Sposa a 11 anni, madre a 12: arrestato marito a Brescia

La nascita di una bimba messa al mondo un paio di giorni fa ha fatto scattare le indagini della Mobile di Brescia: si è scoperto che la madre, infatti, è una bambina di 12 anni. La ragazzina, di origini serbe, lo scorso anno era stata venduta in sposa per 17 mila euro ad un 21enne

La nascita di una bimba messa al mondo un paio di giorni fa ha fatto scattare le indagini della Mobile di Brescia: si è scoperto che la madre, infatti, è una bambina di 12 anni.

La ragazzina, di origini serbe, lo scorso anno era stata venduta in sposa per 17 mila euro ad un 21enne kosovaro residente del bresciano, ora in arresto per violenza sessuale e riduzione in schiavitù, per la quale è stata applicata la Convenzione di Ginevra in cui vengono assimilate a questo reato le pratiche di matrimonio in cui uno dei coniugi non possa sottrarsi.

Dalle indagini è emerso che la bambina chiaramente non aveva la minima idea di cosa fosse un rapporto sessuale e che da tale rapporto sarebbe potuto nascere un figlio.

La Squadra Mobile ha anche scoperto che la contrattazione tra i genitori della bambina e i genitori del “marito” era partita da una cifra di ben 25 mila euro, che dopo alcune contrattazioni è scesa fino a 17 mila.

La neonata e la madre, che parlando di quanto accaduto ha detto “al mio paese si usa così“, sono ora in una comunità protetta.

Un altro caso di “usanze” che vanno duramente a scontarsi con le giuste leggi (in questo caso) del nostro Paese: si tratta comunque di pedofilia e come tale va considerata e punita.