it_IT Home Blogo.it - Ultime notizie della sezione Home Sat, 24 Aug 2019 01:13:21 +0000 Sat, 24 Aug 2019 01:13:21 +0000 Zend_Feed_Writer 2 (http://framework.zend.com) https://www.blogo.it/home 2004-2014 Blogo.it Incontro Di Maio-Zingaretti: i 5 Stelle vogliono un Conte bis Fri, 23 Aug 2019 22:32:01 +0000 https://www.polisblog.it/post/443567/incontro-di-maio-zingaretti-i-5-stelle-vogliono-un-conte-bis https://www.polisblog.it/post/443567/incontro-di-maio-zingaretti-i-5-stelle-vogliono-un-conte-bis Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Solo poche ore fa i rispettivi staff avevano smentito le voci circa un incontro imminente tra Di Maio e Zingaretti, escludendo la possibilità che i due potessero vedersi già in questo fine settimana per fare il punto della situazione dopo l'incontro ufficiale di oggi pomeriggio tra le due delegazioni. I due leader di partito si sono invece incontrati già questa sera a Roma, in una casa privata, sedendosi intorno ad un tavolo per un'oretta.

Secondo quanto è filtrato, Di Maio avrebbe proposto a Zingaretti di appoggiare un Conte Bis, sposando così la linea dettata oggi pomeriggio da Beppe Grillo con un post sul suo blog. Fonti del Pd hanno fatto sapere che l'incontro è stato "molto cordiale", ma a quanto pare la proposta di confermare Conte nel ruolo di Premier non sarebbe stata ben accolta dal segretario del PD che avrebbe ribadito a Di Maio la necessità di lanciare un messaggio di "discontinuità" rispetto alla precedente esperienza di Governo.

Per questo motivo, secondo Zingaretti, quello di Conte non sarebbe un nome spendibile per arrivare ad un'intesa. Resta dunque questo grande nodo da sciogliere, ma a giudicare da quanto filtra dai rispettivi ambienti le due parti non sono mai state così vicine.

PROSEGUI LA LETTURA

Incontro Di Maio-Zingaretti: i 5 Stelle vogliono un Conte bis é stato pubblicato su Polisblog.it alle 22:32 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Incontro PD-M5S, i Dem: "Clima positivo, non c'è niente di insormontabile" Fri, 23 Aug 2019 16:50:08 +0000 https://www.polisblog.it/post/443549/incontro-pd-m5s-niente-di-insormontabile https://www.polisblog.it/post/443549/incontro-pd-m5s-niente-di-insormontabile Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Primo incontro PD-M5S del 23 agosto 2019

Si è svolto oggi, nel primo pomeriggio, il primo incontro tra PD e MoVimento 5 Stelle per capire se è possibile mettere le basi per la creazione di un nuovo governo"giallo-rosso". I primi a commentare l'esito del meeting sono stati i dem. La loro delegazione era composta dal capogruppo al Senato Andrea Marcucci, il capogruppo alla Camera Graziano Delrio e il vicesegretario Andrea Orlando. Quest'ultimo, dopo l'incontro, ai giornalisti ha detto:

"Che questa interlocuzione sia l'unica interlocuzione è una condizione per affrontare gli ulteriori sviluppi. A livello preliminare non sembrano esserci ostacoli di carattere insormontabile, compresa la questione della definizione dell'agenda per le riforme istituzionali"

Poi Graziano Delrio ha aggiunto:

"Abbiamo analizzato i 15 punti e dobbiamo dire che c'è un'ampia convergenza, seria, sui punti dell'agenda ambientale e sociale e che c'è un impegno molto serio a fare un'agenda di lavoro sulla manovra di bilancio, che è la cosa più importante per il Paese, da vedere subito. Quindi davvero c'è una certa sintonia su molti temi con un lavoro molto serio da fare sulla legge di bilancio che è la priorità"

Andrea Marcucci ha detto che il confronto si è svolto in un clima "positivo e costruttivo che ci fa ben sperare sulle prospettive" e questo clima costruttivo è stato confermato anche da fonti del M5S. Per i pentastellati erano presenti il capogruppo della Camera Francesco D'Uva, il capogruppo del Senato Stefano Patuanelli e i loro vice Francesco Silvestri e Gianluca Perilli, non c'erano dunque i "big" come Di Maio o Di Battista, che nel frattempo hanno parlato ai giornalisti e via social.

Poco dopo anche Francesco D'Uva e Stefano Patuanelli si sono presentati davanti ai giornalisti e hanno confermato quanto detto dai dem. Patuanelli ha spiegato:

"A questo tavolo non sono emersi ostacoli insormontabili, ci sono poi dei temi che saranno discussi direttamente dai capi politici"

E D'Uva ha confermato che non ci sono altre interlocuzioni in corso. Per ora non sono stati fissati altri appuntamenti, ma le delegazioni si sentiranno nelle prossime ore.

PROSEGUI LA LETTURA

Incontro PD-M5S, i Dem: "Clima positivo, non c'è niente di insormontabile" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 16:50 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Renzi: "Gentiloni vuol far saltare l’accordo" Fri, 23 Aug 2019 12:50:45 +0000 https://www.polisblog.it/post/443500/incontro-pd-m5s-renzi-gentiloni-vuol-far-saltare-laccordo-ma-ai-dem-conviene https://www.polisblog.it/post/443500/incontro-pd-m5s-renzi-gentiloni-vuol-far-saltare-laccordo-ma-ai-dem-conviene re.mar. re.mar.


Grandi manovre in casa Pd in vista dell’incontro di oggi pomeriggio, alle 14 ma la sede non si sa, tra Dem e 5 Stelle. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha concesso altro tempo alle forze politiche, con un nuovo giro di consultazioni martedì prossimo. Ma se entro mercoledì non ci sarà spazio per l’incarico si tornerà alle urne.

Il Capo dello Stato ha chiarito ieri che la crisi dovrà essere risolta in tempi brevi e che di tempo da perdere non ce n’è. Il leader del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio al Corriere della Sera oggi spiega: "I nostri capigruppo si vedranno per parlare anzitutto del primo dei 10 punti: il taglio dei parlamentari. Da lì si capisce se c'è davvero la volontà di cambiare le cose".

L'intesa per un’eventuale maggioranza giallorossa in grado di votare la fiducia al nuovo governo è quindi vincolata a questo punto ribadisce il capo politico del M5s, il quale aggiunge che se si torna al voto "c'è il rischio che aumenti l'Iva" e che "migliaia di lavoratori si ritrovino senza un’occupazione".

E la base 5 Stelle? Cosa ne pensa di un’alleanza con il Pd? "Strumentalizzazioni" replica Di Maio, secondo cui gli attivisti "hanno fiducia del Movimento". Del resto la lista dei 5 punti proposti da Zingaretti troverebbe il favore di larghi settori del M5s, anche di quelli meno a sinistra (qualche difficoltà si segnala però già da ora sulla revisione dei decreti sicurezza).

Renzi: Elezioni? Non è detto che Pd ci arrivi unito

Intanto si fa sentire Matteo Renzi, primo sponsor nel Pd di un’intesa con i 5 Stelle, che sottolinea come nel partito ci sia chi rema contro e che proprio per questo a eventuali nuove elezioni non è detto che ci si arrivi tutti insieme: "Paolo Gentiloni sta provando a far saltare l'accordo tra Pd e M5s, inviando 'spin' ai giornali, ma se uno, contravvenendo alle regole interne, con uno spin fa saltare tutto, non è detto che il Pd arrivi tutto insieme alle elezioni".

L’ex segretario ne ha parlato dalla sua scuola politica in Toscana. Ma al Pd, egoisticamente parlando, conviene davvero fare un governo con i 5 Stelle il cui primo atto dovrà essere una manovra finanziaria che si annuncia pesantissima per rimediare alla manovra "espansiva" (come la definì Tria, ma dagli effetti non conseguenti) fatta dal governo gialloverde?

Esecutivo Pd-M5s per il bene del Paese oppure un regalo a Salvini e al Centrodestra, pronto a ricompattarsi contro la Sinistra che torna nei palazzi del potere?

incontro pd m5s renzi attacca gentiloni

PROSEGUI LA LETTURA

Renzi: "Gentiloni vuol far saltare l’accordo" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 12:50 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Zingaretti: "Accuse di Renzi sono ridicole e offensive" Fri, 23 Aug 2019 17:31:38 +0000 https://www.polisblog.it/post/443556/zingaretti-accuse-di-renzi-a-gentiloni-ridicole https://www.polisblog.it/post/443556/zingaretti-accuse-di-renzi-a-gentiloni-ridicole redazione Blogo.it redazione Blogo.it

In queste ore più che il confronto PD-M5S a preoccupare è il confronto interno al PD. Infatti, da una parte i capigruppo dem e pentastellati si sono detti in sintonia su molti temi e pronti a lavorare insieme in un clima positivo e costruttivo, dall'altro, all'interno del Partito Democratico, volano stracci...

Ancora una volta la colpa è principalmente di Matteo Renzi, che in queste giornate in cui si sta dedicando all'insegnamento della politica ai giovanissimi, si è lasciato scappare un commento su un presunto boicottaggio dell'accordo PD-M5S da parte del Presidente del partito, Paolo Gentiloni. Il segretario Nicola Zingaretti si è sentito in dovere di intervenire e in una nota ha scritto:

"Non è mai esistita ovviamente nessuna manovra del Presidente Gentiloni per far fallire l'ipotesi di un nuovo Governo e sostenerlo è ridicolo e offensivo"

Poi, sottolineando la delicatezza di questa fase di trattative con il M5S, ha invitato i dem sostanzialmente a tacere, a non rilasciare dichiarazioni a casaccio che possano compromettere il lavoro che in questo momento stanno svolgendo i capigruppo e la segreteria del partito:

"Siamo nel pieno di consultazioni delicatissime e stiamo lavorando per raggiungere un obiettivo difficile: dare vita a un Governo di svolta per cambiare l'Italia; e questo passa per uno spirito unitario. Torno per l'ennesima volta a fare un appello alla responsabilità: fondamentale per raggiungere questo obiettivo è fermare questo continuo proliferare di comunicati, battute, interviste che, questi sì, mettono tutto a rischio e logorano la nostra credibilità"

Zingaretti difende Gentiloni da accuse di Renzi

PROSEGUI LA LETTURA

Zingaretti: "Accuse di Renzi sono ridicole e offensive" é stato pubblicato su Polisblog.it alle 17:31 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Sondaggi politici: la Lega perde il 3%, il M5S guadagna quasi il 4%, per il PD +2% Fri, 23 Aug 2019 14:15:20 +0000 https://www.polisblog.it/post/443539/sonsaggi-politici-agosto-2019-crisi-di-governo https://www.polisblog.it/post/443539/sonsaggi-politici-agosto-2019-crisi-di-governo redazione Blogo.it redazione Blogo.it

Sondaggi politici agosto 2019 - Come voterebbero gli italiani

In piena crisi di governo Tecnè ha volto un sondaggio per verificare le intenzioni di voto in questa complicatissima fase e il quadro è quello di una Lega sempre primo partito, ma in calo di consensi, mentre il M5S, che era messo malissimo, si riprende e continua a risalire anche il PD. Tuttavia, il dato più importante di tutti è un altro: ben il 48,3% degli intervistati, ossia, in proiezione, quasi la metà degli elettori, si è detto incerto o si è astenuto. Questo significa che i sondaggi sono sì importanti, ma con una percentuale di indecisi così alta non bisogna dare per scontato assolutamente nulla. A eventuali elezioni potrebbe succedere di tutto e ci si potrebbe ritrovare in una situazione incerta tanto quanto lo è ora, almeno finché non si cambia legge elettorale.

Ma vediamo i dati dei singoli partiti:
- la Lega passa dal 34,3% delle europee a, 31,3%
- il M5S sale dal 17,1% al 20,8%
- il PD sale dal 22,7% al 24,6%
- Forza Italia scende dall'8,8% all'8,3%
- Fratelli d'Italia passa dal 6,5% al 6,7%
- +Europa scende dal 3,1% al 2,5%
- Europa verde scende dal 2,3% all'1,8%
- La Sinistra scende dall'1,7% all'1,4%

Per quanto riguarda la posizione degli italiani sulla crisi di governo, le opinioni raccolte da Tecnè si dividono in questo modo:
- per il 50% è stato giusto aprire la crisi
- secondo il 22% sarebbe stato meglio approvare prima la legge di bilancio
- per il 16% si sarebbe dovuta aprire a giugno o comunque dopo le elezioni europee
- per il 12% bisognava aprirla dopo il no del M5S alla Tav
- per il 38% il governo giallo verde sarebbe dovuto arrivare a fine legislatura
- il 12% non sa o non risponde

Come uscire dalla crisi? Per il 65% degli intervistati da Tecnè la soluzione migliore è tornare al voto.

Vediamo ora come la pensano gli elettori della Lega:
- l'83% pensa che Salvini abbia fatto bene ad aprire la crisi
- il 62% vorrebbe tornare a votare a ottobre/novembre
- il 24% preferirebbe aspettare l'approvazione della legge di bilancio e votare tra febbraio e marzo 2020
- il 5% vorrebbe un nuovo governo con Lega e M5S

Gli elettori del MoVimento 5 Stelle la pensano così:
- il 47% vorrebbe tornare a votare
- ma solo il 12% vuole le elezioni subito
- il 35% preferisce approvare prima la legge di bilancio
- il 18% sarebbe d'accordo con un governo con M5S, PD, LeU e +Europa
- l'8% sarebbe d'accordo con un nuovo governo M5S-Lega

E infine gli elettori del PD:
- il 69% vuole tornare a votare
- il 24% vuole votare subito
- il 45% preferisce aspettare l'approvazione della legge di bilancio
- il 22% ritiene che la soluzione migliore sia un governo PD-M5S
- il 5% sarebbe favorevole ad allargare la coalizione di governo anche a Forza Italia.

PROSEGUI LA LETTURA

Sondaggi politici: la Lega perde il 3%, il M5S guadagna quasi il 4%, per il PD +2% é stato pubblicato su Polisblog.it alle 14:15 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Morte di Andrea Zamperoni: aperta un'inchiesta a Lodi Fri, 23 Aug 2019 15:49:01 +0000 https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/621747/morte-andrea-zamperoni-new-york-lodi-indagini https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/621747/morte-andrea-zamperoni-new-york-lodi-indagini Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Mentre a New York sono in corso le indagini sulla morte del giovane chef Andrea Zamperoni, che lavorava presso il noto ristorante Cipriani Dolci di Grand Central, la storica stazione della Grande Mela, a Lodi si è deciso di aprire un fascicolo. Zamperoni, infatti, è di Zorlesco, una frazione di Casalpusterlengo in provincia di Lodi. Il Procuratore Domenico Chiaro ha spiegato:

"Si tratta di un atto dovuto. Attendiamo poi anche di capire quale è stato l'esatto motivo della morte. Il fascicolo verrà aperto oggi"

Il sindaco di Casalpusterlengo, Elia Delmiglio, ha commentato:

"È comprensibile che i genitori vogliano assolutamente sapere come siano andati esattamente i fatti"

E infatti la madre di Andrea, Oriella Ave Dosi, ha formalizzato la denuncia per la morte del figlio, il cui corpo è stato riconosciuto dal fratello Stefano, volato da Londra, dove lavora e ha la sua famiglia, a New York appena appresa la notizia della sparizione del fratello, nella speranza di trovarlo ancora vivo, speranza poi tramontata definitivamente ieri, nella tarda serata italiana, quando la polizia ha ricevuto una chiamata anonima.

La segnalazione ha portato i poliziotti al Kamway Lodge, un motel del Queens distante pochi isolati dalla casa di Andrea. Il ragazzo si sarebbe allontanato nella notte tra sabato e domenica, salendo su un'auto, probabilmente di Uber. Arrivati all'ostello i poliziotti hanno trovato una donna svestita che urlava "È lì" e ha indicato loro dove trovare il corpo senza vita dello chef.

Ora l'attesa è concentrata prima di tutto sull'autopsia, che potrà chiarire i motivi del decesso di Andrea Zamperoni.

Andrea Zamperoni chef morto a New York ultime notizie

PROSEGUI LA LETTURA

Morte di Andrea Zamperoni: aperta un'inchiesta a Lodi é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 15:49 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Ocean Viking a Malta, i migranti saranno trasferiti in 6 paesi Ue Fri, 23 Aug 2019 12:45:28 +0000 https://www.polisblog.it/post/443514/ocean-viking-a-malta-i-migranti-saranno-trasferiti-in-6-paesi-ue-salvini-mai-in-italia-finche-saro-ministro https://www.polisblog.it/post/443514/ocean-viking-a-malta-i-migranti-saranno-trasferiti-in-6-paesi-ue-salvini-mai-in-italia-finche-saro-ministro Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it


Svolta nel caso della Ocean Viking: i 356 migranti della nave, in mare da 13 giorni in attesa di un porto sicuro, saranno distribuiti in 6 Paesi Ue. A dare la notizia - quando ormai si parla di condizioni critiche a bordo, cibo scarso e possibili evacuazioni - è stato il premier maltese Joseph Muscat: "Malta trasferirà queste persone alle navi delle forze armate maltesi fuori delle acque territoriali, che le porteranno a terra. Nessuno resterà a Malta, andranno in Francia, Germania, Irlanda, Lussemburgo, Portogallo e Romania".

Muscat ha poi aggiunto che l’intesa è stata raggiunta grazie a "discussioni con la Commissione europea e un certo numero di Stati membri, soprattutto Francia e Germania".

Pronto il tweet del ministro degli Interni Matteo Salvini che soddisfatto commenta: "Come promesso, non abbiamo dato nessun permesso allo sbarco in Italia per i 356 immigrati a bordo della Ocean Viking. Prima la sicurezza degli Italiani! E ovviamente... mai col PD".

PROSEGUI LA LETTURA

Ocean Viking a Malta, i migranti saranno trasferiti in 6 paesi Ue é stato pubblicato su Polisblog.it alle 12:45 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Carlo Freccero a Blogo: "Belen Rodriguez e Stefano De Martino due ossessionati da Instagram in una sitcom su Rai2" Fri, 23 Aug 2019 13:44:24 +0000 https://www.tvblog.it/post/1667893/belen-rodriguez-stefano-de-martino-ossessionati-da-instagram-sitcom-rai2 https://www.tvblog.it/post/1667893/belen-rodriguez-stefano-de-martino-ossessionati-da-instagram-sitcom-rai2 Massimo Galanto Massimo Galanto

"Belen Rodriguez e Stefano De Martino due ossessionati da Instagram che si lasciano e si prendono continuamente, in una sitcom di Rai2. Come Casa Vianello". È questa l'idea che il direttore di rete Carlo Freccero anticipa in un'intervista rilasciata a Blogo. Di seguito l'intervista integrale.

Belen Rodriguez e Stefano De Martino conduttori per Rai2 di La notte della Taranta su Rai2 domani sera: è una provocazione?

No. È il modo per pedagogizzare un pubblico che non conosce assolutamente questo fenomeno misterioro e complesso che ha fatto aprire dibattiti sulla antropologia culturale e che ha fatto scrivere una miriade di libri. E che si continua ancora adesso. Belen e Stefano sono due personaggi tarantolati mediaticamente, sono dentro le onde mediatiche di Instagram, televisione e media. Li ho scelti apposta perché, oltretutto, sono belli. Sono eroticamente potenti. Vorrei che ogni coppia avesse la pizzica che hanno loro.

Stefano De Martino è ormai volto di Rai2...

Sono stato io a volerlo.

Le va dato atto, in effetti. Con Belen condurrà anche il Festival di Castrocaro...

Belen viaggia per conto suo.

Ecco, quindi il coinvolgimento di Belen su Rai2 è limitato solo a questi due eventi?

Se si trovasse una bella sitcom su loro due, sarei ben felice di fargliela fare. Come fosse una Casa Vianello. Due ossessionati da Instagram che si lasciano e si prendono continuamente. Casa Vianello all'epoca di Instagram. Non ne ho parlato ancora con loro due, ma mi piacerebbe molto.

Torniamo a La notte della Taranta. Il progetto televisivo della diretta su Rai2 è parallelo a quello del Concertone della Taranta. Belen e Stefano saliranno sul palco?

Non saliranno sul palco. È una mia scelta, non voglio che siano ibridati con la manifestazione, che ha una sua coerenza editoriale, poetica e di racconto. Volevo che Castaldo (il critico musicale di La Repubblica che farà da conduttore-maestro insieme a Belen e Stefano, Ndr), che amo alla follia, li introducesse a questa complessità per fare amare questo evento anche a loro. E voglio che questo evento rimanga sulla Rai generalista ogni fine estate.

PROSEGUI LA LETTURA

Carlo Freccero a Blogo: "Belen Rodriguez e Stefano De Martino due ossessionati da Instagram in una sitcom su Rai2" é stato pubblicato su Tvblog.it alle 13:44 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Mediaset Extra regala un'intera giornata a Maurizio Costanzo Fri, 23 Aug 2019 21:12:36 +0000 https://www.tvblog.it/post/1667890/mediaset-extra-programmazione-compleanno-maurizio-costanzo-28-agosto-2019 https://www.tvblog.it/post/1667890/mediaset-extra-programmazione-compleanno-maurizio-costanzo-28-agosto-2019 Marco Salaris Marco Salaris

Saranno 81 le candeline che Maurizio Costanzo spegnerà mercoledì 28 agosto, il giornalista e papà del talk show all'italiana portato sul piccolo schermo negli anni '70 con programmi come Acquario e Bontà loro sarà celebrato a dovere. Se l'anno scorso Mediaset si limitò ad un bumper a rotazione su tutte le reti fra le note di un successo da lui scritto come Se Telefonando, quest'anno è Mediaset Extra a fare le cose in grande regalando al conduttore un'intera giornata di programmazione a tema.

Si parte alle 7 del mattino con un episodio (il quindicesimo della 3° stagione intitolato "Basta poco" come indicato nella guida tv) della sit-com Orazio da lui interpretata dal 1984 al 1986. Segue alle 7:30 una puntata di Ovidio (la venticinquesima della prima e unica stagione), altra sit-com trasmessa nel 1989 su Canale 5.

Alle 7:55 sarà la volta della riproposizione di uno special condotto da Costanzo con Enrico Mentana, si tratta di In ordine alfabetico: Gassman, Sordi, Vitti trasmesso il 26 marzo 1999. Tre pilastri dello spettacolo che si raccontano attraverso le domande dei due giornalisti. A seguire un altro speciale dedicato a I tre tenori della tv: Mike Bongiorno, Corrado e Raimondo Vianello sempre condotto dalla coppia Costanzo-Mentana, il programma andò in onda il 29 novembre 1998.

Alle 11:30 si prosegue con i 20 anni del Maurizio Costanzo Show festeggiati il 19 dicembre 2001 su Canale 5 per poi aprire il pomeriggio con una commedia diretta da Costanzo datata 1978 e intitolata Melodrammore (e vissero felici e contenti) interpretato da Enrico Montesano, Amedeo Nazzari, Fran Fullenwider, Jenny Tamburi, Mino Bellei, Vincenzo Crocitti, Angelo Gangarossa, Nilla Pizzi, Stefania Spugnini, Liana Trouché e Claudio Villa.

Attorno alle 15:20 andrà in onda Buona Domenica - Gran Finale, si tratta della continuazione dell'ultima puntata di Buona Domenica edizione 1996/97 (la prima della lunga era Costanziana durata sino al 2006) andata in onda il 25 maggio di 22 anni fa in prima serata. Dopo una pausa con L'album di Tu si que vales che in qualche modo riporta indirettamente il riferimento al conduttore con la presenza di sua moglie Maria de Filippi, la prima serata di Mediaset Extra sarà occupata da Sipario - Buon Compleanno Maurizio con spezzoni cult ripresi dalle teche Mediaset.

Al termine saranno riproposte in ordine di trasmissione le repliche de I tre tenori dalle 23:10 all'1:10, In ordine alfabetico: Gassman, Sordi, Vitti dall'1:10 alle 2:45 e lo special di prima serata dalle 2:45 alle 4:10 del mattino. Dulcis in fundo altri episodi tratti da Orazio che completeranno le (quasi) 24h di palinsesto arrivando alle 6 del mattino.

PROSEGUI LA LETTURA

Mediaset Extra regala un'intera giornata a Maurizio Costanzo é stato pubblicato su Tvblog.it alle 21:12 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Giancarlo Leone: "Miss Italia torna in Rai? Eccellente opportunità" Fri, 23 Aug 2019 10:19:51 +0000 https://www.tvblog.it/post/1667869/giancarlo-leone-intervista-rai-politica-salini-miss-italia https://www.tvblog.it/post/1667869/giancarlo-leone-intervista-rai-politica-salini-miss-italia Hit Hit

Giancarlo Leone a TvBlog: La politica e la Rai? Rispetta chi si fa rispettare. Miss Italia torna in Rai? Eccellente opportunità

Lui è il Presidente dell'Associazione produttori audiovisivi, amministratore delegato di Q10 Media e da poco è stato nominato membro del Consiglio Superiore del Cinema e dell'Audiovisivo, ma sopratutto è stato uomo Rai a tutto tondo. Giancarlo Leone ha infatti attraversato in lungo e in largo le stanze del potere della televisione pubblica, dove vi è entrato nel 1983. Coordinatore dei palinsesti, Amministratore delegato di Rai Cinema, capo di Rai intrattenimento, vice direttore generale, direttore di Rai1 ed è stato ad un passo dalla direzione generale della tv pubblica, dopo le dimissioni di Antonio Campo Dall'Orto, su richiesta dell'allora governo, carica che decise di rifiutare. TvBlog lo ha voluto sentire su alcune questioni televisive, anche di attualità, lui grande conoscitore del mezzo.

Allora direttore, come si sta lontano dalla Rai ?

Dopo 33 anni di impegni reciproci di grande soddisfazione, direi molto bene. Quando si ha la consapevolezza di aver dato tutto e ricevuto tutto, non si può che stare bene, sopratutto perchè ormai era giunto il momento di nuove iniziative imprenditoriali, la mia società Q10 Media e istituzionali quali la Presidenza dell'associazione dei produttori.

Come la vede da fuori oggi la televisione pubblica ?

Intanto devo dire che guardo meno la televisione rispetto a prima, ma è un fatto puramente tecnico. Ora ho semplicemente meno motivi di guardarla, prima essendo direttore di Rai1 dovevo controllare tutto quello che andava in onda. In generale posso dire che la Rai conferma una buona qualità della sua produzione con un valore aggiunto rispetto alla concorrenza, derivato ovviamente anche dal canone. Al di là dei gusti personali, il servizio pubblico continua a svolgere egregiamente il suo compito, potrebbe approfittare di questa occasione del rinnovo dei vertici aziendali con l'arrivo di Salini e Foa per accelerare il processo di rinnovamento.

Ed a proposito di rinnovamento Salini ha messo in piedi questo nuovo Piano industriale, che ne pensa ?

Lo trovo molto positivo. Ritengo che oggi solo le competenze professionali e produttive possono far diventare una televisione generalista, una televisione di qualità e non la tv del "generone". La tv generalista con competenze orizzontali di genere che producano per conto delle reti, può essere la risposta adeguata alla grande trasformazione dei modelli produttivi in atto di questi tempi. Poi secondo me la Rai potrebbe anche focalizzare maggiormente la propria attività su un numero di canali indispensabili, perchè probabilmente oggi i 14/15 canali esistenti potrebbero essere troppi, sopratutto per una questione di costi. Concentrarsi quindi su un numero minore di canali sui quali investire di più, facendoli diventare ancora più forti, sarebbe a mio giudizio molto utile.

Il governo dell'epoca le aveva offerto la direzione generale della Rai dopo le dimissioni di Antonio Campo Dall'Orto, perchè rifiutò quella nomina ?

Avevo già intrapreso una storia di successo con Q10 Media ed ero Presidente dei produttori non sarebbe stato serio abbandonare tutto questo per una carica di prestigio durante la quale avrei anche dovuto gestire le elezioni politiche del marzo 2018 con con aspettative inevitabili che non avrei potuto soddisfare.

In questo periodo registriamo giornate calde sul fronte politico interno, come le sta raccontando la Rai dal suo punto di vista ?

Sono stato preso in questi giorni in tutta una serie di negoziazioni sindacali relative al rinnovo del contratto delle troupe del cinema e per questo non ho potuto seguire tutto, ma da quello che ho visto mi sembra che la Rai abbia svolto egregiamente il proprio compito di copertura integrale dell'informazione.

Ieri Luigi Di Maio, leader dei Cinque stelle, ha parlato di riforma Rai fra i suoi 10 punti per far partire un nuovo governo. Questo della riforma della tv pubblica è un leitmotiv del mondo politico. Quanto conta veramente la politica in Rai e come si dovrebbe evolvere questo rapporto secondo lei ?

La politica e i governi hanno sempre impresso la loro azione sulla Rai, non certo da oggi. Io conosco molto bene il tema essendo stato per 33 anni in quella azienda. La politica conta in Rai nella misura in cui i professionisti che sono nelle posizioni apicali di quella azienda la fanno contare. La politica cercherà sempre di essere invasiva e pervasiva, sta ai professionisti saperla limitare. La politica rispetta chi si fa rispettare, non rispetta chi decide di accettare supinamente i diktat che comunque la politica fa. E' fondamentale che l'argine alla politica venga messo dagli stessi lavoratori che in Rai operano.

Quindi paradossalmente il modus operandi corretto di un dirigente Rai è quello di dire più no che si al politico di turno ?

Assolutamente. In questo modo si viene rispettati molto di più e si è in grado di agire con una maggiore autonomia. La cosa importante, secondo me, è che il manager televisivo della Rai non abbia fatto carte false per giungere a quella posizione, promettendo al politico di turno una massima fedeltà ai suoi ordini. Siccome per fortuna sono pochi quelli che adottano questo meccanismo, a tutti gli altri dico: abbiate meno paura, perchè la politica rispetta chi sa farsi rispettare. Spesso un no ha più valore di un si, sopratutto se è giustificato e motivato. Solo in questo modo si può arginare la politica in Rai.

Fra poco andrà in onda la serata per festeggiare gli 80 anni di Miss Italia ed a proposito di no, durante la sua direzione della Rete 1 si decise di non trasmettere più questo evento, quali furono i motivi che vi spinsero a quella decisione ?

Premetto che ho letto da più parti che la decisione di non trasmettere più Miss Italia su Rai1 sarebbe stata presa dalla Presidente Tarantola in accordo con il direttore generale Gubitosi, per una Rai più attenta all'immagine della donna. Devo dire invece che rivendico totalmente quella decisione, che è stata certamente supportata ed avallata dal vertice aziendale, ma è una decisione di totale competenza del direttore di rete, quindi mia. Allora, ancora lontana la fase del "Me Too", ritenevo che era avvilente la rappresentazione preistorica della donna così come era stata compiuta negli ultimi anni in Rai con Miss Italia. Di fronte ad una sostanziale verifica di una impossibilità di modificare il modello produttivo di quella Miss Italia in un linguaggio che non fosse quello dell'esposizione di corpi femminili senza una adeguata modifica del format, che secondo me andava completamente rivisto, non è stato per me assolutamente difficile prendere quella decisione.

C'è stato quindi un tentativo da parte sua di far modificare l'impianto del format, prima di decidere di non trasmetterlo

Ho provato ma dopo poche riunioni ho subito capito che non era possibile modificarlo. Ero comunque convinto che altri soggetti, ma non il servizio pubblico, avrebbero potuto trasmettere Miss Italia. Ho notato però che da questo punto di vista anche Mediaset non ha ritenuto -diciamo così- di cogliere quella opportunità, lo ha fatto La7, dopo di che anche la rete di Cairo ha deciso di interrompere questa esperienza.

Come giudica la decisione dei vertici attuali della televisione pubblica di tornare a trasmetterla per festeggiare gli 80 anni del concorso ?

La trovo una eccellente opportunità per la Rai, per Rai1 e per Miss Italia di dimostrare che si può anche cambiare modello narrativo rispetto al racconto delle donne. L'idea di provare a raccontare ottanta anni di Miss Italia è giusta. Immagino che proveranno a farlo non solo con la storia di questo famoso concorso, ma anche cercando di individuare dei modelli di linguaggio più contemporanei rispetto all'universo femminile e che possano essere un nuovo inizio per un percorso di Miss Italia in Rai anche per i prossimi anni.

La Rai1 a flusso continuo che parte da Unomattina ed arriva fino a Porta a porta con i programmi contenitori di tutto, dall'antipasto al dessert, ha ancora senso oggi secondo lei ?

Nell'era del consumo a richiesta al quale ormai ci si sta abituando grazie alla presenza di nuovi canali distributivi: Netflix, Amazon, Sky Q, tanto per citarne alcuni, ci sta eccome un modello alternativo di un canale che abbia un flusso verticale dell'offerta. Oggi questo tipo di televisione è una alternativa ancora più importante rispetto a prima. In precedenza l'offerta lineare televisiva era quella dominante, con qualche spruzzata pay. Adesso fra l'offerta pay, quella on demand, quella dei canali tematici, la proposta televisiva lineare free, in questo caso di Rai1, può essere alternativa rispetto ad un genere che può diventare dominante, dunque ci sta eccome. Gli ascolti dimostrano che c'è ancora una larga fetta di pubblico interessato ad avere un rapporto di fidelizzazione con il canale.

Fa bene la Rai e la Rete 1 in particolare ad inseguire a tutti i costi i nuovi modelli narrativi tipici delle nuove piattaforme multimediali ?

E' giusto che Rai1 non scimmiotti altri modelli di offerta che la stessa Rai, o altri canali distributivi, sono in grado di poter dare. D'altra parte va anche detto che in questo modello di offerta lineare mantengono la loro posizione centrale alcuni generi, mi riferisco in particolare alla serialità che ha dimostrato di essere vincente, la punta di diamante del canale , oltre che per alcuni programmi di intrattenimento. Rai1 secondo me fa bene a mantenere i vita questo modello ed alimentarlo semmai con volti nuovi, oppure con produzioni che possano essere sempre di più aggiornate ed attualizzate.

Come la disegnerebbe oggi Rai1 se dipendesse da lei, cosa lascerebbe e cosa toglierebbe ?

Rispetto troppo i professionisti che lavorano adesso in Rai per dire cosa mi piace e cosa non mi piace. Ritengo che i professionisti della Rai siano ancora in stragrande maggioranza li a fare bene il loro lavoro e quindi posso solo tifare per loro.

PROSEGUI LA LETTURA

Giancarlo Leone: "Miss Italia torna in Rai? Eccellente opportunità" é stato pubblicato su Tvblog.it alle 10:19 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Grey's Anatomy e Station 19: ecco come si uniranno Fri, 23 Aug 2019 09:46:10 +0000 https://www.tvblog.it/post/1667866/greys-anatomy-station-19-crossover-come-funziona https://www.tvblog.it/post/1667866/greys-anatomy-station-19-crossover-come-funziona Riccardo Cristilli Riccardo Cristilli

Grey's Anatomy inizierà negli Stati Uniti il prossimo giovedì 26 settembre, senza alcun anticipo canadese e con un debutto italiano atteso tra fine ottobre e i primi di novembre. Il suo spinoff Station 19 è stato invece rimandato all'autunno da ABC con A Million Little Things che manterrà lo slot delle 9 pm post-Grey's Anatomy anche da settembre andando avanti per 19 episodi. Quando partirà Station 19 nel 2020?

Questa confusione temporale ha scatenato la reazione dei fan di tutto il mondo soprattutto dopo l'annuncio dell'arrivo di Krista Vernoff come unica showrunner delle due serie e la volontà di creare un universo unico tra le due serie, aumentando gli scambi, creando due o tre crossover evento e con l'arrivo di una storia d'amore a cavallo tra le due serie.

Come si concilia tutto questo con la differenza temporale tra le due serie?

A rispondere a questo quesito ci ha pensato Krista Vernoff, come riporta TvLine, che ha spiegato come "Grey's Anatomy segnerà il tempo per entrambe le serie", sarà una sorta di orologio guida per lo sviluppo delle due produzioni. "Quando Station 19 inizierà ci saranno alcuni flashback che serviranno per coprire il tempo in cui la serie non era in onda" e agganciarsi alle tempistiche di Grey's Anatomy. Il mondo della caserma dei pompieri di Station 19 andrà così avanti anche quando non è in onda la serie. Una soluzione e una strutturazione che ha impegnato i due gruppi di sceneggiatori per diversi mesi per pianificare la giusta modalità, secondo quello che ha raccontato Vernoff.

Nel frattempo in autunno Ben (Jason George) e altri personaggi di Station 19 appariranno saltuariamente in Grey's Anatomy, così da ricordarne l'esistenza e mantenerne vivo l'interesse. I due show, naturalmente, continueranno a vivere separatamente per assecondare i mercati esteri che non sempre trasmettono in parallelo la serie. Come nel caso italiano in cui la scorsa stagione FoxLife non è riuscita a mandare in onda la stessa sera l'evento crossover tra Grey's Anatomy e Station 19 e ancora di più nella visione in chiaro con Grey's Anatomy su La7 e lo spinoff in seconda serata su Canale 5.

Intanto i lavori per la sedicesima stagione di Grey's Anatomy sono in corso e in previsione ci sarà un episodio dedicato al personaggio di Richard (James Pickens Jr.). "Sarà un episodio importante" ha spiegato Vernoff ma non sarà un classico episodio standalone, come altri della scorsa stagione, spesso girati in parallelo agli altri episodi perchè impiegavano solo parte del cast, ma "stiamo provando a realizzare episodi più inseriti nella trama generale".

PROSEGUI LA LETTURA

Grey's Anatomy e Station 19: ecco come si uniranno é stato pubblicato su Tvblog.it alle 09:46 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Pierluigi Diaco rinomina La vita in diretta estate in "L'estate in diretta" Thu, 22 Aug 2019 22:10:20 +0000 https://www.tvblog.it/post/1667845/pierluigi-diaco-confonde-titolo-la-vita-in-diretta-estate-video https://www.tvblog.it/post/1667845/pierluigi-diaco-confonde-titolo-la-vita-in-diretta-estate-video Marco Salaris Marco Salaris

Capita che in determinate circostanze qualche distrazione o momentanea dimenticanza giochi brutti scherzi a certi conduttori che presi dalla foga del parlato si cacciano in qualche papera rispetto a nomi, parole e, in particolar modo (per i pianti della grammatica italiana) spesso e volentieri ahinoi anche verbi.

Il curioso caso di Pierluigi Diaco, in onda dal lunedì al venerdì alle 14 con Io e Te su Rai 1, riporta in parte uno di questi punti con la sostanziale differenza che a 'rimetterci' è il titolo di una trasmissione targata Rai 1: La vita in diretta estate.

Dall'inizio della prima edizione del programma estivo da lui condotto ecco che al termine di ogni puntata - in pieno stile aziendalista - Diaco come il più professionale annunciatore dei programmi della giornata elenca cosa andrà in onda dopo il suo appuntamento: Il paradiso delle signore, l'edizione del Tg1 delle 16:30 e l'approfondimento economico della testata che ne segue, il tutto subito prima del programma presentato da Beppe Convertini e Lisa Marzoli.

Peccato che Diaco insistentemente dalle prime settimane del suo programma rinomini la trasmissione in "L'estate in diretta", titolo che ha tenuto dalla sua origine datata 2011 sino al 2016, prima di diventare ufficialmente La vita in diretta estate. Nel video che vedete in calce all'articolo sono riportate solo una parte di 'finali' di alcune puntate andate in onda tra luglio e agosto. Neanche Teresa de Santis, direttore di Rai 1 (ospite a Io e Te lo scorso 17 luglio), si era permessa a correggere il conduttore che aveva errato il titolo anche davanti a lei.

Di certo non si tratta di un errore che cambierà le sorti del paese intero e La vita in diretta nella sua 'summer edition' continuerà la sua corsa fino a settembre senza che questa virgola ne ostacoli la sua messa in onda. Piuttosto parliamo di un vero e proprio record dato che si tratta del maggior numero di episodi in cui un conduttore confonde il titolo di una trasmissione tv per il suo antenato.

PROSEGUI LA LETTURA

Pierluigi Diaco rinomina La vita in diretta estate in "L'estate in diretta" é stato pubblicato su Tvblog.it alle 22:10 di Thursday 22 August 2019

]]>
0
In onda, la puntata si chiude al buio... Fri, 23 Aug 2019 02:02:45 +0000 https://www.tvblog.it/post/1667862/in-onda-blackout-in-diretta-la7 https://www.tvblog.it/post/1667862/in-onda-blackout-in-diretta-la7 Marco Salaris Marco Salaris

Quante forze ha messo in campo La7! soprattutto in questi giorni di fibrillazioni politiche. Talmente tante che dopo lunghe maratone, speciali e ore di dirette macinate negli studi della rete di Urbano Cairo qualche intoppo tecnico può essere comprensibile.

E' successo In Onda, ultimo atto 'in diretta' del racconto di una giornata politica convulsa già ampiamente raccontata da una lunga #maratonamentana tirata avanti imperturbabile dalle 14 alle 20:40 (compreso dell'edizione ufficiale del notiziario delle 20).

Il programma in onda sino alle 22:30 per commentare l'epilogo di questa prima tornata di consultazioni a 8 minuti dal suo termine subisce un coup de théâtre con David Parenzo, Luca Telese e gli ospiti in studio che rimangono al buio (o quasi) per lo spegnimento improvviso delle luci che illuminano il centro dello studio. Parenzo davanti al blackout prende la palla al balzo per trasformare il problema in una metafora più che azzeccata: "La notte della Repubblica", successivamente si sposta dal tavolo 'oscurato' per posizionarsi in un punto più luminoso (dalla posizione in cui si ferma si vedono persino i monitor di servizio, ndr) e lanciare un servizio.

Al termine la coppia di conduttori si trova unita da un'altra parte dello studio per chiudere la puntata con le parole di Telese che giustifica ironicamente il blackout: "Questa rete ha pompato così tanta energia che probabilmente abbiamo prosciugato i gruppi elettrogeni" occasione per lanciare un elogio al gruppo di tecnici che hanno alacremente lavorato "E' mancata la luce ma ci ha sorretto la squadra che non manca mai di sostenere il programma in ogni evenienza".

PROSEGUI LA LETTURA

In onda, la puntata si chiude al buio... é stato pubblicato su Tvblog.it alle 02:02 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Notte della Taranta 2019: tutto quello che succederà sul palco Fri, 23 Aug 2019 13:30:51 +0000 https://www.soundsblog.it/post/579495/notte-della-taranta-2019-conferenza-stampa https://www.soundsblog.it/post/579495/notte-della-taranta-2019-conferenza-stampa Massimo Galanto Massimo Galanto

[live_placement]

Oggi, venerdì 23 agosto, alle ore 11 presso il Palazzo Baronale di Melpignano si terrà la conferenza stampa di presentazione del Concertone de La Notte della Taranta in programma domani sera. Blogo seguirà l'incontro in liveblogging. Vi prenderanno parte gli artisti Elisa, Salif Keita, Enzo Avitabile, Alessandro Quarta, Maurizio Colonna, il maestro concertatore Fabio Mastrangelo, il coreografo Davide Bombana e il direttore artistico Daniele Durante.

Previsti anche gli interventi delle seguenti personalità:
Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia
Loredana Capone, assessore all’industria turistica e culturale Regione Puglia
Massimo Manera, presidente Fondazione La Notte della Taranta
Ivan Stomeo, presidente Istituto Diego Carpitella
Roberto Casaluci, presidente Unione dei Comuni della Grecìa Salentina
Stefano Minerva, presidente della Provincia di Lecce
Carlo Freccero, direttore RAI 2
Gino Castaldo, conduttore e giornalista
Maurizio Zanchi, direttore Area Retail Lecce Intesa Sanpaolo
Nunzio Cirino Croccia, Legambiente Italia
Angelo Cruciani, creative director and Founder Yezael

PROSEGUI LA LETTURA

Notte della Taranta 2019: tutto quello che succederà sul palco é stato pubblicato su Soundsblog.it alle 13:30 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Il colpo del cane: trailer della commedia con Edoardo Pesce Fri, 23 Aug 2019 14:33:12 +0000 https://www.cineblog.it/post/918060/il-colpo-del-cane-trailer-edoardo-pesce-film https://www.cineblog.it/post/918060/il-colpo-del-cane-trailer-edoardo-pesce-film Pietro Ferraro Pietro Ferraro

[Per visionare il trailer clicca sull'immagine in alto]

 

Vision Distribution ha reso disponibile il trailer ufficiale de Il colpo del cane, la commedia di Fulvio Risuleo in uscita nei cinema d'Italia il 19 settembre.

 

La trama ufficiale:

 

Al loro primo giorno da dogsitter, Rana (Silvia D’Amico) e Marti (Daphne Scoccia) subiscono il furto del bulldog francese che gli era stato affidato da una ricca signora (Anna Bonaiuto). Decidono di mettersi all'inseguimento del ladro, un sedicente veterinario che sostiene di chiamarsi Dr Mopsi (Edoardo Pesce). Sarà necessario riavvolgere il nastro per scoprire il mistero che si nasconde dietro questo improbabile colpo.

 

Il cast del film è completato da Sabrina Marchetta, Vittorio Viviani, Silvana Bosi e Federico Tocci.

 

 

NOTE DI REGIA

 

Questo film è composto da due storie separate e segue le vicende di alcuni personaggi che finiscono per incontrarsi grazie a un cane: un bulldog francese. Entrambe le storie si svolgono nel tempo di un weekend e il film mostra prima una vicenda e poi l'altra. Entrambe le storie sono tematicamente collegate dall'idea che il denaro generi movimento. O meglio l'assenza di denaro spinge gli esseri umani a rischiare, sbagliare, mentire ma allo stesso tempo anche a vivere intensamente per migliorare la propria posizione. Il cane è quasi sempre l'oggetto del discorso. Nella storia si raccontano questi animali mostrandoli come merce al servizio degli uomini che li sfruttano economicamente. Ma non è un film di denuncia, l'interesse principale della regia è scavare nei vari personaggi e costruire dei ritratti sfaccettati e realistici. Le due storie rappresentano anche due punti di vista sulla stessa vicenda e hanno la funzione di mostrare come spesso delle scelte possano causare reazioni a catena difficili da controllare. [Fulvio Risuleo]

Fulvio Risuleo è nato a Roma nel 1991. Ha frequentato il Centro Sperimentale di Cinematografia nella classe di regia diplomandosi nel 2013. Nel 2014 con il suo saggio di diploma Lievito Madre ha vinto il terzo premio nella sezione Cinéfondation del festival di Cannes. Nel 2014 è uscito Reportage Bizarre, un progetto di cinema-web, venti frammenti video per i venti quartieri di Parigi direttamente sul sito reportagebizarre.com . Nel 2015 con il suo successivo cortometraggio Varicella ha vinto la "Semaine de la Critique" sempre al festival di Cannes. Nel 2016 è uscito il suo primo libro a fumetti intitolato “Pixel “ edito da Ultra – Lit editore. Il suo primo lungometraggio intitolato Guarda in alto è uscito nel 2018, Il colpo del cane è la sua opera seconda.

 

 

 

PROSEGUI LA LETTURA

Il colpo del cane: trailer della commedia con Edoardo Pesce é stato pubblicato su Cineblog.it alle 14:33 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Zeroville: trailer e poster del film di James Franco Fri, 23 Aug 2019 12:04:55 +0000 https://www.cineblog.it/post/917895/zeroville-trailer-james-franco-film https://www.cineblog.it/post/917895/zeroville-trailer-james-franco-film Pietro Ferraro Pietro Ferraro

[Per visionare il trailer clicca sull'immagine in alto]

 

Disponibili trailer e poster di Zeroville, il film diretto da James Franco (The Disaster Artist) che era in attesa di una distribuzione dal 2014, anno della crisi della "Alchemy" che aveva in carico il film. Ora sotto la bandiera di "myCinema online", l'attesa commedia drammatica è pronta ad uscire nelle sale americane il 20 settembre 2019.

Basato sull'omonimo romanzo di Steve Eirckson, "Zeroville" segue Vikar (James Franco), un ingenuo appassionato di cinema. Il film segue il suo viaggio nel cuore di una Hollywood in transizione nel 1969, dove il sistema degli studios è in declino e una nuova generazione di registi sfacciati sta emergendo.

Vikar è un ingenuo con nient'altro che il suo passato da "outsider" e un enorme tatuaggio di Montgomery Clift ed Elizabeth Taylor nel suo film preferito, Un posto al sole del 1951, inciso sul suo cranio rasato. Vikar è guidato dal "fascino del cinema alle tentazioni scintillanti di Zeroville, una città dove tutto è concesso" dove trova lavori nella costruzione di set e poi come apprendista al montaggio. La sua ossessione per il cinema alla fine lo spingerà in una spirale in cui incrocerà il lato oscuro dell'industria cinematografica fatto di parassiti, balordi, falliti, manipolatori e pazzi.

Il film di Franco è interpretato da Seth Rogen (Long Shot) nei panni di Viking Man, uno sceneggiatore e surfer amante dei sigari che indica a Vikar tutte le feste giuste. Jacki Weaver (Il lato positivo - Silver Linings Playbook) interpreta la veterana del settore Dotty. Danny McBride (Facciamola finita) è Slim, un detective con problemi di gestione della rabbbia che indaga sull'omicidio di Sharon Tate. Craig Robinson (Facciamola finita) è il cinefilo intellettuale noto come "The Burglar". Joey King (The Kissing Booth) è una punk-rocker adolescente arrabbiata. La sexy femme fatale Soledad è interpretata da Megan Fox (New Girl), Soledad è la tormentata 'dame' che innesca "l'immersione mozzafiato di Vikar nel mondo accattivante in cui vengono girati i film". Mentre la sua ossessione per i film diventa più profonda, aumenta anche il suo fascino per Soledad, e la strana storia d'amore fa scoprire loro "quanto sia difficile vivere nel confine sfocato tra realtà e illusione".

"Zeroville" è scritto da Paul Felton e Ian Olds, le menti dietro Burn Country altro film con protagonista Franco. Michael Mendelsohn (Vendetta - Una storia d'amore e l'imminente Running With the Devil) è produttore insieme a Vince Jolivette e Caroline Aragon. Jolivette e Aragon hanno già lavorato insieme a Franco. Jolivette è stato produttore di The Disaster Artist e Aragon ha lavorato come aiuto regista e produttore in due dei progetti di regia di Franco, As I Lay Dying e Child of God.

 

 

Fonte: Firstshowing.net

 

 

 

PROSEGUI LA LETTURA

Zeroville: trailer e poster del film di James Franco é stato pubblicato su Cineblog.it alle 12:04 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Nadia Toffa, Maurizio Costanzo contro gli haters, Gianluigi Nuzzi spegne le polemiche: "Le assenze al funerale? Non sputiamo sentenze facili..." Fri, 23 Aug 2019 17:41:59 +0000 https://www.gossipblog.it/post/605360/nadia-toffa-maurizio-costanzo-haters-gianluigi-nuzzi-funerale https://www.gossipblog.it/post/605360/nadia-toffa-maurizio-costanzo-haters-gianluigi-nuzzi-funerale Fabio Morasca Fabio Morasca

Sono trascorsi dieci giorni dalla dolorosa scomparsa di Nadia Toffa, la conduttrice e inviata de Le Iene, morta a soli 40 anni dopo una battaglia contro il cancro durata circa due anni.

Purtroppo, come in tantissime altre occasioni, si sono consumate tantissime polemiche social attorno a Nadia Toffa che non si sono spente neanche con la sua morte: da chi attaccò la Toffa per le sue dichiarazioni controverse riguardanti il cancro fino ad arrivare alle recentissime polemiche circa le assenze al suo funerale (la conduttrice Ilary Blasi è stato il personaggio più colpito da questa polemica).

Due nomi illustri del giornalismo italiano come Maurizio Costanzo e Gianluigi Nuzzi hanno espresso la loro opinione riguardo le precitate polemiche.

Costanzo, tramite la propria rubrica presente sul settimanale Chi, si è scagliato contro gli haters che accusarono Nadia Toffa di aver voluto lucrare sulla propria malattia (la Toffa, durante la malattia, pubblicò un libro intitolato Fiorire d'inverno).

Di seguito, trovate le parole di Maurizio Costanzo scritte a riguardo:

Hanno creduto che sulla malattia bluffasse, che volesse lucrarci. Io che ho conosciuto Nadia molto bene, posso affermare che era una donna che aveva una voglia di vivere, di farcela, pazzesca. Le persone che hanno scritto quelle volgarità si devono solo vergognare.

Il giornalista e conduttore di Quarto Grado, Gianluigi Nuzzi, invece, ha definito le polemiche riguardanti le assenze importanti al funerale di Nadia Toffa, pretestuose e inutili. Ecco il suo messaggio pubblicato su Instagram:

Francamente tutte queste polemiche sui social su chi c’era o non c’era al funerale di Nadia le trovo così piccole, modeste e fuori luogo rispetto al ricordo di chi non c’è più. Ma chi se ne frega se Tizio o Caio c’erano o meno in un momento così!?! Volgiamo gli occhi al bello e non sputiamo sentenze facili e scontate.

PROSEGUI LA LETTURA

Nadia Toffa, Maurizio Costanzo contro gli haters, Gianluigi Nuzzi spegne le polemiche: "Le assenze al funerale? Non sputiamo sentenze facili..." é stato pubblicato su Gossipblog.it alle 17:41 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Temptation Island Vip: le tre coppie escluse dal programma Fri, 23 Aug 2019 15:51:34 +0000 https://www.gossipblog.it/post/605351/tempation-island-vip-coppie-rifiutate https://www.gossipblog.it/post/605351/tempation-island-vip-coppie-rifiutate Claudia Cabrini Claudia Cabrini

Manca ormai poco alla nuova edizione di Temptation Island Vip, stavolta presentato da Alessia Marcuzzi e al quale già sappiamo che parteciperanno sei coppie delle quali si sta discutendo animatamente da giorni.

Proprio oggi, però, siamo riusciti a scoprire grazie alle indiscrezioni del settimanale Spy, anche i nomi di tre coppie in particolare che avrebbero partecipato ai casting per il programma ma che in ultimo non sarebbero state considerate idonee per partecipare.

Tra queste, Alex Belli e la compagna Delia Duran, oltre che Elena Morali e il fidanzato - il comico di Colorado Scintilla. La terza coppia provinata ma poi scartata sarebbe stata quella formata da Corinne Clery e dal suo 'toy-boy'.

Inoltre, il magazine Spy ci tiene a precisare che, come aveva già anticipato nelle settimane scorse,  non ci sarebbe "nessuna Rodriguez in vista né ai provini, né sulla scelta finale delle coppie. Perché a Temptation Island non conta la popolarità, ma il coraggio di mettere alla prova la propria storia d’amore".

Di coppie 'scartate' ce ne sarebbero altre, ma su di loro Spy non ha voluto proferire parola. Al momento, tra le sei coppie che sappiamo prenderanno parte a Temptation Island Vip, ce n'è in particolar modo una che ha destato più scalpore delle altre, quella formata dall'ex tronista di Uomini e Donne Serena Enardu e il fidanzato Pago.

A tal proposito, i fan della coppia si stanno anzitutto chiedendo se tra i due ci sia davvero motivo di mettere a prova il loro rapporto. Le cose tra Serena e Pago sarebbero sempre andate a gonfie vele. Che più di recente qualcosa sia cambiato? Non ci resta che attendere l'approdo di Temptation Islandi Vip in tv, e scoprirne di più.

PROSEGUI LA LETTURA

Temptation Island Vip: le tre coppie escluse dal programma é stato pubblicato su Gossipblog.it alle 15:51 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Caterina Balivo: "Preghiamo per il mondo che brucia" Fri, 23 Aug 2019 15:21:26 +0000 https://www.gossipblog.it/post/605349/caterina-balivo-preghiamo-mondo-fuoco https://www.gossipblog.it/post/605349/caterina-balivo-preghiamo-mondo-fuoco Claudia Cabrini Claudia Cabrini

Sono in molti tra vip e personaggi dello spettacolo ad aver voluto prendere posizione, nelle ultime ore, a proposito dei terribili fatti che stanno accadendo in queste ore nelle foreste dell'Amazzonia, in fiamme da giorni. Tra questi, anche Caterina Balivo, che si è detta molto preoccupata per tutto il male che più di recente pare si stia infliggendo alla nostra natura e al mondo.

La conduttrice ha deciso di esprimere le sue perplessità a proposito dei problemi che quotidianamente affliggono il nostro Pianeta, chiedendo per favore ai suoi followers di pregare per tutti noi:

"L’Amazzonia brucia e così, insieme con il verde, rischiamo di perdere il 20% della produzione di ossigeno del pianeta e il 10% della biodiversità mondiale. Questo è il declino della società del futuro? Preghiamo per noi e per i nostri figli affinché qualcosa possa cambiare"

Le reazioni a quanto scritto da Caterina sono state le più disparate: molti suoi fan hanno visto di buon occhio l'accorato appello rivolto dalla conduttrice, ma in tanti hanno commentato negativamente il tutto spiegando che a loro dire pregare possa servire a ben poco.

Nelle ultime ore, inoltre, un altro appello è giunto dal profilo Instagram ufficiale di Caterina Balivo: la vicinanza a Craig Warwick, ex concorrente dell'Isola dei Famosi che sarebbe stato ricoverato d'urgenza in ospedale. Auguriamo a Craig che possa rimettersi presto.

PROSEGUI LA LETTURA

Caterina Balivo: "Preghiamo per il mondo che brucia" é stato pubblicato su Gossipblog.it alle 15:21 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Treviso: cena di sushi finisce con 12 persone colpite da gastroenterite virale Fri, 23 Aug 2019 15:32:59 +0000 https://www.benessereblog.it/post/192324/treviso-cena-di-sushi-finisce-con-12-persone-colpite-da-gastroenterite-virale https://www.benessereblog.it/post/192324/treviso-cena-di-sushi-finisce-con-12-persone-colpite-da-gastroenterite-virale Maria Vasta Maria Vasta

sushi

A Treviso dodici persone sono finite in ospedale dopo aver mangiato del sushi. A occuparsi della situazione è stata l’Unità Operativa di Microbiologia dell’ospedale di Treviso, che ha isolato i dodici pazienti positivi al norovirus, un virus altamente infettivo, che può essere trasmesso soprattutto per via alimentare. L’unico modo per prevenire il rischio di gastroenterite virale è quello di mettere in pratica delle rigorose norme igieniche quando si maneggiano i cibi e le bevande.

Le persone che sono state infettate hanno avvertito i primi sintomi nel periodo di Ferragosto, quando hanno cominciato a lamentare disturbi come nausea, vomito e diarrea.

Ad accomunare i malcapitati è stato proprio il consumo di sushi (a domicilio per due soggetti, e consumato al ristorante per i restanti dieci pazienti). Nello specifico si è constatato che l’elemento comune nelle persone colpite da gastroenterite è stata l’insalata di alghe utilizzata per preparare il sushi.

Il "Servizio igiene, alimenti e nutrizione" è riuscito a collegare questi due casi a un focolaio di infezione da norovirus che si è verificato in Spagna all'inizio di questo mese, e che è stato collegato proprio al consumo di insalata di alghe.

Dopo la segnalazione dei due episodi verificatisi a Treviso, l’Ulss ha fatto scattare dei controlli nei ristoranti di sushi, ma fino ad ora non sono state evidenziati altri problemi di questo tipo. Non rimane che attendere ulteriori aggiornamenti in proposito.

via | TrevisoToday
Foto da Pixabay

PROSEGUI LA LETTURA

Treviso: cena di sushi finisce con 12 persone colpite da gastroenterite virale é stato pubblicato su Benessereblog.it alle 15:32 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Lilli e il Vagabondo: l'attore di Biagio arriva da un canile Fri, 23 Aug 2019 20:26:47 +0000 https://www.petsblog.it/post/167470/lilli-e-il-vagabondo-film-biagio-canile https://www.petsblog.it/post/167470/lilli-e-il-vagabondo-film-biagio-canile Patrizia Chimera Patrizia Chimera

Lilli e il Vagabondo

C'è sempre una seconda opportunità. Anche per i poveri cagnolini che vengono abbandonati per strada e salvati da qualche volontario di buon cuore, ma che inevitabilmente finiscono in un rifugio o in un canile in attesa di un'adozione che sperano possa arrivare prima o poi. A un trovatello è andata ancora meglio: è diventato l'attore protagonista di un film. Biagio, il randagio di Lilli e il Vagabondo, arriva da un canile.

Uno dei cani protagonisti del remake di Lilli e il Vagabondo, infatti, arriva proprio da un canile. Il cane che interpreta Biagio, nel nuovo film della Disney che uscirà il prossimo 12 novembre sulla nuova piattaforma di streaming Disney+, infatti, prima viveva in un rifugio. E si chiama Monte. E affiancherà la Cocker Spaniel Rose, doppiata in originale da Tessa Thompson. Biagio, invece, avrà nella versione originale la voce di Justin Theroux.

La storia di Monte, in fin dei conti, è la storia di Biagio, il Vagabondo del film della Disney. Il cane è stato prima trovato in rifugio antiaereo in New Mexico e poi ospitato presso l'HALO Animal Rescue di Phoenix, in Arizona. Ad aprile 2018 la sua seconda possibilità di vita: Monte è stato adottato da un addestratore di animali di Hollywood, per un nuovo progetto che è stato svelato solo ora.

Heather Allen, presidente e CEO di Halo, spiega:

È stato adottato da noi nell'aprile del 2018 e sapevamo che le persone che lo avevano scelto volevano tramutarlo in una star di Hollywood, ma non sapevamo per cosa, perché era un segreto. Ma sapevamo che aveva il potenziale per diventare un cane di Hollywood. Quando è arrivato al rifugio era super cordiale, salutava subito le persone, dava baci, amava l'attenzione.

Oggi Monte vive in California e debutterà nel live action di Lilli e il Vagabondo. Eccolo insieme a Lilli:

Foto da Flickr di thestartrader

PROSEGUI LA LETTURA

Lilli e il Vagabondo: l'attore di Biagio arriva da un canile é stato pubblicato su Petsblog.it alle 20:26 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Quanta pasta per 4 persone Fri, 23 Aug 2019 10:15:55 +0000 https://www.gustoblog.it/post/231367/quanta-pasta-per-4-persone https://www.gustoblog.it/post/231367/quanta-pasta-per-4-persone SerenaVasta SerenaVasta

quanta pasta per 4 persone

Quanta pasta per 4 persone? Qual è la giusta dose di pasta a persona? Come regolarsi? La pasta è un alimento base della dieta mediterranea e non deve mai mancare nella nostra alimentazione, potete diminuirla un po’, non mangiarla tutti i giorni alternandola con riso, legumi e cereali ma non va mai bandita, soprattutto quando si è a dieta.

La dose di pasta a persona è di circa 80 – 100 grammi, se la pasta ha un condimento molto ricco si può diminuire un po’, ma senza esagerare perché non si dovrebbe scendere sotto i 70 grammi. Per 4 persone potete quindi considerare tra i 400 e i 320 grammi di pasta, poi dipende da com’è composta la vostra famiglia, se sono 4 adulti queste dosi vanno bene, se ci sono bambini si dovrà diminuire.

La quantità di pasta a persona dipende dal condimento ma anche da cosa prevede il menù: se c’è solo il primo vanno bene 100 grammi di pasta, se invece c’è un secondo potete optare per 70 – 80 grammi e, chiaramente, non servire il pane. Pane e pasta sono carboidrati e quindi non dovrebbero coesistere nello pasto.

In casi particolari, ad esempio se si segue una dieta dimagrante specifica, si fa molto sport o un lavoro pesante, le quantità possono cambiare un po’, ma in questi casi è bene farsi seguire da un nutrizionista.

Foto | Pixabay

PROSEGUI LA LETTURA

Quanta pasta per 4 persone é stato pubblicato su Gustoblog.it alle 10:15 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Grillo: "Non possiamo scambiare Conte come fosse una figurina” Fri, 23 Aug 2019 20:36:38 +0000 https://www.polisblog.it/post/443560/grillo-non-possiamo-scambiare-conte-come-fosse-una-figurina https://www.polisblog.it/post/443560/grillo-non-possiamo-scambiare-conte-come-fosse-una-figurina Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

A 3 giorni dal discorso di Conte in Senato, con il quale ha annunciato le dimissioni dalla carica di Presidente del Consiglio, Beppe Grillo ha deciso di dedicare un lungo post sul suo blog al Premier dimissionario utilizzando un titolo eloquente: "Benvenuto tra gli Elevati".

Per Grillo il Professor Conte è "il primo in tanti anni che nessuno riesce a deridere. In effetti non si lancia in strambe affermazioni, mostra e dimostra un profondo senso di rispetto per le istituzioni, insieme ad una chiara pacatezza ricca di emozioni normali, senza disturbi della personalità".

"Sembra che nessuno voglia perdonare a Conte la sua levatura ed il fatto che ci abbia restituito una parte della dignità persa di fronte al mondo intero. Ha reso possibili delle riforme che questo paese aspettava dai tempi dell'Antica Roma. Ci ha ricordato il senso e l'importanza delle parole (quando hanno importanza e senso) e allora?"

Per Grillo, anche dopo la crisi di Governo, è ancora Conte l'uomo giusto per la poltrona di Premier: "Se dimostreremo la capacità di perdonare le sue virtù sarà un passo in avanti per il Paese, qualsiasi cosa che preveda di scambiare lui, come facesse parte di un mazzo di figurine del circo mediatico-politico, sarebbe una disgrazia. Ora ha pure un valore aggiunto… l'esperienza di avere governato questo strano paese…".

Il cofondatore del Movimento non sembra proprio pronto ad archiviare la parentesi Conte, che secondo il suo parere è stato un Premier di altissimo spessore, soprattutto se paragonato a Berlusconi ("homus olgettinus"), Monti ("Rigor Montis") e Renzi ("il finto rottamatore").

L'opinione su Matteo Renzi, che dovrebbe insieme ai suoi appoggiare questo nuovo Governo, non sembra per nulla cambiata nel tempo: "Un guascone che compare su tutte le reti in una svendita di ferrivecchi ripetendo “venghino siori venghino” salito su a furor di europee, mancette e menzogne: “il daspo ai corrotti! Il daspo ai corrotti!” Anche lui va a Bruxelles, sempre felice di rappresentare al meglio l’Italia, comportandosi come un moccioso sempre appiccicato al telefono, anche lui obbedisce: via i diritti dei lavoratori, dopo la disintegrazione dell’esistenza ai pensionandi del competentissimo predecessore. Un tradimento senza alcuna decenza della storia del suo partito, di quella del paese e dei suoi sistemi di equilibrio sociale. Un personaggio che scorre senza togliersi mai veramente dalle scatole che viene sostituito da un’altra pausa di nulla assoluto, difficile ricordarne il nome".

PROSEGUI LA LETTURA

Grillo: "Non possiamo scambiare Conte come fosse una figurina” é stato pubblicato su Polisblog.it alle 20:36 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Europei Volley femminile, Italia-Portogallo 3-0 Fri, 23 Aug 2019 19:12:03 +0000 https://www.outdoorblog.it/post/517154/europeo-volley-femminile-italia-portogallo-3-0 https://www.outdoorblog.it/post/517154/europeo-volley-femminile-italia-portogallo-3-0 Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Debutto senza affanni per le azzurre di Davide Mazzanti. Nel match d'esordio degli Europei femminili, l'Italia si è infatti imposta 3-0 sulle esordienti portoghesi in poco più di un'ora di gioco. Le azzurre hanno dominato sotto tutti i punti di vista, lasciando le briciole o poco più alle lusitane.

Nessun set è stato realmente combattuto; le portoghesi sono riuscite a conquistare 15 punti, poi 14 ed infine 13 nell'ultimo parziale. Per questo esordio Mazzanti ha giustamente deciso di non rischiare la Bosetti, non ancora al 100% a causa di un infortunio alla spalla destra rimediato durante il torneo preolimpico di inizio agosto. Al suo posto ha giocato Indre Sorokaite, protagonista di una buona prestazione.

Da domani le azzurre potranno serenamente iniziare a preparare la sfida di domenica contro l'Ucraina, sconfitta oggi 3-0 dal Belgio.

PROSEGUI LA LETTURA

Europei Volley femminile, Italia-Portogallo 3-0 é stato pubblicato su Outdoorblog.it alle 19:12 di Friday 23 August 2019

]]>
0
L’Amazzonia brucia, Macron: è crisi internazionale Thu, 22 Aug 2019 11:23:36 +0000 https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/621719/brasile-foresta-amazzonica-in-fiamme-bolsonaro https://cronacaeattualita.blogosfere.it/post/621719/brasile-foresta-amazzonica-in-fiamme-bolsonaro Redazione Blogo.it Redazione Blogo.it

Il presidente francese Emmanuel Macron e quello brasiliano Jair Bolsonaro si sono scontrati su quanto sta accadendo in Amazzonia. Il capo dell’Eliseo lamenta lo scarso impegno del presidente del Brasile, secondo cui il governo del suo Paese non ha le risorse per fronteggiare l’emergenza incendi.

Macron su Twitter ha parlato di "crisi internazionale" per gli incendi in Amazzonia invitando il G7 a occuparsi della questione mettendola nell’agenda del prossimo vertice: "La nostra casa sta bruciando" ha scritto Macron. Pronta la replica di Bolsonaro che l’ha accusato di agire per "interessi politici personali" di "mentalità colonialista".

Brasile, foresta amazzonica in fiamme. Bolsonaro: "Non abbiamo i mezzi per contrastarli"

La foresta amazzonica in Brasile è in fiamme da oltre due settimane e la situazione è ormai fuori controllo, col governo brasiliano totalmente incapace di affrontare un'emergenza così su larga scala.

Gli incendi nella foresta amazzonica non sono certo una novità. Ogni anno se ne registrano a migliaia, ma in questo 2019 si è già raggiunto il numero record di oltre 75mila incendi dal 1° gennaio ad oggi, quasi il doppio di quelli registrati lo scorso anno nello stesso periodo e più del triplo di quelli verificatisi nel 2013.

Stavolta, però, la situazione è più grave di quanto lo sia mai stata negli anni recenti, al punto da spingere il presidente del Brasile Jair Bolsonaro ad ammettere che in questa fase c'è ben poco che si possa fare: "Quaranta uomini per contrastare le fiamme? Non ci sono le risorse. Il caos è arrivato".

Bolsonaro è ritenuto dai suoi oppositori e dagli ambientalisti come responsabile di questa situazione di emergenza estrema, non soltanto per aver incentivato il disboscamento selvaggio della foresta amazzonica, ma anche per aver sottovalutato gli incendi divampati in queste ultime settimane.

Nelle ultime ore Bolsonaro è stato chiamato pubblicamente ad intervenire sull'emergenza, ma non sembra aver preso seriamente la cosa, al punto da essere arrivato a puntare il dito contro le organizzazioni non governative che avrebbero appiccato gli incendi come vendetta per i tagli imposti dal governo, salvo poi ammettere di non aver alcuna prova a sostegno di questa accusa.

Anche la NASA ha lanciato l'allarme pubblicando le immagini satellitari che rivelano una nube di fumo che ricopre gran parte dell'America Latina. Questa densa nume di fumo non soltanto arriva ad impedire ai raggi solari di raggiungere la superficie terreste, ma impedisce anche la formazione delle nuvole, con tutte le conseguenze del caso.

Jair Bolsonaro, in carica dal 1° gennaio scorso, ha dimostrato sin dal suo insediamento ha incentivato la deforestazione, al punto che dopo appena sei mesi di governo i dati confermavano un aumento della deforestazione dell'88% rispetto all'anno precedente. È proprio quello che il mese scorso era stato denunciato pubblicamente dal direttore dell'Istituto nazionale di ricerche spaziali, che aveva accusato il governo di Bolsonaro di aver mentito sull'entità della deforestazione e per questo era stato licenziato poco dopo.

Il Brasile e i Paesi confinanti restando quindi a guardare per mancanza di mezzi e di risorse, mentre le fiamme avanzano senza sosta. Oggi, sul Manifesto, Claudia Fanti ha fornito un bel riepilogo dei danni già accertati:

il fuoco divora vaste estensioni di foresta in diverse regioni del Paese, a cominciare dagli Stati di Acre, Rondônia, Mato Grosso e Mato Grosso do Sul, ma anche in Bolivia, in Paraguay e in Perù. E avanza sulle terre indigene e sulle aree protette – in Amazzonia soprattutto, ma anche nel Cerrado e nella già devastata Mata Atlântica – distruggendo, tra molto altro, già più di 32 mila ettari del Parco nazionale di Ilha Grande in Paraná, e avanzando per 30 chilometri all’interno di un altro parco nazionale, quello di Chapada dos Guimarães, in Mato Grosso.

PROSEGUI LA LETTURA

L’Amazzonia brucia, Macron: è crisi internazionale é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 11:23 di Thursday 22 August 2019

]]>
0
La Nasa: su Marte c'è Rolling Stone... Fri, 23 Aug 2019 16:15:09 +0000 https://scienzaesalute.blogosfere.it/post/590675/rolling-stone-nasa-mick-jagger-pietra-marte https://scienzaesalute.blogosfere.it/post/590675/rolling-stone-nasa-mick-jagger-pietra-marte Patrizia Chimera Patrizia Chimera

Rolling Stones, la Nasa non poteva che chiamare così, omaggiando la band di Mick Jagger, la pietra che rotola su Marte. Questo è il soprannome che si adatta perfettamente a questa piccola roccia spostata sul pianeta rossa dai propulsori di InSight, sonda che era appena arrivata sulla superficie marziana. Perché darle un nome scientifico astruso, quando si può dare un nome nazional popolare che calza assolutamente a pennello?

Proprio quella sera i Rolling Stones si esibivano al Rose Bowl di Pasadena, per la terzultima tappa del No Filter Tour. Poco distante dalla sede del Jet Propulsion Laboratory della NASA che si occupa di gestire la missione InSight. Matt Golombek e altri scienziati, il cui compito è valutare e contare le rocce in fase di atterraggio, non potevano trovare nome migliore.

La roccia, poco più grande di una pallina da golf, il 26 novembre 2018 ha rotolato per un metro circa grazie ai propulsori della sonda che stava atterrando sul pianeta rosso. In altre immagini si vede proprio il percorso fatto dalla Rolling Stones Rock, il più lungo osservato dall'agenzia spaziale americana. Lori Glaze, direttore della Planetary Science Division della NASA a Washington, spiega:

Il nome Rolling Stones Rock si adatta perfettamente. Parte della missione della NASA è condividere il nostro lavoro con un pubblico vario. Quando abbiamo scoperto che gli Stones sarebbero stati a Pasadena, onorarli sembrava un modo divertente per entrare in contatto con i fan di tutto il mondo.

Da qui l'idea di chiamare Rolling Stones Rock quella pietra rotolante. Senza usare nomi scientifici che, invece, si usano per ufficializzare luoghi e oggetti rinvenuti nel sistema solare, come comete, asteroidi e anche rocce... E solo l'Unione Astronomica Internazionale può dare questi nomi. Mentre gli scienziati sono soliti dare dei soprannomi. Simpatici e accattivanti come questo.

Come l'hanno presa i diretti interessati? Con entusiasmo:

Che modo meraviglioso per celebrare il tour. Questo è sicuramente un traguardo nella nostra lunga storia ricca di eventi. Un enorme grazie a tutti alla NASA per averla resa possibile.

Foto Pixabay

PROSEGUI LA LETTURA

La Nasa: su Marte c'è Rolling Stone... é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 16:15 di Friday 23 August 2019

]]>
0
MotoGP Silverstone: i risultati delle prove libere Fri, 23 Aug 2019 12:00:10 +0000 https://www.motoblog.it/post/970897/motogp-silverstone-2019-prove-libere https://www.motoblog.it/post/970897/motogp-silverstone-2019-prove-libere Adriano Bestetti Adriano Bestetti

Il velocissimo rookie francese Fabio Quartararo (Petronas SRT Yamaha) ha fatto segnare il miglior tempo nella venerdì di prove libere della MotoGP per il GP di Gran Bretagna, 12° appuntamento stagionale, in programma ancora una volta sul celebre tracciato di Silverstone (clicca qui per orari e copertura televisiva del weekend).

Il 20enne talento di Nizza ha firmato nelle FP2 pomeridiane il nuovo record della pista con uno strepitoso 1:59.225, crono con cui ha "messo in fila" il Campione del Mondo e leader del classifica iridata Marc Marquez (Honda Repsol) e le due M1 factory del team Monster Energy Yamaha, con Maverick Vinales davanti a Valentino Rossi (Monster Energy Yamaha).

Quartararo e Rossi avevano inizialmento visto cancellare i rispettivi migliori tempi per dei presunti "tagli" in uscita alla curva-6, ma entrambi sono stati poi "riabilitati" in seguito a una revisione delle immagini.

Andrea Dovizioso (Mission Winnow Ducati), fresco vincitore del GP d'Austria e unico rivale di Marquez nella rincorsa al titolo iridato, ha invece conquistato il 6° tempo nelle FP2 e assoluto di giornata, dietro all'idolo locale Cal Crutchlow (LCR Honda) e subito davanti al connazionale Franco Morbidelli (Petronas SRT Yamaha).

Ultimo posto della Top 10 per l'altra Desmosedici GP ufficiale di Danilo Petrucci mentre sono 16° e 17° gli altri due italiani Francesco Bagnaia (Ducati Pramac Racing) e Andrea Iannone (Aprilia Racing Team Gresini). Delusione per Alex Rins (Ecstar Suzuki), solo 15° di giornata, e - soprattutto - per il rientrante Jorge Lorenzo (Honda Repsol), ultimo e staccato di quasi 3"7 dal super-crono firmato da Quartararo.

MotoGP Silverstone 2019 | Classifica FP2

1 Fabio QUARTARARO | FRA | Petronas Yamaha SRT 1'59.225
2 Marc MARQUEZ | SPA | Repsol Honda Team 1'59.476 +0.251 / 0.251
3 Maverick VIÑALES | SPA | Monster Energy Yamaha 1'59.765 +0.540 / 0.289
4 Valentino ROSSI | ITA | Monster Energy Yamaha 1'59.937 +0.712 / 0.172
5 Cal CRUTCHLOW | GBR | LCR Honda CASTROL 1'59.993 +0.768 / 0.056
6 Andrea DOVIZIOSO | ITA | Ducati Team 2'00.110 +0.885 / 0.117
7 Franco MORBIDELLI | ITA | Petronas Yamaha SRT 2'00.183 +0.958 / 0.073
8 Miguel OLIVEIRA | POR | Red Bull KTM Tech 3 2'00.360 +1.135 / 0.177
9 Jack MILLER | AUS | Pramac Racing 2'00.392 +1.167 / 0.032
10 Danilo PETRUCCI | ITA | Ducati Team 2'00.428 +1.203 / 0.036
11 Takaaki NAKAGAMI | JPN | LCR Honda IDEMITSU 2'00.492 +1.267 / 0.064
12 Aleix ESPARGARO | SPA | Aprilia Racing Team Gresini 2'00.497 +1.272 / 0.005
13 Pol ESPARGARO | SPA | Red Bull KTM Factory Racing 2'00.591 +1.366 / 0.094
14 Johann ZARCO | FRA | Red Bull KTM Factory Racing 2'00.664 +1.439 / 0.073
15 Alex RINS | SPA | Team SUZUKI ECSTAR 2'00.666 +1.441 / 0.002
16 Francesco BAGNAIA | ITA | Pramac Racing 2'00.788 +1.563 / 0.122
17 Andrea IANNONE | ITA | Aprilia Racing Team Gresini 2'00.907 +1.682 / 0.119
18 Sylvain GUINTOLI | FRA | Team SUZUKI ECSTAR 2'02.240 +3.015 / 1.333
19 Hafizh SYAHRIN | MAL | Red Bull KTM Tech 3 2'02.417 +3.192 / 0.177
20 Tito RABAT | SPA | Reale Avintia Racing 2'02.473 +3.248 / 0.056
21 Jorge LORENZO | SPA | Repsol Honda Team 2'02.907 +3.682 / 0.434
22 Karel ABRAHAM | CZE | Reale Avintia Racing 2'02.993 +3.768 / 0.086

MotoGP Silverstone 2019 | Classifica FP1

1 Fabio QUARTARARO | FRA | Petronas Yamaha SRT 1'59.952
2 Marc MARQUEZ | SPA | Repsol Honda Team 2'00.538 +0.586 / 0.586
3 Maverick VIÑALES | SPA | Monster Energy Yamaha 2'00.692 +0.740 / 0.154
4 Alex RINS | SPA | Team SUZUKI ECSTAR 2'00.979 +1.027 / 0.287
5 Franco MORBIDELLI | ITA | Petronas Yamaha SRT 2'01.002 +1.050 / 0.023
6 Andrea DOVIZIOSO | ITA | Ducati Team 2'01.005 +1.053 / 0.003
7 Valentino ROSSI | ITA | Monster Energy Yamaha 2'01.298 +1.346 / 0.293
8 Cal CRUTCHLOW | GBR | LCR Honda CASTROL 2'01.395 +1.443 / 0.097
9 Danilo PETRUCCI | ITA | Ducati Team 2'01.438 +1.486 / 0.043
10 Jack MILLER | AUS | Pramac Racing 2'01.535 +1.583 / 0.097
11 Tito RABAT | SPA | Reale Avintia Racing 2'01.589 +1.637 / 0.054
12 Aleix ESPARGARO | SPA | Aprilia Racing Team Gresini 2'01.658 +1.706 / 0.069
13 Andrea IANNONE | ITA | Aprilia Racing Team Gresini 2'01.810 +1.858 / 0.152
14 Francesco BAGNAIA | ITA | Pramac Racing 2'01.852 +1.900 / 0.042
15 Johann ZARCO | FRA | Red Bull KTM Factory Racing 2'01.860 +1.908 / 0.008
16 Miguel OLIVEIRA | POR | Red Bull KTM Tech 3 2'01.865 +1.913 / 0.005
17 Pol ESPARGARO | SPA | Red Bull KTM Factory Racing 2'02.028 +2.076 / 0.163
18 Takaaki NAKAGAMI | JPN | LCR Honda IDEMITSU 2'02.062 +2.110 / 0.034
19 Karel ABRAHAM | CZE | Reale Avintia Racing 2'02.192 +2.240 / 0.130
20 Sylvain GUINTOLI | FRA | Team SUZUKI ECSTAR 2'02.557 +2.605 / 0.365
21 Hafizh SYAHRIN | MAL | Red Bull KTM Tech 3 2'03.058 +3.106 / 0.501
22 Jorge LORENZO | SPA | Repsol Honda Team 2'04.354 +4.402 / 1.296

PROSEGUI LA LETTURA

MotoGP Silverstone: i risultati delle prove libere é stato pubblicato su Motoblog.it alle 12:00 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Previsioni traffico e meteo 24 e 25 agosto: controesodo Fri, 23 Aug 2019 10:05:29 +0000 https://www.autoblog.it/post/990865/previsioni-traffico-e-meteo-24-e-25-agosto-controesodo https://www.autoblog.it/post/990865/previsioni-traffico-e-meteo-24-e-25-agosto-controesodo Roberto Speranza Roberto Speranza

reddito di cittadinanza auto

Siamo arrivati a quello che viene convenzionalmente chiamato controesodo. Le previsioni di traffico e meteo per il 24 e 25 agosto indicano quindi concentrazioni di veicoli molto elevate in direzione delle grandi città.

 

Previsioni traffico 24-25 agosto 2019


Partiamo dal calendario dei bollini compilato dalla Polizia stradale. Questo è il loro significato: bollino verde vuol dire traffico normale; giallo significa traffico intenso; il bollino rosso indica traffico intenso con possibile criticità; infine il bollino nero è il traffico critico, contrassegnato da code molto lunghe quasi ovunque. Il bollino diventa rosso fin dal pomeriggio di venerdì 23 e lo resterà per l’intera giornata di sabato 24 e anche domenica 25. Bollino giallo per la mattinata di lunedì 26. A complicare la situazione arriva anche lo sciopero dei casellanti autostradali, confermato per domenica 25 agosto dalle 10 alle 14 e dalle 18 alle 2 di lunedì 26. Quindi saranno molto probabili code ancora più lunghe ai caselli. Ricordiamo che l’esistenza di uno sciopero dei casellanti non significa che non si paghi l’autostrada. Chi passa senza pagare verrà multato. La Polizia stradale ha programmato d’intensificare i servizi di vigilanza proprio in prossimità dei caselli interessati dallo sciopero.

Il calendario del divieto di circolazione per i mezzi pesanti superiori a 7,5 tonnellate sarà in vigore dalle 8 alle 16 di sabato 24 agosto e dalle 7 alle 22 di domenica 25 agosto. Attenzione ai tutor in autostrada. Sono aumentate le tratte coperte dal nuovo sistema, attualmente sono 46. Qui sopra l'elenco completo. C’è anche la faccenda della recente sentenza della Cassazione che ha annullato la decisione della Corte d’appello di Roma del 10 aprile che ne ordinava la rimozione per violazione di brevetto. Autostrade per l’Italia aveva comunicato che presto le apparecchiature sarebbero state ripristinate. Tuttavia al momento la Polizia stradale non ha diffuso alcuna informazione su eventuali tratte aggiuntive dove il controllo della velocità media è stato ripristinato.

Aggiungiamo in fondo a questa pagina l'elenco dei flussi di traffico previsti nelle giornate critiche sulla rete autostradale. Infine il consueto link di Autostrade per l'Italia con l'elenco delle chiusure per lavori in autostrada.

 

Previsioni meteo 24-25 agosto 2019


Passiamo alle previsioni meteorologiche elaborate dall’Aeronautica militare. Per il pomeriggio di venerdì 23 sono attese piogge con temporali su tutte le regioni del nord. Coperto al centro. Pioggia e temporali anche su Lazio, Campania, Puglia, Basilicata e Sardegna centro-meridionale. In serata sereno al nord ad eccezione del Piemonte sud-occidentale, dove è prevista pioggia, allo stesso modo di Emilia Romagna meridionale, Toscana settentrionale e Sardegna centrale. Sereno sulle altre regioni. Per la mattina di sabato 24 è prevista pioggia con temporali su tutta la Pianura padana. Coperto al nord-est e al centro, sereno al sud. Pioggia sulla Sardegna nord-orientale. Nel pomeriggio pioggia su Trentino Alto Adige, Veneto settentrionale, Emilia Romagna centro-meridionale, Toscana settentrionale e Lazio.

Nuvoloso sulle altre regioni settentrionali e centrali, sereno al sud e sulle isole. In serata sereno su tutto il territorio nazionale. Le previsioni per la mattinata di domenica 25 indicano sereno su tutte le regioni tranne il Trentino centrale, dove è probabile la pioggia. Nel pomeriggio temporali su Trentino, Friuli Venezia Giulia orientale, Toscana settentrionale e Lazio settentrionale; pioggia su Puglia garganica e Basilicata centrale. Sereno sulle altre regioni. In serata sereno su tutte le regioni ad eccezione di Veneto settentrionale e Fruili orientale, dove si prevede pioggia.

 

Vacanze estive, strade e giorni con più traffico


Qui sotto potete consultare l'elenco dei flussi di traffico previsti nelle giornate critiche sulla rete autostradale, diffuso dalla Polizia stradale. Indica in quali giorni e su quali tratti autostradali saranno previste le maggiori concentrazioni di traffico, sempre riassunte dal colore del bollino.

Flussi di traffico by Blogo Motori on Scribd


PROSEGUI LA LETTURA

Previsioni traffico e meteo 24 e 25 agosto: controesodo é stato pubblicato su Autoblog.it alle 10:05 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Porsche Taycan: nuovi interni, fedeli alla tradizione Fri, 23 Aug 2019 14:39:19 +0000 https://www.autoblog.it/post/990870/porsche-taycan-nuovi-interni-fedeli-alla-tradizione https://www.autoblog.it/post/990870/porsche-taycan-nuovi-interni-fedeli-alla-tradizione Tommaso Marcoli Tommaso Marcoli

Porsche Taycan

La prima auto elettrica di Porsche sarà un concentrato di tecnologia e innovazione che non rinuncerà agli aspetti più tradizionali del marchio sportivo di Stoccarda. Piacere di guida, prestazioni esaltanti, anima sportiva e interni che, nonostante il grande contenuto tecnologico, riprendono l'impostazione e l'organizzazione presente sulle classiche vetture a combustione.

Porsche ha pubblicato le prime immagini relative alla strumentazione di bordo. Se salendo a bordo la prima cosa che salta all'occhio è l'introduzione di un cruscotto e di una strumentazione interamente digitali, non poteva mancare il tasto per l'accensione alla sinistra del conducente, storico retaggio sportivo. Un altro elemento in continuità con i modelli più tradizionali è la presenza sul volante del manettino per impostare le cinque diverse modalità di guida: Normal, Range, Sport, Sport + e Individual.

Al centro della plancia fa il suo debutto il display da 10.9", dal quale sarà possibile controllare il sistema di infotelematica. Sul tunnel è stato introdotto un secondo schermo da 8,4" che consentirà di gestire tutte le principali funzioni dell'auto tra cui la climatizzazione e l'impianto audio. La dotazione tecnologica è completata dalla presenza dell'assistete vocale "Hey Porsche".

La nuova Porsche Taycan sarà svelata in anteprima nel corso del prossimo salone di Francoforte, in programma dal 12 al 22 settembre.

PROSEGUI LA LETTURA

Porsche Taycan: nuovi interni, fedeli alla tradizione é stato pubblicato su Autoblog.it alle 14:39 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Apple Card: bella, pratica, ma tanto delicata Fri, 23 Aug 2019 10:10:04 +0000 https://www.melablog.it/post/221649/apple-card-fragile https://www.melablog.it/post/221649/apple-card-fragile Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

Un documento di supporto ufficiale pubblicato di recente da Apple, rivela le modalità con cui ci si prende cura di Apple Card in modo corretto. Ma questo rivela l'estrema fragilità di questa atipica carta di debito.

Pulizia


Se la carta si sporca, è consigliabile usare panni morbidi e non abrasivi, leggermente inumiditi; l'ideale è costituito dalla combo microfibra + alcol isopropilico. Vanno evitati assolutamente solventi, prodotti di pulizia per la casa, sgrassatori, ammoniaca e panni ruvidi come pelle o jeans che invece potrebbero causare antiestetici fenomeni di scoloramento.

Conservazione


La finitura di Apple Card è costituita da diversi, sottilissimi strati di titanio che possono graffiarsi se non viene conservata in borse, portafogli e tasche fatti di materiali morbidi. Per la stessa ragione, non è consigliabile tenerla a contatto con monete, chiavi o altri oggetti abrasivi.

Inoltre, non bisogna mai e per nessun motivo avvicinare la carta ai magneti: si rischia di smagnetizzare infatti la striscia magnetica sul retro. Insomma, Apple Card è bella ma anche tanto, pure troppo delicata.

PROSEGUI LA LETTURA

Apple Card: bella, pratica, ma tanto delicata é stato pubblicato su Melablog.it alle 10:10 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Francia: "Folle" che Apple goda di un "paradiso fiscale permanente" Fri, 23 Aug 2019 11:33:39 +0000 https://www.melablog.it/post/221656/francia-folle-che-apple-goda-di-un-paradiso-fiscale-permanente https://www.melablog.it/post/221656/francia-folle-che-apple-goda-di-un-paradiso-fiscale-permanente Giacomo Martiradonna Giacomo Martiradonna

"I big dell'high tech mondiale non contribuiscono finanziariamente al mantenimento del bene comune, e ciò non è sostenibile." Così si è espresso mercoledì scorso il presidente francese Emmanuel Macron, difendendo la legge recentemente varata nel paese che tassa al 3% i ricavi locali di Google, Apple, Facebook e Amazon. Dal nome dei 4 più importanti soggetti coinvolti, è nato l'acronimo "tassa GAFA."

Al prossimo G7, Macron intende portare avanti la battaglia per imporre una tassa globale alle multinazionali high-tech che sfruttano un sistema definito "folle" per creare un "paradiso fiscale permanente."

Il riferimento è alle pratiche della cosiddetta elusione fiscale, che è legale e non c'entra nulla con l'evasione. In pratica, sfruttando la loro presenza globale, alcune società prendono il meglio delle normative fiscali degli Stati e le usano a loro vantaggio. Uno studio del 2016 pubblicato dal Parlamento europeo stima che il gettito eluso annualmente dalle multinazionali nei paesi UE ammonti per lo meno a 160-190 miliardi di Euro. Una quantità di risorse mostruosa che viene dragata dalle economie nazionali e portata nei paradisi fiscali in attesa del prossimo Tax holiday con cui riportare il bottino in patria a costi ridotti, se non azzerati.

Ogni volta che partono le accuse, Apple e gli altri si trincerano dietro il solito mantra: creiamo un'enormità di posti di lavoro e contribuiamo alle comunità locali, il che è certamente vero, come è vero però che i dipendenti servono per creare i prodotti che poi fanno felici gli azionisti. Prima o poi qualcuno dovrà dirlo ben chiaro: creare posti di lavoro non è un favore né costituisce un afflato filantropico. È qualcosa che serve a entrambi i soggetti, in maniera biunivoca: senza iPhone non ci sarebbero posti di lavoro, ma senza lavoratori non ci sarebbe iPhone.

La tassa GAFA serve a colmare -almeno in parte- il vuoto lasciato nelle casse statali dall'elusione fiscale, e non è un'iniziativa prettamente francese; anche in Spagna, Nuova Zelanda e perfino nel nostro paese, se non cadessero più governi che foglie in autunno, si lavora a qualcosa del genere.

Anzi, la Francia ha già specificato che, in presenza di un accordo paneuropeo su un sistema di tassazione delle multinazionali, sarebbe disposta ad abbandonare GAFA per unirsi agli altri. Per Apple, Google e tutti gli altri, la pacchia sta per finire.

PROSEGUI LA LETTURA

Francia: "Folle" che Apple goda di un "paradiso fiscale permanente" é stato pubblicato su Melablog.it alle 11:33 di Friday 23 August 2019

]]>
0
Vampire Bloodlines 2: i benefici del Ray Tracing Fri, 23 Aug 2019 00:25:25 +0000 https://www.gamesblog.it/post/463089/vampire-bloodlines-2-il-video-della-gamescom-mostra-i-benefici-del-ray-tracing https://www.gamesblog.it/post/463089/vampire-bloodlines-2-il-video-della-gamescom-mostra-i-benefici-del-ray-tracing Michele Galluzzi Michele Galluzzi

I vertici di Paradox Interactive volano a Colonia per mostrare al pubblico della Gamescom 2019 un nuovo video di gioco di Vampire The Masquerade: Bloodlines 2, l'ambizioso GDR ambientato in una Seattle fedelmente rivista in chiave World of Darkness che verrà lanciato nel 2020.

Bloodlines 2 è prodotto da Hardsuit Labs ed è il diretto successore dell'iconico gioco di ruolo Vampire: The Masquerade - Bloodlines, un titolo famoso per la sua narrativa incalzante, i serrati combattimenti corpo a corpo e un cast composto da personaggi intriganti con tante storie nascoste da scoprire progredendo nella trama.

I giocatori vestiranno i panni di un vampiro e perseguiteranno le strade della città, cercando prede e manovrando complesse relazioni politiche, il tutto tentando di bilanciare il contrasto tra l’innato bisogno di sangue e la loro umanità. Il gioco, attualmente in fase di sviluppo con lancio nel 2020, godrà di Ray Tracing in tempo reale e supporterà anche NVIDIA DLSS, così come possiamo notare nello splendido video gameplay realizzato in occasione della GC 2019 di Colonia.

Date un'occhiata alle primissime immagini e scene di gioco di Vampire: The Masquerade - Bloodlines 2 e diteci cosa ne pensate di questo progetto, se siete degli appassionati di lunga data di questa proprietà intellettuale o se vi avvicinerete solo adesso alla dimensione vampiresca di Paradox e Hardsuit Labs.

PROSEGUI LA LETTURA

Vampire Bloodlines 2: i benefici del Ray Tracing é stato pubblicato su Gamesblog.it alle 00:25 di Friday 23 August 2019

]]>
0