Il giocatore senza nome: number eight

Pilone, tallonatore, seconda linea, flanker, mediano, ala, centro, estremo. Ogni ruolo, nel rugby, ha il suo nome. Ogni ruolo tranne quelle del numero 8. Lui è quello, il numero 8, punto e basta. Ma che cosa fa questo giocatore negli ottanta minuti della partita?Il numero 8 ha la forza delle prime linee, unita all’agilità di

Pilone, tallonatore, seconda linea, flanker, mediano, ala, centro, estremo. Ogni ruolo, nel rugby, ha il suo nome. Ogni ruolo tranne quelle del numero 8. Lui è quello, il numero 8, punto e basta. Ma che cosa fa questo giocatore negli ottanta minuti della partita?

Il numero 8 ha la forza delle prime linee, unita all’agilità di un trequarti. Durante la mischia è l’ultimo uomo, quello che controlla l’uscita del pallone. Può decidere se lasciarla al mediano di mischia, che apre il gioco sui trequarti, oppure può afferrarla lui e infilarsi direttamente tra le linee avversarie. La stazza e la potenza del numero 8 ne fanno un ottimo portatore di palla, e in attacco il loro scopo è quello di rompere la difesa avversaria, usando più il fisico che la tecnica pura. Oltre a essere un ottimo portatore di palla, ha una capacità di handling superiore agli avanti ed è il primo sostegno per i compagni. In difesa, invece, è il primo, insieme ai flanker, a staccarsi dalla mischia e a placcare. Placcare, placcare, placcare. Questo è il credo del numero 8. Nelle ruck, invece, è quello che, grazie all’altezza e alla stazza, fa l’ariete, sposando in dietro la ruck avversaria. Nelle touche può venir utilizzato come terzo saltatore, anche se più spesso il suo ruolo è quello di sollevare le seconde linee. I numeri 8 più versatili possono facilmente ricoprire anche il ruolo di flanker, mentre alcuni, particolarmente veloci e agili, hanno avuto successo anche come centri o addirittura ali. Tra i migliori numeri 8 del passato si ricordano il gallese Mervyn Davis, il sudafricano Morne Du Plessis o il neozelandese Brian Lochore. Oltre all’immenso Zinzan Brooke , il migliore di sempre. Nell’ultimo decennio il più forte forse è stato Laurence Dallaglio , ma oggi, chi è il più forte numero 8? Nel video qui sopra potete vedere all’opera quelli che sono considerati i numeri 8 contemporanei più forti. La scelta del migliore è difficile, anche se il mio voto va a So’Oialo (anche se il Parisse di questo 6 Nazioni è alla sua altezza). E voi chi votate?

I Video di Blogo