Elezioni Amministrative Sicilia 2013: i risultati storici

Chi ha vinto la scorsa tornata nei quattro capoluoghi siciliani

di guido

Il 9 e 10 giugno, oltre ai ballottaggi nel resto d’Italia, si vota anche per le elezioni amministrative in Sicilia, che in quanto Regione a Statuto speciale può stabilire autonomamente la data del voto. Si va alle urne per il rinnovo di 141 amministrazioni comunali (si sarebbe dovuto votare anche per le province, ma la giunta Crocetta le ha abolite), tra cui i quattro capoluoghi Catania, Messina, Ragusa e Siracusa. Vediamo allora i risultati nella scorsa tornata elettorale.

Catania

A Catania si è votato per l’ultima volta nel 2008, in una tornata particolarmente fortunata per il centrodestra in tutta la Regione. Già governata dal Pdl per due mandati con Umberto Scapagnini, medico personale di Berlusconi e recentemente scomparso, nel 2008 il centrodestra candida l’avvocato Raffaele Stancanelli che vince agilmente al primo turno con il 54,59% dei consensi. Per il centrosinistra è una debacle: il candidato del Pd Giovanni Burtone ottiene il 17,87% e arriva terzo, superato da Nello Musumeci che, appoggiato solo da una lista civica federata con La Destra, ottiene il 25,16%.

Messina

Anche Messina torna al voto a cinque anni esatti dalla scorsa tornata, ma il secondo mandato di Giuseppe Buzzanca si è concluso lo scorso agosto, quando il sindaco si è dimesso per candidarsi alle Regionali, venendo poi trombato. Nel 2008 il primo cittadino era stato rieletto al primo turno con il 51,05%, appoggiato da una coalizione che comprendeva Pdl, Udc e numerose liste civiche. Il suo avversario era Francantonio Genovese, oggi parlamentare Pd dopo essere stato recordman di preferenze alle primarie Pd per la scelta dei candidati lo scorso dicembre: nel 2008 si fermò al 38,42%. L’affluenza fu del 75,61%.

Ragusa

A Ragusa si torna invece alle urne a due anni dalle ultime elezioni, a causa delle dimissioni di Nello DiPasquale. Il primo cittadino, eletto per la prima volta nel 2006 e riconfermato nel 2011 al primo turno con l’appoggio di Pdl, Udc e Fli, poco dopo la rielezione ha lasciato il centrodestra e si è candidato all’Assemblea regionale siciliana con una lista a sostegno di Rosario Crocetta, risultando eletto. Da qui il ritorno anticipato alle urne: nel 2011 DiPasquale aveva ottenuto il 57,19% dei consensi al primo turno, mentre lo sfidante del Pd, Sergio Guastella, si era fermato al 38,26%. L’affluenza era stata del 71,95%.

Siracusa
Anche Siracusa fa parte di quei comuni conquistati agevolmente dal centrodestra nella tornata amministrativa del 2008. Qui trionfò al primo turno Roberto Visentin, appoggiato da Pdl e Udc (che all’epoca formavano la maggioranza della Giunta Lombardo, e ancora prima di quella Cuffaro) e premiato dal 56,64% degli elettori. Il candidato del Pd, Roberto De Benedictis, si fermò invece al 33%. L’affluenza fu del 70,75%.

Foto © Getty Images