it_IT Home Blogo.it - Ultime notizie della sezione Home Tue, 15 Oct 2019 17:25:37 +0000 Tue, 15 Oct 2019 17:25:37 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) https://www.blogo.it/home 2004-2014 Blogo.it Manovra 2020, alle ore 21 il Cdm per chiudere Lotteria anche per gli acquisti con carta di credito?]]> Tue, 15 Oct 2019 10:10:40 +0000 https://www.polisblog.it/post/448569/manovra-2020-alle-21-il-cdm-per-chiudere https://www.polisblog.it/post/448569/manovra-2020-alle-21-il-cdm-per-chiudere Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Federico D'Incà e Giuseppe Conte

Il Governo si è ridotto all'ultimo giorno utile per inviare il Documento programmatico di Bilancio alla Commissione Europea e all'Eurogruppo. Il Consiglio dei Ministri è stato fissato per stasera alle ore 21 e prima si sfrutterà il tempo a disposizione per cercare di sciogliere tutti i nodi che ancora ci sono.

Questa mattina alle 11 si terrà un vertice di maggioranza, al quale prenderà parte anche il Premier Giuseppe Conte prima di partire alla volta di Tirana per una visita istituzionale. Questo vertice, inizialmente, si sarebbe dovuto tenere ieri sera, ma alla fine tutto è slittato.

Pare che la decisione sia stata presa unilateralmente dal Movimento 5 Stelle, con grande sorpresa da parte dei Ministri del Pd, che avrebbero voluto iniziare il prima possibile la discussione per riuscire a raggiungere un'intesa. Si sta discutendo sulla possibile cancellazione retroattiva di alcune detraibilità sull'Irpef oltreché sulla modifica di quota 100; sono due proposte del Pd per far quadrare i conti, sulle quali il Movimento 5 Stelle starebbe facendo muro.

L'obiettivo di oggi è quello di riuscire ad inviare il Documento programmatico di Bilancio all'Ue entro la mezzanotte.

PROSEGUI LA LETTURA

Manovra 2020, alle ore 21 il Cdm per chiudere é stato pubblicato su Polisblog.it alle 10:10 di Tuesday 15 October 2019

]]>
0
Zingaretti alla Direzione dem: "Serve un PD nuovo, basta deleghe a un capo" Tue, 15 Oct 2019 18:12:42 +0000 https://www.polisblog.it/post/448635/zingaretti-direzione-pd-cosa-ha-detto https://www.polisblog.it/post/448635/zingaretti-direzione-pd-cosa-ha-detto re.mar. re.mar.

Zingaretti direzione pd 15 ottobre 2019

Il segretario del Pd Nicola Zingaretti vuole un partito nuovo e lo dice senza remore oggi davanti ai componenti della Direzione nazionale dem: "Serve un partito totalmente nuovo. Io dico dopo 12 anni basta parlare di riforma, basta aspettare, basta paure, basta conservatorismi. Serve una forza politica e nazionale diversa da quella che siamo. Una fase aperta per un partito diverso".

Un patto federativo stile vecchio Ulivo? Secondo Zingaretti: "Troppe volte abbiamo delegato a un capo i destini della nostra comunità" per cui è ora di cambiare. Senza Matteo Renzi, ormai leader di Italia Viva, sarà più facile? Il segretario in apertura della Direzione ha parlato, inevitabilmente, anche di governo spiegando che il Pd intende sostenere il Conte bis "con spirito di lealtà ma senza subalternità".

Zingaretti si è poi espresso sull’offensiva turca al confine siriano contro i curdi che ha già causato vittime tra i civili e 70mila bambini sfollati, secondo l'Unicef. Per il segretario serve "verificare la possibilità di schierare una forza di interposizione sul confine turco-siriano".

Oggi il presidente turco Recep Tayyip Erdogan è tornato a minacciare un’invasione in Occidente di rifugiati: "Se il mondo ci ostacola, dovrà farsene carico" ha sostanzialmente detto Erdogan rivolto a Europa e Stati Uniti.

PROSEGUI LA LETTURA

Zingaretti alla Direzione dem: "Serve un PD nuovo, basta deleghe a un capo" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 18:12 di Tuesday 15 October 2019

]]>
0
Istat: l'economia sommersa e l'illegalità valgono 211 miliardi Tue, 15 Oct 2019 13:31:22 +0000 https://www.polisblog.it/post/448585/istat-leconomia-sommersa-e-lillegalita-valgono-211-miliardi https://www.polisblog.it/post/448585/istat-leconomia-sommersa-e-lillegalita-valgono-211-miliardi Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

L'economia "non osservata" vale circa 211 miliardi di euro, una somma di denaro enorme pari al 12,1% del Pil. Questa è la stima fatta per l'anno 2017 dall'Istat, secondo il quale la componente non osservata è in calo rispetto al 2014, quando ammontava al 13% del Pil.

Di questi 211 miliardi sono 19 quelli collegati ad attività illegali. Ammonta invece a 97 miliardi il valore delle sotto-dichiarazioni, a 79 mld quello del lavoro irregolare e a 16 mld le componenti residuali.

Il ricorso alla sotto-dichiarazione rappresenta il 13,2% del valore aggiunto del comparto per i settori legati al commercio, ai trasporti, agli alloggi e alla ristorazione. Nel comparto delle costruzioni è invece pari all'11,9%, nei servizi professionali all'11,6% e nell'attività di produzione di beni alimentari al 9,2%. Percentuali decisamente più basse per quanto riguarda la produzione di beni d'investimento (2,4%) e la produzione di beni intermedi, energia e rifiuti (0,5%).

Per quanto riguarda, invece, l'impiego di lavoro irregolare questo ha una forte incidenza per quanto concerne il lavoro domestico (22,7%), mentre è molto limitato (tra l'1,1% ed il 3%) nell'industria.

Nel 2017 è stato inoltre osservato un incremento di 0,8 miliardi rispetto al 2016 per quanto riguarda il valore aggiunto derivante da attività illegali. Se si prende in esame il 2014, l'incremento delle attività illegali è invece pari a 2,4 miliardi. All'interno delle attività illegali, il valore nettamente più alto è quello legato al consumo di sostanze stupefacenti, pari a 15,7 mld di euro. In lieve crescita anche il valore economico legato alla prostituzione.

Per quanto riguarda il sommerso economico, questo si concentra prevalentemente nel settore del commercio all'ingrosso, che incide per il 41,7%, mentre quello al dettaglio, i trasporti, il magazzinaggio e la ristorazione incidono per il 21,4%.

PROSEGUI LA LETTURA

Istat: l'economia sommersa e l'illegalità valgono 211 miliardi é stato pubblicato su Polisblog.it alle 13:31 di Tuesday 15 October 2019

]]>
0
Napoli, Whirlpool: "Stop alle attività dal 1° novembre" Tue, 15 Oct 2019 15:20:33 +0000 https://www.polisblog.it/post/448615/napoli-whirlpool-annuncia-lo-stop-alle-attivita https://www.polisblog.it/post/448615/napoli-whirlpool-annuncia-lo-stop-alle-attivita redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Vertenza Whirlpool

Whirlpool ha annunciato oggi lo stop alle attività nello stabilimento di Napoli a partire dal 1° novembre prossimo. I tentativi di mediazione col governo non sono andati a buon fine, con l'azienda rimasta salda sulla propria posizione: cedere lo stabilimento napoletano, che al momento impiega 430 dipendenti, alla società di imprenditori italiani e con sede a Lugano Passive refrigeration solutions.

Il Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli ha puntato il dito contro la mancata apertura da parte di Whirlpool - "non è stato un incontro non positivo, nonostante la massima disponibilità del governo a mettere in campo tutte le iniziative necessarie per continuare la produzione sul sito di Napoli, non c'è stata nessuna apertura da parte di Whirlpool - e la società ha fatto altrettanto con una nota diffusa in mattinata:

Whirlpool Emea prende atto con grande rammarico della mancata disponibilità da parte del Governo a discutere il progetto di riconversione del sito. Tale progetto, come più volte sottolineato, rappresenterebbe l'unica soluzione in grado di garantire la salvaguardia occupazionale e la sostenibilità nel lungo periodo dello stabilimento di Napoli.

Vista l'impossibilità di raggiungere un accordo, Whirlpool Emea ha deciso di "procedere alla cessazione dell'attività produttiva, con decorrenza 1 novembre 2019", facendo prontamente scattare la protesta dei lavoratori, che in circa 300 sono scesi in strada e hanno bloccato la rampa di accesso all'autostrada Napoli-Salerno.

Non sono mancati momenti di tensione con le forze dell'ordine intervenute a disperdere il corteo, ma nessuno sarebbe rimasto ferito.

PROSEGUI LA LETTURA

Napoli, Whirlpool: "Stop alle attività dal 1° novembre" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 15:20 di Tuesday 15 October 2019

]]>
0
Siria, Di Maio: "Valuteremo anche i contratti in essere con la Turchia" - VIDEO Tue, 15 Oct 2019 12:32:14 +0000 https://www.polisblog.it/post/448587/di-maio-contratti-in-essere-turchia https://www.polisblog.it/post/448587/di-maio-contratti-in-essere-turchia redazione Blogo.it redazione Blogo.it

L'Italia bloccherà l'esportazione di armi verso la Turchia, seguendo l'esempio di altri Paesi UE dopo l'avvio dell'offensiva turca nel nord-est della Siria. Ad annunciarlo era stato ieri il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, che oggi è intervenuto alla Camera per riferire sulla guerra in Siria e ha ribadito la promessa fatta.

Il blocco arriverà tramite decreto nelle prossime ore e riguarderà le forniture di armi non ancora concordate. E per quelle ancora in corso? Di Maio ha spiegato oggi che il governo intende aprire un'istruttoria anche sui contratti in essere, così da chiudere quanto prima ogni fornitura di armi alle forze armate di Erdogan, che giusto ieri ha annunciato di non volersi fermare davanti a nulla.

Vi comunico di aver dato immediate disposizioni per l'apertura di un'istruttoria inerente i contratti in essere, e, in questo senso, ribadisco la mia ferma intenzione di esercitare pienamente tutti i poteri che ci conferisce la legge. Il blocco alle esportazioni è una decisione che assumiamo come singoli Stati dell'Unione europea, in linea con la posizione già assunta in questi giorni da altri Stati membri, perché vogliamo perseguire il carattere di immediatezza, visto che la pianificazione di un embargo europeo avrebbe richiesto mesi e proprio al fine, quindi, di dimostrare che l'Italia non aspetta, che l'Italia non si gira dall'altra parte, che l'Italia non chiude gli occhi di fronte alle vittime civili, che l'Italia come Paese democratico non ritiene accettabile l'azione della Turchia.

Al di là di queste misure più drastiche, che almeno per ora non sembrano scoraggiare il presidente turco, l'Italia continuerà comunque a muoversi anche attraverso i canali diplomatici: "Per l Italia è fondamentale assicurare il rispetto del diritto internazionale e operare per garantire l'incolumità della popolazione civile. Anche alla luce degli sviluppi di queste ore, il Consiglio Europeo di questa settimana sarà chiamato a dare un segnale tangibile in questa direzione e, ovviamente, l'Italia non farà mancare il proprio attivismo e il proprio contributo".

Dopo aver fatto il riepilogo degli ultimi giorni, dall'avvio dell'offensiva ad oggi, il Ministro degli Esteri ha voluto affrontare anche le possibili conseguenze dell'azione militare turca, in particolare sul fronte della lotta all'ISIS. Di Maio ha dato voce anche in questa occasione al timore che l'offensiva turca rischi di "vanificare quanto fin qui acquisito, intaccando la capacità delle forze curde di sorvegliare le strutture in cui sono detenuti migliaia di foreign fighters, creando terreno fertile per una recrudescenza del fenomeno terroristico".

Di Maio ha ribadito che l'Italia "continuerà ad essere vicina al popolo siriano e a fornire assistenza umanitaria in tutto il Paese":

Questo lo faremo in linea con il nostro storico impegno per la pace e la stabilità in Medioriente, coerentemente con gli impegni assunti.

In diretta dalla Camera dei Deputati. Informativa urgente del Governo sull'operazione militare intrapresa dalla Turchia nel nord-est della Siria.

Posted by Luigi Di Maio on Tuesday, October 15, 2019

PROSEGUI LA LETTURA

Siria, Di Maio: "Valuteremo anche i contratti in essere con la Turchia" - VIDEO é stato pubblicato su Polisblog.it alle 12:32 di Tuesday 15 October 2019

]]>
0
Tifone Hagibis, 66 vittime accertate in Giappone Tue, 15 Oct 2019 11:51:26 +0000 https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/623149/tifone-hagibis-sono-66-le-vittime-accertate-in-giappone https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/623149/tifone-hagibis-sono-66-le-vittime-accertate-in-giappone Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Continua ad aggravarsi il bilancio dei danni causati dal tifone Hagibis che si è abbattuto sul Giappone nel corso dell'ultimo fine settimana. Stando alle ultime stime sono 66 i morti accertati legati al tifone, mentre è pari a 16 il numero dei dispersi, il che fa purtroppo immaginare che possa aggravarsi ulteriormente il bilancio delle vittime nei prossimi giorni. Sono invece circa 210 i feriti soccorsi, mentre 5500 è il numero degli sfollati.

Le ricerche nelle zone colpite procedono senza sosta, nonostante le grandi difficoltà; sono infatti 146 le frane che si sono verificate, mentre sono 47 gli argini dei fiumi che hanno ceduto provocando danni in 66 località. In questo momento le autorità non sono ancora riuscite a fare una conta dei danni definitiva, anche perché i lavori più urgenti di messa in sicurezza sono ancora in corso.

I lavori sulla rete elettrica procedono spediti e in appena 48 ore il numero di abitazioni senza elettricità è sceso da 520mila a 34mila.

PROSEGUI LA LETTURA

Tifone Hagibis, 66 vittime accertate in Giappone é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 11:51 di Tuesday 15 October 2019

]]>
0
Lecco, scritta omofoba contro la collega infermiera Tue, 15 Oct 2019 13:43:10 +0000 https://www.queerblog.it/post/214266/lecco-scritta-omofoba-contro-la-collega-infermiera https://www.queerblog.it/post/214266/lecco-scritta-omofoba-contro-la-collega-infermiera Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Episodio di omofobia all'interno dell'ospedale Manzoni di Lecco, dove un'infermiera omosessuale di 34 anni, impiegata da tre anni presso la struttura, ha denunciato di essersi ritrovata la scritta "Fuori da qua lesbica" sul proprio armadietto personale negli spogliatoi dell'ospedale.

Una scritta fatta con un pennarello blu probabilmente da qualche collega, visto che la zona degli spogliatoi non è accessibile a pazienti e visitatori dell'ospedale. Il gesto omofobo risale a due settimane fa e sarebbe l'ultimo di una serie di episodi di intolleranza nei confronti della 34enne, pronta a sposarsi con una donna dopo aver lasciato suo marito.

Sabrina di Biase ha così descritto al Corriere Della Sera l'accaduto:

Sono rimasta impietrita davanti a quella scritta sul mio armadietto. Lo ammetto, ho fatto fatica a trattenere le lacrime. Per due giorni non sono entrata negli spogliatoi. Poi ho deciso di reagire. Ho lasciato la frase sullo sportello. Non sono io a dovermi vergognare, ma chi l’ha scritta. E li è rimasta fino a quando le ragazze della cooperativa che si occupa delle pulizie dopo un paio di settimane l’hanno cancellata.

Sulla vicenda, dopo la denuncia presentata dalla giovane alle autorità, è intervenuto anche il portavoce di Gay Center Fabrizio Marrazzo, che si è appellato al Ministro della Salute Roberto Speranza:

Un'azione ignobile, probabilmente da parte dei colleghi della infermiera i soli ad avere accesso agli spazi riservati al personale. Chiediamo al Ministro Speranza un’ispezione al fine di verificare i fatti e sanzionare i responsabili, ed attuare azioni formative contro l'omofobia al personale.

PROSEGUI LA LETTURA

Lecco, scritta omofoba contro la collega infermiera é stato pubblicato su Queerblog.it alle 13:43 di Tuesday 15 October 2019

]]>
0
Francesca Fialdini: "Non mi manca l'adrenalina del quotidiano in tv. Matano e Cuccarini?..." Tue, 15 Oct 2019 16:09:23 +0000 https://www.tvblog.it/post/1680379/francesca-fialdini-cuccarini-matano-opinioni-desideri-intervista-sorrisi-e-canzoni https://www.tvblog.it/post/1680379/francesca-fialdini-cuccarini-matano-opinioni-desideri-intervista-sorrisi-e-canzoni Marco Salaris Marco Salaris

Lontana dall'impegno quotidiano dopo 2 anni, Francesca Fialdini ora si dedica alla domenica pomeriggio della prima rete Rai con Da noi...a ruota libera. Dalle pagine di Tv Sorrisi e Canzoni la conduttrice parla della sua attuale avventura e accarezza, guarda dal buco della serratura la 'nuova era' de La vita in diretta.

Si dice divertita del corso della nuova trasmissione in onda dagli studi Rai di Torino "Mi diverte un sacco fare interviste a ruota libera", tra i suoi sogni più grandi ci sono due ospiti da poter accogliere: il primo è il Pontefice, Papa Francesco, con la quale la conduttrice si è già rapportato in occasione dei 30 anni di Unomattina in una telefonata storica avvenuta in diretta nel dicembre 2016, mentre il secondo è Michelle Obama: "Sarebbe un sogno sentirli parlare a ruota libera, senza sentimentalismi, senza 'femminismi' come piace a me"

Fra le domande poste ne spiccano alcune inerenti proprio al day-time pomeridiano di Rai 1, già a Domenica IN affermò davanti a Mara Venier di aver desiderato una pausa per poter dedicarsi di più alla sua vita privata:

Non mi manca l'adrenalina del programma quotidiano, neanche un po'. Alla fine ero molto stanca, affaticata. Dovevo tirare il fiato.

Innegabile che qualche puntata di VID le sarà capitata sotto gli occhi, la Fialdini si lascia andare anche ad un giudizio positivio sulla coppia Cuccarini/Matano: "So che si stanno divertendo e questo è l'importante. Ma non poteva essere altrimenti: con Alberto si ride tantissimo".

Dei suoi anni di carriera in Rai tanti sono stati gli uomini che l'hanno affiancata: da Franco di Mare a Unomattina: "E' una guida", a Tiberio Timperi sia a Unomattina in famiglia che a La vita in diretta: "Imprevedibile, schietto"; da Marco Liorni, nello stesso programma: "Tranquillo, rassicurante" a Flavio Insinna, recentemente all'evento di Tutti a scuola: "Travolgente. Sul palco non gli sfugge nulla" a Fabio Volo (lo ha affiancato a Volo in diretta, nel 2013): "Esuberante".

E se per caso Amadeus dovesse alzare la cornetta per chiamarla al suo fianco come valletta sul palco dell'Ariston a Sanremo, la conduttrice non si fa illusioni: "Fantascienza. Sarebbe come chiedersi se esistono gli alieni".

Il suo appuntamento con Da noi...a ruota libera va in onda tutte le domeniche alle 17:35 su Rai 1.

PROSEGUI LA LETTURA

Francesca Fialdini: "Non mi manca l'adrenalina del quotidiano in tv. Matano e Cuccarini?..." é stato pubblicato su Tvblog.it alle 16:09 di Tuesday 15 October 2019

]]>
0
Mr. Robot: su Premium Action l'ultima stagione Tue, 15 Oct 2019 14:52:09 +0000 https://www.tvblog.it/post/1680384/mr-robot-ultima-stagione-in-italia-dove-vederla-data https://www.tvblog.it/post/1680384/mr-robot-ultima-stagione-in-italia-dove-vederla-data Riccardo Cristilli Riccardo Cristilli

"Goodbye, Friend", amici arrivederci.

Ci saluta Elliot/Mr. Robot a partire da questa sera, martedì 15 ottobre, su Premium Action, trasferita da Stories dove aveva debuttato la serie, dopo i vari movimenti interni ai canali seguiti alla chiusura di Premium Joi. Insieme alla comedy transitate sul canale, era un po' impensabile ritrovare il cyber-thriller acclamato dalla critica e che ha portato il suo protagonista Remi Malek e il suo creatore Sam Esmail nell'Olimpo delle star. La serie arriva così su Premium Action e Infinity in streaming a poco più di una settimana dal debutto americano dove l'ultima stagione ha debuttato il 6 ottobre su USA Network.

Malek nella lunga pausa tra la terza e la quarta e ultima stagione ha vinto un Oscar per il ruolo di Freddie Mercury in Bohemian Rhapsody, mentre Esmail è tra i registi e creatori più ricercati dell'ultimo periodo, regista e produttore di Homecoming e presto pronto a trasferirsi su Peacock lo streaming Universal per realizzare un nuovo Battlestar Galactica.


Una quarta stagione "natalizia"


"È l’ora di porre fine a questa guerra una volta per tutte".

La quarta stagione di Mr. Robot si svolge tutta nella settimana di Natale del 2015, un salto nel passato per noi ma inevitabile per una serie che non poteva dilungarsi con salti temporali. Elliot/Mr. Robot insieme alla sorella Darlene (Carly Chaikin) sono ormai pedine del gruppo di hacker Dark Army guidato da White (BD Wong). Angela (Portia Doubleday) ha scoperto di essere figlia di Phillip Price (Micheal Cristofer) il capo della multinazionale E-Corp, emblema di quei ricchi e potenti che Elliot e il suo alter ego Mr. Robot (Christian Slater) voglio abbattere.

Nell'ultima stagione tornano tutti i personaggi e gli attori che hanno caratterizzato la serie da Christian Slater, a Bobby Cannavale, Grace Gummer (figlia di Meryl Streep), Portia Doubleday, Carly Chaikin, Martin Wallström, Michael Cristofer e BD Wong.

"Come saprete spesso le serie inglesi alla fine, come per esempio in The Office, chiudono con uno speciale natalizio. Quindi l'ultima stagione di Mr. Robot sarà un unico speciale natalizio e sarà interamente ambientata nell'arco di una settimana a Natale 2015," queste le parole con cui Sam Esmail ha anticipato l'arrivo dell'ultima stagione.

Mr. Robot in streaming


Mr. Robot 4 è in streaming su Infinity (prossimamente la quarta e ultima stagione raggiungerà le altre 3 su Amazon Prime Video), in tv su Premium Action, canale disponibile all'interno dell'offerta Sky sul digitale terrestre e sul satellite (qui nel pacchetto famiglia/Intrattenimento Plus).

PROSEGUI LA LETTURA

Mr. Robot: su Premium Action l'ultima stagione é stato pubblicato su Tvblog.it alle 14:52 di Tuesday 15 October 2019

]]>
0
4 Ristoranti, anticipazioni quarta puntata: Alessandro Borghese sulla Riviera di Ulisse Tue, 15 Oct 2019 08:00:13 +0000 https://www.tvblog.it/post/1680302/4-ristoranti-anticipazioni-quarta-puntata-alessandro-borghese-sulla-riviera-di-ulisse https://www.tvblog.it/post/1680302/4-ristoranti-anticipazioni-quarta-puntata-alessandro-borghese-sulla-riviera-di-ulisse Giorgia Iovane Giorgia Iovane

Dalle colline al mare: dopo la Franciacorta, Alessandro Borghese va alla scoperta della Riviera di Ulisse nella quarta puntata di 4 Ristoranti, in onda martedì 15 ottobre alle 21.15 su Sky Uno, visibile in mobilità su Sky Go e in streaming su NOW TV. Un giro che vede lo chef muoversi tra San Felice Circeo al Golfo di Gaeta, con un occhio attento soprattutto sul pesce locale, in particolar modo sulle alici, pesce azzurro di gran qualità, povero ma saporito e al centro di molte ricette mediterranee. Ma la missione è un'altra, ovvero premiare il Miglior Ristorante gestito da marito e moglie della Riviera di Ulisse: in gara Bistrot 23 di Andrea Casale, Ricciola Saracena di Silvia Mazzone, La Tana degli Artisti di Rossella Errigo e Lacocina di Massimo Popolla.

Come sempre la sfida vede i quattro ristoratori valutare i rivali con un punteggio da 0 a 10 su location, menu, servizio e conto; segreto il voto di Borghese, che può "confermare o ribaltare" il risultato e che può assegnare 5 punti bonus sull'ingrediente/preparazione speciale di puntata. Il vincitore riceverà 5.000 euro da investire nella propria attività.

Siamo ormai al giro di boa: dopo questo giro costiero, Borghese è atteso a Firenze, Palermo e Isola d'Elba.

Alessandro Borghese 4 Ristoranti 2019, quarta puntata: i concorrenti in gara


Conosciamo i 4 Ristoranti della Riviera di Ulisse in gara questa sera.

Bistrot 23 (Sabaudia)

Titolare e chef del ristorante è Andrea (33 anni), mentre la compagna Marta gestisce la sala. Nato nel 2017, il Bistrot 23 deve il suo nome al fatto che il 23 è un numero fortunato e ricorrente nella loro famiglia. La cucina è piuttosto tradizionale e genuina ed alcuni piatti sono il frutto della fantasia e della creatività di Andrea. Uno su tutti è la sua rivisitazione della Cacio e Pepe.

Ricciola Saracena (Sperlonga)

Silvia è la titolare e chef del ristorante, mentre Marco è il responsabile di sala e vini. Innamorati degli scorci che offre la città e degli antichi vicoletti, Silvia e Marco hanno aperto il Ricciola Saracena tre anni fa in un luogo che un tempo era un frantoio. La cucina è tradizionale, i piatti sono semplici e legati al territorio e al pesce di mare.

La Tana degli Artisti (Terracina)

Rossella e Mario sono gli “artisti” del ristorante: lei è la cuoca, mentre il marito è il titolare e gestisce la sala. I due coniugi hanno aperto La Tana degli Artisti nel 2009. Nell'antichità, il  ristorante era un vecchio porto romano ed è per questo motivo che la location è piuttosto caratteristica: all'interno, vi è un pavimento del 324 A.C e le mura hanno pietre a vista.

Lacocina di Popolla (Gaeta)

Massimo è titolare e cuoco, mentre Anna gestisce la sala de Lacocina di Popolla. Aperto 9 anni fa, il ristorante si trova nella piazzetta di Gaeta, zona un tempo frequentata da persone poco affidabili e riqualificata grazie al ristorante. La cucina di Massimo è genuina e verace: il pesce è il piatto principale, abbinato molto spesso a verdure e legumi, ad esempio il baccalà pastellato con la scarola.

Alessandro Borghese 4 Ristoranti, second screen



Il programma è una è originale Sky realizzata da DRYMEDIA, scritto da Alessandro Borghese, Francesca Capua, Monia Palazzo, con la regia di Gianni Monfredini. Questa quarta puntata si è avvalsa della collaborazione di Camera di Commercio I.A.A di Latina, Regione Lazio Assessorato Turismo e Pari Opportuità, LAZIOcrea. Il sito ufficiale è skyuno.it/4ristoranti, l'hashtag #Ale4Ristoranti

PROSEGUI LA LETTURA

4 Ristoranti, anticipazioni quarta puntata: Alessandro Borghese sulla Riviera di Ulisse é stato pubblicato su Tvblog.it alle 08:00 di Tuesday 15 October 2019

]]>
0
Strenne 2019/2020: i palinsesti delle principali reti Rai, dal 22 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020 Tue, 15 Oct 2019 09:09:30 +0000 https://www.tvblog.it/post/1680351/strenne-2019-2020-rai https://www.tvblog.it/post/1680351/strenne-2019-2020-rai Ivan Buratti Ivan Buratti

Ma come, eravamo appena ieri col costume da bagno e già è arrivato Natale? Settanta giorni tondi tondi all'inizio delle festività che chiudono l'anno solare e, puntuali come un orologio svizzero, ecco pubblicate le Strenne, le tabelle che racchiudono l'offerta editoriale della Rai per il periodo che va dal 22 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020. Sotto l'albero addobbato, qualche novità e tante conferme, che ripercorriamo rete per rete.

Rai 1, le Strenne: l'offerta editoriale dal 22 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020


Scorrendo tra i listini di Rai 1, sono da segnalare due finali di stagioni delle prossime fiction, quella di Pezzi unici con Sergio Castellitto e di Angela con Vanessa Incontrada. Gli episodi andranno in onda rispettivamente il 22 e il 23 dicembre prossimo. La notte di Natale offrirà l'occasione per la messa in onda sull'Ammiraglia, in prima visione, del live action di uno dei Classici Disney più apprezzati di sempre, La Bella e La Bestia. Un altro lungometraggio Disney il 26 dicembre, così come il 30, mentre nei venerdì delle feste Mara Venier aprirà al pubblico La porta dei sogni. L'anno verrà inaugurato, come ormai tradizione, da uno spettacolo di Roberto Bolle, che interverrà in prima serata anche nel giorno della vigilia di Capodanno, in cui andrà in onda L'anno che verrà. Spazio allo spettacolo di Giorgio Panariello, Leonardo Pieraccioni e Carlo Conti il 2 gennaio, mentre dal 4 dello stesso mese torna Meraviglie di Alberto Angela. Il 6 gennaio si scarta il carbone con lo speciale dei Soliti Ignoti - Il ritorno per la Lotteria Italia, che segue l'appuntamento del 24 dicembre in cui verranno svelati i nomi dei cantanti di Sanremo 2020. Per i melomani che guardano la televisione di mattina? Non c'è da disperarsi: concerto dal Teatro alla Scala nel giorno della vigilia di Natale; concerto di Natale dall'Antoniano di Bologna e poi da Assisi; concerto di Capodanno da La Fenica di Venezia nel primo giorno dell'anno.

 

Rai 2, le Strenne: l'offerta editoriale dal 22 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020


I lungometraggi Disney spadroneggiano nelle notti delle feste su Rai 2: lunedì 23, martedì 24 e 31 dicembre, mercoledì 1° e lunedì 6 gennaio tornerà infatti l'intrattenimento animato della casa di produzione americana. La sera di Natale, doppio appuntamento: lo spettacolo di Vincenzo Salemme, giudice di Tale e Quale Show, e il ritorno di Renzo Arbore con Ll'arte d'o sole, che fa il bis anche il primo giorno dell'anno. Domenica 29 dicembre è previsto che Che tempo che fa lasci spazio a uno speciale intitolato Il Campionato fa 90, dedicato al mondo del calcio. Sul fronte pomeridiano, si segnala che dal 24 dicembre al 3 gennaio tornerà in onda, dalle 17.30, The Good Witch. Il primo gennaio, l'immancabile concerto pomeridiano di Capodanno.

 

Rai 3, le Strenne: l'offerta editoriale dal 22 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020


Domenica 22 dicembre 2019 sarà Ezio Bosso con Che storia è il Natale, in prima serata, ad accompagnare il pubblico di Rai 3 al periodo caldo delle feste. Per le due domeniche successive, 29 dicembre e 5 gennaio, e per lunedì 30 dicembre, è prevista la messa in onda in prima visione della miniserie I Miserabili. Il 23 dicembre, spazio all'inchiesta con Report; dal 6 gennaio, invece, Indovina chi viene a cena e Presa Diretta. Non si conclude l'anno senza gli appuntamenti dal Circo di Montecarlo, in programmazione nei due martedì delle feste, il 24 e il 31 dicembre. Da segnalare Io scrivo di Matilde D'Errico, fissato nella prima serata del 4 gennaio, e i docu-reality Bellezze SPA (fino al 27 dicembre) e Non ho l'età (dal 5 gennaio) nello slot tra Blob e Un posto al sole.

PROSEGUI LA LETTURA

Strenne 2019/2020: i palinsesti delle principali reti Rai, dal 22 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020 é stato pubblicato su Tvblog.it alle 09:09 di Tuesday 15 October 2019

]]>
0
Le Meraviglie di Alberto Angela il sabato sera di gennaio su Rai1 Tue, 15 Oct 2019 07:46:21 +0000 https://www.tvblog.it/post/1680356/meraviglie-sabato-sera-gennaio-2020-alberto-angela-quando-in-onda https://www.tvblog.it/post/1680356/meraviglie-sabato-sera-gennaio-2020-alberto-angela-quando-in-onda Hit Hit

Mentre il venerdì è in arrivo il nuovo show diretto e condotto da Milly Carlucci "The masked singer", per i sabati sera di gennaio, in attesa del settantesimo Festival di Sanremo targato Amadeus arriva Alberto Angela.

Forte dello strepitoso successo della serie di Ulisse attualmente in onda su Rai1, Alberto Angela presidierà il sabato sera della rete ammiraglia della televisione pubblica anche a gennaio. Ormai è lui il concorrente diretto di Maria De Filippi e dopo aver vinto la gara degli ascolti con Amici celebrities ed in attesa di vedersela con Tu si que vales, a gennaio sarà l'alternativa Rai al varietà campione di ascolti di Maria De Filippi C'è posta per te.

Anche stavolta, pur magari non vincendo la gara degli ascolti in termini assoluti, saprà guadagnarsi lo scettro del pubblico colto e alto, che già gli appartiene ampiamente in questo primo scorcio della stagione televisiva 2019-2020, caratterizzando in maniera determinate la suddivisione del pubblico del sabato sera televisivo italiano.

Alberto Angela tornerà nel sabato sera di Rai1 a gennaio prima del Festival di Sanremo con una nuova serie di Meraviglie, le cui riprese sono già in corso. Appuntamento dunque con le Meraviglie d'Italia presentate e raccontate da Alberto Angela nei sabati sera del mese di gennaio 2020, naturalmente su Rai1.

PROSEGUI LA LETTURA

Le Meraviglie di Alberto Angela il sabato sera di gennaio su Rai1 é stato pubblicato su Tvblog.it alle 07:46 di Tuesday 15 October 2019

]]>
0
Il Collegio 4, ecco i venti alunni e i nuovi professori Tue, 15 Oct 2019 14:19:53 +0000 https://www.tvblog.it/post/1680386/il-collegio-4-studenti-concorrenti-professori https://www.tvblog.it/post/1680386/il-collegio-4-studenti-concorrenti-professori Ivan Buratti Ivan Buratti

Il 22 ottobre 2019 riparte Il Collegio, il reality di Rai 2 che funge da vero e proprio esperimento sociale: venti ragazzi di oggi, abituati ai comfort del terzo millennio, vengono catapultati all'interno di un istituto scolastico in cui vigono le regole del passato. In occasione del cambio di voce narrante - Simona Ventura subentra a Giancarlo Magalli -, ci si sposta dagli anni '60 agli '80. Che in filodiffusione nello storico convitto di Celana, in provincia di Bergamo, possano arrivare le note di Luis Miguel, come nello spot in onda in questi giorni?

Tv Sorrisi e Canzoni ha anticipato nell'ultimo numero uscito in edicola i nomi e i profili dei dieci ragazzi e delle dieci ragazze che compongono la classe de Il Collegio 4, studenti dell'anno scolastico 1982, che dovranno avere a che fare con vecchi e nuovi professori rigidi e  severi governanti.

Il Collegio 4, le dieci studentesse del reality di Rai 2


La prima protagonista all'appello, in ordine alfabetico, è Mariana Aresta, 16 anni di Bitritto, in provincia di Bari. Italo-brasiliana, Mariana è al terzo anno di liceo scientifico e dà l'aria di essere piuttosto altezzosa. Martina Brondin ha 17 anni e vive ad Albignasego, paese del padovano. Dopo la bocciatura dice di aver messo la testa a posto. Sogna di lavorare come architetto o come tatuatrice, all'insegna dell'arte. Asia Busciantella Ricci viene da Trevi, in provincia di Perugia. Arrogante e strafottente, non nutre rispetto per professori e compagni. Fa pattinaggio artistico. Di tutta altra fattura, almeno sulla carta, è la potentina Vilma Maria D'Addario: 15 anni, è in quarto ginnasio ed ama la poesia, la letteratura classica e la musica. Claudia Dorelfi, di Roma, è ancora in terza media, vorrebbe fare la stilista e non si cura troppo di studiare. Sua coetanea è Gioia Maggy, di Milano, che il settimanale diretto da Aldo Vitali definisce "saputella". Legge appassionata Manzoni e vorrebbe intraprendere la carriera diplomatica per lavorare al ministero degli Esteri. Benedetta Gea Matera, anche lei 14 anni, viene da Napoli, sogna di fare la maestra d'asilo e si dice coraggiosa e vanitosa. Alysia Piccamiglio studia a un istituto di marketing, ha 15 anni e viene da Soldano, vicino Milano. In classe si sente come una leonessa in gabbia, infatti ha appena sette in condotta. Sara Piccione ha 16 anni e vive a Dolo, in provincia di Venezia. Pur avendo partecipato ad alcuni concorsi di bellezza, non si piace, forse a causa della sua profonda fragilità. Roberta Maria Zacchero ha 16 anni e si è ritirata dal liceo artistico che frequentava con scarsi risultati. Vive col padre a Torino ed è una bugiarda cronica.

Il Collegio 4, i dieci studenti del reality di Rai 2


Viene da Roma il quattordicenne Francesco Cardamone, vanitoso all'ennesima potenza ed esperto nell'arte della copiatura e della corruzione dei professori. George Ciupilan ha 17 anni e viene da Stella, in provincia di Savona. Riscuote molto successo con le ragazze, ama il calcio e la musica latina. Vincenzo Crispino ha invece 16 anni ed è cresciuto a Scampia. Lo definiscono "Gigante buono", nonostante sia stato sospeso numerose volte da scuola. Di Nerviano, nell'hinterland milanese, è Alex Djordjevic. Orfano di padre, vive con la madre e i quattro fratelli e sogna di lavorare nello spettacolo o nella moda. Samuele Fazzi, 17 anni di Massa, ha perso la mamma e vive con la nonna, la zia e il suo compagno. Frequenta il quarto anno del liceo musicale e vorrebbe fare proprio il musicista. Giulio Maggio viene da Montespertoli, dalla provincia di Firenze: un monello in piena regola, simpatico ma asinello. Gabriele Montuori, 14 anni di Marcianise (Caserta), è un appassionato di medicina, ma non riesce a stringere amicizia coi suoi compagni di classe. Gianni Nunzio Musella, di Moncalieri (Torino), ha appena 17 anni e nel tempo libero si esibisce come rapper con lo pseudonimo Jenesy. Gli ultimi due protagonisti de Il Collegio 4 sono Nicolò Robbiano di Quattordio (Alessandria) e Mario Tricca di Castel Madama (Roma): entrambi quindicenni, il primo vorrebbe lavorare nel mondo della musica, mentre il secondo ama l'ornitologia e il canto classico.

Il Collegio 4, il corpo docente: ritorni e novità


A capo del corpo docente, torna il severissimo preside Paolo Bosisio, insieme ad alcuni professori già presenti nelle precedenti edizioni: David Wayne Callahan (Inglese); Alessandro Carnevale (Arte); Andrea Maggi (Italiano ed Educazione Civica); Maria Rosa Petolicchio (Matematica e Scienze); Luca Raina (Storia e Geografia); i sorveglianti Lucia Gravante e Piero Maggiò. Le new entry dell'edizione sono Daniele Calanna (Educazione fisica); Giovanna Giovannini (Educazione musicale), Valentina Gottlieb (Aerobica), Carlo Santagostino (Informatica) e Carmelo Trainito (Breakdance).

 

PROSEGUI LA LETTURA

Il Collegio 4, ecco i venti alunni e i nuovi professori é stato pubblicato su Tvblog.it alle 14:19 di Tuesday 15 October 2019

]]>
0
Cantanti italiani famosi, ecco il loro vero nome: da Sfera Ebbasta a Levante Tue, 15 Oct 2019 15:20:11 +0000 https://www.soundsblog.it/post/581660/cantanti-italiani-famosi-vero-nome-quale-e https://www.soundsblog.it/post/581660/cantanti-italiani-famosi-vero-nome-quale-e Alberto Graziola Alberto Graziola

Cantanti italiani che hanno conquistato (o conquistano ancora) le classifiche. Hanno venduto migliaia o milioni di dischi o singoli, raccogliendo consensi di pubblico nelle charts o nei concerti. Loro li conosciamo praticamente tutti ma, forse, non sappiamo sempre che il nome d'arte è diverso da quello anagrafico.

Scopriamo insieme alcuni esempi, qui sotto, a seguire. Li sapevate tutti?

Renato Zero: Renato Fiacchini
Raffaella Carrà: Raffaella Maria Roberta Pelloni
Sfera Ebbasta: Gionata Boschetti
Emis Killa: Emiliano Rudolf Giambelli
Noemi: Veronica Scopelliti
Fred De Palma: Federico Palana
Giusy Ferreri: Giuseppa Gaetana Ferreri
Marina Rei: Marina Restuccia
Elisa: Elisa Toffoli
Fedez: Federico Leonardo Lucia
L'Aura: Laura Abela
Giorgia: Giorgia Todrani
Ultimo: Niccolò Moriconi
Lazza: Jacopo Lazzarini
Levante: Claudia Lagona
Baby K: Claudia Judith Nahum
Gemitaiz: Davide De Luca
Salmo: Maurizio Pisciottu
Coez: Silvano Albanese
Achille Lauro: Lauro De Marinis
Jovanotti: Lorenzo Cherubini
Rkomi: Mirko Manuele Martorana
Carl Brave: Carlo Luigi Coraggio
Mahmood: Alessandro Mahmoud
Gué Pequeno: Cosimo Fini
Calcutta: Edoardo D'Erme
Gazzelle: Flavio Bruno Pardini
Irama: Filippo Maria Fanti
Shade: Vito Ventura
J-Ax: Alessandro Aleotti

PROSEGUI LA LETTURA

Cantanti italiani famosi, ecco il loro vero nome: da Sfera Ebbasta a Levante é stato pubblicato su Soundsblog.it alle 15:20 di Tuesday 15 October 2019

]]>
0
Elton John contro il live-action de Il Re Leone Tue, 15 Oct 2019 17:37:14 +0000 https://www.cineblog.it/post/923467/elton-john-live-action-re-leone-grande-delusione https://www.cineblog.it/post/923467/elton-john-live-action-re-leone-grande-delusione Federico Boni Federico Boni

Il (finto) live-action de Il Re Leone ha letteralmente sbancato i cinema di tutto il mondo, incassando 542,287,663 dollari negli USA e ben 1,649,421,860 dollari worldwide, diventando il settimo maggiore incasso di tutti i tempi. In Italia è addirittura al sesto posto, tra i più alti incassi di sempre, con 37.380.098 euro incassati e 5.663.953 spettatori paganti.

Eppure le critiche non sono mancate, nei confronti della pellicola diretta da Jon Favreau, di fatto remake del capolavoro animato del 1994, vincitore di due Oscar. Uno per la miglior colonna sonora di Hans Zimmer e uno per la miglior canzone (Can You Feel The Love Tonight), scritta da Tim Rice ed Elton John. Proprio quest'ultimo scrisse poi anche le canzoni per il celebre musical teatrale, vincitore di sei Tony Awards. Un Elton John che ha duramente criticato il 'live-action' Disney dalle pagine di GQ.

La nuova versione di The Lion King è stata una grande delusione per me, perché credo che abbiano incasinato la musica. La musica faceva totalmente parte dell'originale, mentre la musica nel film attuale non ha avuto lo stesso impatto. La magia e la gioia di un tempo si sono perdute. Neanche la colonna sonora ha avuto lo stesso impatto nelle classifiche che ebbe 25 anni fa, quando divenne l'album più venduto dell'anno. La nuova colonna sonora è scomparsa dalle classifiche così rapidamente, nonostante l'enorme successo al botteghino. Vorrei essere stato invitato alla festa, ma la visione creativa del film e della sua musica era diversa rispetto all'altra volta, e non sono stato accolto o trattato con lo stesso rispetto. Questo mi rende estremamente triste. Sono così felice che lo spirito giusto de Il Re Leone, dal punto di vista musicale, viva con il musical teatrale.

PROSEGUI LA LETTURA

Elton John contro il live-action de Il Re Leone é stato pubblicato su Cineblog.it alle 17:37 di Tuesday 15 October 2019

]]>
0
Countdown: trailer italiano del film horror Tue, 15 Oct 2019 14:50:29 +0000 https://www.cineblog.it/post/920416/countdown-film-horror-trailer-italiano-app-killer https://www.cineblog.it/post/920416/countdown-film-horror-trailer-italiano-app-killer Pietro Ferraro Pietro Ferraro

[Per visionare il trailer clicca sull'immagine in alto]

Il 14 novembre arriva nei cinema italiani, con Eagle Pictures, Countdown, il film horror descritto come una versione più tecnologica e moderna di The Ring e Final Destination.

 

La trama ufficiale:

 

E se un'app potesse dirti quanto tempo ti rimane prima di morire? Un gruppo di ragazzi, per gioco, scarica sul cellulare una nuova applicazione che permette di prevedere esattamente la propria data di morte. A turno i ragazzi scoprono che la app "Countdown" non lascia scampo ed è impossibile da disinstallare. Con il passare delle ore e la fine che si avvicina, ognuno di loro dovrà trovare un modo per salvarsi prima che scada il tempo.

 

Scritto e diretto dall'esordiente Justin Dec, il film è interpretato da Elizabeth Lail, Jordan Calloway, Talitha Bateman, Tichina Arnold, P.J. Byrne e Peter Facinelli.

 

 

Countdown: trailer del thriller-horror con app demoniaca


[Per visionare il trailer clicca sull'immagine in alto]

 

Disponibile un primo trailer di Countdown, un nuovo thriller-horror incentrato sul semplice download di una nuova app alla moda su uno smartphone che prende una piega terrificante, coloro che usano una strana app denominata "Countdown" iniziano a morire in modo misterioso. Scritto e diretto dall'esordiente Justin Dec, il film è interpretato da Elizabeth Lail, Jordan Calloway, Talitha Bateman, Tichina Arnold, P.J. Byrne e Peter Facinelli.

In "Countdown", una giovane infermiera (Elizabeth Lail) scarica un'app che afferma di prevedere esattamente quando una persona morirà e al contempo dice alla ragazza che le rimangono solo tre giorni di vita. Con il passare delle ore e la morte che si avvicina, deve trovare un modo per salvarsi la vita prima che scada il tempo. Chiaramente da patiti dell'horror il primo pensiero va al classico The Ring con l'elemento sovrannaturale e un tocco moderno e tecnologico al posto del famigerato nastro VHS, e naturalmente alla serie Final Destination per quanto riguarda il sopraggiungere ineluttabile della mietitrice di anime da cui è praticamente impossibile sfuggire. Ricordiamo che abbiamo già visto un'applicazione malefica mieter vittime sullo schermo, nell'imbarazzante Bedevil - Non installarla.

John Rickard, Zack Schiller, Sean Anders e John Morris hanno prodotto "Countdown", che uscirà nelle sale americane il 25 ottobre 2019 giusto in tempo per Halloween.

A seguire trovate anche una locandina ufficiale con la tagline: "Se potessi scoprire esattamente quando morirai...vorresti saperlo?".

 

Fonte: Bloody Disgusting

 

 

PROSEGUI LA LETTURA

Countdown: trailer italiano del film horror é stato pubblicato su Cineblog.it alle 14:50 di Tuesday 15 October 2019

]]>
0
Amici Celebrities, la madre di Filippo Bisciglia: "Ha pianto per la mia malattia" Tue, 15 Oct 2019 17:24:11 +0000 https://www.gossipblog.it/post/608235/amici-celebrities-filippo-bisciglia-madre-malattia https://www.gossipblog.it/post/608235/amici-celebrities-filippo-bisciglia-madre-malattia Marcello Filograsso Marcello Filograsso

Nella scorsa puntata di Amici Celebrities, il talent show versione vip in onda il mercoledì sera su Canale 5 con la conduzione di Michelle Hunziker, uno dei protagonisti è stato Filippo Bisciglia, che è scoppiato a piangere al termine della sua esibizione in Portami a ballare.

Il brano di Luca Barbarossa, vincitore di Sanremo 1992, ha evocato all'inquilino della casa del Grande Fratello 6 un brutto episodio familiare, ovvero la malattia della madre. A parlarne è stata la genitrice del 42enne conduttore di Temptation Island, al settimanale Di Più:

Ha dichiarato la signora Elisabetta:

“Sono stata molto male, per un periodo ho affrontato un tumore e Filippo è sempre stato accanto a me, in silenzio, con quel suo modo di fare così dolce. Per me è stata dura più che altro perché non volevo preoccuparlo. Queste cose, quando capitano, non sono mai facili. Come ha detto mio figlio in tv, ho vinto la mia battaglia contro la malattia e posso dire che sto bene. Ma continuo a fare controlli, non abbasso mai la guardia. E del resto non bisogna mai farlo. Mio figlio Filippo, come l’altra mia figlia, non mi molla neanche un secondo. Sono una mamma molto fortunata, la nostra è una famiglia molto unita”.

Ha aggiunto la donna:
“Abbiamo condiviso il dolore e il testo di Portami a ballare mi fa pensare anche al momento in cui lui ha cominciato a camminare, a ballare. E io dietro a lui, felice di vederlo aggredire il mondo”.

PROSEGUI LA LETTURA

Amici Celebrities, la madre di Filippo Bisciglia: "Ha pianto per la mia malattia" é stato pubblicato su Gossipblog.it alle 17:24 di Tuesday 15 October 2019

]]>
0
Lory Del Santo e Marco Cucolo: "Vogliamo una bimba in affido" Mon, 14 Oct 2019 18:32:20 +0000 https://www.gossipblog.it/post/608132/lory-del-santo-bimba-affido-marco-cucolo https://www.gossipblog.it/post/608132/lory-del-santo-bimba-affido-marco-cucolo Marcello Filograsso Marcello Filograsso

Nel corso dell'odierna puntata di Pomeriggio Cinque, Barbara d'Urso ha ospitato nel suo salotto Lory Del Santo e il compagno Marco Cucolo, ormai da anni al fianco della showgirl e non più assimilabile ormai al ruolo di toy boy.

La coppia all'interno del programma condotto dalla stakanovista di Canale 5 ha manifestato la volontà di accogliere una bambina in affido. La Del Santo ha dichiarato:

"Ci piacerebbe tanto avere una bambina in affido. Ho avuto solo maschi nella mia vita e vorrei tanto una femminuccia".

In studio gli ospiti si sono divisi, con Roberta Beta in collegamento che ha accolto con favore la scelta della donna. Di parere opposto Manila Gorio, conduttrice di alcune trasmissioni sulle televisioni locali, che ha detto a Lory: "Non sarai eterna, una bambina ha bisogno di due genitori. Ormai hai 61 anni, con quello che hai passato non credo tu riesca a badare a una figlia".

La conduttrice si è dissociata dalla frase della sua ospite ("Ma cosa stai dicendo?"), con la Del Santo che ha replicato senza scomporsi:

"Quando ero fidanzata con Rocco (Petrantonio, ndr), volevi fare delle foto per attribuirti un flirt)".

PROSEGUI LA LETTURA

Lory Del Santo e Marco Cucolo: "Vogliamo una bimba in affido" é stato pubblicato su Gossipblog.it alle 18:32 di Monday 14 October 2019

]]>
0
Simona Ventura a processo Tue, 15 Oct 2019 09:24:05 +0000 https://www.gossipblog.it/post/608168/simona-ventura-indagata-fisco https://www.gossipblog.it/post/608168/simona-ventura-indagata-fisco Marcello Filograsso Marcello Filograsso

Brutta tegola per Simona Ventura: la conduttrice de La Domenica Ventura e voice over de Il Collegio è sotto processo a Milano - si è celebrata ieri la prima udienza - per dichiarazione infedele dei redditi, tra il 2012 e il 2015, per alcune centinaia di migliaia di euro.

Secondo l'inchiesta della Guardia di Finanza e del pubblico ministero di Milano Silvia Bonardi, la presentatrice avrebbe utilizzato i cosiddetti contratti "sdoppiati", con una porzione dei compensi pagata direttamente all'artista come persona fisica e un'altra parte a società a lei riconducibili.

Questo tipo di contratti ha fatto spesso finire nei guai col Fisco diversi vip. Ha spiegato il suo legale Jacopo Pensa, che assiste la Ventura con l'avvocato Federico Papa:

"Non si tratta in alcun modo di evasione ma di una scelta fiscale operata dai professionisti. Al massimo si tratta di elusione".

La sentenza è prevista per gennaio 2020.

PROSEGUI LA LETTURA

Simona Ventura a processo é stato pubblicato su Gossipblog.it alle 09:24 di Tuesday 15 October 2019

]]>
0
Non ami fare sport? È questione di personalità Tue, 15 Oct 2019 09:00:21 +0000 https://scienzaesalute.blogosfere.it/post/591813/fare-sport-obiettivi-personalita https://scienzaesalute.blogosfere.it/post/591813/fare-sport-obiettivi-personalita Maria Vasta Maria Vasta

fare sport

Le persone che tendono a fare piani concreti per raggiungere i propri obiettivi tendono anche a impegnarsi di più nello svolgimento dell'attività fisica (compreso andare in palestra) rispetto a chi non ha l’abitudine di pianificare prima i propri obiettivi da raggiungere. A suggerirlo è un nuovo studio pubblicato sulle pagine della rivista Psychological Science, dal quale emerge dunque che il raggiungimento dei propri obiettivi di fitness è in qualche modo collegato alla propria personalità.

Gli autori dello studio hanno analizzato i livelli auto-segnalati di un tratto chiamato "planfulness", ovvero la tendenza a pianificare  i propri impegni e obiettivi con largo anticipo, ed hanno osservato che questo tratto può tradursi in differenze di comportamento nel mondo reale.

Raggiungere gli obiettivi in palestra: tutta questione di "planfulness"


Lo studio condotto dai membri della University of Oregon ha preso in esame la frequenza con cui un campione di 282 partecipanti è andato in palestra per un periodo di 20 settimane. Mentre tutti i partecipanti hanno sperimentato un calo delle presenze nel corso di ogni semestre, le persone che si sono classificate a livelli più alti in termini di "planfulness" sono andate in palestra più spesso in entrambi i semestri rispetto a coloro che invece tendevano meno a pianificare il proprio futuro.
Questo lavoro è significativamente utile per coloro che vogliono sapere come le persone perseguono i propri obiettivi di salute. Gli studiosi potrebbero trovare utile comprendere come i loro pazienti tendono a pensare agli obiettivi, e se i diversi modi di pensare siano in correlati a risultati differenti.

via | ScienceDaily
Foto da Pixabay

PROSEGUI LA LETTURA

Non ami fare sport? È questione di personalità é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 09:00 di Tuesday 15 October 2019

]]>
0
La longevità inizia da bambini Tue, 15 Oct 2019 09:15:50 +0000 https://www.bebeblog.it/post/221697/la-longevita-inizia-da-bambini https://www.bebeblog.it/post/221697/la-longevita-inizia-da-bambini SerenaVasta SerenaVasta

La longevità inizia da bambini

La longevità inizia da bambini è il nuovo libro di Valter Longo, un biochimico veneziano che da tempo vive negli Stati Uniti e che si è specializzato nel rapporto tra corretta alimentazione, salute e longevità. Secondo Valter Longo la longevità inizia da bambini, anzi è durante la gravidanza che vengono gettati i semi per la longevità e per un futuro all’insegna di forza e salute.

Valter Longo spiega che gli italiani sono convinti di seguire la dieta mediterranea, si fregiano di questo stile di vita quando in realtà sono i primi a non seguirlo. In base alle sue analisi solo il 20% degli italiani segue davvero la dieta mediterranea e questo comporta conseguenze anche per i bambini. I bimbi italiani, come quelli americani, mangiano male ed infatti su 10 bimbi 4 sono sovrappeso e 2 sono obesi, queste abitudini sbagliate si rifletteranno anche nella vita adulta e anzi tenderanno a peggiorare.

I bambini mangiano male, la loro alimentazione è eccessivamente ricca di zuccheri, sia quelli “che si vedono” come caramelle, merendine, cioccolato, che di quelli che non sono visibili ma ci sono e sono contenuti in pizza pronta, pane lavorato, succhi di frutta o frutta pronta, barrette, biscotti ecc.

Il libro “La longevità inizia da bambini”di Valter Longo offre tanti consigli per seguire un’alimentazione equilibrata e corretta perché è proprio a tavola che si costruisce il proprio futuro. Nel libro non ci sono estremismi, diete drastiche o programmi complicati, ma solo le basi di un’alimentazione con proprietà anti-invecchiamento.

Il libro lo potete trovare in libreria e online, costa poco più di 14,00 euro ed è disponibile anche in ebook.

PROSEGUI LA LETTURA

La longevità inizia da bambini é stato pubblicato su Bebeblog.it alle 09:15 di Tuesday 15 October 2019

]]>
0
La ricetta del risotto topinambur e radicchio Tue, 15 Oct 2019 09:00:49 +0000 https://www.gustoblog.it/post/231776/risotto-topinambur-radicchio-ricetta https://www.gustoblog.it/post/231776/risotto-topinambur-radicchio-ricetta Roberta F. Roberta F.

La ricetta del risotto topinambur e radicchio

Non appena l'azia inizia a rinfrescarsi, la voglia di preparazioni corroboranti come il risotto topinambur e radicchio prende piede.

La ricetta di questa delizia, che si presta ad un pranzetto sano e sfizioso, si realizza con pochi ingredienti ma freschi. Radicchio e topinambur dovranno essere appena colti, mentre per il riso optate per il Carnaroli, insuperabile in primi piatti di questo tipo.

Le proprietà del topinambur sono tantissime e tali da renderlo uno di quegli alimenti da non far mancare nella propria dieta. A differenza del suo aspetto, il suo sapore non può che incuriosire, è a metà tra quello di una patata e quello di un carciofo e ben si abbina al radicchio.

Tra le ricette del risotto con il topinambur questa è una delle più semplici: può essere abbinato anche alla salsiccia ed allo speck, per pietanze decisamente più rustiche.

Ottimo anche crudo, appurato come pulire il topinambur non vi resta altro da fare che tagliarlo a pezzetti ed inserirlo in pentola: buon appetito!

Ingredienti


320 gr di riso carnaroli
12 gr di radicchio
150 gr di topinambur
brodo vegetale qb
1 cipolla
olio extravergine d'oliva qb
sale e pepe
2 cucchiai di grana grattugiato
1 noce di burro

Preparazione

Pulite il radicchio: tagliatelo in striscioline. Affettate la cipolla abbastanza finemente dopo averla pelata.

Pulite bene il topinambur, quindi tagliatelo a cubetti. Versate in un tegame dell'olio di oliva e fatelo scaldare, quindi unite la cipolla tritata e fatela rosolare. Aggiungete i cubetti di topinambur e fate insaporire, quindi unite il riso.

Fatelo tostare per due minuti mescolando bene. Unite il brodo vegetale caldo, un mestolo alla volta e aggiungendo quello successivo solo dopo l'avvenuto assorbimento.

A metà cottura del riso aggiungete il radicchio.

A fine cottura allontanate dalla fiamma, regolate di sale e pepe e unite sia il grana che il burro.

Mescolate per mantecare bene, quindi servite il risotto ben caldo.

Photo | iStock

PROSEGUI LA LETTURA

La ricetta del risotto topinambur e radicchio é stato pubblicato su Gustoblog.it alle 09:00 di Tuesday 15 October 2019

]]>
0
Siria, Trump: "Pronto a distruggere l'economia turca" Tue, 15 Oct 2019 10:43:37 +0000 https://www.polisblog.it/post/448579/siria-trump-pronto-a-distruggere-leconomia-turca https://www.polisblog.it/post/448579/siria-trump-pronto-a-distruggere-leconomia-turca Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Donald J. Trump

"Sono totalmente pronto a distruggere rapidamente l'economia turca se i leader turchi continuano questa strada pericolosa e distruttiva". Questo il tweet condiviso da Donald Trump attraverso il suo account dopo la decisione di "imporre sanzioni contro dirigenti ed ex dirigenti del governo turco e qualsiasi persona che contribuisca alle azioni destabilizzanti della Turchia nel nordest della Siria". Il segretario di Stato, Mike Pompeo, ha invitato Erdogan a fermare l'operazione militare: "Se la Turchia continuerà la sua operazione, esacerberà la crisi umanitaria, con potenziali disastrose conseguenze. Per evitare ulteriori sanzioni Ankara deve immediatamente cessare la sua offensiva unilaterale nel nordest della Siria e tornare al dialogo con gli Stati Uniti sulla sicurezza della regione"

Il vicepresidente, Mike Pence, ha invece annunciato che si recherà proprio in Turchia per discutere dell'offensiva militare nel nord della Siria con Erdogan, al quale Trump ha già chiesto telefonicamente di "mettere fine all'invasione", di decretare "il cessate il fuoco immediato" e di avviare "negoziati con le forze curde in Siria".

I membri dell'esecutivo turco sanzionati sono: il Ministro della Difesa (Hulusi Akar), il Ministro dell'Interno (Suleyman Soylu) ed il Ministro dell'Energia (Fatih Donmez). Come spiegato dal segretario del Tesoro, Steven Mnuchin, "gli Stati Uniti ritengono il governo turco responsabile dell'aumento di violenza da parte delle forze turche, mettendo in pericolo civili innocenti e destabilizzando la regione".

Per il momento le forze armate Usa resteranno in Siria allo scopo di monitorare la situazione.

PROSEGUI LA LETTURA

Siria, Trump: "Pronto a distruggere l'economia turca" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 10:43 di Tuesday 15 October 2019

]]>
0
Fmi: Italia a crescita zero nel 2019, taglio Pil anche nel 2020 Tue, 15 Oct 2019 17:35:31 +0000 https://www.polisblog.it/post/448624/fmi-italia-al-palo-crescita-zero-nel-2019-taglio-stime-pil-anche-nel-2020 https://www.polisblog.it/post/448624/fmi-italia-al-palo-crescita-zero-nel-2019-taglio-stime-pil-anche-nel-2020 Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

FMI rivede stime di crescita al ribasso

L’economia italiana al palo. Il Fondo monetario internazionale (Fmi) rivede le stime sul Pil, certificando la crescita zero per quest’anno. Anche le previsioni sul Pil del 2020 subiscono un ridimensionamento, a +0,5% cioè -0,3% sulla stima di luglio e -0,4% su quella di aprile. E che il Fmi abbia tagliato anche le previsioni di crescita di Germania, Inghilterra e Francia non è certo una consolazione.

Per il 2019 la crescita italiana è dunque pari a zero, ovvero -0,1% sia rispetto alle stime di luglio che a quelle di aprile. Secondo il Fondo monetario internazionale la revisione al ribasso delle stime di crescita dell’Italia per il biennio 2019/2020 è imputabile soprattutto "all'indebolimento della domanda interna, a un minore impulso di bilancio e un contesto esterno più debole" legato alla congiuntura economica.

La raccomandazione che l’organizzazione internazionale con sede a Washington fa al nostro Paese è che è "essenziale" un impegno "credibile" mirato a far scendere il debito pubblico nel medio termine. Debito pubblico che è in aumento del 133,2% nel 2019, +1% sull’anno scorso.

Per il 2020 la previsione è di un debito pubblico che crescerà ancora, al 133,7%, per portarsi al 134% nel 2024. Il deficit invece è previsto in calo al 2,0% del Pil nel 2019, dal 2,1% del 2018, per raggiungere poi il 2,5% nel 2020 e il 2,6% nel 2024. Sempre oggi l’Istat ha diffuso i dati sull’economia sommersa in Italia, pari a 211 miliardi di euro in 12 mesi.

PROSEGUI LA LETTURA

Fmi: Italia a crescita zero nel 2019, taglio Pil anche nel 2020 é stato pubblicato su Polisblog.it alle 17:35 di Tuesday 15 October 2019

]]>
0
Lamborghini Huracán: produzione record con 14.022 esemplari Tue, 15 Oct 2019 09:00:10 +0000 https://www.autoblog.it/post/999194/lamborghini-huracan-produzione-record-con-14-022-esemplari https://www.autoblog.it/post/999194/lamborghini-huracan-produzione-record-con-14-022-esemplari Dario Montrone Dario Montrone


In poco più di cinque anni, la produzione della Lamborghini Huracán ha raggiunto i 14.022 esemplari, ovvero lo stesso numero di unità prodotte per la precedente Lamborghini Gallardo che, tuttavia, è stata commercializzata per circa dieci anni dal 2003 al 2013.

La storia della Lamborghini Huracán è iniziata nel 2014, con la variante coupé a trazione integrale mossa dal motore a benzina 5.2 V10 aspirato da 610 CV di potenza. L'anno successivo è stata introdotta la Lamborghini Huracán Spyder, seguita nel 2016 dalla versione RWD a trazione posteriore da 580 CV di potenza. Al 2017 risale la Lamborghini Huracán Performante da 640 CV di potenza, proposta l'anno seguente anche come Lamborghini Huracán Performante Spyder.

Lo scorso gennaio, al Salone di Detroit 2019, è stata svelata la Lamborghini Huracán Evo, sempre da 640 CV di potenza. Nel mese di marzo, invece, in occasione dell'ultima edizione del Salone di Ginevra, è stata presentata la Lamborghini Huracán Evo Spyder.

L'esemplare numero 14.022 della Lamborghini Huracán, destinato al mercato sudcoreano, è stato prodotto nell'attuale configurazione Evo nella carrozzeria coupé di colore Grigio Titans Opaco. Questo risultato è molto importante per Automobili Lamborghini, dopo aver registrato il risultato record di 4.553 unità prodotte nel primo semestre di quest'anno. La Lamborghini Huracán con 1.211 esemplari, assieme alla Lamborghini Aventador con 649 unità, ha contribuito all'exploit del +96% rispetto allo stesso periodo del 2018, anche se il maggior merito è attribuito alla Lamborghini Urus con ben 2.693 esemplari.

PROSEGUI LA LETTURA

Lamborghini Huracán: produzione record con 14.022 esemplari é stato pubblicato su Autoblog.it alle 09:00 di Tuesday 15 October 2019

]]>
0
Pirelli: pneumatici PZero Tailor Made per la nuova BMW M8 Mon, 14 Oct 2019 17:48:31 +0000 https://www.autoblog.it/post/999180/pirelli-pneumatici-pzero-tailor-made-per-la-nuova-bmw-m8 https://www.autoblog.it/post/999180/pirelli-pneumatici-pzero-tailor-made-per-la-nuova-bmw-m8 Dario Montrone Dario Montrone


Per la nuova BMW M8, presentata lo scorso mese d settembre all'ultimo Salone di Francoforte, Pirelli ha realizzato gli pneumatici PZero Tailor Made, seguendo la filosofia costruttiva Pirelli Perfect Fit. La supercar bavarese monta gli pneumatici anteriori 275/35-ZR20 con struttura simmetrica, abbinata agli pneumatici posteriori 285/35-ZR20 con struttura asimmetrica.

Rispetto alla versione standard degli pneumatici Pirelli PZero, il modello Tailor Made per la nuova BMW M8 garantisce massime prestazioni su vari contesti come lap time, dry handling, wet handling, consistency, braking performance, straight hydroplaning, lateral hydroplaning, weight, comfort, noise e mileage.

Inoltre, gli pneumatici Pirelli PZero Tailor Made su misura per la nuova BMW M8 hanno il disegno del battistrada modificato per ottimizzare il rumore del rotolamento, aumentare il livello di aderenza e ottenere ottime prestazioni anche sul bagnato.

La nuova BMW M8, disponibile sia come M8 Coupé che nella configurazione M8 Cabrio, è equipaggiata con il motore a benzina 4.4i V8 M TwinPower Turbo da 600 CV di potenza. Tuttavia, la relativa gamma comprende anche il modello M8 Competition da 625 CV di potenza. Recentemente, invece, è stata svelata l'inedita BMW M8 Gran Coupé.

PROSEGUI LA LETTURA

Pirelli: pneumatici PZero Tailor Made per la nuova BMW M8 é stato pubblicato su Autoblog.it alle 17:48 di Monday 14 October 2019

]]>
0
Moto Morini a EICMA con una "nuova piattaforma" Mon, 14 Oct 2019 17:46:19 +0000 https://www.motoblog.it/post/976978/moto-morini-a-eicma-con-una-nuova-piattaforma https://www.motoblog.it/post/976978/moto-morini-a-eicma-con-una-nuova-piattaforma Adriano Bestetti Adriano Bestetti

I canali ufficiali di Moto Morini hanno annunciato che lo storico marchio italiano - fondato da Alfonso Morini a Bologna nel 1937 e da un anno di proprietà del cinese Zhongneng Vehicle Group - si presenterà alla prossima edizione del Salone EICMA di Milano (7-10 Novembre) per introdurre una nuova piattaforma per moto di media cilindrata.

Secondo quanto preannunciato dalla casa dell’Aquila Dorata, la nuova piattaforma sarà declinata in diversi modelli a partire da due segmenti particolarmente trendy di quest'epoca, quello delle "Naked" e quello delle "Adventure", di cui dovremmo iniziare a conoscere le "fattezze" a EICMA 2019. O per lo meno questo è quello che si potrebbe ipotizzare a giudicare dallo stilizzatissimo teaser (sotto) rilasciato a corredo dell'annuncio. Il condizionale, almeno per il momento, resta quindi quasi d'obbligo...

Nei padiglioni di Rho Fiera sarà inoltre svelata la versione definitiva dell'attesa Super-Scrambler, che non dovrebbe discostarsi eccessivamente dalla Scrambler 2018 e che Moto Morini definisce come un nuovo concetto di "modern-classic" proiettato nel futuro. Non mancherà, ovviamente, la gamma di modelli spinta dal già conosciuto propulsore CorsaCorta 1200 cc, composta dalla sportiva Corsaro ZZ, dalla minacciosa Corsaro ZT e dall'affascinante Milano, ispirata alla storica 3½.

Per valutare i primi frutti del nuovo corso cinese di Moto Morini, l'appuntamento è fissato allo Stand E05 del Padiglione 22 di EICMA 2019. Non dimenticatevi di inserirlo nel vostro itinerario...

PROSEGUI LA LETTURA

Moto Morini a EICMA con una "nuova piattaforma" é stato pubblicato su Motoblog.it alle 17:46 di Monday 14 October 2019

]]>
0
Renault Clio Cup Italia 2019: a Imola vince Jelmini Mon, 14 Oct 2019 14:12:58 +0000 https://www.motorsportblog.it/post/166462/renault-clio-cup-italia-2019-a-imola-vince-jelmini https://www.motorsportblog.it/post/166462/renault-clio-cup-italia-2019-a-imola-vince-jelmini Rosario Scelsi Rosario Scelsi

La tappa finale della Renault Clio Cup Italia 2019, andata in scena a Imola con una doppia gara, si è chiusa nel segno di Felice Jelmini.

Il pilota del team Composit Motorsport si è presentato sul circuito del Santerno con il titolo di campione stagionale, ma il successo nella serie non è bastato ad accontentarlo, come conferma il passo da leone tenuto nel corso dell'intero weekend, che ha dominato in lungo e in largo, primeggiando nelle prove libere, nelle qualifiche e nel doppio appuntamento agonistico. Un monopolio assoluto, contro il quale nulla hanno potuto gli avversari.

Per Felice Jelmini, quindi, un finale in grande stile nella Renault Clio Cup Italia 2019, che conferma la bontà del suo titolo di laurea nella specialità. L'asso lombardo torna a casa da Imola con un primato aggiuntivo: quello delle dieci affermazioni ottenute nel corso di un'unica stagione. Mai nessuno aveva fatto meglio di lui nella serie della casa francese.

La tappa di Imola ha consegnato anche gli altri titoli. Quello della classifica Junior è andato a Filippo Distrutti, portacolori della NextOneMotorsport, autore di un quarto e di un secondo posto assoluto. Il giovane umbro è balzato in piazza d'onore nella graduatoria generale, precedendo Matteo Poloni (Essecorse), assente nella circostanza.

A conquistare il successo tra i Gentlemen è stato invece Fabrizio Ongaretto (compagno di squadra di Jelmini), che è riuscito ad avere ragione in extremis su "Due" (Oregon Team). Nella classifica riservata alle squadre il successo è andato infine al team Composit Motorsport. Ora gli occhi sono puntati sulla prossima stagione, che si preannuncia fin da adesso molto interessante.

Classifica Renault Clio Cup 2019

1. Felice Jelmini (Composit Motorsport) 283 punti
2. Filippo Distrutti (NextOneMotorsport) 150
3. Matteo Poloni (Essecorse) 120
4. "Due" (Oregon Team) e Ongaretto (Composit Motorsport) 114
6. Giacomo Trebbi (Explorer Motorsport) 72
7. Lorenzo Vallarino (MC Motortecnica) 67
8. Max Danetti (Essecorse) 62
9. Fulvio Ferri (Faro Racing) 61
10. Andrea Mosca (Faro Racing) 51

PROSEGUI LA LETTURA

Renault Clio Cup Italia 2019: a Imola vince Jelmini é stato pubblicato su Motorsportblog.it alle 14:12 di Monday 14 October 2019

]]>
0
Nuova Toyota Mirai: la concept car della seconda generazione Mon, 14 Oct 2019 12:58:51 +0000 https://www.autoblog.it/post/999157/nuova-toyota-mirai-la-concept-car-della-seconda-generazione https://www.autoblog.it/post/999157/nuova-toyota-mirai-la-concept-car-della-seconda-generazione Dario Montrone Dario Montrone


All'imminente Salone di Tokyo 2019 sarà esposta la nuova Toyota Mirai, concept car che prefigura la seconda generazione della berlina ad idrogeno del grande costruttore giapponese. Confermata la tecnologia Toyota Fuel Cell System, ma l'autonomia sarà maggiore del 30% grazie al perfezionamento del sistema FCEV a celle di combustibile, nonché per il serbatoio più capiente.

Esteticamente, la concept car della nuova Toyota Mirai sarà riconoscibile per i cerchi in lega da 20 pollici di diametro e la colorazione Blu Brillante Intenso con la vernice multistrato. L'abitacolo, invece, ha il display touch screen centrale da 12,3 pollici e la nuova configurazione a cinque posti. Inoltre, è dotata della nuova piattaforma modulare TNGA, nonostante le dimensioni imponenti da 498 cm di lunghezza, 189 cm di larghezza, 147 cm di altezza e 292 cm di passo.


La seconda generazione della Toyota Mirai debutterà nel corso del 2020, inizialmente in Giappone, ma poi anche in Nord America e Europa. L'attuale generazione, da 500 km di autonomia massima ed introdotta sul mercato nel 2014, tra l'altro caratterizzata per l'abitacolo a quattro posti, è stata prodotta in circa 10.000 unità.

Yoshikazu Tanaka, ingegnere capo del progetto relativo alla nuova Toyota Mirai, ha dichiarato che "Siamo riusciti a realizzare un'automobile che i clienti vorranno guidare in qualsiasi momento, una vettura dal design accattivante capace anche di offrire una dinamica che faccia divertire alla guida. Voglio che i clienti scelgano Mirai non soltanto per la sua natura di FCEV, ma perché è questa la macchina che vogliono. Il fatto che sia un FCEV è soltanto una delle sue caratteristiche. Continueremo lo sviluppo del nuovo modello partendo proprio da questo presupposto, e speriamo che con la nuova Mirai riusciremo a guidare la trasformazione verso una mobilità basata sull’idrogeno".

PROSEGUI LA LETTURA

Nuova Toyota Mirai: la concept car della seconda generazione é stato pubblicato su Autoblog.it alle 12:58 di Monday 14 October 2019

]]>
0
5G su iPhone, nel 2020 su tutti i nuovi modelli Mon, 14 Oct 2019 11:10:41 +0000 https://www.melablog.it/post/210176/iphone-5g https://www.melablog.it/post/210176/iphone-5g Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna


Aggiornamento del 14 ottobre 2019

Le voci le aveva confermate anche Bloomberg- "Così come è accaduto per il 3G e il 4G, le due precedenti generazioni di reti mobili, Apple attenderà fino ad un anno dopo il lancio iniziali delle reti cellulari 5G, prima di infilare nei suoi prodotti chip compatibili." A dire degli analisti, questa mossa potrebbe rappresentare un rischio per la mela poiché la differenza in termini prestazionali tra 4G e 5G è abissale, e potrebbe portare a una stagnazione delle vendite. Ma c'è il colpo di scena: nel 2022 infatti arriva un chip 5G interamente sviluppato a Cupertino.

"Apple è sempre stata ritardataria nelle tecnologie cellulari," chiosa Mark Hung, analista presso Gartner. "In passato questo non ha rappresentato un problema, ma col 5G le cose andranno diversamente. Se aspettano oltre il 2020, potrebbero scontrarsi col problema."

Il problema è che, a dire di Qualcomm, tutti i principali competitor della mela offriranno il supporto 5G sui loro smartphone di punta entro il 2019."Tutti i produttori Android stanno lavorando sul 5G, oramai" e il rischio per Apple è di arrivare tardi ad una festa che avrà già decretato un vincitore. Se da Cupertino non rivedranno la loro strategia, gli utenti potrebbero mettere in standby gli acquisti rallentando ulteriormente una stagione non proprio florida; o peggio, preferire la concorrenza.

Chip 5G Apple

Aggiornamento: E anche l'affidabile Ming-Chi Kuo di TF International Securities conferma la cosa. I nuovi iPhone di punta in arrivo l'anno prossimo avranno sicuramente il 5G. "Stimiamo che gli iPhone 5G costituiranno circa il 60% di tutte le consegne dei nuovi iPhone nel 2020 (contro stime di altre società del 20%)." Il modem scelto da Apple sarà ancora prodotto da Qualcomm, ma è confermato che a Cupertino stiano mettendo internamente a punto un modem completamente sviluppato in casa che permetta di affrancarsi una volta per tutte dalla dipendenza da produttori e competitor. E la scaletta pare sia anche molto aggressiva: secondo gli ultimi rumors, Apple ha in programma di completare sviluppo, test e certificazione dei nuovi modem nel 2022, e di incastonarli nell'hardware dei iPhone in uscita lo stessa anno.

Una scaletta di prodotto giudicata parecchio ambiziosa, e di difficile realizzazione; l'ottimizzazione per le reti mobili infatti richiede molto tempo, e va fatta con cura, altrimenti si rischia di creare conflitti con gli altri operatori. E a questo occorre aggiungere la perfetta aderenza agli standard globali nonché alle richieste della FCC negli USA. Insomma, il 2023 appare una data più plausibile secondo molti degli osservatori.

Anche se immaginiamo che, dopo l'acquisizione della divisione modem smartphone di Intel e dopo il salasso miliardario con Qualcomm, sia piuttosto naturale che Tim Cook e i suoi vogliamo vederi i frutti di questi investimenti. E oramai, è questione di pochissimi anni: forse un paio, più probabilmente tre, e comunque non più di cinque a dir tanto.

4G VS. 5G


Un po' in tutto il mondo, e perfino qui da noi, i gestori si preparano alle meraviglie del 5G, la connessione mobile di prossima generazione che porterà più banda per tutti; proprio in questi giorni, per dire, è partita sperimentazione a Milano di Vodafone, e molte altre città seguiranno a breve.

Si tratta però di un processo di copertura lungo che richiederà costosi investimenti, e proprio in ragione di già non vedremo approdare questa tecnologia su iPhone tanto presto. A questo aggiungete le incertezze che derivano dalla querelle legale che vede contrapposte Apple e Qualcomm, e che rallenterà ulteriormente il processo.

Intel sta cercando di concludere in tempi record lo sviluppo del suo chip XMM 8160 5G (lo vedete nella foto in cima al post), un modem con capacità di trasmissione dati fino a 6 gigabit massimi teorici, vale a dire da tre a sei volte più performante del miglior chip LTE in circolazione oggi. Ma non arriverà prima del 2019, il che significa che su iPhone approderà solo dopo il 2020.

Il modem 5G di Qualcomm, invece, sarebbe teoricamente pronto molto prima, tant'è che finirà sui primi smartphone Android già l'anno prossimo; ma allo stato delle cose, è altamente improbabile che Cupertino scelga di preferire l'avversaria, non con una causa in corso che vale miliardi di dollari.

Dopotutto, il supporto 5G su iPhone è solo una condizione necessaria ma non sufficiente; serve comunque la collaborazione dei carrier con la stesura della nuova rete, e per quella siamo ancora in alto mare. Considerate infatti che l'asta per le licenze si è conclusa in queste ultime settimane. Dunque, deve passare ancora parecchio tempo prima che le scaramucce tra Qualcomm e Apple possano creare un concreto danno all'utenza.

PROSEGUI LA LETTURA

5G su iPhone, nel 2020 su tutti i nuovi modelli é stato pubblicato su Melablog.it alle 11:10 di Monday 14 October 2019

]]>
0
Apple Arcade: prezzi, e tutti i giochi inclusi nell'abbonamento Mon, 14 Oct 2019 10:45:26 +0000 https://www.melablog.it/post/219134/apple-arcade https://www.melablog.it/post/219134/apple-arcade Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna


Aggiornamento del 14 ottobre 2019

Aggiornamento: A distanza di un mesetto dal giorno del lancio, Apple Arcade si guadagna 5 nuovi titoli:

Decoherence (Efecto Studios): Gioco di strategia che consiste nella costruzione di robot per arrivare alla vittoria della guerra
INMOST (Chucklefish): Un puzzle platformer d'atmosfera, con una bella storia interconnessa che permette di impersonare fino a 3 diversi giocatori legati dallo stesso destino.
Mind Symphony (Rogue Games): Un classico shoot-'em-up game a passo rapido; in alternativa propone una modalità relax con musiche molto piacevoli.
ShockRods (Stainless Games): Un arena shooter con le macchine in cui si spara agli avversari, si raggiunge obiettivi e si ruba la bandiera avversaria.
Stela (SkyBox Labs): Un platformer d'atmosfera molto cinematografica vissuta attraverso gli occhi di un ragazzo che vive gli ultimi giorni di una misteriosa, antica civiltà.

Centinaia di nuovi titoli creati da Disney, Sega, Lego, Cartoon Network e Konami stanno per approdare su App Store. Ma non si acquisteranno, né vi tedieranno con Acquisti In-App, power-up e vite a pagamento che alla fine costano più che se il gioco l'aveste comprato. A questi giochi ci si abbonerà con Apple Arcade.

Cos'è Apple Arcade


L'abbonamento ad Apple Arcade includerà accesso illimitato ad un catalogo speciale di oltre 100 giochi esclusivi con cui divertirsi online o offline, su iPhone, iPad, Mac e Apple TV; i titoli possono essere condivisi senza costi aggiuntivi tra tutti i membri di una famiglia, e i salvataggi si propagano in automatico tra tutti i dispositivi. In altre parole, si lascia la partita su iPhone e la si riprende su Apple TV non appena tornate a casa.

In iOS 13, Apple Arcade costituisce una sezione a sé stante su App Store, curata da professionisti del settore, e non da intelligenza artificiale; i suggerimenti sui titoli da scaricare saranno basati sulle abitudini dell'utente, ma non ci sarà profilazione.

Tutti i contenuti creeranno un'esperienza ludica completa, con tutte le feature e gli aggiornamenti inclusi, senza pubblicità o acquisti aggiuntivi.

“L’App Store è la piattaforma più grande e amata al mondo per i videogame. Ora con Apple Arcade, il primo servizio di gaming in abbonamento per dispositivi mobili, computer desktop e tv, i giochi faranno un salto di qualità” ha dichiarato Phil Schiller, Senior Vice President of Worldwide Marketing di Apple. “Insieme ad alcuni degli sviluppatori più innovativi al mondo, stiamo lavorando alla creazione di oltre 100 giochi originali per iPhone, iPad, Mac e Apple TV. I giochi di Apple Arcade saranno adatti alle famiglie e rispetteranno la privacy degli utenti, senza pubblicità e senza acquisti in-app. Crediamo che Apple Arcade sarà accolto con entusiasmo dai gamer di ogni età.”

Tipi di Giochi



I titoli, creati da accanite software house, copriranno tutti i principali generi, da azione ad avventura, da giochi di società ai rompicapi: c’è qualcosa per tutti. Ecco un assaggio di quel che vi aspetta:

  • “Ballistic Baseball” di Gameloft è un gioco arcade di baseball ricco di azione, dove lanciatore e battitore potranno affrontarsi in avvincenti sfide multiplayer testa a testa.

  • In “ChuChu Rocket! Universe”, Sega lancia gli amati ChuChu in un universo di strani e meravigliosi pianeti, con oltre 100 rompicapi ed enigmi tutti da risolvere.
    — In “Exit the Gungeon” di Devolver, i giocatori devono fuggire da una prigione che sta per crollare, affrontando ostacoli e nemici sempre più pericolosi.

  • “Overland” di Finji è un’avventura post-apocalittica “on the road”, in cui i giocatori dovranno vedersela con temibili creature, salvare gli altri viaggiatori e cercare provviste per sopravvivere.

  • “PAC-MAN PARTY ROYALE” di Bandai Namco è un’innovativa esperienza arcade con una modalità Battle a quattro giocatori in cui un solo PAC-MAN sopravvivrà.

  • In “Rayman Mini” di Ubisoft, Rayman è diventato piccolo piccolo come una formica! I giocatori potranno usare insetti, funghi e piante per attraversare lo strano mondo il più velocemente possibile o riprovare e riprovare finché non raggiungeranno il punteggio perfetto.

  • “Skate City” di Snowman racchiude l’anima e il cuore dello street skating e integra controlli multi-touch.

  • “Steven Universe: Unleash the Light” è un originale Cartoon Network, scritto in collaborazione con Rebecca Sugar, dove gli utenti scelgono i loro personaggi preferiti, sbloccano nuove abilità e si travestono con buffi costumi nel miglior gioco di ruolo per piattaforma mobile.

  • “Super Impossible Road” di Rogue Games è un gioco di guida futuristico e ad alto tasso di adrenalina, dove gli utenti affrontano curve e tornanti su tracciati che attraversano splendidi scenari galattici.

  • “The Bradwell Conspiracy” di Bossa è un gioco d’avventura stilizzato a metà strada tra il thriller e la teoria del complotto, con una chiara vena umoristica.

Lancio e Costo


Apple Arcade sarà disponibile a partire dal 19 settembre 2019 in oltre 150 paesi del mondo, compresa l'Italia, sugli App Store di iOS, macOS e tvOS. Il prezzo dell'abbonamento nel nostro paese è pari a 4,99€ al mese; il primo mese di prova è gratuito.

Elenco Completo


Qui di seguito, l'elenco completo di tutti i giochi disponibili al momento del lancio:


  1. Assemble With Care (usTwo)

  2. Shantae and the Seven Sirens (WayForward Technologies)

  3. Grindstone (Capybara Games)

  4. WHAT THE GOLF? (The Label)

  5. Card of Darkness (Zach Gage)

  6. LEGO Brawls (LEGO)

  7. Patterned (Borderleap)

  8. Stellar Commanders (Blindflug Studios)

  9. Where Cards Fall (Snowman)

  10. Overland (Finji)

  11. Exit the Gungeon (Devolver Digital)

  12. Rayman Mini (Ubisoft)

  13. Spaceland (Tortuga Team)

  14. Agent Intercept (PikPok)

  15. Punch Planet (Block Zero Games)

  16. Sneaky Sasquatch (Rac7 Games)

  17. Operator 41 (Shifty Eye Games)

  18. Frogger in Toy Town (Konami)

  19. Red Reign (Ninja Kiwi)

  20. Various Daylife (Square Enix)

  21. Mini Motorways (Dinosaur Polo Club)

  22. Don't Bug Me! (Frosty Pop)

  23. Oceanhorn 2 (Cornfox & Bros)

  24. King's League II (Kurechii)

  25. Explottens (Werplay Priv.)

  26. Spelldrifter (Free Range Games)

  27. The Get Out Kids (Frosty Pop)

  28. Spek. (Rac7 Games)

  29. Way of the Turtle (Illusion Labs)

  30. Lifeslide (Block Zero Games)

  31. Neo Cab (Surprise Attack Games)

  32. Skate City (Snowman)

  33. Tint. (Lykke Studios)

  34. The Enchanted World (Noodlecake Studios)

  35. Over the Alps (Stave Studios)

  36. Hot Lava (Klei Entertainment)

  37. The Pinball Wizard (Frosty Pop)

  38. Shinsekai Into the Depths (Capcom)

  39. Word Laces (Minimega)

  40. Dear Reader (Local No. 12)

  41. Projection: First Light (Blowfish Studios)

  42. ATONE: Heart of the Elder Tree (Wildboy Studios)

  43. Big Time Sports (Frosty Pop)

  44. Tangle Tower (SFB Games)

  45. Dread Nautical (Zen Studios)

  46. Mutazione (Die Gute Fabrik)

  47. Bleak Sword (Devolver Digital)

  48. Sayonara Wild Hearts (Annapurna)

  49. Dead End Job (Headup)

  50. Cat Quest II (The Gentlebros)

  51. Dodo Peak (Moving Pieces)

  52. Cricket Through the Ages (Devolver Digital)

  53. Speed Demons (Radiangames)

PROSEGUI LA LETTURA

Apple Arcade: prezzi, e tutti i giochi inclusi nell'abbonamento é stato pubblicato su Melablog.it alle 10:45 di Monday 14 October 2019

]]>
0
macOS Catalina: problemi di gioventù e incompatibilità software Mon, 14 Oct 2019 10:00:47 +0000 https://www.melablog.it/post/222447/macos-catalina-problemi https://www.melablog.it/post/222447/macos-catalina-problemi Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna


Aggiornamento del 14 ottobre 2019

Era inevitabile che succedesse, nonostante il lungo periodo di Beta testing. Ora che macOS Catalina è finalmente disponibile per il download, utenti e sviluppatori si sono accorti di alcune piccole rogne e incompatibilità con le altre app e altre diverse cosette. Ecco il resoconto aggiornato delle problematiche.

Aggiornamento: Bug di Mail


Un noto sviluppatore Mac -Michael Tsai- autore di diverse app e di un plugin per Apple Mail, ha scoperto che l'esistenza di un bug all'interno del programma di posta elettronica di macOS Catalina che può portare alla cancellazione delle mail dell'utente.

Il problema è sfuggente e fumoso, forse dovuto ad un insieme di concause eterogenee. Diversi utenti, a suo dire, lamentano la scomparsa/frammentazione delle mail in seguito al processo di prima importazione dopo l'update a macOS 10.15 e nonostante il sistema dia ok.

"Spostare messaggi tra caselle di posta, sia tramite drag&drop che via AppleScript può portare ad un messaggio voto su Mac (in pratica restano solo mittente e oggetto). Se il messaggio è stato spostato da un server mail diverso, gli altri dispositivi vedono il messaggio come cancellato. Poi, tutto questo si sincronizza a sua volta col Mac originale, e il messaggio sparisce definitivamente."

Uno scenario da incubo di cui non ci si rende conto fintanto che non si scorre la corrispondenza e si scopre che il messaggio di cui abbiamo bisogno è svanito senza lasciar traccia. Il consiglio di Tsai è inevitabile: non aggiornate a Catalina, se per la produttività dipendete da Mail. Aggiorneremo il post non appena ci saranno novità.

App Incompatibili


Con Catalina ci sono parecchie novità, tra cui l'abbandono delle app a 32 bit (qui si spiega come verificare quelle presenti sul vostro Mac) il pensionamento di iTunes in favore della nuova app Musica; e fin qui nulla di strano. Il fatto è che, assieme al playerone di Cupertino, se ne va anche una tecnologia che fino ad oggi era utilizzata da molte applicazioni e che ora cesseranno di funzionare correttamente.

Parliamo dei file di playlist XML che erano una caratteristica di iTunes e che veniva utilizzati dalle app di terze parti per accedere ai contenuti della libreria musicale; con l'app Musica questo standard è stato ufficialmente deprecato, sostituito da un formato più moderno, ma intanto la seccatura resta: diverse applicazioni, tipo quelle per DJ e di montaggio audio/video, da oggi cesseranno di interfacciarsi con la vostra libreria musicale.

Società come Serato e Native Instruments per esempio hanno già chiesto agli utenti di desistere dall'aggiornamento a Catalina per non perdere le funzionalità dei loro software; di Traktor Pro, tuttavia, esisterebbe già una Beta pubblica da scaricare.

Ma non finisce qui. Anche Adobe consiglia di non aggiornare se utilizzate Photoshop e Lightroom; col primo software, si registrano problemi con l'assegnazione dei nomi ai file, plugin corrotti, profili lenti non funzionanti e vecchie Droplet bloccate. Per quanto concerne Lightroom, invece, si parla di profili lenti corrotti e noie con il tethering delle fotocamere Nikon.

Condivisione Cartella iCloud


Doveva essere una delle novità del nuovo OS, e invece è stato rimandato alla primavera. La funzionalità di Condivisione delle Cartelle iCloud che avrebbe fatto somigliare di più il Cloud Apple ai servizi concorrenti come Dropbox o Google Drive, non è ancora pronta per il debutto e dunque non è presente nella versione di Catalina che si scarica oggi.

Catalyst


La tecnologia che consente di portare con poco sforzo le app iPad su Mac, chiamata Catalyst, non è perfetta come speravano utenti e sviluppatori.

Innanzitutto, non è semplice da usare, e comunque richiede parecchio parecchia più fatica del previsto per ottenere un prodotto che non sembri "un'app iPad flottante sullo schermo del Mac." Ecco le principali carenze di Catalyst:

Scarsa Ottimizzazione: Il grosso funziona, ma esiste una miriade di piccole cosette da limare in seguito al primo porting.
Mac Datati: I Mac meno recenti faticano a sfruttare le app Catalyst che sfruttano il framework SceneKit di grafica 3D. Ciò produce grafica e animazioni scattanti e poco sofisticate.
Doppio Addebito: Perché un utente dovrebbe pagare due volte, una per la versione iOS e l'altra per quella Mac, se al 99,9% sono la stessa cosa?
Stranezze & Bug: Le versione Mac delle app per iPad non possono nascondere il cursore quando viene riprodotto un video, e hanno problemi con la registrazione video, lo scrolling a due dita, l'uso della tastiera e i videogiochi in modalità schermo pieno.

Per queste ragioni, il debutto di alcune delle app Catalyst attese in queste ore -tipo Gameloft Asphalt 9 e DC Universe- è stato rimandato alla chetichella.

Dunque, ecco la situazione. Come per ogni Major Update che si rispetti, qualche contrattempo è da mettere sul piatto. La cosa più conveniente da fare dunque è di passare in rassegna tutto il software che reputate indispensabile per la vostra produttività personale/lavorativa e di accertarvi che sia compatibile con Catalina. In caso contrario, meglio attendere qualche giorno prima di aggiornare.

Di sicuro, anche al netto di tutte queste scocciature, Catalyst è e resta un'eccellente tecnologia, anzi, è il "futuro dello sviluppo del software su Mac" a dire di Steve Troughton-Smith.

PROSEGUI LA LETTURA

macOS Catalina: problemi di gioventù e incompatibilità software é stato pubblicato su Melablog.it alle 10:00 di Monday 14 October 2019

]]>
0