Bersani: “Berlusconi a casa! L’8 marzo protesta a Palazzo Chigi contro il premier!”

Parlando alla Conferenza nazionale delle donne democratiche,Il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, ha insistito nel chiedere le dimissioni del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Bersani ha chiesto «un passo indietro» del premier spiegando che «non si tratta di una questione di destra o di sinistra ma di dignità di questo paese». «Se viene fuori

Parlando alla Conferenza nazionale delle donne democratiche,Il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, ha insistito nel chiedere le dimissioni del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Bersani ha chiesto «un passo indietro» del premier spiegando che «non si tratta di una questione di destra o di sinistra ma di dignità di questo paese».

«Se viene fuori che uno dà in meno di due mesi 185mila euro, al netto dei gioielli, a una minorenne – ha osservato Bersani – io non intendo essere governato da una persona così, peraltro uno di 74 anni… Vergogna!».

«Chi tace oggi – ha sottolineato il segretario dei democratici – non so come parlerà domani. C’è troppa gente che tace. Si nascondono dicendo che sono fatti privati. Ma di quali fatti privati parliamo? Essere processati per direttissima per fatti gravissimi è un fatto privato? La ricattabilità di un premier è un fatto privato? Un capo di governo a capo di una media impresa con tanto di dipendenti e manager è un fatto privato?».

Quindi, ha concluso con una esclamazione: «Porca miseria, e questi si definiscono liberali? Non fanno altro che insultare una nobile parola».L’immagine dell’Italia nel mondo dopo il caso Ruby è «drammatica» praticamente «dappertutto» ha aggiunto Bersani.

«Quest’anno – ha attaccato – saremo e siamo in tutti i carnevali del mondo, altro che investimenti esteri in Italia, ma di che parliamo?». Il ledare del Pd ha quindi bollato l’annunciata «scossa» del governo sui temi economici come «una menata» e «aria fritta pura» perché «i problemi non vengono affrontati ma usati in modo insultante, come diversivo. Il Tg1 ha detto che Berlusconi è concentrato sull’economia. Ma si rilassi…».