Verona, accoltellate due ex dipendenti e si toglie la vita

Il broker, in una dinamica ancora da chiarire, avrebbe afferrato un coltello da cucina e sferrato alcuni colpi contro le due donne, raggiungendole alla schiena, alle gambe e al torace.

19.50 – Le ricerche dell’aggressore, un broker finanziario di 52 anni, si sono concluse nel peggiore dei modi. L’uomo è stato trovato morto non lontano dal luogo del duplice tentato omicidio: si è tolto la vita impiccandosi.

E’ scattata nella tarda mattinata di oggi la caccia all’uomo in tutta la provincia di Verona, dopo che un broker finanziario, la cui identità non è stata ancora resa nota, ha accoltellato due sue ex dipendenti, due donne di 44 anni, in un appartamento di via Molinazzo ad Arcole, nel veronese.

Le due donne, secondo quanto ricostruito dai militari, avevano dei conti in sospeso con l’uomo, loro ex datore di lavoro, ed erano riuscite a fissare un appuntamento con lui per risolvere le questioni economiche rimaste in bilico.

Oggi, come da programma, l’uomo si è presentato all’incontro a casa di una delle due donne, ma quello che doveva essere un incontro di chiarimento è finito nel sangue. Il broker, in una dinamica ancora da chiarire, avrebbe afferrato un coltello da cucina e sferrato alcuni colpi contro le due donne, raggiungendole alla schiena, alle gambe e al torace.

L’aggressore si è dato prontamente alla fuga, mentre una delle due vittime è riuscita a lanciare l’allarme e allertare i soccorsi. Entrambe sono state trasportate d’urgenza in ospedale, una nella struttura di San Bonifacio e l’altra all’ospedale Borgo Trento di Verona, e si trovano ora ricoverate in gravi condizioni, non in pericolo di vita.

Dell’uomo, invece, nessuna traccia. Le ricerche e le indagini proseguono.