Napoli, omicidio Alessandra Cubeddo: arrestato il fidanzato Michele Perrotta

Il poliziotto in pensione Michele Perrotta è stato arrestato ieri con l’accusa di aver ucciso a mani nude la fidanzata Alessandra Cubeddo.


Ancora una lite finita in tragedia, l’ennesima donna uccisa dal compagno per futili motivi: Alessandra Cubeddo, 36enne originaria di Gragnano (NA) è stata uccisa a mani nude, nella sua abitazione di Villaricca, dal compagno Michele Perrotta, 59enne poliziotto in pensione originario di Marano di Napoli.

L’omicidio, stando a quanto ricostruito, sarebbe avvenuto in camera da letto: i due erano appena rientrati a casa dopo aver accompagnato la figlia a scuola, quando è scoppiata la lite, poi finita in tragedia. Perrotta, resosi conto di aver ucciso la compagna, ha cercato di rianimarla, ma non c’è stato nulla da fare.

All’arrivo dei soccorsi la donna era già morta, riversa a terra in una pozza di sangue, a causa di diverse ferite alla testa. Perrotta, che avrebbe ucciso a mani nude, è stato prontamente arrestato e portato in commissariato per essere interrogato. Sarà condotto in carcere nel giro delle prossime ore.

Via | L’Eco Di Caserta
Foto | ©TMNews