AAF – Affordable Art Fair 2012 a Milano

Mostra mercato di arte democratica a Milano per tutto il weekend. Ne varrà la pena?

di paola10


Non so quanto veramente sia affordable (abbordabile) l’arte contemporanea visti i tempi che corrono, ma diamo merito alla città di Milano e allo Spazio Superstudio Più di via Tortona 27 (Metro Porta Genova) di aver portato per il secondo anno consecutivo una bella rassegna di artisti emergenti, Young Talents e di opere da comprare ad un prezzo compreso fra i 100 euro e i 5000 euro. Per chi se lo può permettere.

Per tutti gli altri, visto che a guardare e a sognare non si spende nulla, fino al 5 febbraio ci sono 77 gallerie internazionali in mostra. Ci sono stata ieri sera, e ne ho viste delle belle – ma anche davvero delle brutte. E ve le propongo nel video dopo il salto.


Vado con ordine.

Ieri sera ho partecipato alla seconda anteprima per gli addetti ai lavori (la super prima è stata la sera del 1 febbraio) intitolata Art &Flames Night.

In mezzo alle opere protagonisti sono stati anche lo Show Cooking dello chef Matteo Torretta, DJ Set , blind auction, i cui ricavati sono stati devoluti all’associazione no profit per l’infanzia Dynamo Camp, e c’è stata anche la presentazione dell’artista Andrea Pugiotto. Ma torniamo alle opere e ad AFF, vero “cuore della serata”.

Dopo New York, Los Angeles, Londra a Milano si attendono 12mila visitatori, 3mila in più della prima edizione – già di successo – dello scorso anno, attirati dai nomi in mostra come dai workshop, aperitivi, laboratori creativi, dimostrazioni presenti ogni giorno.

Per le famiglie, poi, AFF ha predisposto anche un comodo spazio bimbi; mentre la nuova wrapping station – il servizio di imballaggio – permette di portare direttamente a casa le opere comprate.

Cosa comprare? Posso dire che non tutto mi è piaciuto. Lo SpazioFarini6_Fotografia di Milano propone senz’altro delle belle fotografie che, se non sono un affare, rimangono comunque gradevoli.

Ho trovato anche particolarmente suggestivi i tram gialli di Florence di Benedetto sui fondali in bianco e nero di una Milano pittoresca (stand F1, Galleria Glauco Cavaciuti, sempre a Milano) così come l’irriverente patchwork di Bauhaus con cuccia di cane annessa, Gattelan (non è un refuso…) e Arte Povera su sfondo bianco e una monetina da un centesimo della Galleria L’Affiche (Milano) e le fiabe pittoriche proposte dal Basilisco di Genova.

E che dire del mega teschio di giocattoli (povero Sponge Bob!)?

Per quel che mi riguarda dubbie, invece, le bottigliette Coca Cola – Molotov che ho visto in diversi spazi, così come il finto neonato in culla (ho volutamente rimosso il nome), e la serie di bassotti con la faccia di Hitler che non so chi avrebbe mai il coraggio di esporre in casa.

Tanta arte concettuale, tanti fauves, tante scopiazzature stile Andy Warhol e Co. ma ce n’è per tutti i gusti e tutte le tasche, con tanto di giro intorno al mondo: le gallerie provengono dalla piccola Manarola (una delle Cinque Terre, in provincia di La Spezia) a Pyonyang e Sidney.

E dai, solo questa passeggiata ha fatto valere la pena un mezzo assideramento per arrivare in via Tortona 27.

Per chi fosse interessato, gli eventi speciali sono aperti a tutti anche nei giorni:

    venerdì 3 febbraio, ore 14 e 17: workshop presentato da Guido D’Angelo Color Tracks. Liquitex Heavy Body – Acrilico
    sabato 4 febbraio, ore 14 e 17: workshop presentato da Anna Mosca. CreAzione Winsor & Newton OilBar
    domenica 5 febbraio, ore 13 e 15: workshop presentato da Anna Mosca.: CreAzione Winsor & Newton Galleria.

AAF – Affordable Art Fair
2-5 febbraio 2012
SuperstudioPiù
via Tortona 27 – Milano
www.affordableartfair.it

I Video di Blogo