6 Nazioni – Ecco la prima Italia dell’era Mallett

E adesso si fa sul serio. Basta parole, suggestioni, dibattiti. Ora si passa ai fatti, e i fatti hanno quindici nomi. Nick Mallett , ct azzurro, ha infatti annunciato la formazione che sabato prossimo, alle ore 15.00, affronterà a Croke Park – Dublino l’Irlanda, nel primo match valido per il 6 Nazioni 2008. Come da

E adesso si fa sul serio. Basta parole, suggestioni, dibattiti. Ora si passa ai fatti, e i fatti hanno quindici nomi. Nick Mallett , ct azzurro, ha infatti annunciato la formazione che sabato prossimo, alle ore 15.00, affronterà a Croke Park – Dublino l'Irlanda, nel primo match valido per il 6 Nazioni 2008. Come da previsione sarà Andrea Masi il nuovo mediano d'apertura, affiancato dal mediano di mischia Pietro Travagli. La mischia, con l'assenza di Marco Bortolami, presenta otto elementi rodati, mentre nei trequarti ritorna Pablo Canavosio all'ala.

Iniziamo con la mischia. Piloni d'esperienza, con il Barone Andrea Lo Cicero affiancato da Martin Castrogiovanni, che festeggia contro l'Irlanda il suo cinquantesimo cap azzurro. Tra di loro il giovane, ma già esperto, Leonardo Ghiraldini. In seconda linea, assente Marco Bortolami , ecco la coppia Dellapé/Del Fava, con il giovane Reato pronto a esordire in corso d'opera. Terza linea massiccia e di sicurezza, con l'italoneozelandese Josh Sole, Mauro Bergamasco e il neo capitano Sergio Parisse .
Mediana, come si sapeva, completamente inedita. Trova spazio in azzurro Pietro Travagli, che dovrà concretizzare il lavoro degli avanti e consegnare l'ovale nelle mani di Andrea Masi, la scommessa di Mallett. Masi, esperto e fortissimo centro, è stato spostato dal coach sudafricano all'apertura, un ruolo non suo, nel quale ha poca esperienza. Poca esperienza, ma tanto peso e tanta voglia di placcare e attaccare gli spazi. Quello che all'Italia di Berbizier è mancato e quello che Mallett ora vuole. A tutti i costi.
Trequarti classici, invece, anche a causa dei molti infortuni. Centri sono la coppia collaudata Mirco Bergamasco e Gonzalo Canale, alle ali Kaine Robertson e Pablo Canavosio, con estremo l'italofrancese David Bortolussi.
Insomma, il tempo delle parole è finito. Ora saranno loro a parlare, con i fatti.

Italia
15 David Bortolussi (Montpellier)
14 Kaine Paul Robertson (Montepaschi Viadana)
13 Gonzalo Canale (Clermont-Auvergne)
12 Mirco Bergamasco (Stade Francais)
11 Pablo Canavosio (Castres)
10 Andrea Masi (Biarritz Olympique)
9 Pietro Travagli (Overmach Cariparma)
8 Sergio Parisse (Stade Francais)
7 Mauro Bergamasco (Stade Francais)
6 Josh Sole (Montepaschi Viadana)
5 Carlo Antonio Del Fava (Ulster)
4 Santiago Dellapè (Biarritz Olympique)
3 Martin Castrogiovanni (Leicester Tigers)
2 Leonardo Ghiraldini (Cammi Calvisano)
1 Andrea Lo Cicero (Racing Metro Paris)
In panchina:
16 Carlo Festuccia (Racing Metro Paris)
17 Salvatore Perugini (Stade Toulousain)
18 Carlos Nieto (Gloucester)
19 Tommaso Reato (Femi CZ Rovigo)
20 Alessandro Zanni (Cammi Calvisano)
21 Andrea Marcato (Benetton Treviso)
22 Ezio Galon (Overmach Cariparma)