Scomparsa Madeleine McCann: arrestato un presunto testimone chiave

La polizia inglese ha arrestato un uomo sospettato di avere qualcosa a che fare con la scomparsa di Madeleine McCann.

Sono passati più di sei anni dalla scomparsa di Madeleine McCann e ora qualcosa comincia a muoversi. Le autorità inglesi hanno arrestato un uomo sospettato di essere coinvolto nella sparizione della bimba, svanita nel nulla a Praia da Luz il 3 maggio del 2007 quando aveva appena 4 anni.

Tutto è partito dal racconto di un barrister che ha riferito alle autorità di aver incontrato qualche giorno prima un uomo che si era vantato di aver visto la piccola Maddie ancora in vita su un’isola del Mediterraneo, gli fu presentata un uomo che si trovava insieme a lei quest’estate.

La polizia di Londra ha verificato la segnalazione del testimone e pochi giorni dopo ha arrestato l’uomo che si era vantato di aver incontrato Madeleine McCann. La testimonianza del barrister, fanno sapere gli inquirenti, è considerata molto attendibile e non si esclude che l’indagato possa davvero avere qualcosa a che fare col caso Maddie.

Le forze dell’ordine hanno sequestrato anche diversi computer da casa dell’arrestato, tutto materiale che è stato prontamente consegnato agli esperti della scientifica per tutte le analisi del caso.

Questo non vuol dire che il caso sia vicino a una soluzione, ma il semplice fatto che gli inquirenti hanno definito questo arrestato “potenzialmente molto significante” è senza dubbio un bel passo avanti nelle indagini, un traguardo che finora non era mai stato raggiunto.

Le indagini e le ricerche della piccola Maddie proseguono senza sosta.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →