Daniele Franceschi morto nel carcere di Grasse: medico e due infermieri incriminati per omicidio colposo

Tre persone sono state incriminate dalle autorità francesi per omicidio colposo in relazione al decesso di Daniele Franceschini, il 36enne deceduto nell’agosto 2010 nel carcere di Grasse.


Continua l’impegno delle autorità francesi nella soluzione del mistero che circonda il decesso di Daniele Franceschi, il 36enne viareggino morto il 25 agosto 2010 nel carcere francese di Grasse, mentre era detenuto per aver utilizzato delle carte di credito rubate nel casinò di Cannes.

Le tre persone indagate nei mesi scorsi, un medico e due infermieri, sono state incriminate in queste ultime ore per omicidio involontario – corrispondente al nostro omicido colposo – sulla base di una serie di negligenze che avrebbero portato al decesso del detenuto.

E il numero degli incriminati potrebbe salire ancora: l’avvocato Aldo Lasagna, il legale che cura gli interessi della famiglia della vittima, ha rivelato che sono in programma nei prossimi giorni gli interrogatori di alcune guardie carcerarie, con lo scopo di stabilire eventuali responsabilità per quel che riguarda la trascuratezza dei detenuti (non si sarebbero accorti del malore accusato dal 36enne).

Le indagini proseguono.

Via | La Nazione

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →