Manifestazioni dimissioni Berlusconi: perché è giusto andarci

Ieri e l’altro ieri vi abbiamo aggiornato sulle principali manifestazioni in cui verranno chieste le dimissioni del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi: io andrò sia a quella di Milano del PalaSharp prevista per sabato 5 febbraio, sia a quella di Arcore di domenica 6 febbraio. Oltre che per scattare qualche foto e raccontare i due


Ieri e l’altro ieri vi abbiamo aggiornato sulle principali manifestazioni in cui verranno chieste le dimissioni del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi: io andrò sia a quella di Milano del PalaSharp prevista per sabato 5 febbraio, sia a quella di Arcore di domenica 6 febbraio.

Oltre che per scattare qualche foto e raccontare i due eventi a voi lettori, anche perché credo personalmente che sia una buona idea esserci. In settimana sul tema pubblicheremo anche un altro post vedendo tutto dalla prospettiva opposta: “Perché non ha senso andarci”. Ma torniamo a noi.

Per quali motivi è giusto andarci a queste manifestazioni, per quale motivo è giusto scendere in piazza proprio questa volta? I motivi sono una marea. Cercherò di andare con ordine e metterli giù in un elenco di alcuni punti in cui vi tenterò di spiegarvi perché questa volta è davvero importante esserci…

    Ci lamentiamo, ma spesso restiamo tutti dei rivoluzionari da tastiera. Il click su Facebook, il “mi piace”, il condividi. Ok, tutto giusto, male non fa: ma passiamo dalla teoria alla prassi. Non capita spesso un’occasione del genere, va sfruttata il più possibile. Se non fate nulla, poi non lamentatevi.

    “Ma per me le manifestazioni sono inutili, non servono a niente!”. Non servono a niente – ci sarebbe molto da discutere a riguardo: ma diamolo come assunto di base – perché ci sono un sacco di persone come te che si sono disaffezionate alla partecipazione attiva. E’ un serpente che si morde la coda: alzati, smetti di lamentarti e agisci.

    Torniamo al mero dato di cronaca: l’indagine della Procura di Milano ha scoperchiato un calderone squallido dal quale è normale essere disgustati. E questo comunque vada a finire il processo: non serve un processo per vederci l’umiliazione della donna, l’abuso di potere, un panorama desolante.

    Questo panorama desolante ci rappresenta nel mondo, è a capo del Governo: questo panorama desolante è Silvio Berlusconi. Che cosa deve fare perché apriate gli occhi? Nel caso, potete sempre rileggere il vecchio post sulle prima quattrocento pagine circa consegnate alla Camera dalla Procura di Milano.

    Silvio Berlusconi sembra sempre che debba arrivare settimana prossima: in realtà è il Presidente del Consiglio rimasto in carica da più tempo, più ancora di De Gasperi. Vi sembra che abbia creato un’Italia migliore? Vi sembra che si viva meglio? A me sembra di no: un buon motivo perché se ne vada a casa.

    Dobbiamo dare un colpo di reni e uscire da questo impasse: volete che resti al governo, con un Parlamento bloccato, con un Paese ingovernabile, con una classe dirigente messa in posizioni di potere in base al clientelismo e alla peggiore demeritocrazia possibile. Sì? State a casa questo weekend. No: alzatevi e uscite.

    “Sì vabbé, ma va via lui e poi? Sarà ancora peggio, vedrai quelli che arrivano dopo”. Peggio di così? Qual è il vostro concetto di peggio? Tremonti, Alfano? Fini? Cosa può esserci di peggiore di altri anni di Paese governato da Silvio Berlusconi? Il suo tempo l’ha avuto – ha fallito – e si è coperto di scandali senza precedenti.

    Pensateci: non sarebbe meglio se tornasse alle sue passioni? Costruire una Milano 4 o una Milano 5, dedicarsi a Mediaset, al Milan. Lasciamo che torni alla sua più autentica passione, oltre a quelle emerse nelle ultime settimane: raggranellare miliardi di euro.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →