Assalti ai Bancomat: arrestati 4 ex appartenenti alla Mala del Brenta

In manette 4 ex della mafia del Piovese accusati di assaltare Bancomat e casse continue usando esplosivo.

di remar


Assaltavano Bancomat e casse continue i 4 ex appartenenti alla Mala del Brenta arrestati oggi dai carabinieri di Vicenza. Secondo le indagini il gruppo criminale operava da anni ed era specializzato nel far saltare in aria bancomat e casse continue di banche e supermercati nel vicentino e in altre provincie venete.

Due i chili di esplosivo sequestrati dai carabinieri durante le indagini. I militari dell’Arma hanno eseguito finora quattro dei cinque ordini di custodia cautelare emessi dalla magistratura berica. La cosiddetta Mala del Brenta, nata in Veneto negli anni ’60 per dissolversi 30 anni dopo, viene così descritta da una sentenza della Prima sezione della Corte d’Assise d’Appello di Venezia del 14 dicembre ’96:

«Conclusivamente, può dunque riconoscersi l’esistenza di un’associazione a delinquere finalizzata alla commissione di una serie indeterminata di delitti contro il patrimonio, contro l’incolumità e la libertà individuale, contro le leggi sugli stupefacenti ed all’acquisizione diretta ed indiretta del controllo di attività economiche, sia lecite che illecite. La stessa risulta aver agito avvalendosi della forza intimidatrice promanante dal vicolo associativo e dello stato di assoggettamento e di omertà che ne è derivato per la popolazione del territorio ove essa ha esercitato il proprio controllo. Appartenenti a tale organizzazione, operante dunque con modalità e protocolli operativi di tipo mafioso, sono risultati soggetti del gruppo cosiddetto della Mafia del Piovese o Mala del Brenta, molti dei quali deceduti per morte violenta conseguente a vicende, interne o esterne, comunque riconducibili alle attività svolte dai medesimi in tale contesto delinquenziale».


Foto | ©TMNews

Ultime notizie su Mafia

Tutto su Mafia →