Berlino, arrestato oggi il killer cannibale canadese Luka Magnotta

E’ stato arrestato a Berlino il 29enne Luka Magnotta, autore di un brutale omicidio avvenuto pochi giorni fa a Montreal. Sarà interrogato domani mattina.


Aveva sfidato le autorità, pronto a scomparire in una località esotica facendo perdere per sempre le sue tracce. Piano fallito: Luka Rocco Magnotta, il 29enne canadese ricercato da giorni in tutto il Mondo per l’omicidio di Lin Jun, è stato arrestato oggi pomeriggio a Berlino, dopo che le autorità locali l’hanno identificato in seguito alla segnalazione di un cittadino.

L’arresto, riferisce il quotidiano tedesco Bild, è avvenuto in un internet cafè del quartiere Neukoelln. Ora Magnotta, al secolo Eric Newman, è stato trasferito in carcere in attesa di essere interrogato dalle autorità competenti già a partire da domani mattina.

Il giovane è accusato di omicidio premeditato e oltraggio di cadavere in relazione alla morte di Jun, il 33enne cinese torturato, ucciso e fatto a pezzi, poi parzialmente mangiato, a Montreal il 26 maggio. Il tutto, lo ricordiamo, era stato documentato in un video poi pubblicato online dallo stesso Magnotta.

Ma i particolari inquietanti non erano finiti lì: pezzi del corpo erano stati spediti alla sede del partito conservatore ad Ottawa – un piede mozzato – e agli uffici del partito liberale – una mano – mentre il resto del cadavere era stato gettato nella spazzaturo, chiuso in una valigia ed abbandonato lì in attesa di essere ritrovato giorni dopo dalle autorità.

L’interrogatorio di domani, sempre che il giovane decida di rispondere, dovrà servire a chiarire i motivi di tanta brutalità e soprattutto a capire se Lin Jun è la sua prima ed unica vittima o se ci sono stati dei precedenti. Di certo, e questo è la cronaca a confermarlo, Magnotta non era nuovo ad episodi di violenza: nei mesi scorsi era già stato identificato dal quotidiano inglese Sun per aver seviziato ed ucciso alcuni gattini.

In quell’occasione il giovane aveva addirittura avvertito la stampa di quanto sarebbe accaduto da lì a pochi mesi: dopo aver ucciso ed assaggiato il sangue è impossibile fermarsi. Tornerò e questa volta le vittime non saranno animali.

Ne sapremo di più nelle prossime ore.

Via | TorontoSun