Delitto di Perugia, seconda udienza del processo d’appello: assenti i due imputati

Si torna in aula stamattina a Firenze per la seconda udienza del nuovo processo d’appello per l’omicidio di Meredith Kercher.

Sì è aperta stamattina a Firenze la seconda udienza del nuovo processo d’appello per Raffaele Sollecito e Amanda Knox, imputati per l’omicidio di Meredith Kercher, la studentessa inglese uccisa con una coltellata alla gola la notte del 1° novembre 2007 a Perugia.

I due imputati saranno assenti anche oggi – Sollecito ha assicurato che tornerà in Italia per le prossime udienze, mentre Amanda Knox ha confermato che la sua esperienza italiana può dirsi conclusa – in quella che dovrebbe essere un’udienza breve: il presidente della Corte d’Assise d’Appello di Firenze, Alessandro Nencini, conferirà l’incarico per la perizia sulla traccia di DNA non ancora analizzata tra quelle rinvenute sul coltello recuperato in casa di Sollecito, l’arma che secondo l’accusa sarebbe stata usata nel delitto.

Poi, operazione del tutto procedurale, ci sarà l’interrogatorio dell’ex collaboratore di giustizia Luciano Aviello, ex compagno di cella di Raffaele Sollecito. L’uomo in un primo momento accusò il suo stesso fratello dell’omicidio di Meredith, poi ritrattò tutto e per questo fu indagato per calunnia.

Dopo aver ritrattato le accuse, Aviello non fu ascoltato dalla Corte d’Appello di Perugia e oggi, come disposto dalla Corte di Cassazione.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Delitto di Perugia

Tutto su Delitto di Perugia →