.09%; ore 20:00 5.888.000, 21.13%.

  • Studio Aperto ore 12:25 2.209.000, 13.18%; ore 18:30 1.036.000, 5.63%.

  • Tg4 ore 12.00 437.000, 3.21%; ore 18:55  848.000, 3.89%.

  • Tg La7 ore 13:30 1.005.000, 4.6%; ore 20:00 1.760.000, 6.32%.



 


Dati AUDITEL™

PROSEGUI LA LETTURA

Ascolti tv martedì 7 aprile 2020 é stato pubblicato su Tvblog.it alle 09:44 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Topo Gigio su Rai play in attesa di sbarcare su Rai Yoyo Wed, 08 Apr 2020 07:45:27 +0000 https://www.tvblog.it/post/1710310/topo-gigio-da-oggi-su-rai-play-in-attesa-di-sbarcare-su-rai-yoyo-dal-prossimo-autunno https://www.tvblog.it/post/1710310/topo-gigio-da-oggi-su-rai-play-in-attesa-di-sbarcare-su-rai-yoyo-dal-prossimo-autunno Hit Hit

Ma cosa mi dici mai? Questa è una delle frasi storiche di uno dei personaggi più amati dai bambini di ogni tempo. Si tratta del mitico ed indimenticato Topo Gigio che da oggi 8 aprile arriva su Rai play per una manciata di episodi di una nuova serie animata di Rai Ragazzi intitolata proprio "Topo Gigio".

I primi 13 episodi della nuovissima serie animata di Rai Ragazzi “Topo Gigio” saranno disponibili dunque da oggi 8 aprile su RaiPlay e sull’app dedicata ai più piccini RaiPlay Yoyo.

La serie è formata da 52 episodi che andranno poi in onda su Rai Yoyo nel prossimo autunno. Ogni puntata è una storia a sé e quindi il pubblico potrà pienamente apprezzare questa esclusiva pasquale.
Capelli biondi, denti sporgenti, grandi orecchie rotonde e un’inconfondibile vocina. Questo l’identikit di Topo Gigio, il pupazzo inventato da Maria Perego, che da 60 anni vive nell’immaginario collettivo degli italiani e non solo. Questa nuovissima serie, realizzata in animazione 2D fra Milano e Firenze, racconta le avventure quotidiane del primo topolino della tv che vive nel mondo degli umani. Per Topo Gigio ogni cosa è nuova ed interessante, anche una noiosa ricerca sui magneti o un semplice gioco in cortile con i suoi amici Zoe, Bike Bob e il GTeam. Topo Gigio può sembrare un topolino tranquillo, ma dietro a quell'aria dolce si nasconde un dinamico topo pieno d’idee. E’ tenero, simpatico e coccolone.

La serie animata, prodotta tutta in Italia da Topo Gigio Srl e Movimenti Production in collaborazione con Rai Ragazzi, è l’ultimo progetto a cui ha lavorato Maria Perego che ha partecipato all’ideazione e alla scrittura degli episodi.
«Topo Gigio non è una marionetta, né un burattino, ma un neologismo creato dal mio lavoro…ha l’innocenza, lo stupore, il senso di inadeguatezza dei bambini. Per questo tutti se ne innamorano» disse Maria Perego, la geniale autrice del personaggio, scomparsa lo scorso novembre all’età di 95 anni, che ha supervisionato fino all’ultimo la serie animata.
L’esordio di Topo Gigio coincide con quello della tv italiana in bianco e nero, che ne fa tuttora un personaggio amatissimo da chi all’epoca era un bambino, con un successo che prosegue fino ai nostri giorni anche al di fuori dei confini italiani.

L’inedita serie non è un’operazione amarcord, l’intento è quello di celebrare un’eccellenza italiana con nuovi talenti dell’animazione nazionale per offrire al pubblico di oggi un personaggio ancora attualissimo. Un grande regalo di Pasqua per tutte le famiglie italiane per sorridere insieme al celebre topolino che come tutti noi, in particolare in questo periodo, è desideroso di tenerezze.

Soggetto di Serie: Maria Perego, Davide Rosio, Giorgio Scorza, Fabrizio Margaria, Mike De Seve. Regia Davide Rosio, Giorgio Scorza

PROSEGUI LA LETTURA

Topo Gigio su Rai play in attesa di sbarcare su Rai Yoyo é stato pubblicato su Tvblog.it alle 07:45 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Lucia Annunziata ricoverata all'ospedale Spallanzani di Roma Wed, 08 Apr 2020 14:15:37 +0000 https://www.tvblog.it/post/1710343/lucia-annunziata-ricovero-ospedale-come-sta https://www.tvblog.it/post/1710343/lucia-annunziata-ricovero-ospedale-come-sta Marco Salaris Marco Salaris

AGGIORNAMENTO ORE 15:49 - Secondo quanto riporta il sito Dagospia il primo tampone alla quale è stata sottoposta Lucia Annunziata è risultato negativo.

-----------------

La notizia è stata diramata dall'ANSA nel primo pomeriggio di oggi 8 aprile 2020: Lucia Annunziata da ieri sera è ricoverata all'ospedale Spallanzani di Roma "In seguito all'insorgere di febbre e di difficoltà respiratorie". A quanto apprende la testata giornalistica "Sono in corso accertamenti e la giornalista è stata sottoposta anche a tampone per verificare se i sintomi manifestati siano da far risalire al Covid-19".

Riporteremo maggiori informazioni e aggiornamenti non appena possibile.

PROSEGUI LA LETTURA

Lucia Annunziata ricoverata all'ospedale Spallanzani di Roma é stato pubblicato su Tvblog.it alle 14:15 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
30 anni fa la prima puntata di Twin Peaks (ma scordatevi una maratona tv) Wed, 08 Apr 2020 15:14:20 +0000 https://www.tvblog.it/post/1710346/twin-peaks-30-anni-prima-puntata https://www.tvblog.it/post/1710346/twin-peaks-30-anni-prima-puntata Paolo Sutera Paolo Sutera

Visionario, leggendario, ipnotico, rivoluzionario: questi ed altri aggettivi sono stati usati, in tutti questi anni, per descrivere Twin Peaks. E proprio oggi, 8 aprile 2020, questo show che ha contribuito a modo suo a scrivere la Storia della serialità in televisione compie trent'anni.

Era l'8 aprile 1990 (da noi arrivò il 9 gennaio 1991 su Canale 5) quando la Abc mandò in onda l'episodio pilota di quella meravigliosa follia ideata da David Lynch e Mark Frost. La cittadina di Twin Peaks, l'omicidio di Laura Palmer (Sheryl Lee), le indagini dell'agente speciale Dale Cooper (Kyle MacLachlan) e soprattutto la platea di personaggi secondari che hanno popolato lo show hanno creato un mondo che si è subito imposto agli occhi del pubblico.

Non serve infatti fermarsi al semplice risultato degli ascolti (sebbene il primo episodio, con 34 milioni di telespettatori, segnò il migliore dato di quella stagione televisiva americana) per notare quanto Twin Peaks sia entrato nella cultura pop degli anni Novanta e viva ancora oggi.

Lynch e Frost hanno saputo mettere in scena un mondo che ha superato le immaginazioni, ma che al tempo stesso ha trovato nel giallo (formato tra i più utilizzati in tv) un gancio perfetto per catturare il pubblico e tenerlo incollato al piccolo schermo. Il resto lo hanno fatto i momenti tra il drama puro ed il surreale, gli elementi mystery che a sorpresa hanno fatto irruzione dentro la trama e l'ironia non sempre da tv commerciale: un mix di ingredienti la cui miscela ha creato, appunto, Twin Peaks.

Sebbene 27 anni dopo il primo episodio Showtime abbia dato vita al tanto atteso sequel ("ci rivedremo tra 25 anni", d'altra, parte, era stata una delle ultime battute del finale della seconda stagione), il Twin Peaks che è rimasto nel cuore dei fan è quello di trent'anni fa. Quello che ha portato in tv un nuovo modo di pensare le serie televisive, che ha superato i confini della trama verticale per far scoprire al pubblico quella orizzontale, che ha costretto i telespettatori a doversi impegnare per arrivare alla risoluzione del mistero (sebbene, in Twin Peaks, non si possa mai dire che tutto è stato risolto). Il Twin Peaks che, in altre parole, oggi è celebrato da tutti i fan.

Eppure, in tv di questa celebrazione non si vede niente: nessun canale televisivo, in Italia, ha deciso di approfittare da una parte di questa compleanno e dall'altra della quarantena per riproporre una maratona di Twin Peaks. Certo, i diritti di messa in onda complicano le cose, peccato: così, per chi volesse fare un viaggio indietro nel tempo può farlo "solo" grazie a Now Tv, che mette a disposizione le prime due stagioni (ma del revival, tra l'altro mai andato in onda in chiaro, non c'è traccia).

Il vero regalo, però, lo fa MacLachlan: rimasto per tutta la durata della sua carriera legato al personaggio di Dale Cooper, l'attore ha deciso di fare un live tweeting di un episodio della serie scelto dai fan. Alle 11:30 americane (le 20:30 italiane), quindi, si potrà vedere insieme -virtualmente- e commentare l'episodio pilota. Successivamente, sul suo account Instagram, terrà una diretta con un ospite a sorpresa. Una serata da non perdere, magari accompagnata da una tazza di buon caffè ed una fetta di torta alla ciliegia.

PROSEGUI LA LETTURA

30 anni fa la prima puntata di Twin Peaks (ma scordatevi una maratona tv) é stato pubblicato su Tvblog.it alle 15:14 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Grande Fratello Vip 4, la finale in diretta dalle ore 21:35 Wed, 08 Apr 2020 07:56:10 +0000 https://www.tvblog.it/post/1710206/grande-fratello-vip-4-finale-diretta https://www.tvblog.it/post/1710206/grande-fratello-vip-4-finale-diretta Fabio Morasca Fabio Morasca

Grande Fratello Vip 4 è il reality show in onda su Canale 5, ogni mercoledì in prima serata, condotto da Alfonso Signorini, con la partecipazione di Pupo nel ruolo di opinionista.

Grande Fratello Vip 4: le anticipazioni della finale

Questa sera, mercoledì 8 aprile 2020, andrà in onda la finale della quarta edizione del Grande Fratello Vip.

I finalisti sono Aristide Malnati, Paola Di Benedetto, Paolo Ciavarro e Sossio Aruta ma nella Casa, attualmente, sono presenti anche Antonella Elia, Andrea Denver e Patrick Ray Pugliese, al televoto per guadagnare gli ultimi due posti da finalisti a disposizione.

Solo uno di loro si aggiudicherà il montepremi in palio pari a 100.000 euro, metà del quale andrà in beneficienza.

Grande Fratello Vip 4: dove vederlo

La finale del Grande Fratello Vip 4 andrà in onda su Canale 5 a partire dalle ore 21:35.

La puntata sarà visibile anche in streaming sul sito ufficiale di Mediaset Play (con l'opzione Restart) dove sarà possibile rivederla anche una volta terminata la messa in onda nella sezione On Demand.

Altri video sono disponibili sul sito ufficiale del Grande Fratello.

Grande Fratello Vip 4: Second Screen

Grande Fratello Vip è presente sul web con il sito ufficiale del programma.

Su Facebook, invece, possiamo trovare la pagina ufficiale del reality show.

Su Twitter, infine, l’account ufficiale è il seguente: @grandefratello. L'hashtag con il quale si può commentare il programma è il seguente: #gfvip.

Grande Fratello Vip ha anche un profilo ufficiale su Instagram.

Per chi vuole seguire la puntata in liveblogging, invece, il consueto appuntamento è su TvBlog, magazine di Blogo, a partire dalle ore 21:35.

Fonte | Ufficio Stampa Grande Fratello Vip

PROSEGUI LA LETTURA

Grande Fratello Vip 4, la finale in diretta dalle ore 21:35 é stato pubblicato su Tvblog.it alle 07:56 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
R. Kelly rilasciato su cauzione per emergenza Coronavirus? Il giudice respinge la richiesta Wed, 08 Apr 2020 12:35:30 +0000 https://www.soundsblog.it/post/590107/r-kelly-cauzione-emergenza-coronavirus-giudice-respinge-richiesta https://www.soundsblog.it/post/590107/r-kelly-cauzione-emergenza-coronavirus-giudice-respinge-richiesta Alberto Graziola Alberto Graziola

Un giudice federale a New York ha negato la richiesta di R. Kelly di essere rilasciato dalla prigione su cauzione a causa della crisi legata al COVID-19. Martedì, il giudice distrettuale statunitense Anne Donnelly, del distretto orientale di New York, ha stabilito che il cantante deve rimanere in custodia presso il Metropolitan Correctional Center di Chicago, nell'Illinois, come riportato dal sito Billboard.

Le accuse includono il racket e la coercizione di un minore per esercitare attività sessuali illegali. In Illinois, è in attesa di processo dinanzi al tribunale federale per diverse accuse di abuso sessuale, tra cui pornografia infantile, nonché accuse di violenza e abusi sessuali nella Contea di Cook. Kelly si è dichiarato non colpevole delle accuse.

L'avvocato del cantante e produttore ha chiesto che venisse rilasciato sotto cauzione proprio appellandosi all'emergenza sanitaria che sta colpendo il mondo intero ma il giudice ha respinto la richiesta:

"Mentre sono in sintonia con l'ansia comprensibile dell'imputato per COVID-19, non ci sono validi motivi per giustificare la sua liberazione. Al momento, non ci sono casi confermati di COVID-19 nell'MCC di Chicago."

Donnelly ha sottolineato che l'ufficio di prigione aveva già adottato misure per proteggere i detenuti, tra cui la fornitura di sapone, la sospensione delle visite legali e sociali, dei trasferimenti, con screening e test disponibili. Ha anche affermato che non era tra i gruppi a rischio identificati dai Centri per il controllo delle malattie.

PROSEGUI LA LETTURA

R. Kelly rilasciato su cauzione per emergenza Coronavirus? Il giudice respinge la richiesta é stato pubblicato su Soundsblog.it alle 12:35 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
La morte corre sul fiume: il remake del classico con Robert Mitchum Wed, 08 Apr 2020 09:22:41 +0000 https://www.cineblog.it/post/944745/la-morte-corre-sul-fiume-universal-prepara-il-remake-del-classico-con-robert-mitchum https://www.cineblog.it/post/944745/la-morte-corre-sul-fiume-universal-prepara-il-remake-del-classico-con-robert-mitchum Pietro Ferraro Pietro Ferraro

[Per visionare il trailer clicca sull'immagine in alto]

 

Il classico del 1955 La morte corre sul fiume fruirà di un remake targato Universal Pictures. Lo studio ha coinvolto Amy Pascal come produttrice del film mentre Matt Orton (Operation Finale) scriverà la sceneggiatura.

Il film originale diretto dall'attore Charles Laughton, alla sua prima e unica regia, vede protagonisti Robert Mitchum e Shelley Winters ed è basato del romanzo noir "The night of the hunter" di Davis Grubb.

La storia segue un fanatico religioso, truffatore e assassino di nome Harry Powell che sposa una vedova, sapendo che il marito deceduto ha nascosto 10.000$ dalle autorità a seguito di un furto in banca. I bambini piccoli della vedova sono riluttanti a dirgli dove il loro vero padre ha nascosto i soldi mentre l'uomo pianifica modi più sinistri per trovare dove trovare i soldi.

Il film di Laughton all'epoca scatenò controversie per il contenuto forte e il ruolo di Mitchum, ispirato al serial killer Harry Powers giustiziato nel 1932 per l'omicidio di due vedove e tre bimbi a Quiet Dell (Virginia Occidentale). Mitchum sette anni dopo tornerà nei panni di un altro memorabile "villain" nel thriller Il promontorio della paura, altro classico che ha fruito di un remake nel 1991 diretto da Martin Scorsese e con Robert De Niro nei panni del personaggio di Mitchum.

"La morte scorre sul fiume" non ebbe successo alla sua uscita, ma in seguito fu rivalutato e apprezzato non solo per la performance di Mitchum, considerata una delle migliori dell'attore, ma anche dal punto di vista estetico per la forte influenza sul film del cinema espressionista tedesco e dei lavori del cineasta David Wark Griffith, uno dei padri del cinema americano nonché regista di Nascita di una nazione. Nel 1992 "La morte corre sul fiume" è stato scelto per la conservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.

 

Fonte: Variety

 

 

 

PROSEGUI LA LETTURA

La morte corre sul fiume: il remake del classico con Robert Mitchum é stato pubblicato su Cineblog.it alle 09:22 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Tyler Rake: trailer italiano del film Netflix con Chris Hemsworth Wed, 08 Apr 2020 08:50:27 +0000 https://www.cineblog.it/post/944737/tyler-rake-trailer-italiano-fillm-netflix https://www.cineblog.it/post/944737/tyler-rake-trailer-italiano-fillm-netflix Pietro Ferraro Pietro Ferraro

[Per visionare il trailer clicca sull'immagine in alto]

 

Netflix ha reso disponibile un trailer italiano ufficiale di Tyler Rake (Extraction), l'action-thriller con protagonista Chris Hemsworth, il Thor dell'Universo Cinematografico Marvel. Il film scritto da Joe Russo che ha anche co-prodotto la pellicola con suo fratello Anthony Russo segue la missione di un temprato mercenario, inviato in Bangladesh per salvare il figlio rapito di un narcoboss, si trasforma in un'introspettiva lotta per la sopravvivenza.

Il film segna il debutto alla regia di Sam Hargrave, attore stuntman e coordinatore di scene d'azione i cui crediti da stuntman includono ruoli di di controfigura di Hugh Jackman in Wolverine - L'immortale e del Captain America di Chris Evans in The Avengers. Hargrave ha lavorato con in Fratelli Russo in tutti i film dell'UCM diretti dai fratelli cineasti incluso il blockbuster Avengers: Endgame.

 

La trama ufficiale:

 

Tyler Rake (Chris Hemsworth), un mercenario che opera nel mercato nero, affronta la missione più pericolosa della sua vita quando viene ingaggiato per salvare il figlio rapito di un boss del crimine internazionale.

 

Il cast è completato da David Harbour (Hellboy, Stranger Things), Golshifteh Farahani, Derek Luke, Pankaj Tripathi, Randeep Hooda, Mir Sarwar, Chris Jai Alex, Marc Donato e Hays Wellford.

Tyler Rake arriva su Netflix in esclusiva su Netflix dal 24 aprile.

 

 

 

PROSEGUI LA LETTURA

Tyler Rake: trailer italiano del film Netflix con Chris Hemsworth é stato pubblicato su Cineblog.it alle 08:50 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Coronavirus, l'ENPA denuncia le troppe multe a chi si prende cura degli animali randagi Wed, 08 Apr 2020 10:00:58 +0000 https://www.petsblog.it/post/173694/coronavirus-enpa-denuncia-multe-prende-cura-animali-randagi https://www.petsblog.it/post/173694/coronavirus-enpa-denuncia-multe-prende-cura-animali-randagi Dottoressa Veterinaria Manuela Dottoressa Veterinaria Manuela

Animali randagi

Dall'ENPA arriva un appello: basta multe a chi si occupa degli animali randagi. Nonostante la cura degli animali randagi sia ampiamente concessa dalle varie ordinanze restrittive, l'ENPA lamenta la presenza di troppe multe nei confronti dei volontari animalisti che aiutano a gestire colone feline e fauna urbana vagante. Per questo motivo, l'ufficio legale dell'ENPA ha deciso di assistere tutti quei volontari che sono stati ingiustamente multati e che fanno un lavoro che dovrebbe spettare al Comune. Nonostante ciò, molti di essi vengono sanzionati dalle forze dell'ordine.

ENPA: stop alle multe per chi si occupa di colonie feline e randagi

L'ENPA ha spiegato che sia i volontari dell'ENPA che la Protezione Animali che molte associazioni locali di volontariato, si stanno occupando di non far morire di fame i gatti delle colonie o i randagi liberi (si tratta del "cane di quartiere", figura presente in diverse Regioni e tutelata dalla legge). Tutti questi animali non possono essere abbandonati a se stessi e i volontari, adottando le misure di sicurezza personale previste, rischiano continuamente in prima persona prendendosi cura di questi animali che altrimenti non riceverebbero cibo o cure.

Le indicazioni fornite dal Governo sono chiare: accudire un animale è uno stato di necessità, il lavoro dei volontari è consentito ed è indispensabile, è indifferibile. Per questo motivo il Ministero della Salute permette gli spostamenti a tale fine anche in comune diverso da quello di residenza. Nonostante ci siano alcuni Comuni e Regioni che hanno coordinato queste attività con le associazioni, ci sono molti esponenti della Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza che interpretano la legge a modo loro, sanzionando continuamente questi volontari.

Per questo motivo l'ENPA non solo ha messo a disposizione di questi volontari ingiustamente multati il proprio servizio legale, ma ha anche chiesto che vengano diramate norme di comportamento unitarie e chiare, spiegando a chi si occupa di effettuare i controlli cosa sia permesso e cosa no.

Via | Ansa

Foto | Pixabay

PROSEGUI LA LETTURA

Coronavirus, l'ENPA denuncia le troppe multe a chi si prende cura degli animali randagi é stato pubblicato su Petsblog.it alle 10:00 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
GF Vip 4, Aristide Malnati parla di vibratori di legno Wed, 08 Apr 2020 08:07:08 +0000 https://www.gossipblog.it/post/619174/grande-fratello-vip-4-aristide-malnati-vibratori-legno-antonella-elia https://www.gossipblog.it/post/619174/grande-fratello-vip-4-aristide-malnati-vibratori-legno-antonella-elia Marcello Filograsso Marcello Filograsso

Ultimo dei caffè letterari al Grande Fratello Vip 4, il reality show con concorrenti famosi condotto da Alfonso Signorini e stasera in onda con la finale su Canale 5.

A tenere il consesso Aristide Malnati, grande amico del presentatore, che ha svelato un particolare legato al piacere sessuale degli antichi:

"Sul papiro sono rappresentati gli egizi in fila indiana. Facevano una sorta di trenino. Nell'antichità si utilizzavano i vibratori di legno".

La spiegazione ha colto di sorpresa Antonella Elia, che ne ha approfittato per mettere in imbarazzo ulteriormente il colto concorrente:
"Però io non ho capito questa cosa del trenino, cosa significa? Mi fai vedere una posizione?"

Davanti a Paolo Ciavarro e Sossio Aruta, il caffè letterario si è rivelato particolarmente esilarante. Aristide Malnati è uno dei finalisti del programma: di recente ha confessato nella casa di essere attratto dagli uomini ma di essersi infatuato di donne più giovani.

Aristide Malnati è nato il 10 luglio 1964 a Milano sotto il segno del Cancro e ha 55 anni. Di professione un archeologo, egittologo e mummologo - viene da qui il soprannome Mummy. Vanta ben 15 campagne di scavo in Egitto e la pubblicazione di 12 papiri greci. Al liceo è stato il compagno di banco di Alfonso Signorini con il quale, attualmente, è legato da un'amicizia molto profonda. Uomo colto e ironico, dopo decenni di studio ha scelto il giornalismo e, poi, per la televisione, in qualità di autore e opinionista. Nel 2016, ha partecipato all'Isola dei Famosi come naufrago.

 

 

PROSEGUI LA LETTURA

GF Vip 4, Aristide Malnati parla di vibratori di legno é stato pubblicato su Gossipblog.it alle 08:07 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Come si mangia il kefir, ricette per la colazione Wed, 08 Apr 2020 10:00:17 +0000 https://www.benessereblog.it/post/199192/come-si-mangia-il-kefir-ricette-per-la-colazione https://www.benessereblog.it/post/199192/come-si-mangia-il-kefir-ricette-per-la-colazione Roberta F. Roberta F.

Come si mangia il kefir, ricette per la colazione

Il kefir è una bevanda fermentata simile allo yogurt: ha un sapore fresco e leggermente aspro, e una consistenza leggermente “effervescente" e più cremosa del comune latte.

Proveniente dalla Russia, dove viene prodotto da tempo immemore, ecco benefici e usi in cucina, soprattutto nell'ambito di una colazione salutare.

Benefici del kefir


I suoi benefici per la nostra salute, ed in particolare per quella dell’intestino, sono indubbi: favorisce la formazione di anticorpi e agisce positivamente nel riequilibrare la flora batterica intestinale.

Rafforza, quindi, le difese immunitarie e può essere bevuto anche da chi in genere tollera poco il lattosio in quanto ne contiene una bassa percentuale. Agli intolleranti si consiglia di farlo con il latte vegetale.


Kefir e yogurt: differenze


Nonostante siano simili, le differenze tra yogurt e kefir sono nette. Quest’ultimo si differenzia dal primo per il fatto di contenere una maggiore percentuale di grassi da un lato, ma anche di proteine e più probiotici dall’altro. E’ molto nutriente ed ha una percentuale di lattosio inferiore a quella dello yogurt.

Come mangiare il kefir a colazione



  • Versalo sui cereali al posto del latte.

  • Utilizzalo come base dei frullati al posto dello yogurt. Basta seguire la ricetta originale senza stravolgimenti.

  • Uniscilo all’impasto dei pancake dolci e salati per colazioni deliziose e brunch nutrienti.

  • Uniscilo, in un bicchiere, al muesli, quindi copri con una macedonia di frutta fresca di stagione.

  • Usalo come base per il porridge al posto del latte (vaccino o vegetale che sia).

  • Utilizzalo all’interno dell’impasto di prodotti da forno come focacce e pani dolci e brioche.



Come usare il kefir in cucina



  • Usalo per addensare le zuppe di verdura e le creme di legumi.

  • Usalo come base per una salsa per condire le verdure o la pasta.

  • Usalo come ingrediente principale di un gelato.

  • Usalo per fare un semplice ma sfizioso dip per le verdure.


Photo | Pixabay

PROSEGUI LA LETTURA

Come si mangia il kefir, ricette per la colazione é stato pubblicato su Benessereblog.it alle 10:00 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Coronavirus e internet, guida per i genitori ai tempi della quarantena Wed, 08 Apr 2020 15:04:26 +0000 https://www.bebeblog.it/post/225345/coronavirus-internet-guida-genitori-quarantena https://www.bebeblog.it/post/225345/coronavirus-internet-guida-genitori-quarantena Patrizia Chimera Patrizia Chimera

Coronavirus e internet

Ai tempi del Coronavirus, le famiglie vivono praticamente in quarantena. Si può uscire solo per necessità. Chi può lavora da casa, chi non può nella maggior parte dei casi è in cassa integrazione. O se ha la partita iva nemmeno quella. Mentre i figli studiano online. Come evitare che possano incappare in pericoli in questo momento storico in cui volenti o nolenti si è praticamente connessi tutto il giorno?

Le nostre abitudini sono state sconvolte. La tecnologia è diventata fondamentale in ogni aspetto della vita. Dal fare la spesa a informarsi, dal tenersi in contatto con le persone allo studio e al lavoro. Pepita (cooperativa sociale costituita da educatori esperti nella progettazione e realizzazione di interventi socio-educativi, percorsi di formazione e attività di animazione in scuole, enti pubblici, associazioni di volontariato, oratori e altre realtà del privato sociale) e Fondazione Carolina Onlus (fondata da Paolo Picchio in nome della figlia Carolina, prima vittima acclarata di cyberbullismo in Italia, per sensibilizzare gli educatori sui rischi dell'uso scorretto dei nuovi media) ci danno una mano a non perderci.

In questo momento di difficoltà per molte famiglie, le due associazioni vogliono dare una serie di consigli utili per "accompagnare, sostenere e informare l’intera comunità educante", quindi genitori, educatori, docenti, allenatori.

La guida di Pepita e Fondazione Carolina Onlus è composta di 41 pagine. 5 capitoli per raccontare cosa è bene conoscere della vita online dei nostri figli:


  1. i luoghi online che frequentano i nostri figli

  2. i rischi che possono incontrare

  3. “guidano una ferrari, ma senza patente”: come porsi con loro

  4. conoscere la normativa italiana e le leggi che tutelano la vita online

  5. strumenti di protezione online


La guida completa si può scaricare qui e si può condividere con tutti i propri contatti, per far arrivare il messaggio a più genitori possibili. Perché è giunto finalmente il tempo di conoscere la rete. E saperla usare. Ragazzi e adulti.

Foto di April Bryant da Pixabay

PROSEGUI LA LETTURA

Coronavirus e internet, guida per i genitori ai tempi della quarantena é stato pubblicato su Bebeblog.it alle 15:04 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
La storia del coniglio di Pasqua da raccontare ai bambini Wed, 08 Apr 2020 09:00:28 +0000 https://www.bebeblog.it/post/225288/la-storia-del-coniglio-di-pasqua-da-raccontare-ai-bambini https://www.bebeblog.it/post/225288/la-storia-del-coniglio-di-pasqua-da-raccontare-ai-bambini Roberta F. Roberta F.


Tra i simboli della Pasqua c'è anche il coniglio. Animaletto tenero e simpatico che trova spazio tra colombe, campane e ramoscelli di ulivo si tratta, in realtà, di un'"importazione". Un po' come è avvenuto con la festa di Halloween, il coniglio pasquale viene da lontano.

Ebbene, forse non tutti sanno come il coniglio sia collegato alla festività: questa è una buona occasione per scoprirlo e condividerlo con i piccoli di casa i quali, quando si tratta di ascoltare storie raccontate da mamma, papà, nonno o nonna, sono sempre tutt’orecchie.

C’è da dire, tuttavia, come il coniglietto sia un simbolo importato dai paesi anglosassoni e da quelli tedeschi che, man mano, si è insediato anche nella nostra cultura. In alcuni paesi il coniglio pasquale, noto anche come coniglio di primavera o coniglietto pasquale, è un animaletto della fantasia che lascia doni ai bambini. Ecco spiegato come mai anche da noi lo si associ alla festa.

Cliccate sul video e ascoltate insieme ai piccoli la storia delle uova di Pasqua del coniglietto: sarà un ottimo modo per passare il tempo e per prepararsi alla vicina Pasqua. Questa può far parte delle storie per spiegare la Pasqua ai bambini, argomento di religione che magari non hanno ancora affrontato durante il Catechismo ma che vale la pena trattare.

Photo | Youtube

PROSEGUI LA LETTURA

La storia del coniglio di Pasqua da raccontare ai bambini é stato pubblicato su Bebeblog.it alle 09:00 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Animali e Coronavirus Wed, 08 Apr 2020 12:00:13 +0000 https://www.petsblog.it/post/173697/animali-positivi-coronavirus-roberto-burioni-sperimentare-vaccino https://www.petsblog.it/post/173697/animali-positivi-coronavirus-roberto-burioni-sperimentare-vaccino Dottoressa Veterinaria Manuela Dottoressa Veterinaria Manuela

Cani e gatti

A proposito degli animali positivi al Coronavirus, interviene anche Roberto Burioni: perché non sperimentare il vaccino? Sono stati segnalati cani positivi al Sars-Cov-2, gatti, furetti (d'altronde il furetto è suscettibile anche di sviluppare l'influenza umana) e persino una tigre. Intervenendo a "Che tempo che fa" di Fabio Fazio, Roberto Burioni ha spiegato che il fatto che il Coronavirus sembri poter contagiare gli animali (anche se non è possibile il contagio da loro a noi) è positivo in quanto permette di avere dei vantaggi nella sperimentazione dei vaccini. Burioni ha, ovviamente, specificato che si potrebbero sperimentare sugli animali il vaccino per vedere se funziona e se sono protetti, rispettandoli e senza farli soffrire.

Coronaviru: Roberto Burioni e il vaccino testato sugli animali

Burioni ha dovuto rassicurare gli animalisti e ha fatto un esempio pratico: la ricerca del vaccino contro l'HIV. Tale ricerca è stata fortemente rallentata dal fatto che non ci sono modelli animali. Invece per il Sars-Cov-2 potrebbero esserci dei modelli animali: gli amici a quattro zampe potrebbero dare un aiuto fondamentale per sconfiggere la Covid-19.

Inutile dire che le parole di Burioni hanno scatenato l'ira del web e dei social network: molti utenti sostengono che animali domestici, cani e gatti non vadano toccati. Tuttavia dal punto di vista scientifico, la possibilità di accelerare i tempi per avere un vaccino non è da sottovalutare. Inoltre pensiamola in un'altra ottica: se lo studio di un vaccino per questo Coronavirus umano desse nuovo impulso alla ricerca per un vaccino per la FIP da Coronavirus nel gatto?

Burioni ha poi anche ribadito alcuni concetti: il Coronavirus non c'entra nulla con le onde del 5G e il fatto che bisogna controllare le persone guarite, per essere sicuri che non siano ancora contagiose a distanze di settimane.

Via | Repubblica

Foto | Pixabay

PROSEGUI LA LETTURA

Animali e Coronavirus é stato pubblicato su Petsblog.it alle 12:00 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
#AllYouCanTreat: la raccolta fondi di Triboo Mon, 23 Mar 2020 12:07:21 +0000 https://www.polisblog.it/post/459084/raccolta-fondi-triboo-per-humanitas https://www.polisblog.it/post/459084/raccolta-fondi-triboo-per-humanitas Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Il Gruppo Triboo vuole manifestare la sua vicinanza a tutti gli operatori sanitari che sono impegnati nella lotta contro il coronavirus Covid-19 e per questo motivo ha lanciato una raccolta fondi su GoFundMe che è dedicata ai medici, gli infermieri e i ricercatori degli ospedali Humanitas.

Le donazioni possono essere fatte da chiunque e di qualunque somma attraverso il sito GoFundMe, vi basta seguire il link https://www.gofundme.com/f/allyoucantreat e fare la vostra offerta. I fondi raccolti serviranno a comprare materiali e attrezzature necessarie per rafforzare le terapie intensive.

In particolare, saranno acquistati: tute, mascherine, camici e altri dispositivi di protezione individuale per gli operatori sanitari; ventilatori polmonari; sistemi di monitoraggio; telemetrie. Sono tutti strumenti indispensabili per chi è in terapia intensiva. Tutti insieme è possibile garantire le cure a chi ne ha bisogno e sconfiggere il covid-19 che sta martoriando l'Italia.

PROSEGUI LA LETTURA

#AllYouCanTreat: la raccolta fondi di Triboo é stato pubblicato su Polisblog.it alle 12:07 di Monday 23 March 2020

]]>
0
Boccia: "Tutte le regioni dovevano subito distinguere tra luoghi Covid e non" Wed, 08 Apr 2020 11:51:11 +0000 https://www.polisblog.it/post/460048/boccia-regioni-dovevano-subito-distinguere-luoghi-covid-e-non https://www.polisblog.it/post/460048/boccia-regioni-dovevano-subito-distinguere-luoghi-covid-e-non Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Anche se i numeri relativi a contagi e decessi dell'epidemia dal plateau sembrano aver preso la discesa, è troppo presto per confermare un trend e ancor di più per indicare la data d'avvio della fase 2, quella di convivenza con il virus, nella quale si potrà riprendere, seppur con mille precauzioni, a uscire e a tornare a una vita più o meno normale.

Lo ribadisce stamattina il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia a Circo Massimo su Radio Capital. La cosiddetta fase 2 "è l'interruttore generale che si riaccende" ma non c'è una data neanche simbolica perché "non è realistico dare date, non sarebbe corretto. Il grado di rischio delle singole attività determinerà i tempi".

Boccia ha detto che "ieri per la prima volta i numeri hanno iniziato a fare vedere una luce, fioca ma c'è. Quei numeri coincidono con l'aver abbattuto la barriera dell'uno, cioè ogni positivo comincia a contagiare meno di una persona. Ora dobbiamo arrivare a 0,5, 0,6, alcune regioni iniziano ad essere in quella zona lì, però dobbiamo fare qualche altro sacrificio".

Secondo Boccia "l'autonomia - sono parole del Presidente della Repubblica non mie - quando è sussidiarietà rafforza davvero l'unità nazionale, ovviamente le Regioni quando c'è un'emergenza nazionale devono dire signor sì e questo non sempre è avvenuto".

In riferimento ai rapporti con le Regioni, il ministro ha aggiunto: "Molti presidenti, come Bonaccini, hanno aiutato la mediazione continua, abbiamo 21 organizzazioni regionali diverse, non tutte hanno reagito allo stesso modo, ma le valutazioni le faremo".

In ogni caso secondo Boccia "da questa vicenda si è capito che la prevenzione territoriale pubblica deve essere capillare e rigorosa e le Regioni che erano in condizioni critiche hanno avuto questa caratteristica, mi riferisco ad Emilia Romagna e Veneto. La condizione di quelle Regioni rispetto alla Lombardia è diversa. Quando è esploso il Covid 19 doveva essere molto chiaro a tutti che era necessario distinguere i luoghi Covid dai luoghi non Covid".

PROSEGUI LA LETTURA

Boccia: "Tutte le regioni dovevano subito distinguere tra luoghi Covid e non" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 11:51 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Crolla ponte di Caprigliola tra La Spezia e Massa Wed, 08 Apr 2020 15:09:50 +0000 https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/628726/crolla-ponte-di-caprigliola-tra-la-spezia-e-massa-spezzato-gasdotto-un-ferito https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/628726/crolla-ponte-di-caprigliola-tra-la-spezia-e-massa-spezzato-gasdotto-un-ferito Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

crollo ponte aprigliola

È crollato stamane il ponte di Caprigliola, che collega La Spezia e Massa. L’emergenza coronavirus ha sostanzialmente evitato la tragedia, poiché al momento del crollo, come riferiscono testimoni oculari, c’erano sul ponte solo due furgoni, che sono rimasti comunque sopra la carreggiata crollata e i cui guidatori si sono messi in salvo. Il crollo ha spezzato il tubo di un gasdotto sottostante e ha causato un ferito.

Il ponte di Caprigliola, costruito sul fiume Magra, collega sostanzialmente la Liguria con la Toscana ed è sito in Albiano Magra (Massa Carrara), lungo la provinciale che dalla Val vi Vara giunge fino alla Val di Magra (La Spezia). Negli ultimi mesi si è discusso tanto di questo ponte, poiché a novembre del 2019, in seguito a forti piogge, si era formata una crepa assai preoccupante. In seguito ad un sopralluogo dell’Anasa, la stessa era stata riparata con un intervento che ha consentito la riapertura al traffico senza alcun limite.

Upi: "Crollo per mancanza di manutenzione"

Da alcuni video pubblicati su Twitter da testimoni oculari, emerge chiaramente la fuoriuscita di gas conseguente dalla rottura di una condotta. Pronto l’intervento da parte di Italgas, che tramite un portavoce spiega che l’interruzione temporanea del servizio interessa solamente la frazione di Caprigliola, nel comune di Aulla (Massa Carrara). L’Unione delle Provincie Italiane (Upi) parla senza mezzi termini di un disastro causato dalla mancanza di manutenzione: "Deve essere chiaro, ancora una volta - dice il presidente Michele de Pascale - che quando le Province dicono a gran voce, e dati alla mano, che il Paese ha bisogno urgente di manutenzione non è per fare allarmismo ma perché la presenza sul territorio ci consente di avere un quadro chiaro delle necessità".

PROSEGUI LA LETTURA

Crolla ponte di Caprigliola tra La Spezia e Massa é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 15:09 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Oms: "Non è il momento di allentare le misure" Wed, 08 Apr 2020 16:54:24 +0000 https://www.polisblog.it/post/460067/oms-non-e-il-momento-di-allentare-le-misure-anzi-triplicare-gli-sforzi https://www.polisblog.it/post/460067/oms-non-e-il-momento-di-allentare-le-misure-anzi-triplicare-gli-sforzi redazione Blogo.it redazione Blogo.it

oms coronavirus

Nonostante i segnali sul rallentamento dei contagi siano buoni, secondo l’Oms non è il momento di abbassare la guardia, anzi proprio visto che si stanno ottenendo i risultati, occorre proseguire così, se possibile con sacrifici ancora più stringenti. "Non è il momento di allentare le misure. Anzi, bisogna raddoppiare e triplicare i nostri sforzi", fa sapere l’Organizzazione Mondiale della Sanità in merito all’emergenza coronavirus tramite Hans Henri P. Kluge, direttore regionale per l’Europa.

Coronavirus: 96 medici morti

La situazione continua ad essere "molto preoccupante" secondo l’Oms, con i contagi che a livello europeo sono giunti a quota 687.236 mentre i decessi a 52.824 (dati aggiornati alla mattina dell’8 aprile). Intanto, in Italia, sono saliti a 96 i decessi di medici morti per COVID-19: come emerge dall’elenco aggiornato pubblicato dalla Federazione nazionale degli ordini dei medici, l’ultimo in ordine di tempo è Nabeel Khair, 63 anni, di origine palestinesi e in servizio nell'ambulatorio di Tonara in provincia di Nuoro.

Si tratta del primo medico a perdere la vita in Sardegna. Era ricoverato all'ospedale Santissima Trinità di Cagliari dopo essere risultato positivo al tampone a metà del mese di marzo. Tra le vittime da coronavirus viene annoverato anche il medico di famiglia Giuseppe Vasta e a spiegare il perché è il presidente Filippo Anelli: "Si è deciso di includere tutti i medici, pensionati o ancora in attività, perché per noi tutti i medici sono uguali. Alcuni dei medici pensionati, inoltre, erano rimasti o erano stati richiamati in attività; alcuni avevano risposto a una chiamata d'aiuto. Non si smette mai di essere medici".

PROSEGUI LA LETTURA

Oms: "Non è il momento di allentare le misure" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 16:54 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Occhiali e mascherina: come evitare di farli appannare Wed, 08 Apr 2020 10:24:05 +0000 https://www.melablog.it/post/225352/occhiali-mascherina-evitare-appannamento https://www.melablog.it/post/225352/occhiali-mascherina-evitare-appannamento Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

Mascherina e occhiali, come evitare che si appannino

Più di un lettore ci ha raccontato del fastidio che si prova quando le lenti degli occhiali si appannano a causa della mascherina. Nel bel mezzo dell'epidemia da Coronavirus, abbiamo pensato che fosse interessante spiegare a tutti come evitare questo seccante problema. Vi proponiamo le soluzioni ufficiali di chirurghi e polizia.

Metodo della Polizia di Tokyo


Il motivo per cui ci siamo spinti così lontano per capire come risolvere la cosa, dipende dal fatto che -per ragioni culturali- in Asia l'uso delle mascherine monouso è molto, molto più diffuso che qui da noi. La guida ufficiale della polizia di Tokyo consiglia di "piegare semplicemente la porzione superiore della maschera all'interno, oppure di inserire un fazzoletto di carta all'interno della maschera."

Quest'ultimo si occuperà di assorbire l'umidità in eccesso, ed eviterà che si diffonda verso l'alto.

Metodo dei Chirurghi

Un documento ufficiale pubblicato dal Royal College of Surgeons del Regno Unito e rivolto in modo esplicito ai chirurghi con occhiali da vista, consiglia invece il metodo dell'acqua e sapone:

"Immediatamente prima di indossare una mascherina, lavate gli occhiali con acqua saponata e scrollate l'eccesso. Poi, lasciate che le lenti si asciughino all'aria delicatamente, oppure asciugatele voi stessi con un panno morbido prima di indossarli nuovamente. Ora le lenti non dovrebbero più creare l'effetto nebbia quando indossate una mascherina."

Poi, però, ricordatevi di lavare gli occhiali non appena rientrate a casa. Tutti gli oggetti indossati all'aperto dovrebbero ricevere il medesimo trattamento. Poi fateci sapere com'è andata.

Acquista su Amazon:

PROSEGUI LA LETTURA

Occhiali e mascherina: come evitare di farli appannare é stato pubblicato su Melablog.it alle 10:24 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Covid19: ecco le visiere mediche a marchio Apple Wed, 08 Apr 2020 09:57:20 +0000 https://www.melablog.it/post/225346/covid19-mascherine-apple https://www.melablog.it/post/225346/covid19-mascherine-apple Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

Non soltanto soldi sonanti e mascherine per medici, corpo infermieristico e protezione civile. Grazie al contributo dei partner asiatici, e attraverso la collaborazione dei team design, ingegnerizzazione, operazioni e packaging, Apple si è messa a sfornare visiere protettive mediche, al ritmo di un milione la settimana.

Ogni pacco ospita 100 maschere, smontate e compattate in modo tale da occupare pochissimo spazio. Per l'assemblaggio -che richiede pochi istanti- è stata pubblicata una pagina di supporto ufficiale con animazioni e spiegazioni molto dettagliate. Si scopre così che il prodotto è anallergico, e che può essere riutilizzato dopo una semplice procedura di sterilizzazione.

La distribuzione è prevista inizialmente per gli Stati Uniti, ma Apple ha promesso che appena possibile parte della produzione verrà dirottata anche all'estero. Il dispositivo medico è stato presentato da Tim Cook in persona, in un breve video su Twitter che potete vedere qui di seguito.

Acquista su Amazon:

PROSEGUI LA LETTURA

Covid19: ecco le visiere mediche a marchio Apple é stato pubblicato su Melablog.it alle 09:57 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Laffite X-Road: estrema Super SUV coupé Wed, 08 Apr 2020 12:39:56 +0000 https://www.autoblog.it/post/1018962/laffite-x-road-estrema-super-suv-coupe https://www.autoblog.it/post/1018962/laffite-x-road-estrema-super-suv-coupe dario montrone dario montrone


Oltreoceano è disponibile la Laffite X-Road, estrema Super SUV con la compatta carrozzeria coupé a due porte da 429 centimetri di lunghezza. Quest'auto è prodotta dalla Laffite Supercars, fondata dall'imprenditore Bruno Laffite, ovvero il nipote del pilota Jacques Laffite di Formula 1. Sono previsti solo 30 esemplari, in vendita al prezzo unitario di 465.000 dollari (pari a circa 430.000 euro).

La Laffite X-Road è stata sviluppata in sinergia con la G-Tec dell'ingegnere di pista Philippe Gautheron, il quale ha progettato il telaio in tubi di acciaio al cromo-molibdeno. Grazie a questi accorgimenti tecnici, la massa ammonta a soli 1.300 kg. Questa Super SUV Coupé statunitense è proposta con il motore a benzina 6.2 V8 LS3 di origine GM, nella versione aspirata da 470 CV di potenza, oppure nella declinazione sovralimentata - mediante il compressore volumetrico - da 720 CV di potenza. La velocità massima, tuttavia, è limitata a 230 km/h. Infine, lo schema tecnico prevede la trazione posteriore e il cambio sequenziale a cinque o sei rapporti con i comandi al volante.

Anche a propulsione elettrica



Inoltre, la Laffite X-Road è disponibile anche nella configurazione Electric a propulsione elettrica da 350 kW o 476 CV che consente di raggiungere la velocità massima di 220 km/h. Il pacco delle batterie agli ioni di litio da 60 kWh garantisce l'autonomia massima di 320 km, ma grava sulla massa della vettura che pesa 1.630 kg. In vendita al prezzo di 545.000 dollari (poco più di 500.000 euro), la Laffite X-Road E è proposta su richiesta anche nella versione da 800 CV di potenza.

PROSEGUI LA LETTURA

Laffite X-Road: estrema Super SUV coupé é stato pubblicato su Autoblog.it alle 12:39 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
Hyundai: garanzia estesa per oltre 1 milione di veicoli Wed, 08 Apr 2020 10:27:11 +0000 https://www.autoblog.it/post/1018890/hyundai-garanzia-estesa-per-oltre-1-milione-di-veicoli https://www.autoblog.it/post/1018890/hyundai-garanzia-estesa-per-oltre-1-milione-di-veicoli Tommaso Giacomelli Tommaso Giacomelli

Per reagire a livello planetario all'emergenza dettata dal Coronavirus, alias Covid-19, Hyundai ha deciso di estendere la garanzia dei propri veicoli a ben 1,2 milioni esemplari, per aiutare coloro che potrebbero avere delle difficoltà a far riparare l'auto in questo difficile momento storico. Negli Stati Uniti, il Brand originario della Corea del Sud afferma che i proprietari con una garanzia limitata di 5 anni o 60.000 miglia per veicoli nuovi o una garanzia di 10 anni o 100.000 miglia con scadenza prevista tra marzo e giugno 2020 avranno la copertura della garanzia estesa a 30 giugno 2020. Ad ogni modo, Hyundai si prenderà in carico di informare tutti i clienti idonei nei prossimi giorni.

Hyundai Care


Hyundai Care è valido in 175 Paesi su oltre 1,21 milioni di vetture, tutti i veicoli con garanzia ufficiale in scadenza tra marzo e maggio 2020, beneficeranno di un'estensione di garanzia fino al 31 maggio 2020. Con questa decisione, Hyundai reagisce al diffondersi su scala globale del virus Covid-19, che ha spinto numerosi paesi a prendere misure precauzionali come la chiusura di strutture non essenziali. Il benessere dei clienti e dei lavoratori è un valore fondamentale per Hyundai, che sta monitorando attentamente l'evoluzione della pandemia osservando le limitazioni imposte dai governi per fermarne la diffusione. "Sappiamo che molti nostri clienti non hanno accesso ai servizi della nostra rete di officine in questo periodo. Con Hyundai C A R E desideriamo rassicurarli in merito alla possibilità di effettuare interventi in garanzia nei prossimi mesi. Non teniamo solo alla salute e alla sicurezza dei nostri clienti, ma anche alla "salute" e alla sicurezza dei loro veicoli". Così ha parlato Wonhong Cho, Executive Vice President e capo della Customer Experience Division di Hyundai Motor Company. Anche Hyundai Italia ha preso parte a questa iniziativa e contatterà personalmente i propri clienti distribuiti lungo lo Stivale per metterli al corrente di tale operazione.

PROSEGUI LA LETTURA

Hyundai: garanzia estesa per oltre 1 milione di veicoli é stato pubblicato su Autoblog.it alle 10:27 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
iPhone 12, scanner LiDAR e Notch più piccola Wed, 08 Apr 2020 10:00:54 +0000 https://www.melablog.it/post/224900/iphone-12-pro-lidar https://www.melablog.it/post/224900/iphone-12-pro-lidar Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

iPhone 12 Pro con scanner LiDAR
Aggiornamento del 6 aprile 2020

È da tempo che se ne parla, e a quanto pare i rumors avevano ragione. Stando alle indiscrezioni che circolano in questi giorni, iPhone 12 avrà una Notch più piccola e uno scanner LiDAR con funzionalità avanzate di Realtà Aumentata Immersiva, ma non su tutti i modelli. Ecco tutto quel che sappiamo.

Fotocamera LiDAR: Come Funziona


La tecnologia che Apple ha deciso di impiegare si chiama VCSEL (vertical-cavity surface-emitting lasers), che poi è un'evoluzione di quella lanciata con iPhone X nel 2017 e implementata nella cosiddetta fotocamera TrueDepth e che rende possibili Face ID, Animoji, Modalità Ritratto e perfino le feature basate su sensore di prossimità di AirPods. È il tipo di scanner che si trova sui nuovi iPad Pro e che rende ancora più precisa e affidabile la Realtà Aumentata, grazie al trittico Grandangolo, Ultragrandangolo e Teleobiettivo + sensori VCSEL.

Funziona così: uno speciale componente emette degli invisibili raggi laser che rimbalzano sulle superfici e vengono captati da un altro componente; in base al ritardo con cui tornano indietro ("time of flight") è possibile costruire un'immagine molto precisa del volto degli utenti; con iPhone 12, invece, si potrà ricostruire anche la forma degli oggetti e dell'ambiente circostante.

È come una sorta di scanner 3D tascabile che consente di piazzare oggetti tridimensionali nell'ambiente con maggiore precisione, creare esperienze più immersive di Realtà Aumentata e infine scattare foto ancora migliori, con un effetto Bokeh più credibile. È, per farla breve, qualcosa di molto simile al Progetto Tango di Google, ma molto più efficiente.


Aggiornamento: Questa immagine proviene da una versione di iOS 14 trapelata nelle ultime ore, dunque è da ritenersi probabilmente veritiera. Mostra l'aspetto anteriore e posteriore del nuovo iPhone 12 Pro, e da quel che si vede la Notch è effettivamente più piccola come vociferato nei mesi scorsi!

LiDAR su iPhone: Modelli Supportati


Sfortunatamente, e come già accennato, lo scanner LidAR sarà un'esclusiva dei modelli di punta, vale a dire iPhone 12 Pro e Pro Max. Lo rivelano i riferimenti al codice "d5x" (col codice "d4x", Apple si riferisce alla serie iPhone 11; dunque, "d5x" punta di certo alla generazione successiva) scovati all'interno della versione preliminare di iOS 14 trapelato in questi giorni. Il design complessivo dovrebbe essere grossomodo quello che si vede nel video qui su e nell'immagine qui di seguito. Buona visione.

PROSEGUI LA LETTURA

iPhone 12, scanner LiDAR e Notch più piccola é stato pubblicato su Melablog.it alle 10:00 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0
iOS e iPadOS 13.4.1: risolto il bug di FaceTime Wed, 08 Apr 2020 09:00:19 +0000 https://www.melablog.it/post/225249/ios-13-4-e-macos-10-15-4-niente-facetime https://www.melablog.it/post/225249/ios-13-4-e-macos-10-15-4-niente-facetime Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna


Aggiornamento dell'8 aprile 2020

Aggiornamento: Apple ha reso disponibile iOS e iPadOS 13.4.1, un aggiornamento minore che corregge il bug che rendeva impossibile utilizzare FaceTime coi dispositivi più vecchi. Problema risolto definitivamente.

Niente FaceTime con iOS 13.4


A quanto apre, i Mac aggiornati a macOS 10.15.4 e gli iPhone e iPad aggiornati a iOS 13.4 hanno difficoltà a chiamare via FaceTime i dispositivi più datati fermi a iOS 9.3.5 o iOS 9.3.6. Lo rivelano diverse segnalazioni comparse su Twitter, Reddit e sui forum del supporto Apple.

La soluzione ufficiale di Cupertino quando FaceTime non funziona consiste nell'aggiornare "il dispositivo alla versione più recente di iOS." Peccato che iOS 9.3.5 e iOS 9.3.6 siano le versioni più recenti installabili su alcuni tipi di dispositivi, inclusi iPad 2, iPad di terza generazione, iPhone 4S, iPad mini di prima generazione e iPod touch di quinta.

E poiché fino a iOS 13.3.1 e macOS 10.15.3 tutto funzionava a perfezione, ci si domanda cosa sia stato modificato nelle ultime build per creare questo problema. Problema che non poteva capitare in un momento peggiore, proprio nel bel mezzo dell'autoisolamento per milioni di persone in tutto il mondo a causa dell'epidemia di Coronavirus.

La fregatura è che, almeno per ora, non esiste una soluzione ufficiale e neppure ufficiosa; Apple è stata interpellata sulla faccenda, ma per il momento ancora tutto tace. Aggiorneremo il post non appena ci saranno novità. Intanto, a qualcuno è capito di non poter effettuare chiamate FaceTime con amici e parenti? Ditecelo nei commenti, su Twitter o sulla nostra pagina Facebook.

PROSEGUI LA LETTURA

iOS e iPadOS 13.4.1: risolto il bug di FaceTime é stato pubblicato su Melablog.it alle 09:00 di Wednesday 08 April 2020

]]>
0