Treviso: spariti 30 milioni dal caveau di un istituto di vigilanza

Un investigatore: “è tutto ancora fumoso e stiamo cercando di capire cosa è accaduto”. Gdf nella sede della North East Services di Silea.

di remar

Decine di milioni di euro spariti nel nulla. Tanti soldi, si parla di oltre 30 milioni, che dai 3 ai 5 istituti di credito avevano affidato ai caveau dell’istituto di vigilanza North East Service di Silea (Treviso) credendo di metterli al sicuro.

Ma quando, ieri mattina, i funzionari di alcune delle banche coinvolte (Veneto Banca e Intesa San Paolo) hanno reclamato il denaro, dalla direzione della NES sono arrivate delle risposte alquanto evasive, tuttavia abbastanza chiare da capire che, in quel momento, i soldi di milioni di risparmiatori veneti non erano disponibili.

Così sono scattate le denunce. La procura di Treviso ha aperto un‘inchiesta a carico di ignoti per furto plurimo aggravato e la Guardia di Finanza si è recata nella sede dell’istituto di vigilanza per verificare se si tratta di ammanchi di denaro reali o contabili.

Un investigatore ammette che:

è tutto ancora fumoso e stiamo cercando di capire cosa è accaduto.

Nelle prossime ore saranno sentite sia la dirigenza del gruppo Compiano della Norht East Services sia quella degli istituti di credito che avevano affidato all’istituto di vigilanza la raccolta e la custodia del denaro dei risparmiatori.

© Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati

I Video di Blogo.it