Serie A Volley Femminile: le nuove norme di ammissione al Campionato 2013-2014

Potete proporci le vostre domande per il Presidente Mauro Fabris e per Consuelo Mangifesta.

Dieci giorni fa il campionato femminile di Serie A1 si è chiuso con il trionfo della Rebecchi Nordmeccanica Piacenza che ha vinto lo scudetto battendo in finale la vera sorpresa della stagione appena finta, l’Imoco Volley Conegliano.
Queste due società sono spesso state indicate come esempi virtuosi perché tra le poche a non avere conti in sospeso, economicamente parlando, con le proprie giocatrici. Essere in regola con i pagamenti a quanto si è visto “paga”, scusate il gioco di parole, ed è così che per avere solo società come le finaliste di quest’anno sono state definite le nuove norme di ammissione ai Campionati 2013-2014 sui cui la Lega Volley Femminile era a lavoro già da mesi.

L’anno scorso la Spes Conegliano era stata costretta ad abbandonare il campionato e quest’anno con nuovi dirigenti ha messo su una squadra che, guidata dal più giovane allenatore della Serie A, ha dato del filo da torcere a tutte le “big” e ha concluso la stagione in maniera eccellente, anche se non è arrivata in finale. Quest’anno sono state Crema e Modena le società che a causa delle inadempienze dei propri dirigenti hanno dovuto ritirarsi all’inizio del girone di ritorno, causando un danno di immagine a tutto il Campionato, che ha perso introiti pubblicitari, e alle giocatrici che hanno dovuto cercare in fretta una nuova sistemazione.

Intanto Modena l’anno prossimo risorgerà: la Liu-Jo ha acquistato il titolo di Villa Cortese ed è già a lavoro per costruire una squadra competitiva e affidabile, ma come tutte le altre società che vorranno iscriversi al Campionato 2013-2014 dovrà rispettare le nuove norme di ammissione che l’Assemblea delle società che fanno parte della Lega Pallavolo Serie A Femminile ha stabilito e che nei prossimi giorni saranno esaminate dalla Federvolley.

Le società dovranno presentare le domande di ammissione entro venerdì 28 giugno 2013 e potranno partecipare al Campionato 2013-2014 solo se dimostreranno di aver già pagato interamente quanto dovuto per la stagione precedente, quella 2012-2013. Non si potrà ricorrere alla Camera di Conciliazione per i compensi 2012-2013 ai fini dell’iscrizione al prossimo campionato e tutti i dirigenti che sono stati oggetto di provvedimenti da parte degli Organi Giudicanti della Federazione per mancato adempimento degli impegni economici nei confronti di giocatrici, allenatori e staff tecnico non potranno far parte dell’organigramma di società che parteciperanno al prossimo campionato, a meno che nel frattempo non abbiano provveduto ad adempiere totalmente a tutti i pagamenti in sospeso.

Lo stato dei pagamenti per la stagione prossima sarà controllato il 15 gennaio 2014 e le società che entro i 15 giorni precedenti la fine della Regular Season non avranno pagato almeno il 50% dei compensi per l’intera stagione non saranno ammesse ai Play Off. Inoltre, le società che durante la stagione subiranno sanzioni da parte degli Organi Gudicanti della Federvolley consistenti in punti di penalità in classifica non saranno considerate ai fini del ranking per le qualificazioni alle Coppe Europee della stagione successiva.

Chi vuole può proporre le proprie domande sulle nuove norme di ammissione ai campionati e su altri argomenti al Presidente della Lega Volley Femminile Mauro Fabris con cui abbiamo avuto modo di dialogare costantemente negli ultimi mesi e con il quale abbiamo un ultimo appuntamento. Fabris e Consuelo Mangifesta risponderanno ai vostri quesiti attraverso le pagine di Outdorblog.it. Potete scrivere nei commenti sotto questo articolo, sulla nostra pagina Facebook (anche con un messaggio privato) e per e-mail a luciaresta[at]blogosfere.it

I Video di Blogo.it

Ultime notizie su Serie A1 Pallavolo Femminile

Tutto su Serie A1 Pallavolo Femminile →