Metro no smog: biciclette gialle!

Elisa ci scrive: la mia idea per evitare che la situazione degeneri è questa: mettere a disposizione dei cittadini delle biciclette o dei monopattini o simile. all’inizio questi “nuovi mezzi di locomozione” potrebbero essere gratuiti per tutti quelli che li richiederanno o dopo aver pagato una cifra simbolica. legato a questo però dovrebbero essere sistemate

di

Elisa ci scrive:

la mia idea per evitare che la situazione degeneri è questa:

mettere a disposizione dei cittadini delle biciclette o dei monopattini o simile. all’inizio questi “nuovi mezzi di locomozione” potrebbero essere gratuiti per tutti quelli che li richiederanno o dopo aver pagato una cifra simbolica.

legato a questo però dovrebbero essere sistemate o costruite strade adatte per questi mezzi…

il business poi potrebbe essere creato da diverse occasioni: vendita di catene per le biciclette, posteggi custoditi a pagamento per le biciclette, accessori adatti ecc…

Se ne è già parlato in ottobre qui sul blog e Ranzani ricordava l’exploit delle bici gialle nell’era dell’ottimismo socialista. Io concordo con la nostra lettrice perchè sarebbe una soluzione per rilanciare i lavori pubblici e la piccola imprenditoria: campanelli, colla per quando si buca la gomma, lucchetti, pinzette per salvare i pantaloni dal grasso della catena, è tutto un mondo di microeconomia da non prender sottogamba.