Il caso Don Ruggero Conti divide Selva Candida: colpevole o vittima di un complotto?

Vi abbiamo già parlato dell’arresto di Don Ruggero Conti, ex parroco della Natività di Maria Santissima arrestato con l’accusa di violenza sessuale continuata e aggravata. Ieri l’ex parroco è stato ascoltato dal gip Andrea Vardaro nel carcere di Regina Coeli e ha dichiarato la sua innocenza, affermando di essere vittima di un complotto “sono tutte


Vi abbiamo già parlato dell’arresto di Don Ruggero Conti, ex parroco della Natività di Maria Santissima arrestato con l’accusa di violenza sessuale continuata e aggravata.

Ieri l’ex parroco è stato ascoltato dal gip Andrea Vardaro nel carcere di Regina Coeli e ha dichiarato la sua innocenza, affermando di essere vittima di un complotto “sono tutte falsità, frutto di cattiverie e di gelosie per il mio lavoro

I legali del signor Conti hanno chiesto al gip Vardaro di scarcerare il loro assistito e hanno sollecitato un accertamento medico-legale per valutare la compatibilità del regime carcerario con le condizioni di salute dell’ex parroco: compito affidato oggi ad un perito.

In attesa di sapere se resterà in carcere oppure no, le indagini continuano e gli inquirenti proseguono con gli interrogatori di altri ragazzi che frequentano la parrocchia, potenziali vittime delle “attenzioni” di Don Conti.

L’attuale sindaco di Roma Gianni Alemanno, che aveva scelto proprio Don Ruggero Conti come uno dei nove garanti del suo programma nell’ultima campagna elettorale chiede “ai magistrati di fare tutta la chiarezza possibile senza fare sconti ad alcuno“.

Nel frattempo la zona di Selva Candida è divisa in due: alcuni hanno dichiarato di essere già a conoscenza delle tendenze del signor Conti, altri prendono le sue difese sostenendo la tesi complottista.

Un uomo che ha tolto dalla strada molti giovani, ha creato questa struttura dal nulla, c’è sicuramente interesse nel diffamarlo e calunniarlo” affermano i sostenitori, mentre una signora che preferisce rimanere anonima ha dichiarato: “L’ho visto con i miei occhi mentre accarezzava un ragazzo quasi morbosamente” e ancora “da tempo giravano voci su di lui“.

Non ci resta che attendere il corso delle indagini per conoscere la verità sul caso e sul futuro di Don Ruggero Conti. Tornate da queste parti per aggiornamenti.

Via | Dnews

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →