Villapiana, duplice omicidio in villa: Domenica Ruggiano ha confessato

Vincenzo Genovese e la figlia Rosa sono stati uccisi a fucilate venerdì mattina nel Cosentino: Domenica Ruggiano, moglie e madre delle due vittima, stanotte ha confessato di essere l’autrice del delitto.


Si può considerare risolto il mistero del duplice omicidio avvenuto venerdì mattina a Villapiana, in provincia di Cosenza: Vincenzo Genovese, 67 anni, e la figlia Rosa, 26 anni, sono stati uccisi a colpi di fucile nella loro abitazione e per giorni gli inquirenti hanno scavato nelle frequentazioni delle due vittime alla ricerca del colpevole. Fino a stanotte, quando è arrivata l’inattesa svolta.

Domenica Ruggiano, 54 anni, moglie e madre delle due vittime, ha confessato il delitto ed ha spiegato di aver agito al termine di una lite col marito. Lei, ricoverata in ospedale a Rossano per una ferita che si è provocata nel tentativo di togliersi la vita, ha confermato anche l’esatta dinamica, non motivando però l’omicidio della figlia.

Venerdì mattina, stando alla confessione fornita, la donna avrebbe ucciso il marito colpendolo alle spalle col fucile che lui deteneva regolarmente. La figlia Rosa, richiamata dal rumore dello sparo, è giunto in soccorso del padre ed è in quel momento che la madre ha aperto il fuoco anche contro di lei, uccidendola.

Poi, dopo essersi sparata ad una gamba nel tentativo di togliersi la vita, Domenica Ruggiano sarebbe salita in camera e si sarebbe messa a dormire. Solo in serata, diverse ore dopo il duplice omicidio, un passante si è accorto della tragedia ed ha dato l’allarme.

Le accuse nei confronti della donna saranno formulate nel corso delle prossime ore. Questo, nel frattempo, è il commento del procuratore del tribunale di Castrovillari,
Franco Giacomantonio:

Abbiamo potuto risolvere il caso grazie all’ottimo lavoro svolto dai carabinieri. È la dimostrazione che indagini come questa vanno risolte subito, perché poi, col passare delle ore, tutto diventa più difficile.

Foto | ©TMNews